• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.217 accessi
  • Categorie

  • Annunci

PENSA A CIO’ CHE MANGI – Parte 3

Approfondimenti:

franco berrinoIn seguito anche all’intervento del Dott. Berrino, direttore del centro tumori di Milano, e alle testimonianze di personaggi famosi tra cui Paolo Kessisoglu, Dino Baggio e Red Ronnie, sono emerse essenzialmente 4 buone ragioni per diventare vegani, (oltre le indiscutibili ed appurate sopra elencate):

  1. PSICOLOGICA: esiste una relazione simbiotica tra cibo e mente secondo cui la nutrizione influirebbe in maniera determinante sulle nostre azioni, sui nostri comportamenti; del resto “siamo quel che mangiamo” si usa dire.

Pertanto come possiamo pensare di avere vitalità ed energia se ingeriamo cibi morti?

Inoltre è risaputo che gli animali portati al macello (aggiungo, spesso e volentieri in modo BARBARO E CRUDELE), iniziano a piangere e strillare molto prima di arrivare a destinazione, più che coscienti del loro triste e macabro destino; ebbene, quella paura genera nei loro corpi una grande quantità di adrenalina che subito entra in circolo ovunque: chi mangia quella carne mangia anche quell’ormone, (inutile se non addirittura nocivo al nostro organismo), nonché infinita ansia e terrore.

  1. 2.      CARITATEVOLE ed UMANA: gli animali sono esseri viventi, non cibo.

Smettere di mangiare carne è necessario per la nostra evoluzione, da sempre la storia ci fornisce questa opportunità attraverso ostacoli all’apparenza insormontabili quali ad esempio lo sono stati il feudalesimo, la schiavitù, l’olocausto, la parità dei diritti tra uomo e donna… ora è come se fosse venuto il momento di tornare alle origini e domandarci “è davvero necessario allevare, (spesso e volentieri in condizioni oscene), uccidere e poi nutrirsi di animali?”

“Mangiare carne estingue il seme della compassione.”  

Buddha.

  1. ECOLOGICA: una dieta vegetale ha un minor impatto sulle risorse del territorio.

E’ infatti dimostrato che per produrre 1 Kg di carne si consumano circa 15.000 litri di acqua, 1 ettaro di terra destinato all’allevamento potrebbe rendere 9.000 Kg di patate anziché 74 miseri Kg di bistecche.

Oltre al risparmio energetico pertanto vi è un discorso molto più umano se si comprende che accantonando l’abitudine di mangiare proteine animali ci sarebbe più cibo per tutti… (per lo meno tralasciando i meschini interessi politici che ci stanno dietro).

  1. STORICA ed ANTROPOLOGICA: sono serviti alla razza umana centinaia di migliaia di anni per “completare” l’evoluzione di cui parlavamo prima… negli ultimi 30 l’obesità da cibo spazzatura ha preso il sopravvento interrompendo il normale flusso energetico e vitale del pianeta.

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.”

Lucio Anneo Seneca

Da un recente studio non ancora pubblicato chiamato “EPIC”, è risultato che ingrassa di un 15% in più chi assume regolarmente una maggior quantità di proteine animali.

Il fatto è che NON SI E’ SEMPRE MANGIATA CARNE.

Qualitativamente e quantitativamente parlando c’è un bel divario inoltre tra i cibi di una volta e quelli di adesso; basti pensare all’ipernutrizione a cui sono sottoposti oggi gli animali d’allevamento, alla tipologia di nutrienti somministrati, al fatto che ad esempio le mucche vengano munte in continuazione, anche da gravide, (latte contenente più ormoni).

Purtroppo anche frutta e verdura, vuoi per l’agricoltura intensiva, per gli additivi chimici, per l’origine delle sementi, ecc., non sono riuscite a mantenere inalterate le loro preziose sostanze nutritive.

Vi sono inoltre importanti differenze in natura tra noi ed i carnivori: questi ultimi sono dotati di artigli, canini pronunciati, intestino corto… logico che la mucca, risaputa erbivora, si ciba anche di mangimi a furia di essere stimolata all’ingrasso!

Analogamente l’essere umano, (la “razza più intelligente”), si è dimenticato quale sia il miglior “combustibile” per eccellenza a lui più idoneo secondo natura… se ci guardassimo intorno capiremmo che siamo gli unici animali a non aver ancora capito cosa mangiare!

“Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.”

Eraclito

Continua….

Annunci

PENSA A CIO’ CHE MANGI – parte 1

Piccola rubrica che pubblicheremo in quattro parti (ogni lunedì) per dar modo ai lettori di capire meglio l’importante argomento relativo all’alimentazione per una esistenza in piena salute, un esempio: buttereste del gasilio sporco  nel serbatoio della vostra auto a benzina? Si sa, un motore correttamente alimentato e lubrificato è più longevo e scattante destinato a prestazioni superiori… un corpo correttamente nutrito avrà meno problemi nel tempo quindi più salute più a lungo, più benessere, più liucidità e consapevolezza.

Buona lettura.

Di Laura Rolleri

Campbell Vicenza

Il corpo è il tempio dell’anima, una macchina perfetta da rispettare e trattare con cura, in maniera consona a quanto saggiamente esso stesso chiede… saperlo ascoltare è dovere di ognuno.

Contestualmente il cibo, associato alla capacità di vivere in linea con le proprie emozioni, è la nostra medicina per eccellenza.

O meglio, lo diventa a patto che ognuno di noi sappia Cosa, Come, Quando e Quanto mangiare.

Un convegno sull’alimentazione svoltosi il 21 Settembre a Vicenza intitolato “Think about eat” (Pensa a ciò che mangi) ci svela gli insoliti ed inaspettati retroscena di un mondo tutto da (RI)scoprire e scardinare nelle sue porte chiuse ormai dal peso di troppe convinzioni indotte e stratificate negli anni; relatore il Dott. Colin Campbell, Professore Emerito di biochimica nutrizionale alla Cornell University (New York, USA) nonché autore di svariati libri tra cui il celebre “The China Study”.

“Non tutte le prigioni hanno le sbarre: ve ne sono molte altre meno evidenti da cui è difficile evadere, perché non sappiamo di esserne prigionieri. Sono le prigioni dei nostri automatismi culturali che castrano l’immaginazione, fonte di creatività.”

Henri Laborit

L’incontro parte con la personale esperienza del ricercatore, un allevatore di bestiame ai tempi in cui, più di 50 anni fa, i suoi studi ebbero inizio; ben presto circa 630 persone in sala, provenienti da tutta Italia, si lasciano affascinare, ognuna con le sue cuffiette per la traduzione, dal racconto entusiasmato di questo signore sulla settantina.

Lasciata l’impresa di famiglia per iscriversi a medicina, il Dott. Campbell racconta di essersi appassionato allo studio delle strutture chimiche di ogni qualsivoglia sostanza presa però singolarmente e non nel suo insieme, (requisito indispensabile scoprirà poi in seguito per giungere a conclusioni significative); da qui una brillante carriera universitaria a cui segue un dottorato di ricerca sull’alimentazione.

Le sue attuali tesi, le scoperte fatte nel corso del tempo, gli studi approfonditi sul tema della salute, sottolinea essere dunque solo ed esclusivamente frutto di molti anni di RICERCA durante i quali egli stesso ha abbandonato man mano le credenze di una vita riscoprendo verità dimenticate, tramandate però nei secoli da storia e letteratura.

Una di queste, e forse la più difficile da digerire, il fatto inequivocabile che le proteine di origine animale mutino i nostri geni.

Per giungere ad una simile e scioccante rivelazione, 40 anni di ricerche di cui 27 in collaborazione con importanti Università americane ed esperti scienziati cinesi: il noto STUDIO CINA.

“Per la medicina occidentale le malattie rimangono ad oggi un mistero: ignota è la causa, il fine, il senso biologico.”

Arnold Ehret

Inizialmente mosso dall’interesse di capire in cosa consistesse la malnutrizione nei bambini del Terzo Mondo, (da non confondere con la totale mancanza di cibo), il Dott. Campbell riflette su una serie di considerazioni dopo aver scoperto che nelle Filippine, (contrariamente a quanto si credeva), quelli con maggiore probabilità di ammalarsi di Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: