• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.293 accessi
  • Categorie

Di cosa si parla? …di un futuro migliore naturalmente.

Una serata all’insegna dell’informazione.
L’evoluzione del trattamento dei rifiuti pericolosi, che ad oggi è poco conosciuta.
Un sistema che permette di recuperare energia senza incenerire.

RELATORI:
Roberto Fiorendi, esperto “Progetto Rifiuti Zero”
Gianluca Cuc, chimico esperto di inquinamento ambientale.

Presso il foro Boario di Rovato – Area del Mercato
Per informazioni:
http://goo.gl/wpyQQf

Organizzatori:
http://www.meetup.com/MEETUP-FRANCIACORTA/

acqua supercriticastreaming su:

http://www.ustream.tv/channel/meetup-franciacorta

Le 18 aziende italiane verso Rifiuti Zero

A conclusione del Giro d’Italia delle buone pratiche a Rifiuti Zero sono state premiate 18 aziende italiane virtuose impegnate nella riduzione drastica dei rifiuti. Alberghi, fabbriche, negozi, consorzi e nuovi progetti impegnati per l’ambiente

Rifiuti-Zero_Logo1Si è concluso con una premiazione delle aziende virtuose il “Giro d’Italia delle buone pratiche a Rifiuti Zero” percorso dal biker Danilo Boni in sella alla bicicletta elettrica Frisbee, fornita da TC Mobility sponsor ufficiale del progetto. Il tour era partito martedì 27 maggio da Milano per consegnare la nomination a 19 aziende e start-up che si sono distinte per il loro impegno nel promuovere processi di “produzione pulita”.
L’iniziativa, che ha avuto la collaborazione di Radio 24, è stata promossa da Zero Waste Italy e dal Comune di Capannori insieme a numerose associazioni e movimenti dell’universo Rifiuti Zero italiano.
“Più del 70% del problema dei rifiuti può essere risolto dai cittadini con la raccolta differenziata porta a porta. Ma la restante percentuale riguarda un errore di progettazione che sta a monte, e che deve essere risolto insieme alle imprese” aveva spiegato Rossano Ercolini.
E così è partito il giro, articolato in un mese intero di eventi, coinvolgendo migliaia di persone, si è passati alla premiazione. Il premio, costituito da una statuetta realizzata con materiale riciclato dall’artista Stefania Brandinelli, è stato consegnato ai rappresentanti ufficiali delle imprese dopo aver enunciato le motivazioni oltre che dai membri del comitato di valutazione nazionale composto da Patrizia Lo Sciuto, Patrizia Pappalardo, Enzo Favoino, Franco Matrone e Rossano Ercolini, anche dal neo Sindaco del Comune di Capannori Luca Menesini, dal giovanissimo assessore all’ambiente Matteo Francesconi e da Concetta Mattia in rappresentanza di Anpas Nazionale.

Ecco l’elenco delle 18 imprese e di gruppi di imprese “verso Rifiuti Zero” premiati dalla giuria:

Progetto Ragioniamo con i piedi – Astorflex, Este(PD)/Mantova;

Azienda biologica Tre Botti, Castiglione in Teverina (VT);

Biodistretto, Greve in Chianti (FI);

Brevetto compresse di caffè porzionato dell’ Ing. Paolo Belloli, Bologna;

Carlsberg Italia, Milano;

Consorzio Biella The Wool Company, Biella;

Dismeco, Marzabotto (BO);

Ecobimbi, Genova;

Effecorta, Milano, Prato e Capannori,

Funghi Espresso, Capannori/Napoli;

Conca Park Hotel, Sorrento (NA);

Hotel e ristorante alla campagna, S. Giovanni Lupatoto (VR);

Royal Continental Hotel, Napoli;

Progetto Lavanda-Cooperativa Eta Beta, Bologna;

Rete O.N.U. (organizzazione nazionale dell’usato), Roma;

Progetto Daccapo, Capannori/Lucca;

Ri.Technor.R, Occhiobello (RO);

S.E.S.A., Este (PD).

Successivamente alla premiazione è stato dichiarato “Zero Waster” dell’anno Antonino Esposito, per l’originalità, la competenza e la tenacia nella promozione e coordinamento del progetto “Hotel & Ristoranti Rifiuti Zero”.

di Dario Scacciavento
Fonte Terra Nuova

Incontro “Rifiuti Zero”, com’è andata?

Sabato 9 Novembre presso il Teatro Comunale di Erbusco si è svolto l’incontro “Rifiuti Zero”. Hanno parlato del tema il chimico Gianluca Cuc, l’esperto Roberto Fiorendi e l’assessore del comune di Ponte nelle Alpi Ezio Orzes, paese in cui la strategia Rifiuti Zero è già realtà.

Questo il video dell’evento, ci scusiamo per la qualità dell’audio, siamo un gruppo che non riceve finanziamenti pubblici e i mezzi che abbiamo sono questi; speriamo però di riuscire a sistemare l’audio nei prossimi giorni.

Video streaming by Ustream

E’ stato un incontro interessante, molte le domande alla fine dell’evento, a riprova del fatto che le persone se correttamente informate sono curiose e si interessano al tema. Purtroppo non c’è stata molta partecipazione da parte dei rappresentati delle amministrazioni comunali dei comuni limitrofi invitati.

Riteniamo importante coinvolgere i cittadini ma soprattutto informarli e creare un dibattito attorno a diversi temi, questo è uno di quelli che li coinvolge direttamente in quanto in molti comuni è stata intrapresa la raccolta differenziata porta a porta.  Molti altri comuni, come ad esempio il nostro, afferma di voler iniziare il porta a porta senza però aver iniziato una valida campagna di sensibilizzazione dei cittadini, senza aver organizzato momenti di incontro e informazione, magari nelle scuole.

Il problema dei rifiuti, spesso snobbato, riguarda tutti  in quanto ognuno di noi concorre alla produzione, ma se il rifiuto lo si guarda sotto forma di materiale da recupero il problema può diventare un’opportunità di guadagno e creazione di nuovi lavori.

Dobbiamo essere noi a trovare una soluzione, non cadrà dal cielo. Dovrà essere una soluzione seria e tutti noi, ma in primis l’amministrazione comunale, deve prendersi carico del peso di informare e educare. Bisognerebbe partire nelle scuole: giustamente una donna presente tra il pubblico ha fatto notare quanto sia importante il coinvolgimento dei bambini in questi progetti, in quanto sono proprio loro grazie al loro fresco entusiasmo a trascinare i genitori nelle iniziative. Ci sono documentari bellissimi che parlano di ambiente, riciclo, rifiuti etc. I nostri figli devono essere pronti ad affrontare la vita reale.

Vi informiamo che Palazzolo5stelle in primavera ha avuto due incontri con l’amministrazione nell’intento di portare idee sulla creazione di società pubbliche atte alla raccolta di rifiuti sul territirio comunale o l’istituzione di una società intercomunale di trattamento dei rifiuti, magari con la conversione purtroppo non possibile di so.ge.im.

Nel ringraziare l’amministrazione e il Sindaco Zanni per aver patrocinato il nostro evento “Rifiuti Zero” tenutosi in sala Civica a luglio, purtroppo contemporaneamente dobbiamo registrare anche un certo disinteresse a quell’iniziativa, se non disertata comunque giudicata non fondamentale e confermando l’assenza di un rapresentante di Palazzolo anche all’evento di Erbusco nonostante gli inviti, non possiamo che rammaricarci con l’amministrazione di aver perso occasione di conoscere un percorso già calcato e collaudato da molti comuni in fatto di raccolta differenziata e riciclo.

Dopo aver assegnato a fine ottobre l’appalto per la raccolta dei rifiuti la nostra amministrazione non ha ancora iniziato ad informare e educare i cittadini alla corretta differenziazione dei rifiuti, ci domandiamo quando inizieremo tutto ciò visto che comunque circa un milione e mezzo di euro verranno comunque spesi per la raccolta.

Emanuela e Angelo per palazzolo5stelle

RIFIUTI DI CASA NOSTRA

I PROGETTI DELLA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN MERITO ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

non_rifiuto_io_ricicloL’incontro sul tema si è svolto, nella piena disponibilità delle parti, giovedì 2 Maggio ‘13 ore 20,30 nell’aula consiliare del Comune di Palazzolo s/O.

Presenti il Sindaco Avv. Gabriele Zanni, l’Assessore Sig. Cotelli, ed i Consiglieri comunali Sig. Giacomino Facchi e Matteo Gatto.

Nostro intento quello di fare il punto della situazione e di conoscere, come da accordi dopo la chiacchierata di fine 2012, gli ultimi sviluppi in merito alla nuova raccolta differenziata rifiuti in programma all’incirca per l’autunno 2013.

I nostri interlocutori ci hanno spiegato aver deciso in Giunta Comunale, previa attenta valutazione delle varie possibilità, di optare per una raccolta differenziata porta a porta integrale.

Ciò significa che saranno eliminati i cassonetti e che l’utente dovrà differenziare, oltre a plastica, cartone, lattine e vetro, anche il così detto rifiuto “umido”, (consistente in tutti gli scarti della cucina), e “l’indifferenziato”, (cioè tutto ciò che non rientra tra i rifiuti appena citati).

Con questo sistema di raccolta si punta a differenziare, (come da specifica normativa), oltre il 65% dei rifiuti, stimandone così una notevole riduzione per il conferimento in discarica, (dalle 6.000 tonnellate alle poco più di 2.000).

I punti fondamentali per avviare con successo il nuovo progetto:

  • informazione capillare relativamente alla suddivisione dei vari elementi da differenziare da parte della ditta che si aggiudicherà il bando, e tramite pubblicazione di tabelle specifiche sul sito del Comune;
  • educazione dei cittadini tramite incontri pubblici al fine di recepire i vari passaggi per trasferirli poi nella propria quotidianità, in concomitanza con la formazione nelle scuole elementari e medie;
  • attenta vigilanza da parte degli operatori affinché si facciano carico di capire se l’utente è riuscito ad entrare nell’ottica del nuovo sistema di raccolta.

 

I punti critici oggetto di valutazione:

  • l’incremento del traffico dei mezzi di trasporto atti al recupero rifiuti nei giorni definiti dalla calendarizzazione del ritiro a domicilio per tutte le abitazioni, il quale porterebbe Continua a leggere

QUANDO SI DICE: CAMBIO DI MENTALITA’ E RIFIUTI ZERO…

Prezioso servizio dal nostro inviato a Roma il Cittadino Claudio Cominardi.

1° maggio di immondiziaAnche questo ho trovato al concertone del primo maggio.

Dov’è il rispetto del lavoro e dell’uomo?

Tutti quei rifiuti sono il “prodotto” di ore del bene primario delle persone: il Tempo.

Risultato: quei rifiuti – prodotto dell’uomo – verranno con molta probabilità sversati nella discarica più grande e inquinante d’Europa (Malagrotta). Questo scatto mi sembra la metafora di questo marcio sistema. Riassume l’assurdo produttivo, la quasi assenza di coscienza ambientale; riassume altresì l’abbandono sociale, l’ignoranza, la follia suicida umana. L’ottimismo è il sale della vita! 😉

Già, ma noi non siamo così!

p.zza s. giovanni roma

buona visione.

Rifiuti zero si può

A Capannori in provincia di Lucca, il futuro è presente. Arrivare a trasformare il rifiuto in risorsa è possibile, Paul Connet lo sostiene da vent’anni. Il messaggio che deve arrivare alla gente è: ‘ciò che non ricicliamo lo respiriamo’.

Nel video l’intervista all’ assessore di Capannori Alessio Ciacci.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: