• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.217 accessi
  • Categorie

  • Annunci

#lochiedoalleuropa

Legge 16 maggio 2014, n. 78 (job act)
Vs Direttiva europea 1999/70/CE.

0

 

 

Oviamente anche Palazzolo5stelle appoggia e concorre all’iniziativa…

  • Il Jobs act viola il diritto comunitario perché abolisce l’obbligo di indicare la causale nelle proroghe dei contratti a termine. Una possibilità che “permette un uso indiscriminato di questi contratti”, a scapito di quelli a tempo indeterminato. Potrebbe essere aperto così un procedimento d’infrazione contro l’Italia, chiesto anche dal sindacato Usb, da alcuni parlamentari del M5S e dall’Associazione nazionale giuristi democratici.
  • Poco fa abbiamo denunciato lo Stato Italiano in persona del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, quale rappresentante dell’organo di Governo, che ha emesso il Decreto Legge 20 marzo 2014, n.34 (PrecariAct) in violazione/inadempimento del Diritto Comunitario sui Contratti a Termine.
  • Qui di seguito le motivazioni:
    a) Cancellazione della causalità (ragioni oggettive) che consentiva l’apposizione di un termine al contratto di lavoro subordinato;
    b) Cancellazione delle ragioni oggettive che giustificano la proroga o il rinnovo del contratto a termine;
    c) Violazione Clausola di non regresso;
    d) Contratto a tempo indeterminato come forma comune di rapporto di lavoro.

Il gruppo 5 Stelle di Chiari aderisce alla richiesta di procedura d’infrazione depositata il 18/06/2014 alla Commissione Europea dai parlamentari 5S con primo firmatario Claudio Cominardi, nei confronti dello Stato Italiano in persona del suo Presidente del Consiglio Matteo Renzi, quale rappresentante dell’organo di Governo.
Il gruppo parlamentare evidenzia alla Commissione come la legge n.78. 2014, che di fatto innalza di cinque volte la possibilità di proroghe, rende possibile un numero illimitato di rinnovi nei contratti a tempo determinato, con l’abolizione delle ragioni oggettive,
sia in palese contraddizione con le direttive europee, in particolare la 1999/70CE, la quale, tramutata in legge con D.Lsg 368/2001, dallo stato Italiano, per esempio, prevede l’istituzione della causalità, considerandola, al punto 7, come mezzo di prevenzione sugli abusi su contratti a tempo determinato.
Nell procedimento avviato si fa riferimento anche a due sentenze, la n. 41/2001; della Corte Costituzionale e la sentenza Mangold Corte di Giustizia dell’Unione Europea del 22.11.2005;
Chiunque fosse interessato ad approfondire o aderire può contattarci sulla pag. FB Chiari 5 Stelle o alla mail chiari5stelle@gmail.com

PS: SONO AMMESSE LE SIGLE SINDACALI.

Annunci

Fiat, M5S: “Subito una commissione d’inchiesta su conti e incentivi”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/07/25/fiat-m5s-subito-commissione-dinchiesta-sui-conti-del-lingotto/240678/

Una commissione bicamerale d’inchiesta sui conti della Fiat, sulle agevolazioni e i fondi pubblici che il Lingotto ha incassato dal ’77 a oggi. A proporla e’ il M5S con un ddl che mette nel mirino “l’azienda emblema delle imprese che prima incassano i soldi pubblici e poi delocalizzano, con stabilimenti o intere produzioni che se ne vanno all’estero”, accusa Claudio Cominardi, deputato pentastellato, nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio. I deputati 5 Stelle ‘snocciolano’ i numeri su Lingotto e aiuti di Stato: “Sette miliardi e seicento milioni di finanziamenti – sintetizza Davide Tripiedi – erogati alla Fiat dal ’77 al 2009. Ma il profitto per il Lingotto viene prima dei lavoratori, l’uomo e’ messo in secondo piano. Marchionne, pero’, prima di dire che lascia l’Italia renda tutti i soldi indietro”. Altra proposta di legge contro le delocalizzazioni: “Chi delocalizza la produzione dopo aver incassato fondi pubblici – vedi Indesit, Benetton e tante altre, rimarca il M5S – deve rendere indietro i soldi con gli interessi. Proprio la delocalizzazione sara’ al centro della prima iniziativa di Parlamento in Movimento: sabato 27 luglio alcuni parlamentari M5S si sposteranno a Fabriano per protestare contro la decisione dell’Indesit di trasferirsi in Polonia e Turchia, lasciando senza lavoro 1.400 persone. ”E questo – ricorda la deputata Patrizia Terzoni – nonostante i bilanci floridi e i fordi guadagni del titolo in Borsa nell’ultimo anno”. Il M5S presentera’ anche un progetto di legge per escludere dall’Irap le microimprese con meno di 10 dipendenti  di Manolo Lanaro

Fonte: il fatto quotidiano

Marco Baldassarre: “Sicurezza? Il DL Fare rischia di uccidere i lavoratori”

Di Claudio Cominardi:

In discussione generale sul dl Fare, l’intervento di Marco Kito Baldassarre con colpo di scena finale!
“Non possiamo permettere che la Sicurezza sui luoghi di Lavoro passi in secondo Piano usando come capro espiatorio la parola “Semplificazione”.
[..] Semplificazione della burocrazia o Semplificazione a Morire?
Ci siete mai stati in un cantiere? Lo sapete che a volte avere un Piano di Sicurezza o un Documento Unico di Valutazione dei Rischi ben fatti può fare la differenza tra la vita e la morte di un lavoratore?
[..] Lo sa il Premier Letta che con tutte queste “Semplificazioni” sulla Sicurezza del Lavoro semplificherà anche la procedura di aumento delle Infrazioni?
E lo sa quest’Aula che si andrà a semplificare la possibilità che avvengano
incidenti, anche mortali, di centinaia di lavoratori? [..]

CON QUESTO DECRETO DEL FARE, COSI’ COM’E’, CI POTETE FARE SOLO UNA COSA!” (vedi video)

Vedi anche: https://www.facebook.com/M5sCommissioneXiCameraLavoroPubblicoEPrivato?hc_location=stream

San Precario entra nelle stanze del potere

Finalmente on-line, dopo alcune sollecitazioni, il video dell’audizione di San Precario alla Camera dei deputati. Personalmente l’ho vissuta come una bellissima esperienza, per una volta in Commissione Lavoro ho respirato un po’ di sana vita reale: considerato che San Precario oltre ad essere un’associazione composta da chi la precarietà la vive ogni giorno sulla propria pelle, è uno studio legale che difende gli sfruttati e i discriminati in ambito lavorativo. Oltre alle statistiche e agli indici numerici, durante la seduta sono stati proposti dei nuovi modelli sociali: si è discusso di reddito minimo di base (reddito di cittadinanza), di un nuovo sistema di welfare, di riforma degli ammortizzatori sociali, di separazione tra sanità, assistenza e previdenza etc…
Godetevi il video!

P.s.: dal min. 30 il mio intervento e la replica stizzita dell’on. Gnecchi, la quale si sente offesa perché ho rilevato durante l’audizione distrazione diffusa. Purtroppo per lei ha interpretato male, io non mi riferivo alle assenze in commissione, ma ai presenti che anziché ascoltare chiacchieravano rumorosamente perdendosi l’audizione più interessante della legislatura e l’ho detto pacatamente senza offendere nessuno.

http://webtv.camera.it/archiviov2?id=4784&position=0

Comunicato Commissione Lavoro.

M5S: Esodati ed esuberati, la tutela deve essere per tutti.

“Il terzo decreto sulla salvaguardia dei lavoratori cosiddetti ‘esodati’, firmato il 22 aprile scorso, è arrivato in Gazzetta Ufficiale. Salgono così a 130mila gli ex lavoratori salvaguardati che potranno accedere alla pensione con le regole precedenti alla riforma previdenziale dell’ex ministro Fornero. Saremo soddisfatti se questo risultato sarà effettivamente raggiunto e stiamo lavorando in Parlamento affinché si arrivi a una soluzione definitiva del problema”. Lo dicono i deputati del MoVimento 5 Stelle membri della XI Commissione (Lavoro). I parlamentari M5S spiegano: “La tragedia degli esodati è una delle eredità più pesanti del precedente governo Monti, una vergogna che chiede immediata giustizia. Gli stessi salvaguardati non hanno ancora percepito la pensione, dunque bisogna prima d’ogni cosa sveltire le procedure”.
“Accanto agli ex dipendenti delle grandi imprese che hanno siglato un accordo di uscita con scivoli, incentivi e ammortizzatori, esiste un’enorme fetta di lavoratori che hanno perso il posto senza alcuna tutela e garanzia”, aggiungono i parlamentari del M5S. “Si tratta dei cosiddetti ‘esuberati’, come loro stessi si definiscono. Una platea di diverse centinaia di migliaia di persone, forse 600mila – continuano gli eletti M5S – che lavoravano soprattutto nelle piccole e piccolissime imprese e che magari sono stati licenziati con 35 o 38 anni di contributi, senza alcun accordo incentivante e senza ammortizzatori, se non, al massimo, un anno di disoccupazione”.
“Mentre la politica tende a dividere gli oppressi e fomenta le ‘guerre tra poveri’, noi vogliamo sovvertire lo schema e unire tutti”, chiosano i deputati M5S, secondo cui “il vero problema di fondo rimane il sistema previdenziale disegnato da Fornero, che andrebbe – chiudono – abolito e rimpiazzato con regole più rispettose della dignità dei lavoratori”.

CHI DICE CHE IL M5S NON STA FACENDO NULLA?

29/5/2013 Relazione periodica della Commissione Lavoro

Buona visione.

 

Ancora su lavoro e decrescita

di Caudio Cominardi e Giorgio Sorial:

Nessuno del moVimento 5 stelle ha detto di eliminare la cassa integrazione dalla sera alla mattina, così come per la riduzione dell’orario di lavoro. La discussione è molto ampia ed è di sistema economico-produttivo. Il lavoro deve rimettere al centro l’uomo, deve recuperare l’utilità sociale (art. 41 Costituzione) che nella società dei consumi ha perso. Oggi nelle università di ingegneria insegnano l’obsolescenza programmata dei prodotti, in pratica si devono guastare il giorno dopo la scadenza della garanzia. Buona parte del PIL, quindi del Lavoro dell’Uomo, riguarda prodotti volutamente concepiti male per alimentare il consumo. La Ricerca, l’innovazione, lo sviluppo dovrebbe attraverso le università interagire con le aziende in modo tale da ripensare cosa produrre e come produrlo. In ottica futura si potrebbe produrre con 1/3 della materia, 1/3 di energia ed 1/3 del lavoro prestato. Questa è quella che chiamo Utopia Concreta. Non possiamo non crederci! Lavorare meno, lavorare meglio, lavorare tutti!

leggi anche: http://triskel182.wordpress.com/2013/04/25/fiom-e-m5s-quasi-amore-a-prima-vista-salvatore-cannavo/

guarda il video di Giorgio della commissione speciale sulla decrescita:

24/4/2013 Comm. Speciale – Decrescita felice e giovani:  Giorgio Sorial

Girgis comm. speciale.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: