• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 302,589 accessi
  • Categorie

Gestore unico servizio idrico: Cologne dice no!

acquaMercoledì 22 giugno al consiglio comunale di Cologne la maggioranza si è espressa col voto contrario della maggioranza riguardante la creazione di una società (mista pubblico-privata)  del gestore unico del servizio idrico. L’amministrazione del comune di Cologne rappresentata dal sindaco Chiari si era astenuta dal voto lo scorso ottobre 2015 (ambito ATO) riguardante la medesima società.

Per i cittadini è sicuramente positivo che l’amministrazione comunale sia passata da un iniziale astensione al voto contrario nel consiglio comunale, significa che è stato fatto un percorso conoscitivo da parte dell’amministrazione, forse grazie anche alla richiesta di alcuni cittadini di un’assemblea  pubblica sul tema e all’incontro cordiale che abbiamo avuto mesi addietro.

Detto questo il voto in consiglio è solo un passaggio, importante, ma resta ancora molto da fare su questo tema.

La speranza resta quella che anche altre amministrazioni comunali seguano questo percorso.
Le opposizioni che hanno votato a favore di tale provvedimento o che si sono astenute dal voto hanno perso un’occasione nel loro dovere di rispettare le decisione emerse dal referendum 2011 sul tema acqua pubblica e che ha visto più del 90 % dei cittadini chiedere che il bene comune acqua restasse pubblica.

Otello Cattaneo per Palazzoloa5stelle

L’ acqua contesa e il referendum disatteso

risultati referendun acqua 2011

Era il 2010, quando a seguito del decreto Ronchi del 2009 ( governo Berlusconi ) che apriva alla privatizzazione del servizio idrico, cittadini, comitati e movimenti in difesa dell’acqua pubblica iniziarono a mobilitarsi. Obiettivo: raccogliere le firme necessarie per indire un referendum che bloccasse le conseguenze di tale decreto.

Il nostro gruppo di Palazzolo a 5stelle (insieme ad altre associazioni) iniziò  una campagna per sensibilizzare la cittadinanza sul tema e raccogliere le firme necessarie, con diversi banchetti sul territorio.

Nella stessa amministrazione comunale vi fu un duro scontro tra la maggioranza di centro destra che sosteneva la tesi del decreto Ronchi e l’opposizione: in prima linea il gruppo del PD con l’attuale sindaco Gabriele Zanni, sostenuto fortemente in quella battaglia dal nostro gruppo di Palazzolo a 5stelle.

A livello nazionale vennero raccolte un milione e mezzo di firme e il risultato del referendum del giugno 2011, con il 95% di consensi, bocciò inequivocabilmente chi voleva  portare il servizio idrico nelle mani di soggetti privati.

A fine  luglio 2011 fu approvata in consiglio comunale la mozione per la modifica dello statuto comunale che sanciva la decisa contrarietà alla partecipazione privata della gestione dei servizi idrici.

Purtroppo abbiamo recentemente appurato, con notevole disappunto, che non è mai stato modificato lo statuto comunale in ottemperanza all’esito di quella mozione .

Nell’ottobre 2014  lo Sblocca Italia, Renzi – Lupi obbligava ad assegnare il servizio idrico ad un unico gestore a acqualivello provinciale.

Nell’ ottobre 2015  la conferenza dei sindaci ha votato per la partecipazione di società private nella gestione dell’acqua della provincia di Brescia, di fatto in disaccordo sia con l’esito referendario sia con le dichiarazioni del 2010 dello stesso sindaco Zanni.

Vogliamo ricordare che alla conferenza dei sindaci bresciani dello scorso ottobre, sarebbe stato opportuno, da parte del sindaco Zanni, informare la cittadinanza in merito alla scelta che si doveva discutere e votare sulla base delle eventuali istanze dei cittadini.  E’ a questo punto che come  gruppo Palazzolo a 5stelle abbiamo chiesto e ottenuto che il sindaco indicesse, anche se con grave ritardo, una conferenza/dibattito pubblica per spiegare e discutere con i cittadini cosa stia succedendo e del perché si sia fatta, in sede di conferenza dei sindaci bresciani, tale scelta.

Non pensiamo di poter essere accusati di sciacallaggio o strumentalizzazione politica, visto che questa situazione, a dir poco contraddittoria e grottesca, non è stata causata da  scelte nostre.

La conferenza/dibattito pubblica si terrà venerdi 26 febbraio a Palazzolo sull’oglio, saranno presenti:

Marco Zemello – presidente dell’ATO di Brescia

Francesco Raucci – presidente dell’associazione acqua bene comune

Michele Gussago – consigliere provinciale PD

Claudio Salogni per Palazzoloa5stelle

NEWS CAVA – DISCARICA ATEg39

Con grande soddisfazione riceviamo e pubblichiamo il resoconto di una grande vittoria del comitato anticava di Telgate, prova provata che quando la gente si muove le situazioni si cambiano.

Ricordiamo ai nostri lettori che Palazzolo5stelle ha condiviso e sostenuto questa battaglia aiutando con gazebi informativi e con la raccolta di numerose firme. L’ambiente è una nostra stella, questa volta splende ViVida!

discarica-no-grazie

giancarlo chiari : foto aerea cava ate g 39 telgate con confinii di palazzolo e palosco

Buongiorno a tutti,

Finalmente una BUONA NOTIZIA!

Venerdì 16 ottobre dopo tante difficoltà il piano cave, rivisto e riadattato negli anni per adattarsi alle nuove esigenze del territorio, è stato finalmente pubblicato sul Bollettino Regionale.

E’ UFFICIALE: ATEg39 non esiste più.
Grazie all’azione del Comitato Civico Intercomunale di Difesa Salute e Ambiente e al lavoro dell’avvocato Paola Brambilla, un grande ECOMOSTRO è stato sconfitto.

Vincere una battaglia, però non vuol dire vincere la guerra.

Gli ecomostri sono sempre pronti a nascere quando si tratta di inseguire un business redditizio e riguardo questo il nostro territorio fa gola a molti.
Speriamo che i comuni del nostro circondario lo capiscano e si attivino per realizzare il progetto nel cassetto riguardante l’istituzione di un parco protetto, un vero e proprio polmone verde all’interno dei nostri paesi.

PERMETTETICI DI FESTEGGIARE questa vittoria, senza però dimenticare che la minaccia Berco è più che mai presente.
Sempre allerta!

Anna Rosa Gualandris (comitato anti-cava Telgate)

Obiettivo trasparenza raggiunto!

Claudio Cominardi per Palazzolo5stelle

Giovedì 27 settembre si svolgerà il primo consiglio comunale in diretta streaming a cura dell’amministrazione palazzolese.

La soddisfazione è  grande, in quanto ci sentiamo parte attiva di questo risultato. Per oltre 3 anni abbiamo costantemente documentato con la nostra videocamera tutte le sedute, alcune delle quali protrattesi fino a notte fonda. Ci sentiamo fieri perché riteniamo di aver in qualche modo contribuito ad informare i cittadini  rispetto a quel che accadeva nel palazzo, consapevolizzando parte dell’opinione pubblica cittadina.

Con un pizzico di presunzione mi piace pensare che dall’esterno delle istituzioni siamo riusciti in parte a cambiare volto della politica palazzolese. Giusto per fare due esempi: l’ex sindaco Alessandro Sala – recentemente dimissionario dalla carica di consigliere comunale -, il quale inizialmente si oppose alle riprese delle sedute consigliari, sembra ormai un lontano ricordo. I rappresentanti della precedente maggioranza che bocciarono la mozione in difesa dell’acqua pubblica sono diventati minoranza sparuta.

La trasparenza è uno dei pilastri della democrazia, così come la partecipazione e l’ascolto da parte di chi ci rappresenta. Da questo punto di vista non possiamo che essere compiaciuti d’aver offerto le nostre competenze sulle riprese a costo zero, e che le stesse siano state prese in considerazione ed applicate.

Mi sento quindi di ringraziare tutti coloro i quali hanno reso possibile il raggiungimento dell’obiettivo trasparenza, in particolare a chi si è sorbito le “maratone” in consiglio comunale al nostro fianco.

—————————————————————————————————————————–
P.s.:gli amici di Gussago5stelle stanno portando avanti un’analoga battaglia. Stasera hanno appena bocciato una mozione del M5S volta a modificare il regolamento comunale che ad oggi vieta espressamente le riprese dei consigli e delle commissioni. A differenza della nostra amministrazione, la trasparenza nel Comune di Gussago non è di casa. Esportiamola! Facciamogli sentire il nostro sostegno.

SABATO 21 LUGLIO CONSIGLIO COMUNALE

Grande maratona per il consiglio comunale che durerà tutta la giornata, all’ordine del giorno sarà la verifica del PGT. Palazzolo 5 stelle per dare un servizio completo ai cittadini trassmetterà in diretta streaming tutto il consiglio comunale a partire dalle ore 9.30, vi potrete collegare QUI per vedere il lavoro dei nostri dipendenti.

http://www.livestream.com/palazzolo5stelle

Buona visione

Staff Palazzolo5stelle.

OPERAZIONE FIATO SUL COLLO: CI VIENE NATURALE

Era aprile quando i residenti di via Sondrio segnalavano alle competenze comunali  e a noi di Palazzolo 5 stelle uno scarico abusivo di materiale pericoloso, ETERNIT. In quel periodo era caduta da poco la giunta Sala e tutte le forze politiche si apprestavano a comporre le proprie squadre da presentare alle elezioni, compresi noi. Puntualmente informammo i lettori pubblicando via blog la situazione con la promessa di monitorare l’operato delle competenze augurandoci celerità nella rimozione.

Dopo più di tre mesi dalla segnalazione la catasta di eternit giace ancora lì, in via Sondrio.

Ricordo a tutti che la zona dell’abbandono del materiale si trova in una strada ciclabile-carrabile e molto frequentata da passeggiatori, anche con bambini.

Ora la situazione del telone di plastica che lo ricopre si è deteriorata ponendo allo scoperto l’eternit con il rischio di spargimento delle fibre nel suolo e nell’aria.

Il Sindaco Gabriele Zanni e la nuova giunta comunale oramai si è messa in moto, ci sono tante cose da fare soprattutto quando si è appena insediati, però penso che non ci sia più tempo da perdere nel rimuovere e smaltire l’eternit, la salute dei cittadini deve essere una delle priorità.

Sollecitiamo quindi gli organi competenti del comune alla rimozione della catasta di eternit il più presto possibile.

Angelo Borgogni per Palazzolo 5 stelle.

OPERAZIONE FIATO SUL COLLO

Qui di seguito riportiamo un articolo del “Giornale di Palazzolo” relativo alle attività di ripresa dei consigli comunali. Da quando la nostra telecamera è entrata in consiglio i nostri dipendenti subiscono il monitoraggio dei cittadini informati che grazie al canale palazzolo5stelle.blip.tv hanno la possibilità di vedere per intero le sedute consigliari e sul canale you tube le parti in estrema sintesi più importanti. L’operazione fiato sul collo ha l’obiettivo di informare, consapevolizzare i cittadini e responsabilizzare i nostri amministratori.

Palazzolo5stelle Staff

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: