• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 313.949 accessi
  • Categorie

Cittadini, vi chiamo ad un appello importante e complesso, leggete con attenzione.

Leggi anche: http://www.aldogiannuli.it/2014/01/caso-bankitalia/#more-3334

banca

Con la stessa tecnica adoperata in questi giorni usando l’IMU per far passare il regalo di 7,5 mld alle banche, ma senza l`opposizione del 5* allora non in parlamento, il traditore Napolitano, firmava la “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, concernente Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia.”  Legge battezzata; LEGGE 12 luglio 2011, n. 106.

La 106, contiene vari argomenti, ma ne spicca uno che vale per le banche che operano in Italia una cifra di non facile computazione, ma che si puo conservativamente stimare in centinaia di miliardi l`anno che le banche attingono dai conti correnti degli italiani sotto forma di interessi.

Faccio riferimento all’ comma 5 capoverso d) dell`Art. 8 della sudetta legge 106, articolo intitolato ”impresa e credito” che legge;

d) all’articolo 2, comma 4, della legge 7 marzo 1996, n.108, le parole: «aumentato della meta’.» sono sostituite dalle seguenti: «aumentato di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulterioriquattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non puo’ essere superiore a otto punti percentuali.».

Usando I termini del legiferatore, la “misura urgente per l`economia” aumentava di decine di punti percentuali il tasso che le banche potevano aplicare ai crediti in essere ed a quelli futuri senza incorrere in sanzioni.

Questo vuol dire che il costo del denaro alle imprese ed alle famiglie e` improvvisamente aumentato di costo a  discrezione delle banche, che senza farselo dire due volte anno ringraziato e cominciato ad incassare denaro dei cittadini per risanare I loro bilanci, distrutti da decenni di mala gestione, di favoritismi e collusuione con politica ed organi di controllo.

Nello stesso period la BCE erogava prestiti per la sopravvivenza alle banche. Notizia invisibile sulla stampa Italiana, ma in risalto sul Financial times e Wall street Journal di due giorni fa, Intesa San Paolo ha rimborsato alla BCE 59 miliardi. Da dove vengono secondo voi quei soldini? Continua a leggere

Proposta di legge di iniziativa popolare per la separazione delle banche.

Riceviamo e inoltriamo:

44757

Il Comitato di liberazione nazionale  ci porge all’attenzione una iniziativa importante sotto il punto di vista economico, la  Separazione tra banche ordinarie e banche speculative 

Proposta di legge

DI INIZIATIVA POPOLARE

AI SENSI DELL’ARTICOLO 71, SECONDO COMMA, DELLA COSTITUZIONE

E IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 25 MAGGIO 1970, N. 352

E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

 (Separazione tra banche ordinarie e banche speculative)

____________

La crisi economica globale continua a mietere vittime. Dallo scoppio dei mercati speculativi nel 2007-2008 i governi e le autorità monetarie hanno fatto di tutto per tenere in piedi un sistema basato sui salvataggi di chi ha speculato, e l’austerità per i cittadini e le imprese. Dopo decenni di politiche che hanno penalizzato le attività produttive a favore invece di un’espansione senza precedenti della bisca sui mercati finanziari, il rifiuto di abbandonare un sistema fallito sta portando alla distruzione di intere nazioni.

Il primo passo verso una netta ed efficace rottura con le politiche fallimentari del passato è rappresentata dal ritorno alla separazione delle attività bancarie, esemplificata dalla famosa Glass-Steagall Act varata sotto la presidenza Usa di Franklin Delano Roosevelt nel 1933 che pose fine agli eccessi finanziari all’origine della Grande Depressione.

Il principio della legge Glass-Steagall rimase in vigore nei Paesi occidentali, ed anche nel nostro Paese, fino agli anni Novanta quando la distinzione venne abrogata sia in Italia che negli USA. Si tratta della netta separazione delle banche commerciali, che raccolgono i depositi dei cittadini ed erogano il credito agli individui e alle imprese, dalle banche d’affari, gli istituti che operano nei mercati finanziari, attraverso l’emissione e la compravendita di titoli azionari, obbligazionari e di strumenti speculativi in genere. L’abrogazione della legge Glass-Steagall gettò le basi per la catastrofe che stiamo vivendo oggi e anche peggio, come si vede in paesi come Grecia, Spagna e Portogallo.

Togliere la rete di protezione alle banche d’affari significa lasciarle fallire piuttosto che salvarle con il sostegno pubblico; il settore della speculazione affonderà e non potrà più condizionare l’economia ordinaria.

Occorre salvare l’economia reale dalla finanza speculativa con la separazione delle banche commerciali e le banche d’affari. Sarà un primo passo essenziale per riprendere il controllo dell’economia e costruire le basi per un futuro di stabilità e di progresso

Stiamo organizzando dei banchetti per la raccolta firme e depositando presso i comuni i moduli per firmare. Presso il comune di Palazzolo è possibile firmare fino al 31 ottobre. I banchetti saranno allestiti nelle prossime settimane, vi terremo aggiornati. L’obiettivo è quello di coprire quante più piazze possibili, permettendo così il raggiungimento delle 50.000 firme necessarie per il progetto di legge sulla separazione bancaria.

Piantoni Matteo

Sibilia stende Letta e il Governo su banche e signoraggio

Di Claudio Cominardi:

L’intervento in aula di Carlo Sibilia sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio Letta è stato da pelle d’oca. Ha perfettamente toccato alcuni dei poteri che condizionano la società.
Di seguito un’anticipazione:
– Sistema del debito
– Sovranità monetaria
– Potere finanziario
– Banca d’Italia Privata
– Partecipazione al Bildelberg di Letta e Bonino
– BCE
– Van Rompuy
….
  Ecco il video su M5SPARLAMENTO!

sibilia

USA: GOVERNO E GRANDI BANCHE SI PREPARANO AD UN IMMINENTE COLLASSO FINANZIARIO?

Tratto interamente da “Voci dalla strada”

Sembra che stia accadendo qualcosa di veramente strano. In tutto il mondo, i governi e le grandi banche si comportano come se prevedessero un imminente collasso finanziario. Purtroppo, non siamo al corrente delle conversazioni riservate che si svolgono nei consigli di amministrazione aziendali e nelle stanze del potere in luoghi come Washington DC e Londra, quindi tutto quello che possiamo fare è cercare di dare un senso a tutti gli indizi che sono intorno a noi.
Naturalmente è del tutto possibile fraintendere questi indizi, ma nascondere la testa sotto la sabbia non porterà niente di buono.
La settimana scorsa, è stato rivelato che il governo degli Stati Uniti, negli ultimi due anni, ha chiesto segretamente a cinque delle più grandi banche americane “di sviluppare piani per scongiurare il crollo“. Di per sé, questo non è un granchè. Ma quando si aggiunge quel tassello alle decine di altri indizi di un imminente collasso finanziario, comincia ad emergere un quadro molto preoccupante. Negli ultimi 12 mesi, centinaia di dirigenti bancari si sono dimessi, membri aziendali hanno venduto enormi quantità di azioni, e mi è stato detto personalmente che un numero significativo di banchieri di Wall Street hanno acquistato “beni per la sopravvivenza” nelle comunità rurali questa estate.

Nel frattempo, ci sono state segnalazioni che il governo degli Stati Uniti ha fatto scorta di alimenti e munizioni, e Barack Obama ha firmato tutta una serie di ordini esecutivi che potrebbero essere utilizzati nel caso di un tracollo grave della società. Che cosa significa tutto questo? Potrebbe significare qualcosa o potrebbe significare nulla. Quello che sappiamo è che ad un certo punto arriverà un crollo finanziario. Negli ultimi 40 anni, la quantità totale di tutti i debiti negli Stati Uniti è cresciuta da circa 2 miliardi di dollari a quasi 55 trilioni di dollari. Questa è una ricetta pe Continua a leggere
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: