• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,444 accessi
  • Categorie

SALVIAMO IL SORRISO DEI BAMBINI

PEDOFILIA: REATO INFAME PENA TROPPO ESIGUA
Alcuni cittadini palazzolesi, in collaborazione con l’associazione IosòCarmela di
Napoli, si sono attivati per una raccolta firme nel nostro comune in merito alla
proposta di inasprimento della legge sulla pedofilia (art.609).
Un padre ha perso sua figlia. Stuprata, torturata. Indotta poi al suicidio. Uccisa
dall’omertà, dalle istituzioni. La sua esperienza vuole essere un riferimento per
tutti proprio con l’associazione IosòCarmela, fondata per impedire che bambine
come Carmela possano cadere nella trappola dei pedofili.
Uniamoci a questo padre nelle giornate di:
· Domenica 21 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 16.00 in Via Rossini (interno
parchetto San Giuseppe);
· Domenica 11 novembre dalle ore 9.00 alle ore 16.00 in P.zza Zamara;
· Domenica 2 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 16.00 in Via Verdi (piazzale
fuori chiesa San Giuseppe)
per chiedere, pretendere, assicurarci con una firma che la legge diventi severa.
Facciamo in modo di esserci e di essere in tanti, per far si che questo
abominevole reato sia riconosciuto come tale e come tale venga punito.
Pagani Nicoletta

Quando la società civile pensa e si ribella ad ogni forma di abuso verso i minori, quando dei cittadini si uniscono e formano associazioni che discutono e agiscono per rendere questa nostra società più giusta cercando di aggiustare leggi dalle maniche larghe, quando gli eventi fanno incontrare gli stessi sentimenti di persone anche se sono a chilometri di distanza, succede che anche nel nostro comune dei cittadini volontari aderiscono all’Associazione IoSòCarmela  e si prestano a sostenere la medesima causa.

FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA PRESENZA PRESTANDO UNA FIRMA PER SOSTENERE LA PROPOSTA DI VARIAZIONE DELL’ARTICOLO 609 CHE ANDRA’ AD INASPRIRE LE PENE CONTRO CHI PROCURA VIOLENZA E PEDOFILIA CONTRO I MINORI CON QUESTE PROPOSTE.

Angelo B.

riceviamo e inoltriamo:

SALVIAMO IL SORRISO DEI BAMBINI

Di Pagani Nicoletta

Un supereroe e il sorriso di un figlio. Un bambino che ride, felice, circondato dal suo mondo di plastica e cartoni animati, di sogni e fantasia. I suoi occhi all’improvviso si spengono. L’orco cattivo: un pedofilo. Qualcuno gli ha portato via i colori dell’infanzia, lasciandogli il buio, il lerciume, la depravazione, la paura. E per quanto si possa parlare di recupero, quel bambino, anche cresciuto, anche adulto, porterà sempre addosso l’abuso, il disagio, le tenebre, l’orrore.

Prendiamoli questi bastardi e smettiamo di tutelarli. Seduti sul comodo divano, ascoltando telegiornali, che troppo spesso riportano queste notizie, ci lasciamo andare a commenti severi, atroci. Schifo, vergogna, omertà. Ma non basta. Bisogna fare qualcosa e farlo insieme. Come genitori, insegnanti, educatori sportivi, sacerdoti. Perché oggi il bambino nominato in tv è uno sconosciuto, domani potrebbe essere nostro figlio, un nostro alunno, un nostro nipote, un nostro piccolo atleta, un nostro piccolo fedele.

Uniamoci nelle giornate di domenica 21 ottobre in via Rossini (parchetto San Giuseppe-Palazzolo) dalle ore 9.00 alle ore 16.00; domenica 11 novembre in Piazza Zamara (Piazza Palazzolo) dalle ore 9.00 alle ore 16.00; domenica 2 dicembre in Via Verdi (San Giuseppe-Palazzolo) dalle ore 9.00 alle ore 16.00 per chiedere, pretendere, assicurarci con una firma che la legge (art.609) diventi più severa. Facciamo in modo di esserci e di essere in tanti, per far si che questo abominevole reato sia riconosciuto come tale e come tale venga punito.

L’esperienza di un padre, per noi lontano, vuole esserci il più vicino possibile con la sua associazione “IosòCarmela”, dedicata alla figlia stuprata e poi “uccisa” dalle istituzioni, nella battaglia contro procedimenti penali inadeguati, spese legali costose, torture per le famiglie coinvolte e massacro di giovani vite.

Dobbiamo urlare, gridare allo scandalo, alla vergogna, tutti. Vogliamo che quel supereroe possa essere chiunque incontrano i nostri figli, i nostri nipoti, i nostri allievi, i nostri piccoli atleti, i nostri piccoli fedeli e che riesca a sconfiggere i mostri cattivi.

clicca  per leggere la proposta di variante  legge contro la violenza sui minori

Segnalazione – Scarico abusivo di Eternit

Giovedì sera, durante la presentazione della nostra Lista in Comune, ci è stata segnalata la presenza di uno scarico abusivo di ETERNIT sul ciglio di una strada di campagna di Palazzolo. Più precisamente stiamo parlando di via Sondrio, quella stradina di campagna tanto frequentata dagli amanti dello sport e dalle famiglie che da Palazzolo (basdria) porta a Capriolo. E’ un fatto gravissimo. Il deposito è stato notato circa 2 settimane fa, subito sono seguite le segnalazioni alle forze  dell’ordine dalle famiglie residenti in zona. La polizia però è intervenuta coprendo il mucchio di cemento-amianto con un telo di plastica. La zona già in passato è stata teatro di numerosi scarichi abusivi. Riteniamo quindi necessaria una vigilanza più attenta tramite sorveglianza diretta e indiretta (posizionamento di telecamere).

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Foto di: Falconi Claudio e Emanuela Salogni)

Abbandonare questo tipo di rifiuto estremamente nocivo è considerato REATO AMBIENTALE. Ora toccherà al Comune di Palazzolo pagare la bonifica, senza parlare del DANNO AMBIENTALE e del pericolo per la salute umana. E’ stato scientificamente provato che non esiste una soglia minima di inalazione di fibre d’amianto per contrarre i tumori, OGNI quantità può essere cancerogena. L’eternit o cemento amianto è un composto formato da cemento e fibre d’amianto. L‘amianto è una sostanza dannosa per inalazione e quindi la sua presenza può essere MOLTO pericolosa per la salute di chi entra in contatto con questa sostanza. E’ importantissimo quindi rivolgersi alle aziende specializzate nello smaltimento, alcune offrono numerose soluzioni utili per lo smaltimento con un RECUPERO DEI COSTI. Ci sono molte aziende che effettuano la rimozione dell’Eternit sostituendo con un tetto in alluminio con fotovoltaico integrato, e il tutto si ripaga con il contributo in Conto Energia dello Stato! Se anche questa soluzione non fosse utile a voi, perchè il tetto è troppo inclinato o per altri motivi, rivolgetevi sempre e comunque al Comune. Ciò che sversate nell’ambiente poi lo ripaga ne più ne meno il nostro Comune, forse tanto vale contattarlo e chiedergli delle agevolazioni nello smaltimento. Invitiamo comunque tutti i cittadini a DENUNCIARE – alla polizia locale, ai carabinieri come il NUCLEO OPERATIVO ECOLOGICO – chi abbandona rifiuti di qualsiasi tipo, soprattutto quelli nocivi. Ricordiamo inoltre che in termini di normative dal2003 in Lombardia vige il PRAL (piano regionale amianto lombardia), con lo scopo di smaltire tutto l’amianto presente in regione in ogni sua forma entro il 2016.  Riteniamo quindi opportuno per tutti i Comuni informarsi ed iniziare a svolgere una campagna a sostegno di chi davvero non può permettersi il costo di smaltimento istituendo un opportuno fondo per coprire una percentuale della spesa del privato che vuole smaltire l’Eternit in suo possesso. Abbiamo contattato diversi organi competenti a breve le novità sul caso. Per  chi fosse interessato dopo una breve ricerca su internet ho trovato delle aziende che offrono il servizio di smaltimento abbinato all’installazione del fotovoltaico:

http://www.amianto-fotovoltaico.it/?gclid=CMfCz8Hlmq8CFULN3wod8i2lag http://italzone.chicosadove.it/superlead/smaltimento-amianto?

kw=bonifica%20eternit&gclid=CLbShsXlmq8CFQhe3wodPX5gbQ

Emanuela Salogni per Palazzolo5stelle

Inquinamento in Seriola – Segnalazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Di seguito pubblichiamo la segnalazione di una cittadina palazzolese, che non sapendo a chi rivolgersi ha pensato di contattarci per denunciare pubblicamente una situazione di inquinamento causata da rifiuti gettati in acqua, che può essere dannosa non solo per l’ambiente, ma potrebbe rischiare di far fuoriuscire la Seriola, creando una sorta di tappo che potrebbe impedire il normale defluire delle acque.

In questi casi ad essere prudenti non si sbaglia mai.

Segnalo una situazione che per il momento è spiacevole, che con il tempo potrebbe diventare pericolosa.
Accanto alla trattoria TRE PONTI, passa la seriola osservando si vede un Continua a leggere

La saturazione della rete commerciale

Il Comitato contro il Megacentrocommerciale di Quintano ci da alcuni numeri concreti sulla profilerazione dei centri commerciali e un’interessante  inchiesta di “La nuova ecologia” che tratta degli effetti socio-economici del fenomeno centri commerciali.

Dal Comitato contro il MegacentroCommerciale di Quintano

La Lombardia presenta una densità di grandi strutture di vendita tra le più alte in Europa.

In una rete satura, l’apertura di nuove strutture causa la chiusura automatica di altre esistenti: ogni programma di sviluppo riconosce la necessità dell’impatto zero, cioè che la densità non aumenti (doc.1)

La media regionale (dati dal piano triennale 2006-2008) è di 325 mq/1000 abitanti (doc.2)

La provincia di Bergamo ha una densità superiore alla media lombarda, pari a 332 mq/1000 abitanti (doc.3)

In provincia di Brescia la densità è ancora superiore, pari a 442 mq/1000 abitanti (doc.4)

La rete distributiva locale (Castelli Calepio più i cinque comuni confinanti) ha una densità ancora più alta: 500 mq/1000m abitanti (dati desunti dal documento “indagine conoscitiva sulla struttura distributiva locale” prodotto dal Comune di Castelli Calepio nel giugno 2007). (doc. 5)

Con il megacentrocommerciale di Quintano la densità salirebbe a 890 mq/1000 abitanti: 3 volte la media lombarda.

Di fronte a questi numeri , agli effetti devastanti sulle comunità indotti dalle grandi strutture di vendita (doc.6), quali sono le ragioni degli amministratori per il megacentrocommerciale? Nessuna.

Le ragioni le abbiamo noi: non serve, ne abbiamo troppi.

Il Comitato contro il megacentrocommerciale di Quintano: INFO c/o Claudio             333 8737525            

* Aderisci al Comitato: iscriviti, manda commenti al gruppo facebook: “No al megacentrocommerciale di Quintano”

* Scrivete al Blog: http://nocentromm.splinder.com

Pontoglio e la vendita del verde pubblico. Si raccolgono le firme

Il Gruppo Ecologico Pontogliese (circolo Legambiente) ci ha segnalato la scelta della maggioranza della giunta comunale di vendere alcuni immobili comunali fra cui due aree verdi pubbliche, per far fronte ai numerosi debiti.Inoltre nella zona sita in Via Milano sono stati piantumati 200 alberi con l’iniziativa “Un albero per ogni nato”, in ottemperanza alla LEGGE 29.01.1992 n° 113 “Obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica” G.U. 40/1992. “Vengono così vendute con il terreno 200 piante, come pura merce, alberi che portano il nome dei bambini che li hanno messi a dimora, ai quali si toglie un diritto prima ancora che siano in grado di difenderlo: è un atto di DISPREZZO, è un FURTO, è una VERGOGNA!” sottolinea il GEP.

Palazzolo 5 Stelle si schiera dalla parte del Gruppo Ecologico pontogliese e contro la vendita di verde pubblico e di immobili comunali per rimpinguare la tasche delle amministrazioni, per di più senza il parere della cittadinanza. L’alienazione immobiliare, soprattutto se indistinta, porta una temporanea entrata, ma priva i cittadini di servizi e impedisce di investire per il futuro.

Dal 16 Ottobre il Circolo Legambiente raccoglierà le firme contro la vendita di aree verdi, presso la piazza di Pontoglio. Per maggiori informazioni è possibile telefonare al 333.1448305 e visionare l’allegato.

Giù le mani dal verde pubblico – GEP – Legambiente

Staff Palazzolo 5 Stelle

Centro Commerciale di Quintano, consiglio comunale per variazione PRG

Abbiamo ricevuto oggi segnalazione dal “Comitato contro  il megacentrocommerciale di Quintano” che per lunedì alle ore 14 del pomeriggio è stato convocato il  consiglio comunale di Castelli Calepio con all’ordine del giorno la variante al PRG per l’ampliamento del MEGACENTROCOMMERCIALE sull’area delle ex Fonderie del Quintano. “Non era mai successo prima che a Castelli Calepio il consiglio fosse convocato alle 2 del pomeriggio di un giorno feriale: evidentemente un trucco per avere meno cittadini presenti alla discussione, una furbizia che la dice lunga sulla disponibilità al confronto del sindaco e dei suoi assessori.”

 Il Comitato ha prodotto un chiaro volantino che vi alleghiamo in cui, ancora una volta, spiega le proprie ragioni. Invita tutti noi a discuterlo, diffonderlo e a presenziare al consiglio comunale, impegni permettendo.

consiglio_26_settembre

Staff Palazzolo 5 Stelle

TROPPO CEMENTO ED IN FRETTA A CAPRIOLO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abbiamo ricevuto segnalazione che in questi giorni c’è un cantiere che sta lavorando alacremente, quasi in fretta e furia  a Capriolo sulla strada provinciale che porta a Sarnico. Stanno abbattendo le mura del vecchio magazzino i Niggeler & Kupfer.

Di cosa può avere bisogno Capriolo con tutta questa urgenza? Un bel parco! Sì, un parco che valorizzi la strada pedonale fino a Paratico, con alberi, panchine, un piccolo asilo nido, giochi per i bambini, e tanto, tanto verde. Sì lo sappiamo che è impossibile, allora se devono mettere altro cemento magari creeranno delle case comunali da affittare o vendere a chi ne farà richiesta.

Ovviamente non è così.

E’ semplicemente l’inizio della costruzione del terzo complesso commerciale dall’inizio dell’anno, dopo la ristrutturazione del Centro Gamma con l’apertura di un discout LD e altri negozi, al casello dell’autostrada e il cantiere in corso d’opera per la costruzione di un supermercato Zerbimark fra Capriolo e Adro.

Ne sentivamo proprio il bisogno, grazie! 

Staff Palazzolo5stelle.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: