• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.934 accessi
  • Categorie

ECCO PERCHE’ LA TAV E’ INUTILE E COSTOSA

CLIKKA PER SEGUIRE IN DIRETTA LA MANIFESTAZIONE IN VAL DI SUSA

Perché la TAV della Val di Susa non è un’opera prioritaria e strategica lo ha spiegato in una trasmissione radiofonica ilprofessor Marco Ponti del Politecnico di Milano. Basterebbero pochi dati ufficiali per approdare ad un’analisi costi-benefici che renderebbe questo progetto non solo inutile, ma anche molto costoso per la collettività.

Tratto da Qualenergia

di Leonardo Berlen

I numeri sulla bontà del progetto TAV della Valle di Susa sono spesso acriticamente valutati dalla politica e dalla stampa. Si parla troppo poco di costi-benefici (così come degli impatti sull’ambiente locale), e pochi dei fautori dell’opera ribattono con efficacia sui dati che i contrari impugnano. L’argomentazione ripetuta dai favorevoli, come uno disco rotto, è che questa è un’opera prioritaria per il Piemonte e per la nazione intera e che non possono certo essere gettati al vento le risorse messe a disposizione dall’Unione Europea.

In una trasmissione radiofonica di Radio24, solitamente di parte, ma spesso capace di fornire interessanti spunti al dibattito su varie vicende nazionali, come è quella curata da Oscar Giannino, mi sono imbattuto in un lucidissimo, semplice e per certi versi ineccepibile ragionamento economico di Marco Ponti, docente di Economia dei Trasporti al Politecnico di Milano, sulla questione TAV della Valle di Susa. Un’analisi non certo nuova in questo più che decennale confronto-scontro, ma stavolta possiamo dire che non veniva dai No TAV (vedi comunque: www.notavtorino.org).

Il professor Ponti in estrema sintesi ha spiegato perché non considera per nulla strategicamente prioritario questo progetto tutto incentrato sul trasporto-transito delle merci, snocciolando alcuni dati che potrebbero approdare ad una differente analisi costi-benefici rispetto a quella che potremmo chiamare “del pensiero unico” vigente.

Ponti spiega che la linea attuale ‘porta’ attualmente circa Continua a leggere

BRESCIA DI BRONZO! PUNTIAMO ALL’ORO?

Grande risultato della città di Brescia che conquista il podio, nonostante il gran numero di partecipanti ed i grandi investimenti fatti dalle città di tutta Europa.

Ennesima batosta per la qualità dell’aria bresciana. Nella classifica 2008 delle prime 30 città Ue con livello record di inquinanti, Brescia è terza dopo la bulgara Plovdiv e Torino.

Ne troviamo notizia su quiBrescia.it, e in generale il risultato del Belpaese è pessimo: 17 località della lista sono infatti italiane. I dati, basati sulle analisi condotte tra il 2004 e 2008 di tre parametri (Pm10, ozono e biossido di azoto), fotografano un quadro inquietante, soprattutto per gli abitanti del Nord.
Oltre a Brescia e Torino, ai primi posti c’è anche Milano a dimostrazione del fatto che l’area della pianura padana è una tra le più inquinate d’Europa. I migliori risultati, invece, sono quelli registrati da Estonia, Svezia, Finlandia, Danimarca, Irlanda e Portogallo.
Per il dato delle sole polveri fini (Pm10), ancora una volta il risultato italiano peggiore è quello di Torino, quarta con più di 100 giorni di superamento del limite (fissato in 30 giorni). Ma a ruota seguono Milano, Brescia, Padova, Modena, Bergamo, Pescara, Napoli, Venezia, Rimini e Reggio Emilia, con più di 50 giorni fuori dai limiti consentiti.
Solo 10 città italiane sono invece rimaste sotto il valore massimo: Bologna, Genova, Palermo, Perugia, Forlì, Trento, Firenze, Roma, Novara e Prato. Palermo, infine, è risultata la città italiana con la migliore qualità dell’aria nel 2008.

La pianura Padana insomma, grazie alle strepitose performance di Brescia, Bergamo, Milano e Torino; padroneggia grazie al continuo sviluppo stradale e autostradale, agli inceneritori e all’industrializzazione forsennata degli ultimi decenni.

Siamo pronti a scalare fino al gradino piu alto del podio……. sempre che ci rimanga il fiato per farlo.

Piantoni Matteo

BUS NAVETTA COMUNALE

Oggi pubblichiamo una tra le tante proposte che giungono nella posta di palazzoloa5stelle@gmail.com. L’obiettivo è discuterne qui per poi poter proporre qualcosa di concreto e attuabile ai nostri dipendenti/amministratori.

Lo staff

“Buon giorno, vorrei sottoporre a vostro giudizio un’idea che mi è venuta discutendo con alcune persone del mio quartiere, S.Pancrazio. La proposta, che premetto non so se è gia stata avanzata in altre occasioni, è quella di istituire un bus navetta comunale che possa mettere in comunicazione S.Pancrazio con i punti più importanti della città:

– Piazza Roma (banche, comune, ospedale, ASL)

– Centri commerciali del Viale Europa (C.c Europa, C.c Italmark, Lidl, Brico)

– Piazzale Kennedy (mercato e piscina comunale)

– Ufficio Postale centrale

– Zerbimark

Secondo la mia idea uno o due bus, naturalmente ecologici (metano), girerebbero a ciclo continuo seguendo il percorso l’uno in un senso e l’altro nell’altro senso in modo da rendere accessibili le zone a gran parte della popolazione.

Non conoscendo i costi che graverebbero all’amministrazione proporrei un biglietto giornaliero di € 1,00.

Il servizio, secondo me, risulterebbe utile al mattino e soprattutto il mercoledì giorno di mercato, alleggerirebbe il traffico e

permetterebbe a molti anziani di essere indipendenti potendo accedere ai servizi che la città propone.

In allegato vi mando la mia proposta di percorso con eventuali fermate.

Vi ringrazio della  disponibilità e del grande lavoro che state svolgendo.”

Gigio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: