• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.293 accessi
  • Categorie

RESOCONTO DELLA SERATA-DIBATTITO: LAVORO E IMPRESE. I 5 STELLE IN PARLAMENTO

 

Venerdì sera in Sala Civica a Palazzolo sull’Oglio Claudio Cominardi – M5S​, Davide Tripiedi​ e Dino Alberti​ hanno parlato di lavoro e imprese, del Jobs Act, del fondo di garanzia e della propria attività in parlamento.

Grande è stata la partecipazione e vorremmo quindi ringraziare tutti quanti; per coloro i quali non è stato possibile partecipare all’incontro di venerdì sera abbiamo registrato un video che caricheremo nei prossimi giorni in rete (YouTube, Facebook e blog http://www.palazzolo5stelle.com). Le domande dal pubblico non sono mancate, ma anche gli sfoghi e i commenti di persone di professioni ed età diverse.

Molta purtroppo è la disinformazione circa l’attività dei nostri cittadini in parlamento, sulle loro battaglie ed in particolare sui loro risultati. Ci hanno raccontato delle difficoltà incontrate per ottenere un Iban sul quale versare la quota del proprio stipendio a favore del fondo di garanzia; molti i dati forniti sul tema lavoro ai quali daremo visibilità sui nostri canali. Si è parlato anche delle proposte avanzate in parlamento sul reddito di cittadinanza e del perché non sia una forma di assistenzialismo ma uno strumento in grado di rilanciare l’economia.

Altresì significativo è stato lo spazio dedicato al tema degli investimenti pubblici nelle grandi opere (nel nostro territorio per esempio TAV e Bre.Be.Mi.). Sono state smentite con dati ufficiali le false ragioni occupazionali con le quali si difendono questi tipi di opere: a parità di investimenti la riqualificazione energetica degli edifici risulta essere molto più efficace nel creare posti di lavoro.

La nostra intenzione era quella di informare i cittadini su temi importanti e poco conosciuti, ne seguiranno altri anche su temi diversi: seguiteci su Facebook/blog per restare aggiornati sulle nostre attività.

<<< IMPORTANTE >> Il gruppo di PALAZZOLO A 5 STELLE​ si incontra ogni venerdì sera alle 20.45 al Sampa Bar a San Pancrazio fraz. Palazzolo sull’oglio, al semaforo del cavalcavia prima dell’autostrada.

Gli incontri sono ovviamente pubblici, cosa facciamo?
Discutiamo di iniziative da svolgere sul territorio per informare i cittadini, ci confrontiamo su idee e progetti che riguardano Palazzolo e la zona della Franciacorta.
Il desiderio è quello di informare e ispirare sempre più persone; il cambiamento di questo nostro paese allo sbando è possibile solo se ognuno di noi fa la sua piccola parte. Informatevi, Parlate, discutete, confrontatevi con amici e parenti e se potete, agite. Non importa come o cosa, anche se piccola, goccia dopo goccia possiamo diventare oceano. Le nostre goccioline potrete vederle da vicino ad ogni incontro del Venerdì sera, ai banchetti, agli eventi, alle manifestazioni in cui cerchiamo di sostenere anche gruppi amici del territorio. Sapete dove trovarci e vi assicuro, per noi sarà un piacere.

CHI DICE CHE IL M5S NON STA FACENDO NULLA?

29/5/2013 Relazione periodica della Commissione Lavoro

Buona visione.

 

LA PASSIONE DEL PROPRIO LAVORO IMPEGNA OLTRE SE STESSI

Pubblichiamo lo stato d’animo di un nostro cittadino portavoce che con le elezioni è finito suo malgrado a Roma nelle stanze dei bottoni svelandoci così’ anche i retroscena personali oltre la politica in senso stretto:

movimentoDa giovedì faccio parte di un gruppo di lavoro che esaminerà le attuali politiche occupazionali e di welfare utili per studiare e perfezionare un modello di reddito di dignità o di cittadinanza ed un altro finalizzato allo studio ed alla ricerca della copertura finanziaria.
Martedì scorso è partita ufficialmente la Commissione Lavoro che settimana prossima esaminerà 3 atti del Governo.
Nel contempo continuo a studiare come la società in ambito di lavoro, economia, ambiente e cultura potrebbe cambiare. Penso a proposte di legge contro l’obsolescenza programmata dei prodotti industriali, penso alla riduzione dell’orario di lavoro in un’ottica inclusiva al lavoro, penso a forme di scambio del sapere intergenerazionale, penso ad una riforma pensionistica che mandi in pensione le persone in età dignitosa, penso ad un nuovo modello di economia sociale vera, che metta al centro la persona e non il profitto.

Tutto il resto per me è noia, a partire dalla questione di cui tutti i giornali parlano, ovvero l’indennità parlamentare, diarie etc…
E’ più forte di me, non riesco proprio a farci un ragionamento, non mi interessa, ho la testa impegnata altrove.
Questo probabilmente perché a differenza di altri vivo in una condizione di vita semplice, in quanto non ho nessuno a mio carico, o problematiche di vario genere, quindi per me anche 1.000 euro al mese  e rimborsi realmente utilizzati sarebbero più che sufficienti. Ma ripeto, non siamo tutti uguali ed è giusto non discriminare nessuno finché rimane la buona fede come principio di fondo.

Ogni giorno che passa mi rendo conto che sono talmente preso dalle attività parlamentari che il mio mondo è a formato Commissione XI.
Ho dato l’anima insieme ai fantastici colleghi della commissione Lavoro nello scrivere la relazione e risoluzione di minoranza sul DEF, nel preparare il discorso da leggere in aula, nel preparare il Question Time sugli effetti della Riforma pensionistica Fornero. Ho dato l’anima incontrando associazioni, saltando come una pallina di flipper da un ufficio all’altro per reperire informazioni, cercando di comunicare il più possibile con chi sta fuori dal Palazzo; il tutto senza un collaboratore personale (mea culpa).
Tutto ciò con enorme soddisfazione e passione, a tal punto da dimenticarmi talvolta dei miei bisogni primari, come alimentarsi e dormire.

Forse a breve impazzirò, sempre se non sono già un poco folle a credere in questo progetto di cambiamento epocale della società.
Con ciò voglio dire che mi sento già ricco a prescindere dagli emolumenti da parlamentare, se fossi anche minimamente benestante lavorerei gratis mandando così affanculo quella stampa che ci vuol far passare per ladri, mentre i veri ladri di Stato la stessa stampa non li ha quasi mai denunciati in tempo utile.

Ho fiducia nel gruppo e sono convinto che ci libereremo da questo “empasse”. Manteniamo la barra dritta e non molliamo!

Claudio C.

Ancora su lavoro e decrescita

di Caudio Cominardi e Giorgio Sorial:

Nessuno del moVimento 5 stelle ha detto di eliminare la cassa integrazione dalla sera alla mattina, così come per la riduzione dell’orario di lavoro. La discussione è molto ampia ed è di sistema economico-produttivo. Il lavoro deve rimettere al centro l’uomo, deve recuperare l’utilità sociale (art. 41 Costituzione) che nella società dei consumi ha perso. Oggi nelle università di ingegneria insegnano l’obsolescenza programmata dei prodotti, in pratica si devono guastare il giorno dopo la scadenza della garanzia. Buona parte del PIL, quindi del Lavoro dell’Uomo, riguarda prodotti volutamente concepiti male per alimentare il consumo. La Ricerca, l’innovazione, lo sviluppo dovrebbe attraverso le università interagire con le aziende in modo tale da ripensare cosa produrre e come produrlo. In ottica futura si potrebbe produrre con 1/3 della materia, 1/3 di energia ed 1/3 del lavoro prestato. Questa è quella che chiamo Utopia Concreta. Non possiamo non crederci! Lavorare meno, lavorare meglio, lavorare tutti!

leggi anche: http://triskel182.wordpress.com/2013/04/25/fiom-e-m5s-quasi-amore-a-prima-vista-salvatore-cannavo/

guarda il video di Giorgio della commissione speciale sulla decrescita:

24/4/2013 Comm. Speciale – Decrescita felice e giovani:  Giorgio Sorial

Girgis comm. speciale.

 

E’ nato il Meetup Franciacorta!!

E’ con immenso piacere che vi comunichiamo la nascita di un nuovo e utilissimo punto di incontro: Il Meetup Franciacorta !

Il Meetup è uno strumento di diffusionedenunciaconfronto; un luogo virtuale dove poter parlare, confrontarsi su temi come ambienteenergiasanitàpoliticagiustizialavoromobilitàinformazione ed altro ancora. E’ uno strumento tramite il quale organizzare azioni comuni, dove poter discutere, aprire discussioni e commentare liberamente. La Rete, tuttavia, è solo il punto di partenza:  l’obiettivo è il confronto nella vita reale.

Il Meetup è un semplice gruppo di comuni cittadini, volontari, attivisti dalle diverse  idee che impiegano il proprio tempo libero per offrire la propria professionalità – o semplice passione – al servizio del bene comune, promuovendo una nuova cultura, spontanea e consapevole, che fa dell’informazione, del confronto e del rapporto diretto con la cittadinanza le sue caratteristiche principali.

Una rivoluzione culturale che nasce dai cittadini PER i cittadini stessi, il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo deve partire da noi per primi !

Il Meetup nasce dall’esigenza di poter realmente interagire e mettere in contatto le persone che si interessano del proprio territorio e della propria vita. Il Meetup è di tutti: è dei cittadini, delle associazioni, comitati, a tutti coloro che da anni operano sul territorio e a chi desidera intraprendere un cammino comune, nella minore dispersione di forze possibile.
Meetup vuol dire passione, forza, sostegno, comunicazione, voglia di cambiare, voglia di mettersi in giocovuole essere il luogo di nascita dei nostri progetti, l’incubatrice dei nostri sogni e speranze, il mezzo tramite cui ricostruire il senso di comunità, per creare aggregazione, nuovi affetti e conoscenze con le quali condividere battaglie comuni con il fine di riappropriarci del futuro che ci è stato rubato.

Siamo studenti, impiegati, liberi professionisti, coppie, single, genitori, figli, elettori, cittadini. Siamo persone con molte idee per la testa e con tanta voglia di potersi esprimere, di dire la propria opinione e siamo soprattutto persone che vogliono comunicare con gli altri, ascoltare, confrontarsi per poter fare qualcosa insieme… per cambiare  il nostro futuro!

Emanuela Salogni per Palazzolo5stelle

CALMA!

Il mondo si muove troppo velocemente, la vita scorre in maniera vorticosa e noi, spesso, dimentichiamo di viverla. Presi dal quotidiano, compagni della fretta ed amici intimi del correre qua e là, ci ritroviamo a non capire qual è il vero significato del vivere la vita, appieno, gustando ogni piccolo attimo, fermandoci quando necessario, ammirando un tramonto o sorseggiando un caffè con gli amici più cari. Quindi, slow life!, viviamo più lentamente, godiamo degli attimi, concediamoci un po’ di riposo, pensiamo, riflettiamo, meditiamo sul senso della vita stessa e delle cose.

Riflettiamo su queste pillole del benessere:

1. fate una lista delle priorità;

2. fermatevi qualche minuto con voi stessi;

3. godete delle piccole cose;

4. fate dei respiri profondi;

5. concedetevi 10 minuti di silenzio assoluto, tutti i giorni;

6. apritevi alla natura;

7. dormite di più;

8. curate di più la vostra salute;

9. vivete di qualità piuttosto che di quantità;

10. coltivate le vostre passioni;

11. non dimenticate mai di essere stati bambini;

12. concedetevi delle pause;

13. camminate a piccoli passi;

14. coltivate la vostra interiorità;

Non è semplice per chi, come tutti noi, lavora in casa, lavora fuori casa, si occupa dei bambini, della famiglia, della famiglia estesa, della famiglia allargata e chi più ne ha più ne metta. sforziamoci però di introdurre delle buone abitudini nel quotidiano, una alla volta..

Felice giornata

Da Zerorelativo.it

SONO 147 LE AZIENDE CHE HANNO IN PUGNO IL MONDO

Un ampio studio scientifico ha scoperto che l’economia mondiale è in mano ad una rete di poche aziende intrecciate tra loro. Una corporazione che decide sulle sorti del globo. Eccovi i nomi…

Sono appena 147 compagnie. E hanno in pugno il mondo. Aziende che controllano l’economia mondiale e dettano il programma alla politica. Non è la teoria di cospirazionisti e fanatici del complotto che impazzano sul web, ma il risultato di una complessa analisi di tre studiosi del Politecnico ETH di Zurigo. Nello studio intitolato The network of global corporate control” Stefania Vitali, JamesGlattfelder e Stefano Battiston hanno rintracciato le relazioni di ben 43.000 multinazionali e sono giunti alla conclusione, che l’intero sistema è governato dal rapporto di un piccolo gruppo di imprese, principalmente del settore bancario.
Si tratta dunque di un’indagine assolutamente non ideologica e dal volto scientifico. Sulla base di 37 milioni di imprese sono stati isolati 43.000 grosse aziende transnazionali. E poi è stato analizzato l’intreccio che le lega insieme, attraverso una rete di azionisti che controllano il mercato come in una tela di ragno. Dalla prima scrematura sono uscite 1318 aziende che generano da sole il 20% del fatturato mondiale, ma che controllano la maggior parte delle grosse industrie mondiali, che generano l’ulteriore 60% dell’intero volume di affari su scala globale.
L’analisi più approfondita di queste aziende ha fatto emergere Continua a leggere
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: