• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,826 accessi
  • Categorie

Guerra e immigrazione – terrorismo e informazione.

bush e blair guerra

 

Terrorismo è un termine molto usato soprattutto negli ultimi anni. Azioni criminali e vigliacche che colpiscono senza distinzione persone innocenti.
Nell’occidente le stragi terroristiche destano orrore e preoccupazione nella nostra opinione pubblica, molto ma molto di più di quanto ne destino stermini ancora più grandi che si attuano però ai danni di popoli lontani e mediaticamente meno protetti.
Dovremmo riflettere sul perché quegli Stati, nostri alleati, spesso dittature sanguinarie che finanziano gruppi terroristici per destabilizzare lo “scomodo” vicino, non vengano considerati per quello che sono. Sfugge il motivo per il quale, un crimine commesso da “ Amici e alleati “ sia considerato solo come un errore tollerabile o atto dovuto.
La Turchia, ad esempio, membro NATO e prossimo membro UE, che oltre ad arrestare e uccidere giornalisti e chiudere testate scomode, ha Continua a leggere

L’armando furioso e il cronista “furbacchione”

BelpietroGli ultimi avvenimenti legati agli attentati di Parigi hanno sollevato un polverone di affermazioni e polemiche in merito alle recenti dichiarazioni del consigliere Armando Marini.

Appare strano che le stesse polemiche non abbiano nemmeno sfiorato il direttore del quotidiano Libero, il palazzolese Maurizio Belpietro, per il titolo in prima pagina “Islamici Bastardi” all’indomani della strage di Parigi. Titolo fortemente criticato persino dal leader del Front National (estrema destra) Marine Le Pen.

Vero è che le parole del giornalista non sono in assoluto paragonabili a quelle del consigliere Marini, ma la portata mediatica del titolo è estremamente superiore.

Crediamo convintamente nella libertà di espressione, ma esiste anche la deontologia professionale. Islamico è un aggettivo diverso da islamista. Mentre la parola islamico, così come musulmano, indica il fedele, il luogo di culto, un rito, una pratica o qualsiasi ambito relativo alla sfera religiosa, giornalisticamente parlando dire «islamista» significa invece far riferimento esplicito alla dimensione politica dell’islam, e semmai agli integralismi religiosi.

Se è vero, come dichiarato da Belpietro che le sue parole erano riferite esclusivamente ai terroristi, avrebbe come minimo dovuto ammettere l’errore linguistico, ma così non è stato.

Se non ci fermiamo solo al titolo emerge chiaramente l’intenzione di alimentare l’odio etnico e religioso. In un passaggio arriva addirittura ad attaccare Papa Francesco; secondo il giornalista palazzolese responsabile d’aver tradito le parole di Gesù Cristo.

Belpietro non siede in consiglio comunale, ma ricordiamo essere personaggio pubblico che ha ricevuto in passato la benemerenza palazzolese, vale a dire un attestato di stima e riconoscenza da parte della cittadinanza. Per questa ragione ci sembra singolare che le giuste critiche a Marini non siano state poste – con i dovuti distinguo  – anche alla sua condotta giornalistica e morale.

Per dovere di cronaca bisogna precisare che Belpietro non è nuovo a questi titoli “illuminati”: per citare uno dei tanti episodi di disonestà, nell’aprile 2010 scrisse «Terroristi vittime o pirla?» a seguito  dell’arresto da parte  dei servizi segreti afghani e soldati dell’Isaf  dei medici di Emergency che operavano in Afghanistan. L’illustre giornalista descriveva un sottinteso favoreggiamento ai terroristi afghani da parte dei medici arrestati. Belpietro e il direttore Feltri  furono poi condannati per diffamazione.

Il consigliere Marini riteniamo sia vittima inconsapevole, come tanti di noi, di mala informazione. Belpietro, invece mira volutamente nei suoi articoli a depistare l’attenzione dei cittadini.

A prescindere da chi ne sia l’autore della frase, o del titolo di giornale, sarebbe corretto formulare sempre una critica nel merito e non a seconda delle convenienze del momento.

P.S.: A BREVE ULTERIORE POST DI APPROFONDIMENTO SUL TEMA TERRORISMO. RESTATE CONNESSI!

Clsudio Salogni per Palazzoloa5stelle

4 Novembre, presso la Sala Civica.Una riflessione sui dieci anni di guerra in Afghanistan

Stiamo organizzando una serata di contro-informazione sui dieci anni di guerra in Afghanistan.

Vogliamo dare la possibilità ai cittadini di avere informazioni diverse da quelle esposte dai mezzi di comunicazione convenzionali e dai convegni locali, creando un momento di dibattito e approfondimento, per dare la possibilità a tutti di formarsi un’opinione personale più obiettiva e imparziale sulla difficile e controversa situazione afghana.

Ospiteremo Marco Garatti, che ha vissuto e operato in Afghanistan per nove anni, ed altri esponenti di Emergency, che ci parleranno della loro esperienza, poi proveremo a fare il punto sui dieci anni di guerra e sulle conseguenze sociali ed economiche.

L’incontro avrà luogo Venerdì 4 Novembre alle 20.45 presso la Sala Civica all’interno del Comune di Palazzolo in Via Torre del Popolo, 2. Entrata libera.

Iscriviti all’evento facebook

Staff Palazzolo 5 Stelle

UN PAESE OSTAGGIO DA PIU’ DI 60 ANNI (Seconda e ultima parte)

Una fase molto importante che ha  fortemente ridotto le capacità di autogoverno del nostro paese è stata l’uccisione di ALDO MORO (1978)

Nelle pagine del processo  si  legge dalle deposizione dei familiari che Moro fu pesantemente minacciato (dal tristemente famoso Henry Kissinger ) a non procedere   all’ attuazione del famoso compromesso storico, che avrebbe previsto anche la riorganizzazione del progetto economico industriale italiano . Erano i tristemente famosi ” anni di piombo ” o strategia della tensione, iniziata con la strage di Portella della ginestra ( 1° maggio 1947 ) e finita con la strage di Bologna (agosto 1980 ).

Kissinger   –    Moro
Nel 1982, la moglie di Aldo Moro, Eleonora Chiavarelli Moro,testimoniò in tribunale che l’assassinio del marito fece seguito a serie minacce di morte, esercitate da colui che lei chiamò “una figura politica americana di alto livello“. La signora Eleonora Moro ripetè la stessa frase attribuita ad Henry Kissinger nella testimonianza giurata di  Guerzoni al processo: “O tu cessi la tua linea politica oppure pagherai a caro prezzo per questo“. Richiamato dai giudici, a Guerzoni fu chiesto se poteva identificare la persona di cui aveva parlato la Signora Moro. Egli confermò che si trattava di Henry Kissinger . Spiegò come Kissinger fece le sue minacce ad Aldo Moro in una stanza d’albergo durante una visita ufficiale. Secondo Guerzoni, Moro, che solo in seguito divenne Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, era un uomo di prim’ordine, uno che non si sarebbe mai piegato a minacce ed avvertimenti di stile mafioso.

Dai primi anni 80 la strategia è cambiata,   senza  usare la forza, è bastato anestetizzare le coscienze dei cittadini per ottenere un ottimo risultato. Con l’avvento della TV commerciale, che ha letteralmente spento la consapevolezza sociale degli italiani con una infinita serie di programmi spazzatura…. con tutto il rispetto per l’immondizia, almeno quella si può riutilizzare. L’obbiettivo è stato raggiunto a pieni voti, basta parlare con le persone  per rendersi conto di come la percezione di ciò che è accaduto e  accade oggi nel nostro paese,  sia gravemente alterata .

Senza una minima  conoscenza della  storia d’Italia dalla fine della guerra, non è possibile rendersi conto di quali siano le forze che hanno lavorato per succhiare linfa vitale all’apparato democratico e produttivo. Un mondo dove i potentati economico criminali ,  profondamente infiltrati nelle istituzioni, hanno agito indisturbati come un faina nel pollaio, dove la classe corrotta e dominante può fare ciò che vuole dei proprio cittadini, senza essere disturbata, almeno finchè non vada a collidere con  quei  sistemi di potere  predatori  che stanno sbranando il mondo.E’ significativo ciò che è successo ultimamente con la “guerra umanitaria” in Libia, dove il maggiore dei  galli del nostro pollaio ( Berlusconi Silvio tessera 1816 della loggia P2) si sia dovuto piegare nel giro di poche ore, al diktat delle solite potenze egemoni; che gli hanno imposto di abbandonare e poi bombardare il dittatore libico Gheddafi; colui che il nostro premier diceva fosse ” un grande amico”, sopratutto in affari. Da ciò si può facilmente dedurre che il Silvio nazionale, deve inchinarsi quando a dare ordini sono “gli esportatori di democrazia” ( USA – Inghilterra – Francia…ecc.. ) . Di sicuro   il berlusconismo e ciò che ne è derivato, è stato reso possibile dall’impreparazione storica dei cittadini e dalla colpevole e premeditata assenza della cosidetta opposizione che ha contribuito in modo determinante  al successo di Berlusconi che  ha continuato l’opera dei suoi predecessori, cioè la spartizione delle risorse pubbliche ad opera  delle  sue cricche affaristico- criminali;  gli hanno permesso di arricchirsi evitandogli la galera  grazie alle numerose leggi ad personam e di continuare la spogliazione  del nostro paese. Il processo di degrado che ci ha portato  sul baratro  è  stato determinato da diversi fattori ,  legati ai “difetti” della nostra cultura , o se preferiamo  ” mentalità” che ha prodotto questa  classe dirigente  che ci ha rovinato sia economicamente che moralmente.

Sta a noi cittadini vigilare  e fermare questi sciacalli . Sta a noi decidere se continuare a permettere che queste schifezze umane  continuino a  mangiarsi il nostro  futuro .Smettiamola di dare la colpa alla siccità , all’afa o al traffico.   la situazione è  gia molto grave, non lasciamo che diventi irreversibile.

LIBRI CONSIGLIATI:  Il grande vecchio – Gianni Barbacetto     –    Trame atlantiche  –  Sergio Flamigni      –     Confessioni di un sicario dell’economia  –  John Perkins

                   Claudio Salogni   per  Palazzoloa5stelle

UN PAESE OSTAGGIO DA PIU’ DI 60 ANNI (Prima Parte)

Nel nostro bel paese, tutto sembra  precipitare e non solo  economicamente. Il sistema economico-finanziario mondiale  è da almeno 3 decenni progettato scientificamente per arricchire un’ élite massonico-criminale che ci sta  dissanguando. Questo non è però sufficiente a spiegare il declino inesorabile di un paese ricchissimo di storia, cultura, arte e sopratutto inventiva ;  anche in campo scientifico abbiamo avuto  molti dei migliori cervelli del pianeta.

Abbiamo avuto e abbiamo ancora purtroppo, anche grandi  menti  diaboliche, che si sono insediate, spesso con metodi  poco trasparenti, nei ” posti chiave” delle  istituzioni politico-industriali-militari e  hanno operato per fare del nostro paese terreno di conquista .

Grandi capacità, che se fossero state  usate per scopi nobili, avrebbero permesso allItalia di essere  un bel paese,  una  democrazia  vera e solida  al servizio della prosperità e della giustizia sociale. La storia d’Italia è  stata caratterizzata da molte “eminenze grigespesso tendenti al “nero”   presenti già a partire dai primi anni della 2° guerra mondiale. Basta leggere le relazioni sulla commissione d’inchiesta sulla P2  o  sulla commissione stragi ,   fino ad oggi con  la P3-P4 … per rendersi  conto chi ha  s-governato  l’Italia negli ultimi 65 anni , con “operazioni”  che   niente hanno a che fare con le regole della  democrazia. Non andiamo  più indietro nel tempo, sarebbe troppo lungo raccontare anche le bestialità compiute in nome “dell’unità d’Italia”  a partire da quel ladro  guerrafondaio nonchè  banchiere CAVOUR  e suoi soci in affari o meglio compagni di merende di casa SAVOIA; ma questo è un argomento che  merita di essere trattato in un articolo a parte.

La scelta  degli ultimi decenni di investire pochissime risorse  nella ricerca scientifica, non è stata solo il  frutto di inconsapevoli scelte sbagliate. I vertici politico –  massonici   italiani da  decenni hanno accettato i diktat di entità esterne; le stesse entità che hanno ai loro vertici di comando le Corporation, che  fanno il bello e il cattivo tempo in quasi  tutto il pianeta. Le corporation sono al vertice della catena  “alimentare” dell’economia e della politica, eleggono presidenti e quando  serve  sostituiscono presidenti  se  escono  fuori dalle righe,  organizzando colpi di stato o interventi militari diretti o indiretti in quei paesi che non si  piegano ai loro desideri.

L’Italia è  dal dopo guerra  un paese a sovranità molto limitata . Con  indispensabile complicità di politici, giornali e televisioni  che hanno di fatto tenuto all’oscuro  il popolo  sulla gravità di ciò che stava accadendo. Stendiamo poi un velo pietoso su quella  sottospecie di  opposizione politica che da 15 anni  non  ha volutamente  fatto una legge contro il gravissimo conflitto di interessi che ha permesso a Berlusconi di impossessarsi del nostro paese. In merito rivolgo un  sentito grazie  a  D’ Alema e ad alcuni dei suoi ” compagni”. Gli italiani si ricorderanno  e  vi saranno “eternamente grati” di ciò che  non avete fatto . La LEGA NORD si è dimostrata una grande accozzaglia di energumeni che sta facendo   da almeno 10 anni,   molto spudoratamente  il palo alla banda del buco berlusconiana, intenta al saccheggio delle ultime risorse economiche e morali del nostro paese, votando tutte le leggi vergogna che il loro “padrone” propone. Il salvataggio in parlamento di quei parlamentari  che invece dovrebbero andare a processo . Le generazioni presenti e future ringraziano molto per il paese di merda che ci avete lasciato. A proposito, la definizione ” paese di merda” l’ha data lo stesso Berlusconi,… mentre si guardava allo specchio.

Claudio Salogni per Palazzolo 5 Stelle

11 SETTEMBRE 2001 – I SOLITI NOTI?

Sulla RAI è andato in onda ( dopo le 23,30  ) un dossier dove  sono stati evidenziati alcuni dei tanti e gravi dubbi sulla versione ufficiale .

Perché certe cose si trasmettono solo di notte?  Forse perché a quell’ora la stragrande maggioranza degli esseri umani dorme?  Se certe cose fossero trasmesse in prima serata la gente comincerebbe a pensare e…  quindi a capire.    Voi che ne dite?

BUONA VISIONE

Perché i media ufficiali non hanno quasi mai dato spazio a quei giornalisti e ricercatori che da subito hanno posto grossi dubbi sulla versione dei fatti fornita dal governo americano?

IL Governo BUSH ha  fatto di tutto per ostacolare una commissione d’inchiesta indipendente e c’è riuscito…. PERCHE’ ?  Perché  OBAMA  fà  finta che niente sia successo, anzi continua nell’opera di massacro in IRAQ  e AFGHANISTAN, quando è evidentissimo che  Saddam né tantomeno il suo popolo con gli attentati dell’11 settembre NON c’entravano proprio niente?

Un breve film in 2 parti  importante per capire a cosa e a chi è servita questa guerra .   

Mi sorge il dubbio-certezza  che entrambi i presidenti abbiano qualcosa di grave da nascondere.  Personalmente penso che siano due facce della stessa medaglia.

Le grosse bestialità si possono attuare e coprire solo con la  COMPLICITA’  spesso colpevole dei grandi mezzi di informazione e di cittadini   MOLTO DISTRATTI.

La prostituzione non viene esercitata solo sul marciapiede  e  fa molti piu danni quando la esercitano i giornalisti , intellettuali e governi.

Se qualcuno pensa che quello che è successo non ci riguardi, si sbaglia di grosso. Tutto questo è costato non solo in vite umane, ma anche economicamente è ricaduto su tutti noi:

smettiamo quindi di sonnecchiare e facciamo qualcosa, ognuno di noi può fare quel poco che serve a cambiar;  anche informarsi serve a non rendersi complici inconsapevoli!

Per approfondire molti ed importanti aspetti della questione , un sito che consiglio di visitare:       http://www.luogocomune.net/site/modules/911/

film consigliati:    ZERO    di     Giulietto Chiesa

                                                                                                                                                                                                                                                                             Claudio Salogni     per     Palazzoloa5stelle

IN NOME DELLA VERITA’ per VITTORIO ARRIGONI

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’omicidio di Vittorio Arrigoni avvenuto a GAZA alcuni giorni fa: un volontario che aiutava la popolazione palestinese a sopravvivere alla pulizia etnica attuata dallo stato di Israele. Dopo il suo omicidio la maggior parte dei commentatori e giornali nazionali – che non hanno mai detto una parola contro i massacri di civili disarmati per opera di Israele – hanno eseguito un’operazione  ignobile di sciacallaggio. Come iene si sono avventati sul corpo di Vittorio per insozzarne la memoria; Né pietà né dolore nei loro commenti ma una vera e propria opera di killeraggio. Numerose  risoluzioni ONU  intimano da anni allo stato di Israele di abbandonare i territori palestinesi che da 60 anni vengono occupati brutalmente dal loro esercito (uno dei più potenti del mondo). Una delle operazioni “più riuscite” è stata sicuramente l’operazione  piombo fuso   dove la popolazione è stata bombardata per giorni anche con ordigni al  fosforo bianco.

 Nessuna delle potenze ( Stati Uniti – Europa )  è mai intervenuta a difendere i civili con  le cosidette“operazioni umanitarie“… meglio non disturbare il “lavoro” del loro alleato e maestro. Gli articoli e reportage di Vittorio denunciavano quotidianamente tutto questo. A quei giornali e commentatori che dicono che a far uccidere Vittorio sarebbe stata  solo una cellula impazzita di  integralisti islamici, consigliamo di cambiare mestiere o  di interessarsi  solo di cronache sportive, o ancora meglio: si facciano un esame di coscienza, se ne hanno una!

La famiglia Arrigoni  ha chiesto che il  corpo di Vittorio tornasse in Italia  via Egitto, senza  nemmeno  sfiorare il suolo israeliano.

Di seguito un breve estratto di un articolo e due filmati di Vittorio Arrigoni .

 Dialogo tra Vittorio e alcuni amici palestini –

“Hai visto che strage di vittime ha mietuto Mubarak? E pensa che ha dovuto limitarsi perché è la sua gente. Israele stenderebbe migliaia palestinesi Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: