• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 304,256 accessi
  • Categorie

L’ acqua contesa e il referendum disatteso

risultati referendun acqua 2011

Era il 2010, quando a seguito del decreto Ronchi del 2009 ( governo Berlusconi ) che apriva alla privatizzazione del servizio idrico, cittadini, comitati e movimenti in difesa dell’acqua pubblica iniziarono a mobilitarsi. Obiettivo: raccogliere le firme necessarie per indire un referendum che bloccasse le conseguenze di tale decreto.

Il nostro gruppo di Palazzolo a 5stelle (insieme ad altre associazioni) iniziò  una campagna per sensibilizzare la cittadinanza sul tema e raccogliere le firme necessarie, con diversi banchetti sul territorio.

Nella stessa amministrazione comunale vi fu un duro scontro tra la maggioranza di centro destra che sosteneva la tesi del decreto Ronchi e l’opposizione: in prima linea il gruppo del PD con l’attuale sindaco Gabriele Zanni, sostenuto fortemente in quella battaglia dal nostro gruppo di Palazzolo a 5stelle.

A livello nazionale vennero raccolte un milione e mezzo di firme e il risultato del referendum del giugno 2011, con il 95% di consensi, bocciò inequivocabilmente chi voleva  portare il servizio idrico nelle mani di soggetti privati.

A fine  luglio 2011 fu approvata in consiglio comunale la mozione per la modifica dello statuto comunale che sanciva la decisa contrarietà alla partecipazione privata della gestione dei servizi idrici.

Purtroppo abbiamo recentemente appurato, con notevole disappunto, che non è mai stato modificato lo statuto comunale in ottemperanza all’esito di quella mozione .

Nell’ottobre 2014  lo Sblocca Italia, Renzi – Lupi obbligava ad assegnare il servizio idrico ad un unico gestore a acqualivello provinciale.

Nell’ ottobre 2015  la conferenza dei sindaci ha votato per la partecipazione di società private nella gestione dell’acqua della provincia di Brescia, di fatto in disaccordo sia con l’esito referendario sia con le dichiarazioni del 2010 dello stesso sindaco Zanni.

Vogliamo ricordare che alla conferenza dei sindaci bresciani dello scorso ottobre, sarebbe stato opportuno, da parte del sindaco Zanni, informare la cittadinanza in merito alla scelta che si doveva discutere e votare sulla base delle eventuali istanze dei cittadini.  E’ a questo punto che come  gruppo Palazzolo a 5stelle abbiamo chiesto e ottenuto che il sindaco indicesse, anche se con grave ritardo, una conferenza/dibattito pubblica per spiegare e discutere con i cittadini cosa stia succedendo e del perché si sia fatta, in sede di conferenza dei sindaci bresciani, tale scelta.

Non pensiamo di poter essere accusati di sciacallaggio o strumentalizzazione politica, visto che questa situazione, a dir poco contraddittoria e grottesca, non è stata causata da  scelte nostre.

La conferenza/dibattito pubblica si terrà venerdi 26 febbraio a Palazzolo sull’oglio, saranno presenti:

Marco Zemello – presidente dell’ATO di Brescia

Francesco Raucci – presidente dell’associazione acqua bene comune

Michele Gussago – consigliere provinciale PD

Claudio Salogni per Palazzoloa5stelle

Annunci

Acqua pubblica/privata: lettera aperta al sindaco Zanni

Gabriele Zanni: “Non dovrebbe esserci la necessità di farlo, ma oggi ci vediamo costretti a precisare e ribadire che sul principio dell’ “acqua pubblica” non siamo disposti a fare marcia indietro. […] Non solo ciò non corrisponde a verità, ma sarebbe persino assurdo, perché verrebbe clamorosamente smentito un lavoro serio, lineare e trasparente, nelle parole e nei fatti, da noi tenuto in oltre cinque mesi di iniziative” Continua a leggere

Lavoro e imprese: Il filmato

Per chi non è potuto partecipare e per chi desidera vedere l’intera conferenza su “Lavoro e imprese”

Buona visione.

 

Informazione 5 stelle

Informazione a 5 Stelle

L’altra informazione del M5S

Buona visione

FIDARSI E’ BENE NON FIDARSI E’ ………PD.

Da chiari notizie di coerenza?

M5S Chiari, il 10 Maggio scorso dopo la conferenza stampa alla presenza dell’On. Matteo Richetti dell’On. Alfredo Bazoli, dell’ allora segretario Pd del Circolo di Chiari Carlo Fogliata e del capolista Pd Maurizio Libretti con i candidati del Pd al Comune di Chiari, aveva appreso con molto favore la notizia dell’adesione del gruppo PD al Codice Etico Carta di Pisa.64375_10205375395849783_5758612686034600187_n
Codice che, sulla scia della campagna “corrotti” condotta dall’Associazione Avviso Pubblico e da Libera nel corso del 2011 con la collaborazione di Giuristi, Magistrati e Amministratori si propone di dotare le amministrazioni Locali, Provinciali e Regionali di norme contro corruzione, clientelismo ed infiltrazioni mafiose, ritenendo che la magistratura non debba essere lasciata sola nel contrastare questi fenomeni i quali, come noto,nel recente passato hanno interessato anche il nostro comune.

Oggi, a distanza di pochi mesi dobbiamo ricrederci, il nostro entusiasmo è andato via via affievolendosi lasciando posto ad una sensazione di amarezza e di rammarico, per il semplice motivo che il PD Chiari non sembra realmente interessato a mantenere quanto troppo superficialmente, o forse senza aver fatto i conti con i propri alleati, ha promesso in campagna elettorale.
Almeno non lo è di fatto ad aderirvi rispettando quei canoni che il Codice nel suo articolato indica espressamente.
Non è tollerabile permettere ad un gruppo politico facente parte un patto di governo che ama definirsi “Virtuoso”, di prendersi gioco dell’elettorato su argomenti di così sensibile importanza come corruzione, trasparenza o infiltrazioni mafiose, soprattutto nella nostra Comunità che vede ancora aperte, come ferite, inchieste giudiziarie sui generis.

In proposito va chiarito che anche gli allora candidati a Sindaco: Massimo Vizzardi e Giuseppe Gozzini, in 1491591_10205375394489749_9143273430772208026_nseguito ad un incontro intercorso con noi durante il periodo che li vedeva contrapposti al ballottaggio, hanno entrambi garantito l’adesione (verbalmente), spiegando di condividere in pieno i contenuti, firmando (simbolicamente) il documento.
Il M5S Chiari sabato prossimo e quello a seguire sarà presente in Piazza Martiri, pertanto invitiamo cittadinanza e gli esponenti di tutte le parti politiche ad un Agora’ per informare sull’argomento e valutare insieme se sussistano le condizioni per avviare una Petizione Popolare, nell’occasione verrà data lettura di tutti quegli articoli presenti nel Codice Etico che sono palesemente in contrasto con le iniziative intraprese dall’amministrazione, come ad esempio le pratiche messe in atto per le nomine nei Consigli di Amministrazione di Fondazioni e nella Società in house Chiariservizi, o il negare l’accesso 10304876_10205375386969561_5725894959761441691_nai Curriculum pervenuti in Municipio durante l’apertura del Bando Pubblico indetto la settimana centrale del mese di Agosto, che sono a nostro avviso in colpevole controtendenza con le norme riguardanti nomine, trasparenza e partecipazione dei Cittadini indicate da Carta di Pisa.

il Movimento 5 Stelle Chiari è e sarà ben disposto in futuro a riconoscere i meriti di buone iniziative, come dimostrato sulla tematica del porta a porta, ma senza timori contrasterà l’amministrazione ogni qual volta intraprenda una strada incoerente con quanto promesso in campagna elettorale e come in questo caso, intenda farsi gioco della collettività.

Movimento 5 Stelle Chiari.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: