• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.461 accessi
  • Categorie

RIVITALIZZIAMO LA PIAZZA

comunicato:

Causa maltempo, la manifestazione prevista La Piazza si accende è stata rinviata a sabato 8 settembre con lo stesso programma salvo variazioni dell’ultimo momento, pertanto si comunica che si continua la raccolta di disegni per il concorso la tua Piazza in festa riservata ai bambini dai 6 agli 11 anni,

Ci saranno anche premi speciali per i giovani partecipanti sotto i 6 anni di età.

RIVITALIZZIAMO LA PIAZZA

Iniziative:

La piazza di Palazzolo, si sa, manca di una vivacità propria, linfa di un centro cittadino aperto ad attività di socializzazione  a causa delle errate scelte di insediamenti commerciali non adatti a promuovere dette attività, le troppe banche occupano spazi centrali che purtroppo nelle ore post lavorative non danno altro che desolazione.

Per fortuna ci sono le associazioni che promuovono iniziative per colmare in parte queste mancanze.

L’ASSCOM S. FEDELE presenta l’iniziativa “Concorso di pittura per bambini dai 6 agli 11 anni”

Disegna la tua piazza in festa!

Si invitano bambini a consegnare i loro lavori entro il 30 agosto negli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa che trovate sulla locandina.

staff Palazzolo 5 stelle

La saturazione della rete commerciale

Il Comitato contro il Megacentrocommerciale di Quintano ci da alcuni numeri concreti sulla profilerazione dei centri commerciali e un’interessante  inchiesta di “La nuova ecologia” che tratta degli effetti socio-economici del fenomeno centri commerciali.

Dal Comitato contro il MegacentroCommerciale di Quintano

La Lombardia presenta una densità di grandi strutture di vendita tra le più alte in Europa.

In una rete satura, l’apertura di nuove strutture causa la chiusura automatica di altre esistenti: ogni programma di sviluppo riconosce la necessità dell’impatto zero, cioè che la densità non aumenti (doc.1)

La media regionale (dati dal piano triennale 2006-2008) è di 325 mq/1000 abitanti (doc.2)

La provincia di Bergamo ha una densità superiore alla media lombarda, pari a 332 mq/1000 abitanti (doc.3)

In provincia di Brescia la densità è ancora superiore, pari a 442 mq/1000 abitanti (doc.4)

La rete distributiva locale (Castelli Calepio più i cinque comuni confinanti) ha una densità ancora più alta: 500 mq/1000m abitanti (dati desunti dal documento “indagine conoscitiva sulla struttura distributiva locale” prodotto dal Comune di Castelli Calepio nel giugno 2007). (doc. 5)

Con il megacentrocommerciale di Quintano la densità salirebbe a 890 mq/1000 abitanti: 3 volte la media lombarda.

Di fronte a questi numeri , agli effetti devastanti sulle comunità indotti dalle grandi strutture di vendita (doc.6), quali sono le ragioni degli amministratori per il megacentrocommerciale? Nessuna.

Le ragioni le abbiamo noi: non serve, ne abbiamo troppi.

Il Comitato contro il megacentrocommerciale di Quintano: INFO c/o Claudio             333 8737525            

* Aderisci al Comitato: iscriviti, manda commenti al gruppo facebook: “No al megacentrocommerciale di Quintano”

* Scrivete al Blog: http://nocentromm.splinder.com

Quintano, il comitato non si arrende


Il Comitato contro il Megacentrocommerciale di Quintano non si arrende e sta avviando una serie di iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica e dare il maggior numero possibile di informazioni approfondite sulla situazione.

La costruzione di questo centro commerciale non riguarda “solo” Quintano o “solo” i piccoli commercianti, per spiegare ciò il Comitato ha in serbo alcune iniziative come un’assemblea pubblica e la pubblicazione online di diversi articoli che trattano dell’impatto sociale,ambientale ed economico dei centri commerciali in generale e di quello di Quintano nello specifico.

Palazzolo 5 Stelle ha fra i suoi punti di maggiore interesse una vita con meno cemento, meno soldi, e più vita nei quartieri , per tanto non possiamo far altro che sostenere la battaglia del gruppo di Quintano e nelle prossime settimane condivideremo con piacere i loro articoli ed eventi.

CENTROCOMMERCIALE_1_6

Staff Palazzolo 5 Stelle

CONSUMI: BILANCI DI GIUSTIZIA ECCO COS’E’

Voglio proporre un esempio virtuoso di come sia possibile orientare in meglio la qualità della vita e dei consumi influenzando “politicamente” le abitudini in primis ed il sistema commerciale poi.

La piccola guida di bilancidigiustizia ci introduce come molte famiglie stanno agendo per portare verso questo cambiamento, e gli effetti già si vedono sugli scaffali dei supermercati: ad esempio notiamo un aumento di negozi di alimenti bio, anche nella grande distribuzione si trovano settori  di prodotti biologici, etici ecc.

Questo è un segnale di cambiamento e di presa di coscienza delle persone ed è la prova che, se si vuole, il coltello dalla parte del manico ce l’abbiamo noi, cittadini, noi la scelta la possiamo fare,  non subire!!!  Buona lettura.

Angelo Borgogni per Palazzolo5stelle

Chi sono i Bilancisti – www.bilancidigiustizia.it

“QUANDO L’ECONOMIA UCCIDE BISOGNA CAMBIARE!”. Con questo slogan “Beati i Costruttori di Pace”, in occasione del quinto raduno del movimento tenutosi a Verona il 19 settembre 1993, lanciano la campagna “Bilanci di Giustizia” rivolta alle famiglie, intese come soggetto micro-economico. Ad oggi le famiglie impegnate sono più di 500.

Cosa si prefigge la campagna

In sintesi, l’obiettivo delle famiglie è modificare secondo giustizia la struttura dei propri consumi e l’utilizzo dei propri risparmi, cioè l’economia quotidiana. Continua a leggere

LA MUCCA PAZZA IN FONDO HA FATTO BENE

A dieci anni dallo scandalo la Coldiretti registra gli effetti positivi dell’allarmismo. Cresciuta l’attenzione per il biologico, il tipico ed il locale

L’emergenza “mucca pazza” ha contribuito a spingere nei dieci anni successivi i consumi di prodotti tipici degli italiani che sono aumentati del 650 per cento per un valore che ha raggiunto i 7,5 miliardi di euro. E’ quanto è emerso nel corso dell’incontro “Mucca pazza: dieci anni dopo”, promosso dalla Coldiretti e dalla Fondazione Univerde il 9 marzo, a dieci anni dal varo delle misure emergenziali nazionali, che ha evidenziato come nello stesso periodo si sia verificato il raddoppio del numero di prodotti a denominazioni di origine protetta (Dop/Igp) nazionali riconosciuti dall’Unione Europea che ha consentito di sorpassare la Francia e di conquistare la leadership europea con gli attuali 221 prodotti tutelati. Continua a leggere

NEGOZI DEL RICICLO

I negozi del riciclo esistono già in diverse realtà nazionali.
E’ un modo efficace e vantaggioso per i cittadini d’imparare a considerare il rifiuto un bene da cui trarre vantaggi sia in termini ambientali sia in termini economici. In questi ”negozi del riciclo” ogni cittadino o impresa privata può vendere i propri rifiuti in cambio di denaro.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: