• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,117 accessi
  • Categorie

Disastro ambientale in Valcamonica: «Il ministro faccia intervenire i Noe»

INTERROGAZIONE DEL DEPUTATO LEGHISTA CAPARINI

selca_af226c62d0f25a88ffac9800179e920eChe fa il ministero dell’Ambiente per evitare lo scempio ambientale in atto in Valcamonica, a Berzo Demo, nel sito dell’ex Selca? Perché lì i rifiuti pericolosi abbandonati vengono lavati dalla pioggia e i veleni trascinati nella falda e nei corsi d’acqua. Per questo il deputato camuno della Lega, Davide Caparini, ha interrogato nuovamente il Ministro dell’ambiente Andrea Orlando.

«Come segnalato dall’atto ispettivo di giovedì 6 febbraio 2014 – si legge nell’interrogazione – siamo in presenza di una emergenza ambientale a causa dell’inquinamento del terreno che minaccia la salute pubblica; il comune di Berzo Demo che conta meno di 2 mila abitanti non dispone delle risorse economiche necessarie per la bonifica dell’area ex Selca, né di una struttura tecnico amministrativa adeguata per affrontare nel migliore dei modi una questione di tale rilevanza; pertanto il sindaco ha chiesto l’intervento di Regione e Stato». Caparini ricorda come dell’attività della Selca si sia interessata anche la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, poiché l’azienda era stata acquistata dal gruppo Catapano di Napoli, il cui leader è Guido Catapano, arrestato il 29 marzo 2011, insieme ad altri tredici indagati.

Caparini cita anche le indagini del Corpo forestale dello Stato che ha ricostruito la storia dei veleni partita con la multinazionale Union Carbide (quella della tragedia indiana di Bhopal) e proseguita con la Graphtec e la Selca. «All’interno dell’azienda vi era un sito, già adibito a discarica abusiva, pieno di rifiuti speciali pericolosi, di profondità ignota, dove 30/40 anni fa e, cioè, negli anni Settanta , vi erano state depositate peci di lavorazione». Poi sono arrivate le telecamere di “Presa Diretta” di Raitre, il servizio del Corriere della Sera Brescia dove si ricordano che in zona ci sono i residui della demolizione di celle elettrolitiche per l’alluminio primario estratto dalle miniere di bauxite australiane, con elevate concentrazioni di cianuri e fluoruri. «Un disastro» secondo William Stival, l’investigatore del nucleo Forestale di Brescia che ha dato avvio all’indagine sulla Selca. L’inchiesta era nata da un dettaglio curioso: un camion fermo per la notte il cui carico si incendia sotto un temporale. Veniva dalla Selca, e ufficialmente trasportava carbone. Ma a contatto con l’acqua il carbone non prende fuoco, una reazione propria invece di alcune polveri d’alluminio.

Alla Selca, secondo gli investigatori, i rifiuti non venivano trattati. E viste le premesse inquietanti Caparini chiede « se il Ministro, attraverso il nucleo operativo ecologico, intenda approfondire, per quanto di propria competenza, i danni ambientali provocati dalle attività industriali svolte in passato sul territorio del comune di Berzo Demo, accertare le responsabilità oltre a dare puntuale seguito all’ordine del giorno».

fonte: bresciapoint.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: