• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.580 accessi
  • Categorie

5 GIORNI A 5 STELLE

Trasmesso in streaming dal vivo il 21/feb/2014

Una truffa tira l’altra. La corte dei Conti ha bocciato la legge di stabilità del governo Letta, che rischia, secondo la magistratura contabile, di generare un buco di quasi 14 miliardi nei prossimi anni. Il Movimento 5 Stelle, nel silenzio più assoluto lo aveva denunciato ad ottobre. Chi pagherà per questo provvedimento truffa?

Intanto si continuerà a pagare pure per il finanziamento ai partiti con l’ennesima legge che inganna i cittadini. Cittadini onesti e Stato di diritto sono stati truffati anche con il decreto svuota carceri che tra gli altri concederà sconti di pena a corrotti e concussori.

La corruzione costa ogni anno 60 miliardi di euro al sistema Italia, danneggiando anche imprese,artigiani, commercianti.

Il Movimento 5 Stelle è sceso al loro fianco in piazza rilanciando le battaglie per ridurre sprechi e tasse. Ridurre gli sprechi di denaro pubblico è un punto cardine del Movimento 5 Stelle e nel decreto Milleproroghe siamo riusciti a far approvare dodici importanti nostre proposte.

Disastro ambientale in Valcamonica: «Il ministro faccia intervenire i Noe»

INTERROGAZIONE DEL DEPUTATO LEGHISTA CAPARINI

selca_af226c62d0f25a88ffac9800179e920eChe fa il ministero dell’Ambiente per evitare lo scempio ambientale in atto in Valcamonica, a Berzo Demo, nel sito dell’ex Selca? Perché lì i rifiuti pericolosi abbandonati vengono lavati dalla pioggia e i veleni trascinati nella falda e nei corsi d’acqua. Per questo il deputato camuno della Lega, Davide Caparini, ha interrogato nuovamente il Ministro dell’ambiente Andrea Orlando.

«Come segnalato dall’atto ispettivo di giovedì 6 febbraio 2014 – si legge nell’interrogazione – siamo in presenza di una emergenza ambientale a causa dell’inquinamento del terreno che minaccia la salute pubblica; il comune di Berzo Demo che conta meno di 2 mila abitanti non dispone delle risorse economiche necessarie per la bonifica dell’area ex Selca, né di una struttura tecnico amministrativa adeguata per affrontare nel migliore dei modi una questione di tale rilevanza; pertanto il sindaco ha chiesto l’intervento di Regione e Stato». Caparini ricorda come dell’attività della Selca si sia interessata anche la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, poiché l’azienda era stata acquistata dal gruppo Catapano di Napoli, il cui leader è Guido Catapano, arrestato il 29 marzo 2011, insieme ad altri tredici indagati.

Caparini cita anche le indagini del Corpo forestale dello Stato che ha ricostruito la storia dei veleni partita con la multinazionale Union Carbide (quella della tragedia indiana di Bhopal) e proseguita con la Graphtec e la Selca. «All’interno dell’azienda vi era un sito, già adibito a discarica abusiva, pieno di rifiuti speciali pericolosi, di profondità ignota, dove 30/40 anni fa e, cioè, negli anni Settanta , vi erano state depositate peci di lavorazione». Poi sono arrivate le telecamere di “Presa Diretta” di Raitre, il servizio del Corriere della Sera Brescia dove si ricordano che in zona ci sono i residui della demolizione di celle elettrolitiche per l’alluminio primario estratto dalle miniere di bauxite australiane, con elevate concentrazioni di cianuri e fluoruri. «Un disastro» secondo William Stival, l’investigatore del nucleo Forestale di Brescia che ha dato avvio all’indagine sulla Selca. L’inchiesta era nata da un dettaglio curioso: un camion fermo per la notte il cui carico si incendia sotto un temporale. Veniva dalla Selca, e ufficialmente trasportava carbone. Ma a contatto con l’acqua il carbone non prende fuoco, una reazione propria invece di alcune polveri d’alluminio.

Alla Selca, secondo gli investigatori, i rifiuti non venivano trattati. E viste le premesse inquietanti Caparini chiede « se il Ministro, attraverso il nucleo operativo ecologico, intenda approfondire, per quanto di propria competenza, i danni ambientali provocati dalle attività industriali svolte in passato sul territorio del comune di Berzo Demo, accertare le responsabilità oltre a dare puntuale seguito all’ordine del giorno».

fonte: bresciapoint.it

Un paese al contrario

indexVenerdì sera, mentre mi recavo verso la stazione Roma -Termini ho appreso la notizia della richiesta di condanna della procura di Torino a 9 mesi di carcere per Beppe Grillo. L’accusa? Violazione di sigilli per un episodio legato alla costruzione di una baita-presidio dei No Tav in Valle di Susa. Si tratta della Valle militarizzata per difendere gli interessi delle cooperative rosse (del PD), della ‘ndrangheta e delle Lobby. La Tav che sta massacrando un bellissimo territorio violentando la dignità della sua popolazione e che per queste ragioni Beppe c’ha sempre messo l’anima, la faccia ed ora il c…

Durante il tragitto verso la Stazione passo vicino alla sede del Partito Democratico, davanti a me un dispiegamento incredibile di forze dell’ordine e uomini di scorta: proteggevano il condannato per danno erariale Matteo ‪#‎Renzie‬ (probabilmente aveva bucato la bicicletta con la quale ama farsi fotografare).

Nauseato e un po’ sconsolato raggiungo Termini e salgo sul primo treno per Milano, faccio due passi tra le carrozze e chi incontro? Il condannato per frode fiscale Silvio Berlusconi, blindato nel lussuoso salottino riservatissimo e circondato da un numero impressionante di uomini di scorta se la rideva con i suoi lacchè.

Indignato e deluso penso al paradosso di questo disgraziato Paese: gli amici dei mafiosi e dei poteri forti vengono scortati dalla polizia e dai “Gorilla”.
Beppe, che da decenni contesta e combatte quegli stessi poteri politico-mafiosi, gira l’Italia senza un solo uomo di scorta o agente di polizia e nonostante ciò deve fare i conti con la giustizia per delle azioni irrilevanti (sempre se vere) e comunque per fini più che nobili.

Beppe, per quel poco che può servire, sono con te, con Alberto Perino e con tutti quelli che si guadagnano la fiducia della gente con onestà e coraggio. La tua scorta siamo NOI.

Un abbraccio!

Arcipelago gulag in Val di Susa: http://goo.gl/YUJvAL

Cittadini, vi chiamo ad un appello importante e complesso, leggete con attenzione.

Leggi anche: http://www.aldogiannuli.it/2014/01/caso-bankitalia/#more-3334

banca

Con la stessa tecnica adoperata in questi giorni usando l’IMU per far passare il regalo di 7,5 mld alle banche, ma senza l`opposizione del 5* allora non in parlamento, il traditore Napolitano, firmava la “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, concernente Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia.”  Legge battezzata; LEGGE 12 luglio 2011, n. 106.

La 106, contiene vari argomenti, ma ne spicca uno che vale per le banche che operano in Italia una cifra di non facile computazione, ma che si puo conservativamente stimare in centinaia di miliardi l`anno che le banche attingono dai conti correnti degli italiani sotto forma di interessi.

Faccio riferimento all’ comma 5 capoverso d) dell`Art. 8 della sudetta legge 106, articolo intitolato ”impresa e credito” che legge;

d) all’articolo 2, comma 4, della legge 7 marzo 1996, n.108, le parole: «aumentato della meta’.» sono sostituite dalle seguenti: «aumentato di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulterioriquattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non puo’ essere superiore a otto punti percentuali.».

Usando I termini del legiferatore, la “misura urgente per l`economia” aumentava di decine di punti percentuali il tasso che le banche potevano aplicare ai crediti in essere ed a quelli futuri senza incorrere in sanzioni.

Questo vuol dire che il costo del denaro alle imprese ed alle famiglie e` improvvisamente aumentato di costo a  discrezione delle banche, che senza farselo dire due volte anno ringraziato e cominciato ad incassare denaro dei cittadini per risanare I loro bilanci, distrutti da decenni di mala gestione, di favoritismi e collusuione con politica ed organi di controllo.

Nello stesso period la BCE erogava prestiti per la sopravvivenza alle banche. Notizia invisibile sulla stampa Italiana, ma in risalto sul Financial times e Wall street Journal di due giorni fa, Intesa San Paolo ha rimborsato alla BCE 59 miliardi. Da dove vengono secondo voi quei soldini? Continua a leggere

5 Giorni a 5 stelle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: