• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.763 accessi
  • Categorie

SU LA TESTA!

di Laura Rolleri

“Il cielo è sempre più blu” canta Rino Gaetano, peccato che dagli ultimi sviluppi climatici sia arrivato il momento di variare colore: ormai è il grigio ad avere la meglio.

Basta infatti alzare lo sguardo per notare quanto opaco e pieno di polveri sia la nostra amata atmosfera, anche in quelle che a primo acchito parrebbero giornate di sole.

Qualcuno forse ha percezione di quanto sia passato dalla vista dell’ultimo squarcio limpido ed azzurro a cui solitamente eravamo abituati sino a qualche tempo fa?

Rispondo io: dal cambio di stagione non vi è stato giorno in cui sia stato possibile crogiolarsi al dolce tepore del sole, farsi cullare dalla frizzante aria primaverile piuttosto che dall’umida afa, o godere di un nitido panorama all’orizzonte senza che il cielo fosse costantemente pervaso da una cupa nonché inquietante coltre di nebbia.

Quelle sopra la nostra testa infatti non sono nubi, bensì artefatti della così detta geoingegneria la quale ha come obiettivo quello di testare tecniche artificiali dell’intervento umano sull’ambiente fisico circostante per mezzo di vere e proprie SCIE CHIMICHE; tutto ciò nella più completa omertà e disinformazione.

Il dubbio che le nostre care istituzioni ci stiano nascondendo qualcosina dovrebbe nascere in considerazione del fatto che le normali ed innocue scie di condensazione rilasciate dagli aerei, formate dal vapore acqueo e dai gas di scarico immessi nell’atmosfera fredda dai motori caldi degli aerei, si formino in determinate circostanze e siano legate a specifiche condizioni atmosferiche:

– Temperatura inferiore a -40 °C
– Umidità relativa non inferiore al 70%
– Quota di almeno 8000 metri.

Questi dati sono stati prelevati da alcune pubblicazioni di enti ufficiali quali: NASA (National Aeronautic and Space Administration), EPA (Environmental Protection Agency) e FAA (Federal Aviation Administration).

Risulta pertanto strano ed anomalo che il cielo sia regolarmente imbrattato, (giorno e notte), da strisce bianche visto che questi 3 indispensabili requisiti debbano sussistere contemporaneamente.

La verità più plausibile è che purtroppo queste nefandezze stiano contaminando l’intera atmosfera in nome, (nella più blanda delle ipotesi), del controllo climatico se non addirittura di ogni singolo individuo: è stato infatti dimostrato scientificamente che le scie chimiche irrorino nanoparticelle di composti di alluminio le quali indurrebbero un’intensa infiammazione in un certo numero di tessuti; particolarmente sensibili, cervello e midollo spinale. 

Una lista crescente di malattie neurodegenerative, tra cui il morbo di Morgellons, la demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la malattia di Lou Gehrig (SLA), è fortemente correlata all’esposizione di alluminio nell’ambiente; per non parlare dei recenti studi che ipotizzano un forte  squilibrio bio-chimico sulla nostra normale rete neuronale: ciò significa interazioni di pensiero e sconvolgimento dei vari sistemi corporei.

Inoltre questa dispersione di aerosol saturerà il terreno, l’acqua e la vegetazione rendendo il nostro habitat ancor più malsano di quanto non lo sia già.

Per chi volesse approfondire l’argomento: www.sciechimiche.org o www.tankerenemy.com

Segue articolo di Gianni Lannes

GOVERNO U.S.A.: GUERRA AL GENERE UMANO (le prove in un contratto)

Giorni di scie chimiche, manipolazioni climatiche criminali, migliaia di Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: