• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,867 accessi
  • Categorie

COME ELIMINARE LE ERBACCE A COSTO DI “SALUTE PUBBLICA”

Le erbacce sembrano un problema insormontabile se non si usano diserbanti, ma una volta come facevano? Non mi risulta che le generazioni passate siano morte imbrigliate dalle erbacce.

Pensare che in Svizzera e altri paesi i disseccanti sono vietati, chissà come mai…

di Laura Rolleri:

CAPRIOLO: ALLARME GLIFOSATI

nube_tossica_MilanoVoglia questo breve articolo riportare l’attenzione su un tema generalmente sottovalutato o comunque non preso con la dovuta attenzione dalla maggior parte sia dei cittadini che delle amministrazioni comunali: l’uso indiscriminato del glifosato, un agente disinfestante cancerogeno non mirato,  la cui tossicità per tutte le specie viventi viene da sempre scandalosamente omessa e sottovalutata da parte delle istituzioni nonostante le numerosissime denunce di coltivatori, associazioni per la tutela dell’ambiente e dell’agricoltura.

Un paio di anni fa avevamo evidenziato il problema in quanto era parso che il comune di Palazzolo si avvalesse del Round-up della Monsanto, nato con lo scopo di “ripulire” i terreni coltivabili ed il cui principio attivo è appunto il famoso glifosato, per diserbare invece marciapiedi ed aiuole!!

La questione è andata poi scemando non avendo più avuto alcun riscontro oltre alla fumosa risposta da parte della vecchia amministrazione.

Ora la ferita si riapre in un paese limitrofo, Capriolo, le cui campagne ed annesse abitazioni stanno subendo una vera e propria irrorazione da parte di questo abominio dell’innovazione tecnologica in campo agricolo.

Nello specifico riportiamo l’insana trovata di un giardiniere pare commissionato da una rinomata immobiliare del paese, la quale, dopo una serie di pressioni da parte di alcuni sprovveduti abitanti ignari del rischio ambientale, avrebbe dato disposizioni affinché venisse impiegato il glifosato come deterrente nientepopodimeno che… della comune erbaccia da campo!

Questo gravoso fardello della natura, insidiatosi meschino tra i lotti di una delle proprietà dell’azienda verso la zona di Adro, è stato infatti sconfitto eroicamente dall’agente chimico oggetto del presente articolo; al ché ci chiediamo: non era forse meglio ingaggiare qualcuno che semplicemente, e decisamente in maniera più salubre per tutti, si limitasse a TAGLIARE l’erba indesiderata come si era soliti fare una volta?

Purtroppo i tempi moderni sono invece dediti all’impiego di simili porcherie molto meno dispendiose in termini di tempo ma d’altro canto di gran lunga più dannose per l’ambiente, per gli insetti indispensabili alla biodoversità come le api, e per la salute di tutti gli esseri viventi interessati, umani compresi.

Alla richiesta di delucidazioni da parte di un proprietario della zona preoccupato ed allarmato dopo aver visionato il prodotto impiegato per la disinfestazione, (tra l’altro, magra rassicurazione, il medesimo usato per la vigna limitrofa), è stato riferito che sarebbero bastati 10 minuti affinché, una volta toccata terra, il glifosato si asciugasse divenendo inerte; l’importante è che nessuno mangi d’ora in poi l’erba trattata con questo agente chimico.

Caspita! Una vera garanzia!

Peccato che questi spazi verdi, se pur incolti e NON recintati a proprietà privata, ospitino spesso bambini ed animali domestici ora ad alto rischio di contaminazione.

E’ inoltre appurato che per diserbare con simili prodotti si debba stare ad una determinata distanza dalle abitazioni, e che, per via dell’elevata tossicità anche a bassa concentrazione, sia vietato irrorare i bordi dei corsi d’acqua e delle zone umide… in questo specifico caso basti pensare che l’area trattata si trovi sopra ad una falda acquifera!

Invitiamo i cittadini ad interessarsi alla questione tenendo bene gli occhi aperti ed eventualmente denunciando questi soprusi del territorio.

Segue articolo esplicativo tratto dal sito www.ecplanet.com

LEGGI ANCHE:

Monsanto presenta Roundup: efficace disserbante che distrugge anche il tuo dna

By Cristina Bassi – Posted on 14 giugno 2012

desherbant-roundupMiliioni di once di Roundup usate ogni anno sui giardini d’America, sulle siepi e molto intensamente anche nelle fattorie con coltivazione OGM … “raccolti pronti col Roundup”.

Anche se poco dopo averlo sparso sul suolo ci si può anche dimenticare di lui, non averne più il ricordo nemmeno quando si mangiano le patatine o il cibo già pronto che lo contiene, dal grano e soia che vi sono presenti… il pesticida non scompare magicamente.

Nuovi studio mostrano che il glifosato, l’ingrediente attivo nell’erbicida Roundup della Monsanto, contamina ogni cosa: dal cibo, all’aria, alle falde acquifere e gli esseri umani.

Non ultimo: È STATO TROVATO DEL GLIFOSATO NELLE URINE UMANE. Nella rivista tedesca ITHACA, una ricerca ha rivelato che esistono significative concentrazioni di glifosato nei campioni di urine di abitanti di città. I partecipanti allo studio avevano concentrazioni di glifosato da 5 a 20 vole oltre i limiti per quel che riguarda l’acqua potabile!

La sostanza chimica non è usata solo nella produzione di cibo ma viene anche spesso spruzzata lungo i binari della ferrovia, ai cigli delle strade e nelle pavimentazioni urbane. Il glifosato è uno dei veleni più sottovalutati nel mondo. Una ricerca pubblicata nel 2010, ha mostrato che la sostanza chimica, che agisce inibendo l’enzima sintesi EPSP, necessario alle piante per crescere, causa malformazioni allla nascita negli embrioni di rane e polli in livelli inferiori che se usato in agricoltura e giardinaggio. Sconvolgente, ma la quantità di glifosato residuo a cui possiamo essere sottoposti con i cibi che lo contengono, è decismente alta, ovvero è vicina al limite residuo massimo consentito.

Senza contare che, quando applicato ai raccolti, il glifosato diventa sistemico in tutta la pianta, ovvero non può essere eliminato da essa. Una volta che mangiate questo grano, il glifosato finisce nel nostro corpo e tratto gastrointestinale, dove può decimare i batteri benefici, cosa che può mandare il tilt la salute; l’80 percento del sistema immunitario risiede in quegli organi.

Quale il seguito delle affermazioni della Monsanto sul fatto che il Roundup sia biodegradabile e “Environmentally Friendly” (non danneggi l’ambiente)?

È evidente che la sostanza chimica persite nell’ambiente a livelli allarmanti, nonostante la Monsanto affermi il contrario.

Uno studio recente ha utilizzato una analisi immunologica di una particella magnetica per testare la presenza di glifosato in circa 140 campioni di acqua freatica provenienti dalla Catalogna, Spagna; dall’indagine risulta che il glifosato è presente oltre il limite di quantificazione nel 41 per cento dei campioni. Dato che l’acqua freatica è usata come fonte per l’acqua potabile, tale contaminazione costituisce un rischio per animali, piante ed umani.

Oltre alle potenziali implicazioni per la salute animale ed umana, la sostanza chimica è anche collegata ad un numero di devastanti conseguenze ambientali, inclusa la sindrome di morte improvvisa (Sudden Death Syndrome SDS), incluso una seria malattia vegetale e la creazione di supererbacce (superweeds).

Evitare OGM significa frenare l’uso di glifosato. È importante evitare l’uso del roundup nei giardini di casa e nelle aiuole ma su più ampia scala, il modo migliore per combattere contro questa sostanza chimica è boicottare i raccolti OGM, che sono stati sviluppati per l’uso di questa sostanza. OVVERO NON ACQUISTARE PRODOTTI OGM.

CILIEGINA SULLA TORTA PER I TUTTI I
FANS DI IERI ED OGGI DEL “PRESIDENT OBAMA”…
ieri bandiva ogm, oggi…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: