• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,933 accessi
  • Categorie

L’ORTO IMPOSSIBILE

Realizzare orti urbani oggi è come scoprire l’acqua calda, infatti ci sono parecchi comuni in Italia dove tutto ciò è una realtà, vuoi per dare un’impronta verde al comune o per necessità per far fronte alla crisi, questa pratica sembra essere molto usata, basta pensare che in molte città metropolitane vengono realizzati anche sulle terrazze di condomini o sui balconi nelle varie forme: in orti-comunali1vasi, recipienti quadrati, fioriere e perfino in verticale.

I vantaggi nell’ avere un orto sono molteplici e articolati a secondo delle motivazioni per le quali si decide di realizzarne uno:

  • prima di tutto direi la qualità del prodotto, sano se si coltiva in modo biologico senza l’uso di pesticidi diserbanti e concimi di sintesi, fresco perché l’ortaggio o frutto lo si lascia maturare fino al suo naturale ciclo e quindi pieno di proprietà vitali benefiche quali vitamine, sali minerali e altre sostanze che la pianta riesce a sintetizzare nei tempi di maturazione naturali col beneficio del sole, assimilabili in maggior quantità quindi più nutrienti rispetto ai prodotti da mercato o della grande distribuzione che li raccolgono a volte molto prima del tempo per poi, nella migliore delle ipotesi, lasciarli maturare in celle frigorifere.
  • Il risparmio è senz’altro un aspetto importante, il risparmio personale incide tantissimo nella spesa mensile di una famiglia, a secondo del tipo di alimentazione si potrebbe risparmiare il 20-35% per una famiglia “tipo”o anche il 60-70% per una famiglia di vegetariani, non ultimo ma importante il risparmio collettivo in termini ambientali mediante la minor circolazione delle merci e di mezzi per trasportarle.
  • Vantaggi ambientali appunto e non solo, con la minor circolazione delle merci si ha di conseguenza risparmio sui carburanti meno traffico e inquinamento per le strade, un minor sfruttamento della terra da parte dei grandi produttori favorirebbe meno uso di soluzioni chimiche, pesticidi e concimi che impoveriscono e ammazzano i terreni, vi ricordo che secondo il metodo Fukuoka  la terra è in grado di generare humus ed è viva solo quando la sua flora e la sua fauna stanno bene. Inoltre con un buon uso degli scarti vegetali usando una concimaia o composter si ottiene concime naturale sano e minor smaltimento in discarica di immondizia.

Per i privati? Nessun problema se l’orto lo si fa all’interno del perimetro della propria casa, se invece non si ha lo spazio necessario come in molte abitazioni condominiali o a schiera realizzare un orto in altra locazione comporta molti problemi di ordine tecnico-burocratico e con le vigenti regole non è possibile realizzarlo.

Palazzolo:

L’approvazione del recente P.G.T. in un lungo consiglio comunale durato molte ore non ha tenuto conto, a causa della mancanza di osservazioni inoltrate, della possibilità di permessi per la realizzazione di orti in luoghi non contigui alla pertinenza abitativa e nemmeno della possibile creazione di orti comunali, la scarsa informazione in connubio con il disinteresse generale dovuto forse alla complessità tecnica della stesura stessa del P.G.T comprensibile solo agli addetti ai lavori non ha consentito ai cittadini di proporre istanze atte all’introduzione di normative che avrebbero regolato la creazione di orti.

Le norme attuali approvate recentemente nel P.G.T.  alla sez, Capo II pag. 74, prevedono la possibilità di costruzione di casette-ricoveri per attrezzi e di cisterne per il recupero di acqua piovana solo se si è coltivatori diretti o allevatori precludendo di fatto al resto dei cittadini privati ogni possibilità di realizzazione di tali strutture, A.O.B.2, la municipalizzata che gestisce la rete idrica, per giunta in base alle regolamentazioni dell’A.A.T.O provinciale, come specificato nell’allegato 2 alla Deliberazione n. 2 dell’Assemblea Consortile dell’8 maggio 2009 Art. 2.10 – Consumi non domestici, (scarica dal sito) vincola, sempre per uso privato, al divieto di erogazione di acqua ad uso irriguo.

Praticamente è impossibile la realizzazione di un orto da parte di privati.

A questo punto, facendo appello ai nuovi legislatori a livello nazionale e regionale o se di pertinenza al comune di Palazzolo, ci si augura che si possa provvedere il prima possibile alla revisione o all’introduzione di norme consentendo ai cittadini, dopo previa approvazione e sopraluogo, di concedere permessi per realizzare le strutture minime necessarie per le attrezzature con possibilità di erogazione di acqua necessaria o finanziamento sotto forma di sgravi fiscali per la costruzione di invasi di recupero acqua piovana senza la quale sarebbe impossibile qualsiasi coltivazione di orti fuori della pertinenza abitativa e in aree considerate agricole e piccoli appezzamenti.

 

Angelo Borgogni

Annunci

2 Risposte

  1. Questa e’ una bella sfida.approfondiamola.Se vuoi reealizzare un video documentario, sono a disposizione.

  2. Grazie Giuseppe, non so come far breccia, con l’ufficio del’edilizia privata ho avuto contatti, il sasso l’ho buttato, vediamo cosa l’assessore Cotelli mi risponderà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: