• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.763 accessi
  • Categorie

Trituratore di via Torino

Il Comune di Palazzolo da anni, con le sue diverse Amministrazioni, si oppone all’apertura di una discarica-trituratore di inerti nella zona di via Torino, di fronte al casello dell’autostrada.

via Torino

A Marzo l’impianto entrerà in funziona; c’è molta apprensione da parte dei residenti della zona per le conseguenze sulla salute e sull’ambiente. La zona è già vittima dell’inquina

mento derivato dal trasporto pesante, dalla zona industriale vicina (Capriolo) e dall’autostrada A4. Da non sottovalutare l’inquinamento di tipo acustico prodotto che per coloro che abitano nelle vicinanze è un incubo. L’aspetto più preoccupante sono le conseguenze in campo ambientale che si ripercuotono direttamente sulla salute dei cittadini.

E succede così che si rimanere chiusi intrappolati fra strade, autostrade, bretelle, raccordi, zone industriali e capannoni sempre più abituati a vedere la nostra campagna andare a pezzi, tagliata a fette come una torta. La smembrano, pezzo per pezzo finché poi non ne rimane nemmeno la briciola. Dove sorgerà il trituratore, ci racconta una residente, “un tempo quel terreno era agricolo, ma anche dove c’è ora l’autostrada, era tutto agricolo.”

Che fine stanno facendo i nostri campi, zone un tempo adibite alla coltivazione del nostro cibo, dove scorrazzavamo allegramente con gli amici e la famiglia? E’ possibile mettere in atto progetti che non intacchino la salute delle persone e dell’ambiente?

Ci sorgono spontanei molti dubbi e molte domande, anche alla luce della storia recente. Pensiamo alla vicenda della BRE.BE.MI dove si sospetta che coloro incaricati del controllo sarebbero stati corrotti. Risultato? Nel sottofondo stradale della Brebemi sono stati messi rifiuti pericolosi e speciali: veri e propri cocktail di veleni, scarti di lavorazione dell’acciaio tra cui il cromo esavalente.

 Siamo preoccupati:

Chi avrà il diritto di controllare la composizione degli “inerti” da triturare? Quei materiali da   triturare per fare anche i fonditrituratore_001 stradali, da quali materiali saranno composti? Quant’è il rischio che ci finisca dentro l’eternit? Chi assicura ai cittadini residenti nelle zone che non subiranno conseguenze dovute alla lavorazione degli inerti? (ci sono già stati problemi durante l’appianamento del terreno la scorsa estate).  Se questo “sistema” e modus operandi vengono accettati da provincia e regione, chi assicura la salute dei cittadini e dell’ambiente? (la volontà delle amministrazioni locali è stata  ignorata). Chi tutelerà le nostre case dalla costruzione di questi impianti o dalle discariche proprio fuori dalle nostre finestre? Ne sanno qualcosa quelli del  Comitato civico intercomunale di difesa salute e ambiente di Telgate.

Possiamo comprendere che ci siano anche delle ragioni a favore: la triturazione di solo materiale inerte come i calcinacci per esempio, permette di liberare le discariche e di riciclare un materiale che altrimenti rimarrebbe inutilizzato. Quello che ci chiediamo però è il perché certi progetti industriali vengano difesi a spada tratta dalle istituzioni a discapito dei cittadini e della loro salute che viene puntualmente messa a rischio.

La cittadinanza esige risposte e tutela, non siamo più disposti a restare solo a guardare.

Diamo peso alle nostre ragioni, non lasciamo che triturino anche quelle.

Emanuela Salogni per Palazzolo5stelle

Tutta la Lombardia è ormai in mano a tutti i gruppi mafiosi. E i reati che vengono percepiti meno dalla cittadinanza, […]   sono quelli che vengono ’governati’ proprio dalla criminalità organizzata. […]. Sono reati che, francamente, mi danno preoccupazione. Per citarne uno, voglio sottolineare il commercio illegale di rifiuti. In questo territorio risulta che il sottofondo delle nostre strade è formato con rifiuti che sono altamente tossici. Non sono reati che vanno a colpire solo determinati settori, incidono sulla nostra salute, sulla nostra vita, sono tanto e più gravi di quelli contro il patrimonio.”

Graziana Campanato

Presidente della Corte d’appello di Brescia

Inaugurazione dell’anno giudiziario

DALLA PAROLA AL LIBRO

NUOVI SCRITTI CORSARI” IL NUOVO E-BOOK DI BECCHI

di Michela Apostoli e Laura Rolleri per Palazzolo5stelle

 paolo_becchi

Dalla prima chiacchierata al telefono, fino al libro: l’e-book “Nuovi scritti corsari” di Paolo Becchi.

E’ iniziato tutto come un semplice scambio di conoscenze economiche, la scorsa estate, quando telefonando al Professore di Filosofia del Diritto di Genova è nata un’inaspettata collaborazione. Prima un focus sulle vere cause della crisi: l’Euro e la perdita di sovranità monetaria con l’intervista, ripresa da Byoblu; poi il Professore parla dei ragazzi che lo hanno avvicinato al Movimento 5 stelle, a La7, su Radio Rai 3; fino al Passaparola di pochi giorni fa e all’e-book: acuta sintesi della crisi, di cio’ che i media non dicono. La sovranità nazionale è stata lentamente corrosa dalle imposizioni dell’Euro, mentre il Paese del made in Italy ha dimenticato le sue imprese.

L’incontro dei ragazzi del movimento con Becchi dimostra la potenza del connubio tra forza eplosiva e ragione. Giovani apprezzati dal professore non solo per l’azione di cambiamento ma anche per le conoscenze, lo studio, lo sforzo, la ricerca, atti a capire, a trovare una soluzione per il futuro. Un professore, come uno di noi.

Questo è il futuro. La forza del Cuore e l’arguzia della Ragione. E il futuro è già qui,

perché noi l’abbiamo fatto.

nuovo_logo_twitter

@pbecchi:@PALAZZOLO5STARS grazie a voi ho cominciato a conoscere il moVimento grazie alle vostre domande e le mie risposte le trovate ora nell’ebook.”

CLUSANE: LA GUERRA DEI ROSPI

TELETUTTO BUFO BUFO

Servizio di Teletutto sulla manifestazione contro la cementificazione dell’ultimo corridoio ecologico del Lago d’Iseo. Tra gli intervistati la nostra Mirka Andriollo!
“…Basta arrivare da Paratico verso Clusane per rendersi conto di quanti appartamenti vuoti e invenduti ci sono…”.

Grandi tutti i ragazzi che come Mirka, Angelo, Gasol, Thomas… si sono presentati senza bandiere o simboli di appartenenza politica; prima di tutto ci si muove per coscienza civile. Chi ha rinunciato all’iniziativa per l’impossibilità di dare visibilità ad una parte, prima di tutto è venuto meno alla propria dignità, se ce l’ha… Ogni implicito riferimento a persone o partiti NON è casuale.

Claudio C.

Giornale Informativo n° 13 – Gennaio

gennaio

PENSA A CIO’ CHE MANGI – Parte 4

Alimentazione infantile e conclusioni:

ESSERE BAMBINI VEGETARIANI

Petrizio BardonNel pomeriggio, grazie all’intervento dei preparatissimi medici pediatri Patrizio Barbon e Luciano Lorietto, il pubblico in sala ha potuto prendere coscienza, in maniera estremamente rassicurante, del fatto che una dieta vegana o vegetariana sia non solo possibile, ma più che benefica anche per i nostri cuccioli.

A fine anni ’70 infatti, una ricerca sulla crescita di circa 500 bambini vegetariani del nord Italia tra gli 1 e i 12 anni, ha dimostrato che non vi sono grandi differenze tra questi ultimi e gli onnivori se non nella massa magra più sviluppata rispetto a quella grassa.

Altro dato curioso il fatto che nessuno dei 500 abbia mai sviluppato una tonsillite, (molto comune ai tempi), e che addirittura diminuendo le proteine di origine animale nell’altro gruppo, sempre meno si ammalavano di questo disturbo.

Eppure dopo 40 anni si continua a sostenere che la dieta vegetariana sia un pericolo, perché?

Forse per il semplice fatto che alle pubblicazioni scientifiche, manipolate ad hoc dalle multinazionali come Danone, Nestlè, Barilla, ecc., di scientifico resta solo il nome; l’informazione e l’istruzione medica in campo di alimentazione passa quasi solo ed esclusivamente tramite gli informatori, anche qui stabilimenti caseari e grandi aziende.

“Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già; allora imparerai come si vola.”

Richard Bach

Si dice che negli ospedali arrivino sistematicamente persone vegane malnutrite, alle quali, secondo certi,  in taluni casi si dovrebbe addirittura togliere la potestà genitoriale.

D’impatto inorridisco al pensiero che qualcun altro metta in dubbio la buona fede di una mamma o di un papà che credo SEMPRE ed in ogni caso non muovano un passo se non per il bene del proprio bambino; poi, riflettendo sulla miriade di persone che invece in ospedale ci vanno per tutt’altri motivi, forse ben più gravi di uno scompenso alimentare, mi acquieto.

In ogni contesto la regola del BUON SENSO, (come quella dell’amico), non sbaglia mai: se si sceglie di intraprendere una strada verso la purificazione e la disintossicazione di anima e corpo è necessario procedere con coscienza e soprattutto cognizione di causa.

In certi casi addirittura il digiuno, se affrontato correttamente, può essere di grande aiuto all’organismo offrendo ad esso la possibilità di depurarsi e disintossicarsi mantenendo il colon pulito, (vedi “Il sistema di guarigione della dieta senza muco” di un noto ed acclamato Prof. del ‘900, Arnold Ehret).

Secondo questo naturopata, una brusca e totale inversione di rotta in campo nutrizionale implicherebbe inizialmente un malessere diffuso e generale, causato dall’espulsione delle tossine presenti in noi in seguito all’adozione di cattive abitudini alimentari, messe in circolo da una dieta a base di sola frutta.

Importante è quindi procedere gradualmente, eliminando inizialmente i cibi che creano ostruzioni malsane, limitarsi ad assumere liquidi per colazione, mangiando frutta mezz’ora prima dei pasti in modo che sia facilitata la digestione, e garantire al nostro corpo una regolare defecazione.

“La scienza è conoscenza organizzata, la saggezza è vita organizzata.”

Immanuel Kant

Fatto sta che nel primo periodo di vita l’essere umano è biologicamente vegano, la fisiologia del lattante è vegana.

Analogamente la madre dovrebbe prestare attenzione alla propria Continua a leggere

PENSA A CIO’ CHE MANGI – Parte 3

Approfondimenti:

franco berrinoIn seguito anche all’intervento del Dott. Berrino, direttore del centro tumori di Milano, e alle testimonianze di personaggi famosi tra cui Paolo Kessisoglu, Dino Baggio e Red Ronnie, sono emerse essenzialmente 4 buone ragioni per diventare vegani, (oltre le indiscutibili ed appurate sopra elencate):

  1. PSICOLOGICA: esiste una relazione simbiotica tra cibo e mente secondo cui la nutrizione influirebbe in maniera determinante sulle nostre azioni, sui nostri comportamenti; del resto “siamo quel che mangiamo” si usa dire.

Pertanto come possiamo pensare di avere vitalità ed energia se ingeriamo cibi morti?

Inoltre è risaputo che gli animali portati al macello (aggiungo, spesso e volentieri in modo BARBARO E CRUDELE), iniziano a piangere e strillare molto prima di arrivare a destinazione, più che coscienti del loro triste e macabro destino; ebbene, quella paura genera nei loro corpi una grande quantità di adrenalina che subito entra in circolo ovunque: chi mangia quella carne mangia anche quell’ormone, (inutile se non addirittura nocivo al nostro organismo), nonché infinita ansia e terrore.

  1. 2.      CARITATEVOLE ed UMANA: gli animali sono esseri viventi, non cibo.

Smettere di mangiare carne è necessario per la nostra evoluzione, da sempre la storia ci fornisce questa opportunità attraverso ostacoli all’apparenza insormontabili quali ad esempio lo sono stati il feudalesimo, la schiavitù, l’olocausto, la parità dei diritti tra uomo e donna… ora è come se fosse venuto il momento di tornare alle origini e domandarci “è davvero necessario allevare, (spesso e volentieri in condizioni oscene), uccidere e poi nutrirsi di animali?”

“Mangiare carne estingue il seme della compassione.”  

Buddha.

  1. ECOLOGICA: una dieta vegetale ha un minor impatto sulle risorse del territorio.

E’ infatti dimostrato che per produrre 1 Kg di carne si consumano circa 15.000 litri di acqua, 1 ettaro di terra destinato all’allevamento potrebbe rendere 9.000 Kg di patate anziché 74 miseri Kg di bistecche.

Oltre al risparmio energetico pertanto vi è un discorso molto più umano se si comprende che accantonando l’abitudine di mangiare proteine animali ci sarebbe più cibo per tutti… (per lo meno tralasciando i meschini interessi politici che ci stanno dietro).

  1. STORICA ed ANTROPOLOGICA: sono serviti alla razza umana centinaia di migliaia di anni per “completare” l’evoluzione di cui parlavamo prima… negli ultimi 30 l’obesità da cibo spazzatura ha preso il sopravvento interrompendo il normale flusso energetico e vitale del pianeta.

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.”

Lucio Anneo Seneca

Da un recente studio non ancora pubblicato chiamato “EPIC”, è risultato che ingrassa di un 15% in più chi assume regolarmente una maggior quantità di proteine animali.

Il fatto è che NON SI E’ SEMPRE MANGIATA CARNE.

Qualitativamente e quantitativamente parlando c’è un bel divario inoltre tra i cibi di una volta e quelli di adesso; basti pensare all’ipernutrizione a cui sono sottoposti oggi gli animali d’allevamento, alla tipologia di nutrienti somministrati, al fatto che ad esempio le mucche vengano munte in continuazione, anche da gravide, (latte contenente più ormoni).

Purtroppo anche frutta e verdura, vuoi per l’agricoltura intensiva, per gli additivi chimici, per l’origine delle sementi, ecc., non sono riuscite a mantenere inalterate le loro preziose sostanze nutritive.

Vi sono inoltre importanti differenze in natura tra noi ed i carnivori: questi ultimi sono dotati di artigli, canini pronunciati, intestino corto… logico che la mucca, risaputa erbivora, si ciba anche di mangimi a furia di essere stimolata all’ingrasso!

Analogamente l’essere umano, (la “razza più intelligente”), si è dimenticato quale sia il miglior “combustibile” per eccellenza a lui più idoneo secondo natura… se ci guardassimo intorno capiremmo che siamo gli unici animali a non aver ancora capito cosa mangiare!

“Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti.”

Eraclito

Continua….

La TUA firma contro l’impianto di compostaggio Berco-Fertil

734810_527452953952678_1710960194_n737536_4979908942888_1183420153_o

Ecco i luoghi della raccolta firme:

Telgate      Domenica 20 e 27  gennaio –  P.zza Vittorio Veneto

Palazzolo  Domenica 20 gennaio – P.zzale Mazzini, P.zza Zamara, P.zza Indipendenza

Domenica 27 gennaio – P.zzale Mazzini, P.zza Giovanni XXIII, Via Verdi (S. Giuseppe)

Palosco   Domenica 20 e 27  gennaio: P.zza Castello (mattina), Incrocio oratorio (pomeriggio)

Castelli Calepio Domenica 20 e 27 gennaio :

Cividino: P.zza Giovanni XXIII, via F.lli Pagani

Quintano: parcheggio via S.Giuseppe

Tagliuno: via dei Mille

Bolgare: Domenica 20 e 27 gennaio, Chiesa parrocchiale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: