• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 302,545 accessi
  • Categorie

LA BELVA IMPAURITA ATTACCA IL M5S

BECCHI A LA7 DIFENDE LA DEMOCRAZIA DEL M5S

di Michela Apostoli per Palazzolo 5 stelle

La belva impaurita è il potere: teme di fronte al MoVimento 5 Stelle e quindi attacca. Usa le solite, noiose, vecchie armi. Diffamazione. Distruzione dall’interno. Destabilizzazione del principio cardine del MoVimento: la democrazia.
Invece questo “nuovo temibile” è un’unità a tre facce, forte proprio di questo. Citando le parole del professor Paolo Becchi: il MoVimento è “ Una mente fine, una pancia invidiabile ed un cuore grande”.
Il cuore vivo è il numero sempre maggiore – e che quindi incute paura – di cittadini che credono nel cambiamento, nella democrazia, nello Stato e nella libertà, “perfino” di parola.

L’intervista a Paolo Becchi

L’inedito di P. Becchi per Palazzolo5stelle

Annunci

5 Risposte

  1. http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/09/il-futurista-fa-schifo-filippo-facci-ha.html

  2. Questa visione a “pensiero unico” nelle questioni della democraziia del MoVimento mi fa molto riflettere.Possibile che in un MoVimento dove il confronto è lo strumento base non si levi nemmeno una voce in controtendenza? Possibile che certe problematiche che rendono difficile il coordinamento tra i vari gruppi non sollevino nemmeno la più labile critica costruttiva? Ritengo che il problema di democrazia esista. I problemi esistono e sono quelli che mi hanno molto “raffreddato” rispetto al MoVimento anche se continuo a seguirlo convinto che possa essere un’ottima opportunità di cambiamento.
    Il problema non riguarda i vari gruppi locali ma il MoVimento a livello nazionale e se ci si presenta alle elezioni nazionali mi sembrerebbe corretto affrontarlo. La mancanza di strumenti più volte promessa e sempre disattesa è un’ostacolo alla democrazia, l’impossibilità di poter dire la “nostra” su tematiche nazionali è un’ostacolo alla democrazia.Le numerose esternazioni del Beppe nazionale senza preventiva consultazione degli attivisti non sono per nulla democratiche. Il possesso a titolo personale del simbolo del MoVimento non rispecchia certo alti valori democratici. Il ritiro del simbolo a Tavolazzi seppur si possa ritenere giust, fatto come è stato fatto non mi pare sai stato molto democratico.
    Capisco che le questioni che pongo per molti attivisti possono essere insignificanti, ma mi stupisce il fatto che in MoVimento di cui ben conosco le dinamiche esca solamente un attacco indiscriminato verso chi pone delle questioni.

    Saluti e …buon lavoro
    Giovanni Barbò

  3. Ciao Gio, è sempre un piacere leggerti anche se con tono polemico perché sempre garbato.
    Vorrei capire a cosa o chi ti riferisci quando scrivi di “pensiero unico”. Le maggiori critiche al moVimento le ho sempre lette e sentite nel suo interno, non mi pare che il dibattito sul ruolo di Casaleggio, Grillo etc… sia tabù, ma che piuttosto ci siano delle visioni contrastanti. Per quanto riguarda il gruppo di Palazzolo non puoi dire che non se ne sia mai parlato o che vige/va quello che tu definisci “pensiero unico”. Parlavi forse in generale?

    Personalmente ho passato un sacco di tempo nell’interrogarmi, approfondire delle questioni e nella maggior parte dei casi mi sono dato delle risposte soddisfacenti. In riunione ne abbiamo discusso, ora stiamo facendo lo stesso su questo blog. Poi, non nego che in alcune realtà 5 stelle ho trovato fanatici totalmente acritici, ma quelli stanno sulle palle pure a me.

    Ora entro nel merito di alcune questioni da te poste:

    – E’ vero, il portale che potrebbe risolvere il problema della partecipazione alla costruzione del programma, alla selezione dei candidati al Parlamento è stata promessa da tempo. All’incontro con gli attivisti a Roma a febbraio di quest’anno, Casaleggio e Grillo avevano promesso entro la fine dell’anno tale strumento, confido che per dicembre l’avremo. Probabilmente ci si doveva muovere prima e continuare a parlare di portale lasciando passare tutto questo tempo è stato un errore. Penso inoltre che il ritardo sia stato voluto proprio per limitare i processi di organizzazione, nel senso che la troppa organizzazione rischia di strutturare il movimento; sono convinto quindi che una certa anarchia nella condizione di dover far tutto di fretta sarà un valore aggiunto per il M5S.
    E’ importante ricordare che autonomamente dei gruppi, in primis quello siciliano, stanno utilizzando liquid feedback e nessuno dello staff (e ci mancherebbe…) gli ha messo i bastoni fra le ruote. Per la Sicilia è qualcosa di assolutamente rivoluzionario.

    – Le esternazioni di Beppe per me non rappresentano un problema. Nel senso che le dice a nome suo. Il caso esemplare è il post sullo Ius soli, in quegli stessi giorni i consiglieri del Piemonte hanno approvato una mozione relativa a quell’argomento in senso contrario. Il problema esiste nel momento in cui chi segue il M5S pende solo dalle labbra di Grillo senza saper distinguere il personaggio carismatico dal movimento stesso.

    – L’aver depositato il logo 5 stelle a nome di Grillo per me è cosa buona e giusta. Avendo fiducia in lui non trovo persona più indicata ad avere un ruolo di garante. L’alternativa quale sarebbe? Siamo ancora in fase embrionale. Un giorno dovremo essere in grado di esistere a prescindere da Grillo, è lui il primo a sostenerlo, ma quel giorno lo vedo ancora lontano.

    – Non conosco bene la questione Tavolazzi anche se ne ho letto parecchio, l’idea che mi sono fatto è che la cosa sia stata gestita male da Grillo e Casaleggio(?). Presumo che l’intento era di difendere l’idea del MoVimento e quel che stava avvenendo al meeting di Rimini, seppur in buona fede, probabilmente rischiava di strutturare, anche involontariamente, il MOV che dal mio punto di vista deve rimanere un po’ anarchico e disorganizzato. Con questo non mi sento di dire che sia stato un bene inibire Tavolazzi e la sua lista all’utilizzo del simbolo.

    – Io non attacco indiscriminatamente chi critica il M5S, anzi, ne parlo tranquillamente e non penso di essere il solo a comportarmi così.

    Ultima considerazione: il M5S è un laboratorio politico, è una novità assoluta che cercando di costruire un’alternativa al sistema dei partiti deve inventarsi un’altra politica. Per fare ciò va per forza di cose in contrasto con alcuni principi di democrazia tradizionale. Non abbiamo una struttura ma una regia che man mano penso si dissolverà se saremo bravi nell’incidere nel cambiamento culturale del paese. Siamo in divenire. Abbiamo fatto degli errori e ne faremo degli altri, ma l’importante è essere in buona fede, e non ho dubbi. Quindi, le critiche, se costruttive, sono sempre bene accette.

    Un abbraccio.

    Claudio C. (Il Quinto Cittadino) 😉

  4. Dimenticavo… Per quanto riguarda l’articolo di Michela lo condivido in pieno. Non si tratta di gridare al complotto ma di evidenziare come ogni episodio attinente al M5S sia di pretesto per i media nel sollevare un polverone ed infangarci. 2 puntate di seguito dedicate al M5S a Piazza Pulita sono un esempio lampante.
    Non condivido invece quanto sostiene Becchi su Favia, a me sembra in buona fede, ma mi potrei sbagliare.

    Ciauuu

  5. Ciao Claudio. Le questioni che pongo non sono certo rivolte al gruppo di Palazzolo , ma piuttosto a quanto ne esce a livello nazionale anche se so che “all’interno” certe problematiche vengono poste. In questo momento però sarebbe secondo me importante far capire che proprio perchè il MoVimento è un movimento civico, non esistono temi tabù e che effettivamente uno vale uno. Questo principio base però non ammette eccezioni se deve essere credibile e quindi a parer mio non esistono scusanti o scorciatoie.Non ritengo quindi accettabile il discorso sulla propietà del simbolo, sul ruolo da leader che si assume Grillo vuoi sulle esternazioni, vuoi sul caso Tavolazzi, Chiaro, gli errori li commettono tutti e quindi anche nel MoVimento ne vengono commessi. Sarebbe coerente con i principi dello stesso che le discussioni su eventuali errori fossero fatte alla luce del sole ed invece, appena c’è un pensiero critico rispetto agli allinati, subito si urla ai dissidenti. Questo io intendo quando dico che esce solo il “pensiero unico”. In un movimento civico è più che naturale la coesistenza di persone di diversa formazione culturale e politica e mi piacerebbe che il confronto tra queste fosse molto più evidente e naturale (e posdsibile).Continuo a leggere, informarmi e riflettere rispetto al MoVimento e questo modo di agire io non lo vedo, magari è un mio limite. Il MoVimento non dovrebbe ammettere contraddizioni ed io ne vedo parecchie. Continuo ad avere stima e fiducia in molti attivisti dei gruppi locali, ma stiamo per andare a rinnovare Il Parlamento e certe situazioni e certi ritardi mi fanno pensar male, A pensar male si fa peccato, ma ………..

    Rinnovo i Saluti e gli auguri di buon lavoro
    Givanni Barbò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: