• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.611 accessi
  • Categorie

DIRETTA STREAMING INCONTRO SINDACI 5 STELLE QUESTA SERA

Questa sera a Brescia (roncadelle) incontro pubblico con i 4 Sindaci a 5 stelle, segui in diretta streaming!!!

ecco i link:

http://www.livestream.com/brescia5stelle

http://www.brescia5stelle.org/news/item/diretta-streaming-incontro-sindaci-5-stel

Possibile presenza di Beppe Grillo.

BUONA VISIONE.

Acqua pubblica: le app che trovano la fontanella più vicina

Perché dobbiamo spendere fino a 4 euro per una bottiglietta d’acqua e contribuire all’aumento dei rifiuti in plastica, quando le nostre città sono piene di fontanelle che erogano acqua perfettamente potabile? A questa domanda rispondono due utili applicazioni che permettono di localizzare la fontanella più vicina a noi. Un bel risparmio di tempo e denaro e, soprattutto, una buona notizia per l’ambiente.

La prima app di cui vi parliamo, sviluppata da Daniele Antonietti, è un’applicazione per iPhone chiamata ”Acqua Gratis“, che consente di localizzare la fontanella più vicina al punto in cui ci si trova. Un’idea molto semplice, ma davvero utile, che permette ai cittadini di risparmiare denaro e di salvaguardare l’ambiente dal costante accumulo di plastica.

Basta avere già con sé una borraccia o una bottiglia, accedere all’applicazione e il gioco è fatto: nel database di “Acqua Gratis” sono state caricate oltre 10.000 fontanelle. L’app dispone di una mappa interattiva che mostra i punti-acqua più vicini ed il percorso per raggiungerli. “Avrete la possibilità di riferire se siete a piedi o in macchina e sarete guidati attraverso il percorso più breve alla fontanella da voi scelta (con percorsi pedonali o strade)” si legge in una nota informativa dell’app. “L’applicazione vi mostrerà una lista o una mappa interattiva delle fontanelle intorno alla vostra posizione o ad una qualsiasi via di vostro piacimento (anche di un’altra città)”.

Il numero delle fontanelle censite da “Acqua Gratis” è in rapida espansione grazie alle segnalazioni degli utenti. Inoltre, a differenza di altre applicazioni simili, sono state mappate anche le città di italiane piccole dimensioni, sia in centro storico che in periferia. “Ho cercato di usare le mie capacità per uno scopo sociale, che ritengo essere molto utile, soprattutto per il periodo estivo” ha dichiarato Daniele Antonietti. ”Acqua Gratis in Italia”, per il momento, è disponibile su App Store, a pagamento, ma a breve sarà rilasciata anche la versione per Android.

L’idea Daniele, però, non è del tutto inedita: già nel 2010 un gruppo di persone aveva ideato il progetto “Fontanelle.org – Liberi di bere, con lo scopo di realizzare la mappatura delle fontanelle presenti sia nelle città italiane che nelle città straniere. Fontanelle.org è “un progetto di design partecipativo, ideato da persone impegnate nella ricerca e nella progettazione di stili di vita ecosostenibili”, si legge sulla pagina Fb.

Si tratta di un progetto partecipativo, dove le persone possono segnalare le fontanelle che conoscono. Ad oggi abbiamo mappato 13.200 fontanelle”, hanno detto gli ideatori. “Esiste sia un’app per Android (gratuita) disponibile su Goole Play che una versione web-mobile, che consentono di trovare la fontanella più vicina. Il tutto gratuitamente”.

Va segnalato, a questo proposito, che da tempo in Italia si sta registrando la tendenza a preferire “l’acqua del sindaco” all’acqua imbottigliata. Uno studio pubblicato lo scorso anno dall’Istat, infatti,  rileva che in Italia sta crescendo il consumo di acqua del rubinetto.

Una tendenza, questa, che è destinata a rafforzarsi e che è dovuta a vari motivi: il miglioramento del gusto dell’acqua di rubinetto (grazie ad un progressivo miglioramento delle qualità organolettiche dell’acqua potabile), i maggiori controlli rispetto all’acqua minerale, il notevole risparmio economico e il minor impatto ambientale.

Per approfondire:

Nasce Eco-Water, bottiglietta ecologica per turisti e non
Studente crea app per facilitare la differenziata

Fonte: buonenotizie.it

Da uomo della provvidenza a sicario

Nonostante i numerosi decreti impopolari del suo Governo, Mario Monti per ancora troppe persone sembra essere l’uomo della provvidenza, l’unica persona in grado di risollevare il paese dalla crisi economica.

Penso che a volte basti veramente poco per farsi un’idea della situazione nella quale ci troviamo, sarebbe sufficiente comprendere le ragioni della crisi e leggersi il curriculum del soggetto in questione.

È stato, tra il 2005 e il 2008, il primo presidente del Bruegel, un comitato di analisi delle politiche economiche (think-tank), nato a Bruxelles nel 2005.

Nel 2010 è inoltre divenuto presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg. Da questi incarichi si è dimesso il 24 novembre 2011, a seguito della nomina a presidente del Consiglio

Tra il 2005 e il 2011 è stato international advisor per Goldman Sachs e precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute, presieduto dalla economista statunitense Abby Joseph Cohen.

È stato inoltre advisor della Coca Cola Company[18], membro del “Senior European Advisory Council” di Moody’s[19] ed è uno dei presidenti del “Business and Economics Advisors Group” dell’Atlantic Council[20].” Segue..

(Fonte Wikipedia)

Se i problemi sono stati creati dalla finanza, dalle lobby, dalle istituzioni sovranazionali ed i club privati di influenza planetaria, Monti ne ha da sempre fatto parte con ruoli determinanti!

Se invece, non vogliamo credere a quelle che vengono definite teorie complottiste, vi consiglio di approfondire il seguente report:

nel 1999, nella qualità di commissario europeo per il mercato interno e delle politiche fiscali sotto la presidenza di Jacques Santer, Mario Monti è stato costretto a dare le dimissioni per accertata responsabilità collegiale dei commissari (e lui lo era) in vari casi di frode, cattiva gestione e nepotismo. Sarebbe sufficiente qusto per squalificarlo dalla carica di primo ministro, ma nessuno ne parla!

Scarica e diffondi la relazione:

http://www.europarl.europa.eu/experts/pdf/reportit.pdf

Più che uomo della provvidenza mi sembra un sicario dell’economia di un paese inerme.

Claudio Cominardi

100 sindaci firmano Carta contro spreco di cibo

“Nordest Spreco Zero”: parte dalla città di Trieste la campagna di sensibilizzazione contro lo spreco alimentare che coinvolge i cittadini del nordest e alla quale hanno già aderito 100 sindaci e le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia. I pubblici amministratori sottoscriveranno la “Carta Nordest Spreco Zero” – formulata sulla base di una Dichiarazione congiunta di cittadini, esperti e operatori – il prossimo 29 settembre 2012, in occasione della prima “Giornata contro lo spreco di cibo” promossa da Last Minute Market.

Nordest Spreco Zero” è molto più di uno slogan e di un auspicio: è un percorso concreto che coinvolge 100 sindaci del nordest del Belpaese  – con capofila il Comune di Trieste, Roberto Cosolini, affiancato dai governatori delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia – nella sottoscrizione della “Carta Nordest Spreco Zero”. Dieci buone pratiche che raccolgono in modo concreto l’impegno assunto dal Parlamento europeo, lo scorso 19 gennaio 2012, di evitare lo spreco di alimenti.

La Carta contiene una serie di strategie tese a migliorare l’efficienza della catena alimentare nell’UE, come proposto dalla Commissione per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale sulla base della Dichiarazione congiunta contro lo spreco di cibo elaborata da Last Minute Market nel quadro della campagna europea “Un anno contro lo spreco” – sottoscritta da molte personalità della cultura, della scienza, delle istituzioni.

I 100 sindaci sottoscriveranno la Carta durante la cerimonia pubblica prevista per sabato 29 settembre 2012 a Trieste, nell’ambito della prima edizione di “Trieste Next – Salone Europeo dell’Innovazione e della Ricerca Scientifica” (28-30 settembre 2012). L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, e l’agroeconomista Andrea Segrè, ideatore e presidente di Last Minute Market.

Lo spreco alimentare è uno scandaloso paradosso del nostro tempo. Mentre, da un lato, vi è la necessità di aumentare la produzione di cibo del 70% nei prossimi anni per poter nutrire una popolazione che conterà 9 miliardi nel 2050, dall’altro nel mondo si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto. Se si potessero recuperare tutte le perdite alimentari e tutti gli scarti, si potrebbe dare da mangiare – per un anno intero! –  a metà dell’attuale popolazione mondiale: cioè a 3,5 miliardi di persone.

“Proprio a partire da queste considerazioni e da questi dati”, ha spiegato Andrea Segrè, Preside della Facoltà di Agraria a Bologna e fondatore di Last Minute Market, “nel 2010 abbiamo avviato la Campagna Europea di sensibilizzazione “Un anno contro lo spreco”, in stretta partnership col Parlamento europeo-Commissione Agricoltura”.

La crisi globale, paradossalmente, può offrire un’occasione di cambiamento, e in questo senso la società civile può dare un indirizzo importante alle forze politiche ed economiche“, ha continuato Segrè. “La “Carta Nordest Spreco Zero” è un esempio importante: formulata sulla base di una Dichiarazione congiunta di cittadini, esperti e operatori, verrà adottata dai pubblici amministratori e diventerà buona prassi quotidiana per i cittadini amministrati. Le nostre azioni, anche se piccole, possono veramente portare a un mondo nuovo. Dobbiamo tornare a credere nel nostro ruolo di individui-cittadini attivi nella società“.

Il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, ha sottolineato come “nella “Carta contro lo Spreco”, non ci sono solo belle e generiche parole, ma contiene impegni amministrativi seri, ad esempio legati ai bandi pubblici per i servizi di ristorazione, dove viene chiesto alle aziende partecipanti, attribuendo adeguati punteggi, di ridurre gli sprechi delle derrate alimentari e di favorire l’utilizzo di prodotti a Km zero”. “E’ un impegno serio”, ha concluso il primo cittadino, “per un salto di qualità nel rapporto tra gli enti locali e le comunità di appartenenza, a favore di un consumo responsabile e senza sprechi”.

Con la sottoscrizione della “Carta Nordest Spreco Zero” verranno rese subito operative alcune delle indicazioni contenute nella Risoluzione Europea contro lo spreco, che ha l’obiettivo di dimezzare, entro il 2025, sprechi e perdite alimentari: gli amministratori si impegnano a sostenere tutte le organizzazioni pubbliche e private che recuperano, a livello locale, i prodotti rimasti invenduti e scartati per redistribuirli gratuitamente alle categorie di cittadini al di sotto del reddito minimo.

Fonte: buonenotizie.it

RIVITALIZZIAMO LA PIAZZA

Iniziative:

La piazza di Palazzolo, si sa, manca di una vivacità propria, linfa di un centro cittadino aperto ad attività di socializzazione  a causa delle errate scelte di insediamenti commerciali non adatti a promuovere dette attività, le troppe banche occupano spazi centrali che purtroppo nelle ore post lavorative non danno altro che desolazione.

Per fortuna ci sono le associazioni che promuovono iniziative per colmare in parte queste mancanze.

L’ASSCOM S. FEDELE presenta l’iniziativa “Concorso di pittura per bambini dai 6 agli 11 anni”

Disegna la tua piazza in festa!

Si invitano bambini a consegnare i loro lavori entro il 30 agosto negli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa che trovate sulla locandina.

staff Palazzolo 5 stelle

USA: GOVERNO E GRANDI BANCHE SI PREPARANO AD UN IMMINENTE COLLASSO FINANZIARIO?

Tratto interamente da “Voci dalla strada”

Sembra che stia accadendo qualcosa di veramente strano. In tutto il mondo, i governi e le grandi banche si comportano come se prevedessero un imminente collasso finanziario. Purtroppo, non siamo al corrente delle conversazioni riservate che si svolgono nei consigli di amministrazione aziendali e nelle stanze del potere in luoghi come Washington DC e Londra, quindi tutto quello che possiamo fare è cercare di dare un senso a tutti gli indizi che sono intorno a noi.
Naturalmente è del tutto possibile fraintendere questi indizi, ma nascondere la testa sotto la sabbia non porterà niente di buono.
La settimana scorsa, è stato rivelato che il governo degli Stati Uniti, negli ultimi due anni, ha chiesto segretamente a cinque delle più grandi banche americane “di sviluppare piani per scongiurare il crollo“. Di per sé, questo non è un granchè. Ma quando si aggiunge quel tassello alle decine di altri indizi di un imminente collasso finanziario, comincia ad emergere un quadro molto preoccupante. Negli ultimi 12 mesi, centinaia di dirigenti bancari si sono dimessi, membri aziendali hanno venduto enormi quantità di azioni, e mi è stato detto personalmente che un numero significativo di banchieri di Wall Street hanno acquistato “beni per la sopravvivenza” nelle comunità rurali questa estate.

Nel frattempo, ci sono state segnalazioni che il governo degli Stati Uniti ha fatto scorta di alimenti e munizioni, e Barack Obama ha firmato tutta una serie di ordini esecutivi che potrebbero essere utilizzati nel caso di un tracollo grave della società. Che cosa significa tutto questo? Potrebbe significare qualcosa o potrebbe significare nulla. Quello che sappiamo è che ad un certo punto arriverà un crollo finanziario. Negli ultimi 40 anni, la quantità totale di tutti i debiti negli Stati Uniti è cresciuta da circa 2 miliardi di dollari a quasi 55 trilioni di dollari. Questa è una ricetta pe Continua a leggere

Rettifica all’articolo del BresciaOggi – 15 agosto 2012

Questo articolo di giornale riporta due inesattezze, una conseguente all’altra. Contrariamente a quanto sostiene BresciaOggi:
1. Palazzolo 5 stelle ha depositato in data 26 luglio il rendiconto di spese della campagna elettorale, seppur con leggerissimo ritardo rispetto alla scadenza per un disguido di comunicazione, appena sollecitati abbiamo immediatamente consegnato tutto. (l’art. è datato 15 agosto 2012)
2. La lista che ha speso meno è Palazzolo 5 stelle : 731.70 € .

copia protocollata consuntivo spese elezioni amm. 2012

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: