• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,941 accessi
  • Categorie

BRE-BE-MI: INTERVISTA A PATRIZIO DOLCINI

Lunedì 25 luglio si è svolto a Urago d’Oglio un sit-in di sensibilizzazione contro la mala gestione dell’ oramai famosa Bre-be-mi: l’ autostrada che collegherà Milano a Brescia passando per la media pianura, attesi anche il presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni e quello di Bre-be-mi, Franco Bettoni.

Complice la giornata infrasettimanale e l’orario, il presidente del circolo di legambiente della bassa bergamasca Patrizio Dolcini ha stimato circa una cinquantina di partecipanti.

Esserci è stato fondamentale, visto che era in corso il summit tra i vertici di BRE-BE-MI sull’avanzamento dei lavori dell’autostrada, dove ha partecipato anche il “nostro” illegittimo presidente della regione Formigoni. Il presidio si è formato dalle ore 9.00, tra ingenti schieramenti di polizia, carabinieri, finanza, digos e polizia locale.

Vorrei innanzitutto suggerire uno spunto di riflessione sull’utilità o meno di questa mastodontica opera.
Niente da obbiettare sulla quantità di traffico che attraversa la nostra regione tra Milano e Brescia. Il moVimento 5 stelle ha nel programma la stellina dei trasporti che propone delle soluzioni concrete.

Siamo in tanti e con tante esigenze, quindi in qualche modo bisogna soddisfarle; i “bisogni” per loro natura tendono solo ad aumentare per numero e portata, ma a questo punto non vi viene il dubbio che le “istituzioni occupate” facendo leva su questa nostra condizione di presunta necessità, pilotino l’opinione pubblica disinformando convincendoci che la costruzione di una nuova arteria stradale risolverà tutti i mali?

Sappiamo invece che ci sono altri metodi per decongestionare il traffico merci e di persone sulle nostre strade, con gradualità ci si dovrà adeguare per forza all’impossibilità pratica di una crescita esponenziale dei trasporti e non solo, occorrerà innescare gradualmente una decrescita della circolazione del traffico incentivando gli acquisti di prodotti il più vicino possibile a casa; cercare di ricollocare gli impieghi dei lavoratori pendolari il più vicino possibile alle loro residenze incentivando piuttosto il telelavoro.

Poi sul tavolo c’è una questione, anzi, direi, “La Questione” dell’indotto delle costruzioni in opera lungo tutto il percorso della nuova autostrada, con la poco consolante prospettiva di avere una nuova simil MI-VE, costeggiata da centri logistici, capannoni e centri commerciali. Tutto per la gioia delle imprese appaltatrici che vi parteciperanno.

Ora in me sorge un’inevitabile dubbio: a chi serve veramente un’opera che tra l’altro è già raddoppiata come costi rispetto al progetto iniziale? Si stima che al momento è stata realizzata solo circa il 20%!

Di questo passo quanto verrà a costare alla collettività? E con che benefici? Con quali nuove problematiche? Che impatto si avrà sulla salute?

Pensiamoci, stiamo all’erta gente, agiamo quanto prima, non permettiamo che si faccia ulteriore speculazione e consumo inutile di territorio, che dovrebbe essere destinato all’ agricoltura.

Ricordiamoci che l’essere umano si nutre dei prodotti della terra, non di cemento.

a cura di Angelo Borgogni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: