• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 304,259 accessi
  • Categorie

Belgio: l’alta velocita diventa verde

 

Le società Enfinity e Infrabel stanno costruendo un impianto fotovoltaico, unico nel suo genere, sul tetto del tunnel dell’alta velocità nel Paese

Enfinity, azienda leader nel settore dell’energia rinnovabile, ha siglato un accordo di partnership con Infrabel e i comuni di Schoten e Brasschaat per la costruzione di un impianto a energia solare sul tetto della galleria ferroviaria dell’alta velocità lungo l’autostrada E19 in Belgio.

Una potenza pari a 3,92 megawatt di picco. L’energia solare sarà utilizzata per alimentare sia i treni convenzionali che i treni ad alta velocità, rappresentando un’ applicazione unica dell’energia solare in Europa.

Più di 16.000 pannelli solari verranno installati sul tetto della galleria ferroviaria ad alta velocità per una lunghezza totale di 3,4 chilometri. Il tunnel è utilizzato principalmente dai treni dell’alta velocità che collega Amsterdam e Parigi attraverso Bruxelles.

La superficie totale del tetto della galleria è di 50.000 mq, più o meno l’equivalente di 8 campi da calcio. L’impianto dovrebbe generare circa 3,3 MWh di energia elettrica l’anno, pari al consumo medio annuale di circa 950 famiglie. Più di 47.300 tonnellate di emissioni di CO2 saranno evitate per un periodo di 20 anni.

L’installazione ha avuto inizio l’estate scorsa sul lato nord del tunnel. La fine lavori è prevista per dicembre 2010. L’investimento totale sarà pari a 14,5 milioni di euro.

Infrabel, il gestore dell’infrastruttura ferroviaria Belga, utilizzerà l’energia verde del raccordo Nord-Sud Anversa (compresa la stazione centrale di Anversa) e per alimentare sia i treni convenzionali che quelli ad alta velocità sulla linea Amsterdam-Bruxelles-Parigi.

Con questo progetto Infrabel vuole sottolineare il suo credo nelle energie rinnovabili come una valida e complementare alternativa alle fonti energetiche convenzionali.

L’attuazione di questo progetto sotto forma di una cooperazione pubblico-privato soddisfa la richiesta dei comuni di Schoten e Brasschaat per dare alla superficie di copertura del tunnel una funzione utile di là del suo scopo originale.

Una nuova società, denominata SPS Fin è stata creata per gestire e portare a compimento il progetto.

Ancora una volta ci teniamo a sottolineare un esempio extra nazionale di impegno a favore delle energie rinnovabili.
Il movimento,  come sempre attento al tema delle energie rinnovabili, questa volta vuole sottolinare non solo la scelta della fonte energetica,  ma soprattutto la sua ubicazione.  Sempre più spesso si sta consumando territorio agricolo e territorio verde, invece di sfruttare zone gia cementificate, aree dimesse ed i  tetti degli edifici pubblici e privati.
Le vaste aree a concentrazione di energie, seppur rinnovabili, non solo consumano territorio e biodiversità, ma non creano la democrazia energetica e l’autosufficienza che è la vera svolta del pianeta.
Insomma le rinnovabili gestite senza perseguire gli obbiettivi di democrazia ed autosufficienza tolgono un male da una parte per appoggiorlo da un’altra.
Se le amministrazioni intendono percorrere questa strada incontreranno la nostra contrapposizione nonostante il tema sia a noi caro.
 
Piantoni Matteo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: