• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 316.387 accessi
  • Categorie

WICTOR E LA SOLIDARIETA’?

Un altro pezzo di storia palazzolese ha preso la via del tramonto sotto lo sguardo attento e preoccupato dei cittadini e quello meno attento dell’amministrazione, che poco ha fatto per aiutare la causa, nonostante più volte in consiglio alcune opposizioni abbiano chiesto riscontro e tempestivo intervento. Sicuramente la Wictor non sarebbe stata salvata dalla  “Sala & C.”, ma molto si doveva e si poteva fare già  per aiutare chi al tramonto di oggi farà fatica a rivedere una nuova alba domani.

Sono proprio queste persone con famiglia che d’ ora in poi resteranno senza certezze,  spesso umiliate ed in difficoltà economiche. Purtroppo si sente parlare sempre di quante persone hanno perso il lavoro – ma mai si parla – di quelle a cui cambia improvvisamente la vita;  spesso chi  paga le conseguenze sono anche  i figli.

La solidarietà è arrivata da molte parti:  il blog ha dato spazio e voce agli operai e spesso altri cittadini sono intervenuti nella discussione portando il loro sostegno, anche gli amministratori hanno mandato i propri messaggi di Continua a leggere

Biciclettata: OBIETTIVO RAGGIUNTO?

La giunta comunale di Palazzolo sull’oglio, in data 28 Settembre 2010, presenti il sindaco Sala, Bertoli, Lancini, (Raccagni assente) Stucchi, Armando e Romana Turra e Urgnani, hanno approvato un progetto che prevede la costruzione di una pista ciclo-pedonale in via Pontoglio per attingere ai cofinanziamenti regionali attraverso un bando per “interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica”.

L’obiettivo della Biciclettata – da noi organizzata il 12 settembre con l’appoggio del circolo GEP-Legambiente di Pontoglio il quale auspicava la realizzazione del progetto di via Pontoglio – era quello di migliorare l’intera viabilità ciclabile a Palazzolo. Il progetto  in questione fu già approvato nel 2006 per poi essere approvato in maniera definitiva nel dicembre 2007, ma in questi tre anni è stato forse perso in qualche cassetto. Possiamo attribuirci il merito di aver rinfrescato la memoria all’amministrazione palazzolese contribuendo a velocizzarne i tempi di applicazione. Sicuramente è un segnale positivo per i cittadini, un primo passo per coloro che vogliono vivere in un paese più sostenibile, liberi di poter circolare per le strade senza dover temere per la propria incolumità personale. In un paese, in una città dove il sistema ciclo-pedonale è ben organizzato i benefici sono notevoli, minor traffico, minor inquinamento, minor sperpero delle risorse (monetarie e combustibili fossili) ma soprattutto il piacere di potersi godere la propria città. Purtroppo questo non sempre è possibile.

Siccome l’amministrazione si è mostrata con questa prima mossa disponibile a progetti di questo stampo, noi le rinfreschiamo la memoria su un altro disagio inerente le piste ciclabili palazzolesi, confidenti del fatto che la nostra voce verrà ascoltata.

A luglio ricevemmo una segnalazione di un cittadino palazzolese residente a Mura in via Piave che, attraverso delle foto e una dettagliata descrizione, ci raccontò quanto sarebbe stato impegnativo per il figlioletto raggiungere la scuola elementare a causa di un percorso mal pensato – gestito – costruito. Invitiamo alla lettura integrale dell’articolo

Ecco perché crediamo che con questo progetto a Palazzolo i problemi della viabilità-mobilità sostenibile non siano risolti: purtroppo non è sufficente sfoderare l’approvazione di un progetto già esistente redatto da altri per placare i bisogni della cittadinanza. Quello che Palazzolo e  i suoi cittadini chiedono è una attenta e scrupolosa pianificazione del territorio con una conseguente attuazione parsimoniosa dei progetti; in parole povere niente sprechi e magna magna!

 

Emanuela Salogni per Palazzolo  5 Stelle

TEFLON E GORETEX NEMICI DEI BAMBINI

I perfluorinati, utilizzati per padelle, giacche a vento, insetticidi e altro ancora, hanno un’azione tossica sull’organismo alterando il sistema immunitario, endocrino e l’accrescimento.

I perfluorinati (PER) sono sostanze chimiche prodotte industrialmente dall’uomo, ubiquitarie e resistenti alla degradazione; sfruttando le loro caratteristiche lipo- e idrofobe sono ampiamente utilizzate  per la produzione di contenitori per alimenti, padelle antiaderenti (teflon), tessuti (goretex), tappeti, idropitture, lucidanti per pavimenti e insetticidi. La loro tossicità sembra essere dovuta a interferenze nel trasporto e metabolismo dei grassi all’interno delle cellule; negli animali da esperimento possono provocare alterazioni del sistema immunitario ed endocrino e dell’accrescimento. E’ stato dimostrato che la placenta è permeabile ai PER. Uno studio giapponese, osservazionale-prospettico, (11.Washin N, Saijo Y, Sasaki S. et al. Correlations between Prenatal Exposure to Perfluorinated Chemicals and Reduced Fetal Growth Environ Health Perspect 2009; 117:660–667) ha valutato la correlazione tra esposizione prenatale a bassi livelli di perfluorooctanoato (PFOA) e di perfluorooctano sulfonato (PFOS) e la crescita fetale. A una coorte di 428 gravide reclutate dal Luglio 2002 all’Ottobre 2005 sono stati dosati i livelli ematici di PFOA e PFOS e correlati con i valori antropometrici dei neonati; tramite apposito questionario sono state indagate di ogni gestante le abitudini alimentari, il consumo di alcool e caffeina, il fumo, il reddito e la scolarità. L’unica correlazione statisticamente significativa che emerge dall’analisi dei risultati è quella negativa tra  il livello serico di PFOS materno e il peso alla nascita, ma solo nelle femmine; nessuna relazione è stata evidenziata con PFOA. Cosa concludono gli autori? I dati ottenuti sono insufficienti e contrastanti rispetto a precedenti analoghi lavori. E’ necessario approfondire ulteriormente la tossicità dei PER sul feto umano e ampliare lo studio sui loro possibili danni endocrini, immunologici  e neurologici.

FONTE: terranuova.it

RACCOLTA DIFFERENZIATA: 10 REGOLE PER FARLA CON CLASSE

Dove vanno i cartoni sporchi di pizza? Le lampadine? E le cassette di legno? Non basta riconoscere e separare i diversi materiali. La raccolta differenziata di prima qualità prevede accortezze che fanno davvero la differenza, anche in termini economici…


Mentre nelle realtà a noi vicine come Rovato, Adro, Roncadelle oltre il 91% e altri paesi in tutta Italia dove la raccolta differenziata spinta è già realtà, invitiamo i concittadini di Palazzolo ad assumere già da ora la buona abitudine di separare i rifiuti come se questi gesti facessero già parte del loro vivere quotidiano
Intanto – aspettando che i nostri dipendenti comunali ci diano notizie del documento consegnato e protocollato riguardante la raccolta differenziata – a costo di risultare ripetitivo, vorrei proporvi una guida al buon senso riguardante il come devono essere trattati i rifiuti prima di essere portati nelle varie realtà che accolgono materiali riciclati per essere ritrasformati in materie riutilizzabili.
Leggi anche la nostra guida ecologica.
Angelo Borgogni per Palazzolo 5 stelle.

Nel corso della prima Giornata nazionale del Riciclo e della Raccolta differenziata di Qualità, sabato 2 ottobre 2010 nelle 20 piazze italiane è stato distribuito il Decalogo della Raccolta Differenziata di Qualità:
1. Separa correttamente gli imballaggi in base al materiale di cui sono fatti e mettili nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata. Grazie a te che separi gli imballaggi e al Comune che li raccoglie, Conai fa rinascere l’acciaio, l’alluminio, la carta, il legno, la plastica e il vetro.
2. Riduci sempre, se possibile, il volume degli imballaggi: schiaccia le lattine e le bottiglie di plastica richiudendole poi con il tappo, comprimi carta e cartone. Se fai questo, renderai più efficace il servizio di raccolta differenziata.
3. Dividi, quando è possibile, gli imballaggi composti da più materiali, ad esempio i contenitori di plastica delle merendine dalla vaschetta di cartone oppure i barattoli di vetro dal tappo di metallo. Se fai questo, limiterai le impurità e permetterai di riciclare più materiale.
4. Togli gli scarti e i residui di cibo dagli imballaggi prima di metterli nei contenitori per la raccolta differenziata. Se fai questo, ridurrai le quantità di materiali che vengono scartate.
5. Sappi che la carta sporca (di cibo come i cartoni della pizza, di terra, di sostanze velenose come solventi o vernici), i fazzoletti usati e gli scontrini non vanno nel contenitore della carta; e che il loro conferimento peggiora la qualità della raccolta differenziata di carta e cartone.
6. Fai attenzione a non mettere nel contenitore del vetro oggetti in ceramica, porcellana, specchi e lampadine. Inserire tali materiali può vanificare i tuoi sforzi perché rovina la raccolta del vetro.
7. Riconosci e conferisci correttamente gli imballaggi in alluminio. Oltre alle più note lattine per bevande, separa anche vaschette e scatolette per il cibo, tubetti, bombolette spray e il foglio sottile per alimenti.
8. Riconosci e conferisci correttamente gli imballaggi in acciaio, solitamente riportano le sigle FE o ACC. Le trovi su barattoli per conserve, scatolette del tonno, lattine e bombolette, fustini e secchielli, tappi corona e chiusure di vario tipo per bottiglie e vasetti.
9. Introduci nel contenitore per la raccolta differenziata della plastica tutte le tipologie di imballaggi. Fai attenzione a non introdurre altri oggetti, anche se di plastica, come giocattoli, vasi, piccoli elettrodomestici, articoli di cancelleria e da ufficio.
10. Ricorda che se hai imballaggi in legno li puoi portare alle isole ecologiche comunali attrezzate. Cassette per la frutta e per il vino, piccole cassette per i formaggi, sono tutti imballaggi che possono essere riciclati.
Il miglioramento della qualità della raccolta differenziata – classificata per fasce di qualità che misurano omogeneità, presenza di materiali estranei non riciclabili – si traduce, infatti, per un comune di 100.000 abitanti (con una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%) in corrispettivi economici che vanno dai 232.000 euro all’anno per materiale classificato in 3° fascia di qualità, per arrivare a circa 1 milione di Euro l’anno per materiale classificato in 1° fascia di qualità, quadruplicando quindi i corrispettivi.
Un meccanismo, che per una città di 1.000.000 di abitanti (con una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%), prevede finanziamenti che possono arrivare a 9,5 milioni di Euro l’anno per una raccolta differenziata di 1° fascia. Anche in questo caso, con il passaggio dalla 3° fascia di qualità alla 1° il corrispettivo è quattro volte tanto: si passa da 2,3 milioni di euro a 9,5 milioni di euro all’anno. Risorse preziose che i Comuni utilizzeranno per il progressivo miglioramento del servizio di gestione dei rifiuti da imballaggio per i cittadini.
Fonte: Eco dalle Città


ENERGIA PULITA PRODOTTA DA UN “SOMMERGIBILE” MACCHINA RIVOLUZIONARIA IN FUNZIONE NELL’OGLIO

Brescia –  Produce energia in grande quantità  e a flusso continuo, è ecologico al cento per cento e, come se non bastasse, il suo impatto ambientale è pari a zero. Una macchina fantascientifica? No, è la nuovissima invenzione di Roberto Mazzara che, a suo dire, «potrebbe rivoluzionare il modo di produrre energia, mandando in soffitta gli attuali metodi» . Il 49enne, laureato a pieni voti in ingegneria idrodinamica presso l’università  di Boston, dopo molte porte sbattute in faccia, ha trovato nell’Amministrazione comunale di Pontoglio un convinto sostenitore dell’efficacia del progetto.

FONTE: http://www.brescia7giorni.it

Che dire? non ci resta altro che condividere l’idea e girare il suggerimento ai nostri DIPENDENTI.

staff.

UN POMERIGGIO COL PARTITO DELL’AMORE

Partiamo alla volta del castello Sforzesco di Milano, per trascorrere un piacevole pomeriggio circondati dai festosi e amorevoli sostenitori del cavalier Silvio da Arcore, detto il Berlusca. Giungiamo alla  meta dopo aver schivato a fatica un nuvolo di calorosi tifosi della Brambilla,quella rossa ,poi c’era quella bionda , quella mora ,quella….. basta . La domanda sorge spontanea: sono le seguaci dell’amore, le aspiranti emulatrici delle loro modelle-ministre, o le rappresentanti del popolo libertino che fedelmente ricalcano il gentil sesso votante pdl?

Siamo nella tana del lupo, non per provocare, ma per registrare uno spaccato d’ Italia che per quanto noi apertamente contestiamo, esiste. Abbiamo voluto capire le ragioni che spingono queste persone a fare quello che a noi pare inconcepibile. Partiamo così alla volta di Milano per ritrovarci nel cortile del castello Sforzesco circondati da un popolo omogeneo: gli uomini occhiale casual chic, griffatissimo, con capello medio lungo, aria da industrialotto in erba e “Libero” sotto al braccio, orologi massicci in bella vista assieme alle giovani e fedeli compagne; l’aria è pregna delle fragranze di lusso delle consorti vestite di tutto punto –in una commistione tra donna lussuosa-chic-provocante e l’idea che un tailleur possa donare un’aria imprenditoriale ai loro corpi statuarizzati dal rigoroso tacco 12 e con la giusta (over)dose di botulino-bisturi-parrucchiere-cerone. È in questa aura festosa e lussureggiante che arriva il loro imperatore, accolto da musiche trionfali (incessanti anche prima del suo arrivo con video auto-celebrativo montato dei vecchi discorsi della discesa in campo). Berlusconi è un fiume in piena e forte degli applausi di un popolo completamente acritico, privo di qualsiasi preparazione/informazione, che gli pende dalle labbra. Ogni frase viene applaudita con gran fervore, dalla dichiarazione politica, alla battuta insomma a qualsiasi idiozia lui dica: viene preso sul serio anche quando dice di aver convinto una delle persone più influenti al mondo, il Presidente Obama, a stanziare 700 miliardi di dollari per salvare 450 banche americane dal tracollo finanziario. Se fosse vero la cosa sarebbe al quanto tragica, avrebbe condannato il popolo americano ad un debito colossale.. ma siccome c’è già altra gente BEN AL DI SOPRA di Berlusconi che da consigli o meglio ordini ad Obama, la teoria è al quanto ridicola.

La gente forse lo ama anche per questo, forse li rappresenta, le sparate da bar durante il comizio ne abbiamo sentite veramente tante da parte di tutti, giovani e non.

Piccoli e grandi gruppi di Ultras con striscioni alla mano che inneggiavamo amore e sostegno al loro presidente che con i suoi discorsi – dal tono in pieno stile “istituto LUCE”-  ha attaccato chiunque, con la solita conclusione che i giornali e le tv e i magistrati sono tutti comunisti, compresi gli arbitri (e anche i guardalinee). Non si risparmia neppure nel ricordare –per l’ennesima volta- quanto grande sia il debito pubblico lasciatoci dalle precedenti legislature, specificando quelle dagli anni 80 al 92, dimenticandosi forse che in quegli anni c’era al governo un suo carissimo amico: Bettino Craxi. E’ stato lui ad aiutare Berlusconi nel momento del bisogno permettendogli – nonostante la legge glie lo impedisse – di trasmettere con le sue frequenze locali private a livello nazionale; tutto grazie ad un decreto emanato ad hoc in fretta e furia dallo stesso Craxi. Eppure al comizio di domenica Berlusconi non nomina il suo caro amico defunto per ringraziarlo delle malefatte che gli hanno permesso di ottenere il potere che ora ha, ma lo accenna come “quelli della prima repubblica che ci hanno lasciato un debito enorme”… amici amici, amici un… il resto lo sapete anche voi.

Ha davvero la memoria corta il Silvio: dimentica gli amici e dimentica anche l’importanza che certi personaggi e  avvenimenti hanno avuto sulla storia italiana: definirà infatti un gruppo di “4 vecchietti sfigati” i componenti della fantomatica loggia massonica P3, alcuni dei quali facenti parte anche della precedente e più tristemente nota loggia P2 del “venerabilmente criminale  Licio Gelli” scoperta proprio nel 1981 grazie ai Magistrati milanesi Colombo e Turone che poi hanno fatto parte del famoso Pool di Mani Pulite ( insieme a Di Pietro, Davigo, D’Ambrosio) che il premier tanto detesta… chissà perché?

Indovinate a chi apparteneva la tessera numero 1816 della P2. A questa domanda una fan sfegatata di Berlusconi presente domenica ha saputo solo dire “chi? Chi? Ah! Annozero!!” (puntando il dito contro di noi). Indottrinamento, bombardamento mediatico…potremmo definirlo in  tanti modi, il punto è che molti –troppi- come la signora sopracitata nel sentire continuamente dai media che ad annozero vengono raccontate delle fandonie mai sentite prima, i fatti sconosciuti di conseguenza non vengono valutati in quanto tali, ma collegati al fatto che se non si sono mai sentiti prima allora vuol dire che sono idiozie, e se sono idiozie l’anagramma diventa annozero. E’ un concetto tanto sottile da essere tagliente quanto una lametta. La reazione delle persone presenti al comizio di fronte a domande o affermazioni che mettessero in discussione le parole e opere del Berlusca è stata di totale rifiuto a qualsiasi dialogo costruttivo riducendo il confronto ad uno scontro al limite dell’aggressione fatto di slogan preconfezionati dalla macchina propagandistica.

Emblematica è la lista stilata dei personaggi che stanno smontando il suo gioco criminale creato pazientemente in 3 decenni di attività dubbie“varie ed eventuali”, in collusione con i personaggi più controversi della triste storia d’Italia, dalla fine degli anni 60 ad oggi e che hanno portato il nostro paese ad essere al terzultimo posto fra i paesi europei in termini di legalità, giustizia, trasparenza ed informazione. Questo perché a differenza degli altri paesi, l’ italiano medio ha preferito spegnere la capoccia e tenersi alla larga dall’informazione; troppa fatica.

I punti del programma della loggia massonica P2 sono gli stessi che stà attuando Berlusconi: – acquisizione di giornali e televisioni – separazione delle carriere dei magistrati per debilitare  l’azione della magistratura –divisione dei sindacato – modifica della costituzione ..ecc.

Ciò che è chiaro è che sia un uomo in difficoltà , che ha avuto tutto ma al quale è mancata

solo una cosa essenziale per essere un vero uomo…..sè stesso!

EmanuelaClaudio  Salogni per Palazzolo5stelle

NUOVA STRATEGIA EUROPEA PER LE PARI OPPORTUNITA’

La Commissione europea ha avanzato una proposta di interventi legislativi per colmare il divario esistente tra uomo e donna, soprattutto in relazione al lavoro, al salario e all’incolumità psico-fisica. Il piano quinquennale prevede l’incremento del numero di donne impiegate nelle imprese e nelle professioni, misure a favore delle quote rosa all’interno dei consigli di amministrazione delle aziende, l’istituzione di una giornata europea per la parità salariale. Interventi mirati verranno adottati per la prevenzione delle violenze domestiche.

Sulle parità di genere al maschile, la Commissione propone una maggiore agibilità dei concedi parentali rivolti ai padri e azioni a tutela dei bambini maschi, il cui abbandono scolastico è superiore a quello delle loro coetanee.

Viviane Reding, commissaria europea per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, in una dichiarazione stampa ha affermato che “per rilanciare il motore della crescita, l’ Europa dovrebbe usare meglio il talento delle donne, anche nei posti di comando”.

Nonostante le numerose iniziative intraprese negli ultimi anni dagli organismi comunitari, attualmente in Europa si registra un tasso dell’occupazione femminile inferiore del 18% rispetto a quello maschile. Le donne continuano ad essere sotto rappresentate nei ruoli di responsabilità, il loro rischio di povertà è maggiore rispetto agli uomini, e infine, sono le più esposte alla violenza domestica e alla tratta degli esseri umani.

La nuova strategia europea rilancia piani d’azione in corso e apre un solco importante non solo per la parità di genere, ma per la tutela dei diritti fondamentali.

FONTE: Buone notizie.it

P.S.

Speriamo non sia il solito fumo negli occhi…. E IN ITALIA?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: