• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,120 accessi
  • Categorie

CRISI ECONOMICA PARTE 2

Non credo nella bacchetta magica, credo che siano gli uomini e le donne a determinare il vero andamento del mondo, spetta a tutti noi creare un mondo migliore.

Un capo indiano disse: la terra ci è stata prestata dai nostri padri per donarla ai nostri figli.

Vi ricordate?

Circa un anno fa o poco più feci una ricerca per portarvi a conoscenza di alcuni fatti e meccanismi che hanno portato a questa crisi economica – niente che non si sapesse già – solo per tenercelo presente, per avere una sintesi di dati senza andare a caccia nel web (https://listacivicacinquestelle.wordpress.com/2009/07/17/crisi-mondiale-e-soluzioni/ )

non  per distogliere l’attenzione dai fatti locali palazzolesi, tutt’altro : le conseguenze causate della globalizzazione selvaggia avrebbero portato inevitabilmente a delle ricadute anche a livello locale. Infatti, per ragioni prevalentemente  finanziarie, alcune delle nostre maggiori industrie – insieme alle famiglie dei loro dipendenti – soffrono a cusa della crisi e con l’intento di abbattere i costi hanno esternalizzato le lavorazioni, mettendo sulla strada parecchi lavoratori e aumentando così i disagi alle loro famiglie.

I tempi nei quali viviamo sono senz’altro inediti e pieni di spunti di riflessione,  sono in atto  dinamiche che possono portare a grandi sconvolgimenti.

Nonostante la crisi e i sacrifici richiesti ai lavoratori e alle imprese,  parte di chi contribuisce in maniera attiva a questo sfacelo, non si fa scrupolo di ostentare la propria ricchezza, con ville, yacht e feste faraoniche.

E anche in questo il Presidente del Consiglio è primo nell’arte dell’ostentazione della sua ricchezza. Se poi si pensa a come questa ricchezza sia stata acquisita, il senso di schifo non può che aumentare a dismisura. Ma non è solo questo. La corruzione – che ha sempre contraddistinto il sistema – ha raggiunto livelli incredibili: non c’è politico di destra né di sinistra che non sia sospettato o indagato per aver ricevuto in cambio di favori escort, regali e mazzette.

Facciamo ora il punto della situazione:

Ci dicono che tutto questo è colpa della crisi, come se la crisi fosse un cataclisma naturale e non un male legato a questo tipo di sistema di produzione e di governo che non è eterno, né insuperabile. Anzi! Proprio perché sta facendo fare passi in dietro all’umanità di decenni, merita di essere spazzato via visto che costituisce un ostacolo allo sviluppo culturale, intellettivo, creativo della specie umana relegando l’uomo ad essere succube dei falsi miti televisivi e rendendolo  niente più che mera merce di scambio-lavoro.

Purtroppo leggendo qua e là e cercando di fare un’analisi degli eventi, c’è poco da stare allegri: lavoro precario, inquinamento, risorse che non sono infinite. A tal proposito vorrei portare alla vostra conoscenza gli studi del sig. Mathis Wackernagel del Global Footprint Network; egli dichiarò che il 21 agosto 2010 era stato raggiunto l’Overshoot Day , il giorno in cui sono state utilizzate tutte le risorse prodotte dalla Terra in un anno, questo traguardo l’abbiamo raggiunto un mese prima dell’anno scorso….

leggi l’articolo:

http://www.beppegrillo.it/2010/08/la_bancarotta_della_terra/index.html?s=n2010-08-21

Forse è un “problema” di profitto…???

E le banche come stanno?

Un ruolo importante lo giocano le banche, che grazie alle scatole cinesi della finanza,  hanno come obiettivo il profitto a qualunque costo e a discapito di tutto il resto, creando un effetto paralizzante sulla reale capacità di sviluppo dell’umanità nell’interesse globale.

Ecco gli effetti invisibili ma al tempo stesso nefasti per l’economia contrapposti a quelli visibili che i media ci presentano. ( fonte: dati pubblici del governo federale americano )

Forse non tutti sanno che in USA ci sono 10 banche chiamate “amorevolmente” too-big-to-fail: troppo grandi per fallire. Sono le prime 10 banche in termini di assets: stiamo parlando di banche come la J.P. Morgan, Goldman Sachs, Bank of America ecc. Poi vengono tutte le altre che vengono chiamate ironicamente “banchette”.. queste invece possono fallire. Eccome se possono! Leggete questi semplici dati.
Il 31 marzo 2010 il debito era di circa 20 miliardi di dollari: “mal che vada basterà che si aumenti ancora un poco il debito made in USA da 13.000.000.000.000 di dollari….che problema c’è?” avranno pensato.
La FDIC ha pronosticato che il costo dei fallimenti delle “banchette americane” tra il 2010 ed il 2014 potrebbe ammontare a 60 miliardi.

Ecco la lista aggiornata delle banche fallite in USA che hanno richiesto l’intervento del FDIC, il fondo di garanzia americano dei correntisti – http://www.fdic.gov/bank/individual/failed/banklist.html ( in continuo aggiornamento)
Dal 2000 al 2007 sono “saltate” 27 banche USA
Nel solo 2008 ne sono “saltate” 25
Nel 2009, ne sono “saltate” 140.
Nel 2010, ne sono “saltate” più di 103.
Negli ultimi 30 mesi di Crisi le banche “saltate” sono 268.

Uno quando legge queste cifre salta sulla sedia “incredibile qua sta saltando tutto il sistema bancario!”. Invece questo è solo quello che ci fanno vedere, per impressionarci, per far vedere che sono trasparenti di fronte ai problemi del sistema finanziario. Quello che invece rimane invisibile, preso com’è nel grigio quotidiano, è che le 10 Big Banks sono ormai degli stati nello stato: mantengono le proprie posizioni dominanti a livello di potere economico-finanziario e sempre più si istituzionalizzano fino a diventare veri e propri organismi sovrani fuori da ogni legge di mercato. Loro sono i sovrani-stati che formano un nuvo continente sul pianeta, non più i 5 ma ora i 6 continenti.

Davanti a tutto ciò pensate che noi ne resteremo fuori?

Francamente me lo auguro, come mi auguravo un anno fa che quello che viviamo ora non si concretizzasse, mi sa che avremo davanti ancora anni di sacrifici a carico dei ceti meno abbienti – che aumenteranno di numero e quantità – inglobando anche chi oggi crede di essere finanziariamente al sicuro a causa di un sistema che è ormai vecchio e malato. Vedremo sempre più “politici” contestati in ogni piazza, e costoro che si ostinano  a voler perpetuare questo sistema non hanno ancora trovato – e sarà difficile che la trovino – una soluzione di fronte ad una situazione tanto inedita quanto insostenibile per il nostro pianeta. E’possibile anche che dovremo assistere ad un maggiore utilizzo della repressione nei confronti di chi manifesterà il proprio dissenso o peggio, all’espansione delle guerre.

Angelo Borgogni per Palazzolo 5 stelle

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: