• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 311.960 accessi
  • Categorie

I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN ……….CONSIGLIO

A breve il video integrale

Surroga Ravelli (UDC):
Apertura del consiglio comunale con un nuovo punto all’ordine del giorno, ovvero la surroga del consigliere Stefano Ravelli, unico componente del gruppo UDC e dimissionario per motivazioni lavorative, con Angelo Cima già presente nella scorsa legislatura della giunta Moreschi, ma allora seduto tra i banchi della maggioranza.

Crisi Wictor:

Nelle comunicazioni del sindaco si affronta il problema della crisi della ditta Wictor. Finalmente, dopo varie sollecitazioni da parte della minoranza affinché l’amministrazione si dimostri attiva a riguardo delle ditte in difficoltà, il sindaco riferisce dei contatti presi e invita per una audizione della parte sindacale il sig. Ugo Cherubini della CGIL di Brescia per chiarire a tutto il consiglio la situazione e le difficoltà dal punto di vista dei lavoratori, dichiara inoltre il sindaco di rimanere a disposizione anche della proprietà. Presenti tra il pubblico molti dipendenti della Wictor.

La situazione sembra essere chiara : la ditta potrebbe continuare a stare sul mercato, ma è in forte crisi di liquidità al punto da essersi messa in liquidazione volontaria. I tempi stringono, per l’udienza fissata il 29 settembre servirà trovare un accordo tra le parti in causa : la proprietà, il sindacato e il possibile acquirente, un imprenditore pugliese del quale si sa ben poco. Solo con un buon accordo si potrà dare un futuro ai lavoratori dei quali per il momento potrebbero essere assunti solo 40 sui 71 attuali, ma solamente garantendo la piena capacità produttiva si potrà avere una prospettiva di futuro. E’ per questo motivo che il sig. Cherubini chiede al consiglio comunale di pronunciarsi perché da ogni parte deve arrivare un aiuto a sostegno di questa causa.

Così previa mini sospensione per permettere una riunione con i capigruppo viene presentata una mozione votata all’unanimità che sollecita la proprietà e tutte le parti in gioco ad un forte impegno per il mantenimento dei posti di lavoro.

Bar controcorrente:

Ancora una volta si parla del bar Controcorrente, ne è la causa l’interpellanza di Rubagotti che si lamenta della mancanza delle puntuali informative promesse dal sindaco subito dopo l’affondamento del bar. Informative mai pervenute ai consiglieri e risposte nei precedenti consigli comunali non proprio esaustive. La risposta del sindaco rivela altre cifre fin ora sconosciute ai più. Ad oggi solo per la gestione delle conseguenze dell’affondamento sono stati approntati quasi 30.000 € in parte già pagati.

Mozione a favore di Sakineh:

Selina Grasso a nome della Commissione Pari Opportunità presenta una mozione a favore della mobilitazione internazionale contro la lapidazione dell’iraniana Sakineh Mohammadi Ashtiani. Voto naturalmente unanime favorevole alla mozione, ma durante il dibattito non si è persa occasione tra i banchi della maggioranza di sottolineare le differenze tra la nostra cultura e quella di “questi paesi”. Forse la discussione era già giunta al termine, ma mi è sembrato veramente opportuno l’intervenuto del consigliere Zanni che ha chiesto di limitarsi al contenuto della mozione.

Affaire Beghetti:

Il vero punto focale di questo consiglio è però la questione dell’ineleggibilità del Consigliere Beghetti.

Questa amministrazione, almeno per quanto riguarda ciò che un normale cittadino desume dalle sedute dei consigli comunali sembra avere più a cuore le proprie beghe interne piuttosto che occuparsi delle reali problematiche della cittadinanza per la quale dovrebbe essere indirizzato il lavoro dei nostri amministratori.

E’ ormai più di un anno, fin dall’insediamento di questo consiglio che si tenta di far fuori un membro della propria maggioranza e per far questo sembra a detta di Rubagotti che non valgano più regole e regolamenti e per questo motivo presenta prima della discussione una questione pregiudiziale per la sospensione del punto ,dato che secondo regolamento e statuto comunale l’argomento avrebbe dovuto passare prima in commissione. Su richiesta interviene però il segretario comunale supplente che dichiara legittimo proseguire. Non c’erano dubbi, il supplente è quello del consiglio precedente nel quale è stata ri-presentata la questione dell’ineleggbilità di Beghetti, e anche questo è un punto che induce a riflettere……

Comunque si passa al voto : favorevoli alla sospensiva PD e Impegno Civica Palazzolo, contrari tutta la maggioranza, astenuti Palazzolo Cambia. Il consigliere Cima per l’ UDC non ha votato dato che ha abbandonato la seduta durante il dibattito.

Si entra quindi nel merito del dibattito sulla ineleggibilità del consigliere Beghetti, il quale vista la scomoda situazione non è presente a questa seduta. Il dibattito è abbastanza aspro da parte Impegno Civica Palazzolo e del PD, d’altronde si pensa che le regole non siano rispettate, né quelle comunali, né quelle nazionali. E’ bene precisare che la norma del TUEL prevederebbe che una volta convalidati i consiglieri altre cause di ineleggibilità sarebbero ammissibili solo per motivazioni subentranti e non è la situazione di questo caso. Si parla infatti della stessa causa presentata e poi ritirata durante l’insediamento di questo consiglio, ritiro che ha permesso la convalida di tutti i consiglieri.

Tutto comunque dipenderebbe dalla data di dimissioni di Beghetti dalla carica di consigliere del c.d.a di Sogeim e nemmeno la lettera dell’avvocato di Beghetti per presentare le proprie osservazioni è servita per chiarire questo dubbio essendoci nelle varie carte discordanze sulle date. Il problema però non è più questo, lo scontro è sul fatto se sia legittimo o meno richiedere ora l’ineleggibilità vista la convalida già avvenuta.

Rubagotti non risparmia critiche a questa maggioranza fino al punto di dichiararsi spaventato da questo modo di agire, dichiara che non esistono più regole, esiste solo la procedura Sala. Anche Baitelli non ci va leggero, dice infatti che questo modo di agire è una presa in giro per Palazzolo e per i palazzolesi. Dall’altra parte non si scompongono più di tanto, c’è il segretario supplente che fa da parafulmine e trovano nella Grasso una sostenitrice alla causa della maggioranza entrando anche in discussione con la Sala, rappresentante insieme a Beghetti del gruppo Intesa 852 .

Al momento del voto abbandonano l’aula: PD, Impegno Civica Palazzolo e Intesa 852. Rimangono in aula il resto della maggioranza con Palazzolo Cambia che votano compatti l’ineleggibilità di Beghetti. A questo punto è ancora corretto chiamare Palazzolo Cambia una minoranza?

Ci sarebbero cinque giorni di tempo per notificare a Beghetti il risultato della sua decadenza da consigliere, ma la maggioranza procede comunque alla surroga e si insedia in consiglio Romolo Mercuri, primo non eletto della lista PDL.

Girandola di poltrone: “occhio al conflitto di interessi di Marini…”

Essendo Beghetti presidente della Commissione Territorio si assiste ad un susseguirsi di comunicazioni di dimissioni dalle commissioni e di elezione di nuovi membri . Alla fine della girandola il posto di Beghetti quale presidente della commissione nella quale deve passare il PGT viene preso da Marini. Da notare l’esortazione della Grasso affinché Marini svolga il proprio ruolo con buon cuore. Cosa voleva dire? C’è per caso una possibilità di conflitto di interessi? Occhi aperti, orecchie spalancate e…….fiato sul collo !

Giovanni Barbò per Palazzolo5stelle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: