• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,663 accessi
  • Categorie

ACQUA PUBBLICA: A BOVEZZO VOTO UNANIME

L’acqua è un bene pubblico e la destra supera gli steccati

Votato un via libera unanime a una mozione del centrosinistra. Una sorta di freno imprevedibile all’arrivo dei privati nel settore.

Dall’ultimo consiglio comunale di Bovezzo è arrivato un interessante segnale politico: il gruppo consiliare di centrodestra, formato da Lega nord e Pdl, ha votato compatto una mozione presentata da Matteo Grandelli, capogruppo della maggioranza di centrosinistra. Il tema? L’acqua, che la mozione in questione definisce «un bene pubblico fondamentale».
Il via libera è arrivato dal capogruppo di minoranza Ivano Alvisi, sostanzialmente d’accordo, pur con qualche distinguo, nell’assunto politico contenuto nel documento votato. «Il Meridione d’Italia – ha sottolineato Alvisi – non è certo un esempio da seguire a proposito della gestione del servizio idrico pubblico. Tuttavia al Nord la situazione è complessivamente buona. E allora perchè consentire ai privati di gestire un bene così importante?».

Le parole del capogruppo hanno prevedibilmente causato una reazione più che positiva: Grandelli, Mario Folli, Nicola Fiorin e Severo Battezzi hanno commentato con favore l’atteggiamento dell’opposizione; di forze politiche che in ogni altra sede istituzionale (Provincia, Regione e Parlamento) sostengono il decreto Ronchi: quello che spalanca ai privati la strada della gestione dell’oro blù.
«Non è una questione politica – ha osservato Grandelli -. Ma di buon senso. Vediamo con piacere che anche i consiglieri di centrodestra hanno assunto un atteggiamento di apertura. L’augurio è che, pur nella differenza dei ruoli assegnati dagli elettori, questo atteggiamento possa essere adottato in altre situazioni per il bene della comunità di Bovezzo». Insomma: chi tra il pubblico si aspettava un dibattito «muro contro muro» è rimasto deluso: la mozione è passata all’unanimità.
Per il resto, nello stesso consiglio comunale c’è stata un’altra approvazione trasversale: quella del nuovo regolamento dello stesso consiglio, che ha mandato in soffitta quello risalente al 1995. Ivonne Valcamonico, consigliere e presidente della commissione preposta, ne ha illustrato i contenuti, racchiusi in una ventina di articoli. Tra le novità, la commissione è diventata permanente, ed è stata inserita la possibilità di eleggere un presidente del consiglio comunale, attualmente facoltativo nei comuni sotto i 10 mila abitanti.
Interessante, infine la proposta avanzata dall’indipendente Battezzi, il quale ha suggerito di «assegnare all’eventuale presidente un compenso pari a quello percepito dagli assessori senza intaccare il budget complessivo». Il sindaco Antonio Bazzani si è riservato di studiare la proposta.

(bresciaoggi.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: