• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 302,912 accessi
  • Categorie

PROVINCIA: ECCO I TAGLI AGLI ENTI LOCALI

Tagli ai compensi degli amministratori locali, indennità cancellate, sforbiaciate agli organismi di gestione e ai gettoni di presenza nelle società finanziate con denaro pubblico; e poi il patto di stabilità che annuncia ulteriori restrizioni. E chissà quali altre sorprese riserverà l’interpretazione della manovra del Governo pubblicata sulla Gazzetta ufficiale di lunedì. Rovente ieri il sito per chi voleva scaricare il testo, funzionari e politici di «ogni ordine e grado» intenti a interpretare articoli e commi; preoccupati i sindaci che comunque invitano ad attendere la versione definitiva che uscirà dall’esame parlamentare; comunque l’Anci, la loro associazione ha già provveduto a chiedere un incontro con il governo.

La forbice colpisce consigli comunali e provinciali: i rispettivi consiglieri potranno percepire un’indennità di funzione pari al massimo a un quinto di quanto percepiscono sindaco o presidente della Provincia. Per fare un esempio, l’attuale gettone di un consigliere provinciale di Brescia è di 162 euro, idem per le commissioni; l’indennità del presidente Molgora (che non la percepisce in quanto già beneficia di quella parlamentare) si attesta sui 6600 euro mensili. Se questa lettura sarà confermata in parlamento, i consiglieri provinciali potranno prendere al massimo 1300 euro al mese, un quinto appunto dell’indennità di Molgora. Cifra che potrebbe essere aggiornata al rialzo perchè l’indennità della Provincia di Brescia è inferiore al valore tabellare del ministero.

Il decreto dice poi che per le giunte è previsto un taglio dei compensi, dal 3 al 10 per cento a seconda delle dimensioni di Comunie e Province; sono esclusi i paesi con meno di mille abitanti. Sotto la scure finiscono pure gli amministratori di comunità montane e unioni di Comuni, anche per loro addio alle indennità. Il patto di stabilità annuncia ulteriori sacrifici. Le Province vi concorreranno nel 2011 con 300 milioni; addirittura per 1500 milioni i Comuni.

Il legislatore con gesto magnanimo ha tolto all’ultimo momento l’ineleggibilità degli amministratori dei comuni che avevano violato il patto di stabilità, così come ha cancellato la lista nera degli enti culturali destinatari di contributi dello Stato; tregua anche per il momento sul futuro delle Province più piccole.

Complessa la partita delle società pubbliche e private con limiti drastici ai gettoni di presenza e a chi sgarra il legislatore promette guai in tema di responsabilità erariale e l’annullamento degli atti; non dovranno poi essere più di cinque i componenti degli organi di amministrazione, a partire dai prossimi rinnovi. E ovviamente anche i compensi subiranno decurtazioni. C’è poi solo l’imbarazzo della scelta per far inalberare ancor di più gli amministratori: quasi cancellate le spese per consulenze, convegni, sponsorizzazioni, ecc; limiti infine agli aumenti di capitale per le società partecipate dal pubblico in rosso negli ultimi tre bilanci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: