• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 312.573 accessi
  • Categorie

CHE FINE HA FATTO LA COMMISSIONE SULL’ACQUA?

Francesco Beghetti, presidente  commissione territorio, al termine dell´ultima commissione convocata in data 7 aprile, dichiarò che l´avrebbe riconvocata entro 15 giorni, sono passati quasi tre mesi. La tematica in discussione è di vitale importanza perché l´acqua è vita; la partecipazione alla seduta precedente ha dimostrato un forte interessamento da parte dei cittadini e questo riteniamo abbia ‘turbato’ non poco il presidente di commissione, restio anche alle riprese con la videocamera.

Non conosciamo i motivi di tutto questo ritardo, ma ci auguriamo che non si stia volutamente posticipando la commissione per abbassare l’attenzione al tema, magari convocandola a luglio o ad agosto, quando la gente è in ferie e la partecipazione pubblica rischia di essere scarsa o nulla.

Ci piacerebbe sapere il perchè di tutto questo ritardo visti gli impegni presi in pubblico da parte del Presidente Beghetti che ricordiamo essere (come tutti gli amministratori) dipendente dei cittadini palazzolesi ed in quanto tale dovrebbe tutelare gli interessi di tutti. E questa vicenda riguarda proprio tutti.

Ogni azione dei nostri amministratori è legata a responsabilità pubblica e noi lo ricorderemo costantemente, per il momento con una mail ufficiale del Movimento ed a breve con altre forme di cittadinanza attiva.

> Testo della mail:

Continua a leggere

PALAZZOLO. QUESTIONE ”BAR AFFONDATO”, L’EX SINDACO MORESCHI TUONA:”E’ TUTTA COLPA DELLA LEGA E DEL SUO SINDACO”

«Ho inaugurato solo il parco delle Robinie – precisa l’ex primo cittadino – ma il locale lo tenni chiuso perchè non avevo ancora i certificati di collaudo»

A Palazzolo, poco distante dal chiosco giallo che ha sostituito nel Parco delle Robinie il bar «Controcorrente», affondato a maggio nell’Oglio in piena, è quasi finita la costruzione del nuovo bar prefabbricato che ne prenderà il posto.

In attesa dell’inchiesta sul bar affondato, un investimento di oltre 500 mila euro, l’ex sindaco Silvano Moreschi respinge le voci che attribuiscono la responsabilità del disastro alla sua amministrazione. «La realizzazione del progetto del parco con bar galleggiante – spiega Moreschi – scelto dalla maggioranza leghista del primo mandato Metelli, è partita con la bonifica dei residuati bellici, nel secondo mandato Metelli. È toccato alla mia amministrazione realizzarlo. I lavori si sono conclusi nella primavera 2009, ma ho inaugurato solo il parco delle Robinie per renderlo fruibile ai cittadini, che hanno dimostrato subito di apprezzarlo, non il bar che ho tenuto chiuso – precisa Moreschi – non tanto perché non era arredato ma perché l’ingegner Feriani, responsabile dell’ufficio tecnico, non mi aveva consegnato tutte le certificazioni di collaudo.

Quando a settembre l’amministrazione leghista di Sandro Sala lo ha inaugurato ho pensato che erano stati bravissimi, non solo ad arredarlo, trovando le risorse, ma a farlo collaudare nonostante lo stop di elezioni e ferie. Conoscendo da sempre l’Oglio e le sua
disastrose inondazioni, non mi sarei mai azzardato ad aprirlo senza tutte le verifiche tecniche che ne garantissero la sicurezza».

Continua a leggere

CONTRIBUTI NO GRAZIE!

Palazzolo 5 stelle, in seguito ad un dibattito interno ha deciso di non richiedere e quindi di non accettare eventuali donazioni da enti pubblici, questo per rafforzare ulteriormente il principio di indipendenza che ci contraddistingue.

In sostanza ricalchiamo la scelta intrapresa dal moVimento 5 stelle, unica lista che ha rinunciato ai rimborsi elettorali (1 milione e 750 mila euro). E’ giusto che i cittadini siano liberi di scegliere chi finanziare. Nel caso dei contributi comunali alle associazioni spesso sembra si ricorra ad un sistema di tipo clientelare, favorendo un’associazione piuttosto che un’altra. Alla memoria ci sovviene il contributo di 2.000 o 3.000 eu circa, che la passata amministrazione erogò alle “Sentinelle” , a quel tempo presieduta dall’assessore leghista Stefano Raccagni. Col giochino del compromesso non vogliamo avere nulla a che fare, per questa ragione confidiamo nelle donazioni volontarie e cogliamo l’occasione di ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto ed i tesserati che hanno quasi raggiunto quota 50 iscritti.

Staff Palazzolo 5 stelle

SMALTIMENTI IRREGOLARI: UN ARRESTO A BRESCIA.

Un’area contaminata da Pcb nel Bresciano

ll Nucleo Investigativo per la Repressione degli Illeciti Ambientali di Brescia, ha eseguito una serie di misure cautelari nell’ambito di un’inchiesta su un traffico illecito di rifiuti per un quantitativo di oltre 4.000 tonnellate. Un uomo è stato arrestato e sono stati sequestrati 15 autocarri e cisterne per un valore di circa 1.500.000 euro, appartenenti a tre aziende bresciane, utilizzati per il
traffico illecito di rifiuti.
Le indagini, coordinate dalla Procura di Brescia, erano iniziate lo scorso novembre. Gli indagati, secondo il Nita, sarebbero responsabili a vario titolo, di un traffico illecito di rifiuti per un quantitativo di oltre 4.000 tonnellate. Si tratta di rifiuti provenienti dalla bonifica che riguarda il sito di interesse nazionale “Caffaro”, risultato inquinato da Pcb. Quanto prelevato
dal sito, in particolare, è stato destinato al riempimento di una cava contenente acqua, invece d’essere avviato al recupero in centri autorizzati, poi, al trasferimento in discarica.

Continua a leggere

PALAZZOLO. 11MILA EURO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL ”CONTROCORRENTE”: CHI PAGA?

Dalla determina 265 sugli interventi urgenti per la messa in sicurezza del bar Controcorrente apprendiamo che gli interventi hanno comportato una spesa complessiva di 11mila euro, così distribuiti:

  • Ditta Vezzoli Srl di Brescia € 4.050,00
  • Ditta Ranghetti Felice srl di Pontoglio € 2.479,20
  • Ditta IMI di Piantoni Ezio & C. snc di Palazzolo s/O € 1.200,00
  • Ditta SGB Elettroimpianti di Palazzolo s/O € 780,00
  • Impresa Edile Marini Giovanni di Palazzolo s/O € 576,00
  • Cooperativa Sociale Palazzolese € 1.920,00

Dalla determina si evince anche che

“tale importo verrà addebitato all’Impresa Casotti Antonio S.r.l. con sede a Piacenza, in occasione del collaudo tecnico amministrativo dei lavori da questa eseguiti;”

quello che ci domandiamo :

nel frattempo i soldi alle ditte che hanno prestato soccorso li sborsa il Comune e quindi  i cittadini?

l’addebito all’Impresa Casotti quando diverrà effettivo?

Palazzolo a 5 stelle

OSPITALETTO: IL 26 GIUGNO BICICLETTATA CONTRO LA DISCARICA

A giudicare dai progetti della Regione, la nostra provincia rischia di diventare la pattumiera d’Italia. Per questo il popolo ambientalista bresciano si rimette in sella per richiamare con un corteo in bicicletta, l’attenzione di opinione pubblica e amministratori sul rischio discariche. Dopo le manifestazioni di Offlaga, Montirone e Montichiari in difesa del territorio della Bassa, domenica prossima toccherà alla Franciacorta mobilitarsi.

A tirare le fila della manifestazione è il Comitato Salute e ambiente di Ospitaletto che chiama tutti a raccolta in piazza Roma da dove alle 10, partirà un corteo in biclicletta diretto alla discarica Bosco Stella dove confluiranno i cortei provenienti da Castegnato, Paderno e Passirano.

«L’apertura di nuovi siti di smaltimento rifiuti – spiega Giuseppe Antonini, coordinatore del Comitato – avrebbe ricadute consortili, per questo stiamo cercando di compattare il fronte del dissenso. Con i cittadini parleremo della situazione normativa provinciale e regionale in materia di pianificazione della gestione dei rifiuti. Un piano in fase di definizione incentrato sui siti di smaltimento presenti e future della nostra provincia che rischia di diventare la madre di tutte le discariche».

L’attenzione dei residenti, nel caso specifico di Ospitaletto è concentrata sulla ventilata dell’apertura di una nuova discarica, la Bosco Stella, «a soli 200 metri dalle nostre case – spiega Antonini -: questo comporterebbe seri pericoli per l’ambiente e quindi per la nostra salute. Riteniamo che la partecipazione dei cittadini rappresenti un segnale importante ed efficace come hanno dimostrato recenti esperienze dei paesi della zona. È per questo che invitiamo tutti a partecipare: gruppi e associazioni, famiglie, genitori, bambini, anziani, donne, uomini, giovani e adulti e tutti coloro a cui stanno a cuore salute e ambiente del nostro territorio».

da: bresciapoint.it

L’ACQUA ENTRA IN BORSA

Nell’attesa che il Presidente della Commissione Territorio F. Beghetti fissi la data per la discussione definitiva sulla questione acqua privata a Palazzolo (le parti dovevano ritrovarsi dopo 15 giorni dall’ultima commissione datata 7 aprile – fate un pò voi i conti!) ecco un interessante articolo pubblicato giorni fa sul sito del Movimento Lombardia 5 stelle. Buona lettura…

————

Il titolo sarà gestito dalla multiutility Iride guidata da Ettore Gotti Tedeschi indagato, e poi prosciolto, durante il processo Parmalat.

L’accordo è fatto. L’acqua volerà in borsa e la gestione sarà affidata a Iride, una multiutility, nata dalla fusione di tre società. Gli azionisti principali sono i comuni di Genova e Torino, ma l’accordo porta anche la firma di F2i: una società italiana titolare del fondo per gli investimenti nel settore delle infrastrutture a cui patecipano istituti bancari, casse previdenzali, fondazioni, assicurazioni, istituzioni finanziarie dello Stato, sponsor e management.
Il presidente si chiama Ettore Gotti Tedeschi, vecchio banchiere ora a capo dello Ior, la Banca Vaticana, che è stato prosciolto dopo esser stato scritto tra 71 indagati del processo Parmalat. L’amministratore delegato di F2i è Vito Gamberale, una carriera tra Autostrade Italia, Eni, Banca Italia, Benetton, e un arresto durante Mani Pulite.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: