• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,444 accessi
  • Categorie

VORREI UNA PISTA CICLABILE

Ciao a tutti, volevo segnalarvi lo stato di alcune nostre piste ciclabili a Palazzolo. In particolare:

  • via Santissima Trinità (è stupefacente quanto la gente parcheggi regolarmente sulla pista ciclabile scambiata per parcheggio pur avendo un parcheggio vero a poche decine di metri più avanti dopo l’ex macello!!).
  • via delle calci (anche qua oramai la riga gialla che delimita la pista ciclabile è sparita e si vede benissimo quanto le automobili invadano la pista ciclabile pur avendo davanti delle biciclette che viaggiano in senso contrario alle automobili!)

Vi allego delle foto che documentano quanto affermo affinché
chi di dovere provveda a far rispettare la segnaletica visto che autonomamente molte persone non riescono a farlo. Vi terrò aggiornati in caso di  evoluzioni della situazione.


Angelo B.

Advertisements

11 Risposte

  1. Bravo Angelo!
    e le chiamano pure ‘piste ciclabili’…però dài, non lamentiamoci e pensiamo a tutto quel che questa amministrazione fa di bello e buono….Sic!

  2. 😉

  3. In un anno di governo i nostri amministratori non sono riusciti a progettare e tracciare una pista ciclabile… e già questo dato è sintomatico della capacità e della sensibilità in materia.
    Ricordo che alcuni mesi fa, sempre su questo blog, ci furono diverse segnalazioni a riguardo, ma non si ottenne nulla se non la solita rassicurazione di el prim (allora aveva un altro nome) che ci garantiva l’assiduo impegno dell’assessore competente e mirabolanti risultati a breve (ovviamente disattesi).
    Pare che l’amministrazione stia realmente pensando di creare alcune piste ciclabili e nella progettazione verranno coinvolti – forse – gli alunni della scuola dell’obbligo. Staremo a vedere.
    La vergogna maggiore resta, come più volte sottolineato in questo blog, l’assenza di ciclabili nei nelle zone di recente edificazione: ex-cinema life e mura alta, su tutti. Entrambe vicine a scuole ed oratori.

    Sarebbe interessante fare il seguente esperimento: recarsi in via ss.trinità, constatare che ci sono auto parcheggiate sulla ciclabile (ce ne sono sempre!), chiamare la polizia locale e segnalare il fatto; attendere che la pattuglia arrivi e pretendere la sacrosanta multa all’automobilista indisciplinato…

  4. E’ vero, a Palazzolo i ciclisti dovrebbero essere provvisti di ali, per sorvolare i tratti in cui la pista sparisce o si assottiglia paurosamente.
    E’ evidente che manca un piano cittadino studiato seriamente e quel che c’è è stato aggiunto man mano, secondo l’estro creativo dei pianificatori urbani e mai coordinato. L’idea che mi son fatta è “costruiamo questo pezzo, un domani ci attacchiamo a quell’altro”, e ovviamente il domani non arriva mai. Sarei felice che i fatti mi dessero torto, ovviamente…

    E’ un problema che ho riscontrato non solo qua ma anche in un sacco di paesi del circondario. Secondo me va attribuito al fatto che manca ancora la mentalità stradale, in primis a chi deve dettarne le regole. Prima ancora che le risorse economiche manca la volontà di sostenere la scelta della bici come mezzo di trasporto.
    E’ come se usare la bicicletta venisse considerato un semplice hobby per amanti della natura e gente che ha voglia di perder tempo, non come un serio mezzo di spostamento alternativo ai veicoli a motore.

    E’ un’idea carina quella di coinvolgere i ragazzini, ma una pista ciclabile non è un concorso a premi per giovani creativi: lasciamo ai progettisti il compito di progettare, e stiamo attenti a cosa progettano…bar controcorrente docet.

    Un appunto va fatto anche ai ciclisti, però. Molti ignorano la traccia gialla e pedalano allegramente nelle carreggiate, altri attraversano seguendo il guizzo del momento, i più ignorano il significato dei cartelli (che valgono per tutti, bici comprese). Anche questo significa che per noi palazzolesi (e per gli italiani in genere) le regole stradali sono un optional, adattabile alle nostre personali esigenze…purtroppo

    ciao

  5. In merito alle piste ciclabili voglio fare qui una considerazione che l’altra sera all’incontro per la viabilità del quartiere S.Cuore l’assessore Raccagni non mi ha permesso di fare non dandomi la parola più volte chiesta forse per semplice dimenticanza o perchè già infastidito dagli interventi di altri cittadini che secondo lui facevano ostruzionismo solo per dare visibilità al movimento. Specifico inoltre che un solo nostro associato ha fatto interventi solo e unicamente a titolo personale come cittadino residente nella zona della quale si stava dibattendo.
    Quello che tenevo a specificare in quella sede all’assessore alla viabilità era una semplice considerazione dopo aver visionato alcune proposte di modifiche da apportare al quartiere inerenti la viabilità.
    Avrei voluto consigliare l’amministrazione ad avere una visione più programmata della viabilità: ben vengano soluzioni a criticità per la sicurezza di pedoni e ciclisti, ma bisogna avere una progettualità complessiva della viabilità. E necessario secondo me idirizzare la viabilità interna verso un progressivo disincentivo dell’utilizzo dell’auto incentivando l’uso della bicicletta. Corretto che si cerchi di spostare il traffico di passaggio sulle tangenziali e tangenzialine, ma al contempo dovrebbe essere studiata e man mano messa in opera una viabilità ciclabile degna di essere chiamata tale. Non basta una linea gialla per chiamare una porzione di manto stradale pista ciclabile.
    Le piste ciclabili dovrebbero essere sicure e protette in maniera tale che tutti noi ed in particolar modo giovani ed anziani possiamo utilizzare le biciclette come mezzo di trasporto primario nei piccoli spostamenti interni. Questo gioverebbe in termini di salute e inquinamento e farebbe della nostra città un ambiente più sgombro da auto e quindi più vivibile. Non è che vorrei tutto e subito, ma mi sarebbe piaciuto intravedere nelle proposte dell’assessore un minimo di questa visione, una prima traccia da segure per la ridefinizione futura della viabilità.
    Non servono nuove strade, nuove rotonde, perchè ci sono sempre più auto. Bisogna fare in modo che sempre più cittadini siano contenti di lasciare l’auto nel garage di casa, perchè possono usare la bicicletta in tutta sicurezza !
    Io questa visione non l’ho neanche intravista e qundi era questo il consiglio che volevo permettermi di dare.

    Saluti
    Giovanni Barbò

  6. Grande Gio, pienamente d’accordo con te.

  7. @ giovanni:

    Io non c’ero, ma se quanto dici corrisponde al vero sarebbe grave.

    E’ come se su questo blog si “tappasse la bocca” a qualcuno solo perchè appartiene ad un partito o movimento differente dal nostro. Assurdo.

    Sono gli argomenti presentati che dovrebbero essere dibattuti, non l’appartenenza politica di chi li esprime.

    FDB

  8. FdB….’sono gli argomenti presentati che dovrebbero essere dibattuti, non l’appartenenza politica….’

    dici bene: dovrebbero! …………………………………….

  9. per assessore raccagni…sveglia!!!!!!!!!!!!!!servono piste ciclabile porca troia…sveglia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    servono piste ciclabile…una che colleghi i quartieri alle zone industriali almeno al gente è incentivata ad lasciar a casa la bici..facciamo qualkosa di veramente utile..mica il parcheggio sotterraneo

  10. Sulle piste ciclabili di Via Ss.Trinità dò anche la mia di conferma perche la faccio tutte le sere,o quasi a piedi con il mio cane x andare alla Castrina,ed è davvero inpraticabile perche le macchine parcheggiano ovunque senza rispetto alcuno e vi dirò di più,ce ne sono adirittura alcune che passano fuori ad una velocità incredibile,e non mi stupirebbe se prima o poi qualcuno si farà del male sul serio….pedone o animale che sia.Per quanto riguarda l’assessore Raccagni;Giovanni ha pienamente ragione perche quella sera io c’ero con il mio moroso e con solo due semplici domande siamo riusciti a mandare in panico l’assessore e compagnia bella e lui come sua difesa ha solo detto che lo facevamo per metterci in mostra in quanto facenti parte del movimento 5 stelle.
    Una domanda mi sorge spontanea….cosa ca….spita c’entra l’appartenenza o meno a un gruppo politico o a un movimento con la viabilità di Palazzolo?Raccagni svegliati….fai qualcosa di utile invece del parcheggio sotterraneo che non interessa a nessuno o comunque pochissimi e smettetela di prenderci x il c…..non siamo deficienti e cominciamo ad averne piene le scatole di gente che pensa di sapere cosa è giusto o cosa non lo è per conto nostro,per conto dei cittadini palazzolesi
    Grazie e saluti a tutti
    Lella

  11. Ebbene si, forse a Palazzolo le piste ciclabili vengono chiamate in altro modo, o semplicemente qualcuno non le ha mai viste, solo pedalando si riesce percepire che le piste ciclabili sono inesistenti e in qui piccoli pezzi dove esistono sono occupate da macchine! un vero peccato per chi approfitta di un mezzo sano ad impatto zero! vorrei segnalare, per citarne solo una che la “pista ciclabile” di via santissima trinità è costantemente occupata dalle vetture…… buona sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: