• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 304,261 accessi
  • Categorie

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 6/5/2010 + VIDEO

[blip.tv ?posts_id=3616028&dest=-1]

Emergenza Controcorrente

Com’era prevedibile, il consiglio comunale comincia mettendo in via eccezionale ad inizio seduta le interrogazioni urgenti riguardanti la situazione del bar “controcorrente” nell’ex  “Parco Le Robinie”. Interrogazioni urgenti presentate sia dal gruppo consiliare PDL-Lega Nord che dal gruppo del PD. In ordine di presentazione, il capogruppo del PDL Marini chiede in sostanza quali siano i provvedimenti intrapresi e quali le responsabilità dell’accaduto. Si spinge un po’ più a fondo Baitelli per il PD che chiede se esista già una stima dei danni, una copertura assicurativa e quali siano le azioni amministrative tecnico-legali che si intendono intraprendere.

Risponde il sindaco che ha fatto pervenire ad ogni consigliere i verbali delle due riunioni tecniche tenute in giornata e spiega come,
dopo aver affrontato con responsabilità l’emergenza, sia ancora troppo presto per avere un’idea sulle cause e sulla quantificazione dei danni. Sicuramente, quanto è successo non doveva accadere visto che la piena del fiume è stata ben al di sotto di quanto stimato in fase di progettazione. L’assicurazione risulta essere ancora in carico all’ impresa appaltatrice dell’opera. Nei giorni successivi, ci saranno ulteriori incontri tecnici e sarà dato mandato ad un avvocato di studiare ed istruire tutte le iniziative legali da intraprendere. I consiglieri saranno costantemente aggiornati sull’evoluzione della vicenda.

Soddisfatto Marini della risposta e soddisfatto pure Baitelli che tiene però a sottolineare come sia importante che alla fine si giunga anche all’accertamento delle responsabilità politiche, dato che per un’opera così audace, si pensava che tutto fosse stato fatto, ma come dichiarato in modo trasparente anche dal sindaco sembra essere mancato il collaudo amministrativo.

Questione PEC

Si passa ora all’interrogazione presentata dai gruppi di Pd, Impegno per Palazzolo e UDC in merito alla PEC ( posta elettronica certificata) dei consiglieri che come relazionato da Rubagotti porterebbe ad un risparmio per l’amministrazione per quanto riguarda le comunicazioni interne, come dimostrato dove questa modalità è già in atto.

Risponde il sindaco dichiarandosi pronto per l’attuazione di questa modalità, ma non è ancora possibile renderla effettiva dato che , solo 8 su 20 consiglieri hanno risposto alla documentazione inviata dal sindaco. Calcolo errato risponde Rubagotti, perché  sia lui che Zanni avendo già la PEC ne hanno dato comunicazione.

Il convegno “Casa, se non ora quando”

Il punto successivo riguarda l’interpellanza presentata da PD e Impegno per Palazzolo in merito alla spesa di 12.000 € per l’organizzazione del convegno “Casa: se non ora quando” e per la sua pubblicizzazione su organi di stampa e televisioni. Nell’interpellanza Baitelli fa notare come la spesa sia spropositata se messa in relazione ai tagli messi in atto dall’amministrazione a cittadini ed enti, e come sarebbe stato più logico che questa spesa fosse stata sostenuta, come in altre realtà dagli istituti di credito e le imprese immobiliari, cioè coloro che per primi avrebbero interesse a rilanciare il mercato della casa, in qualità di sponsor.

Nella risposta il sindaco fa valere le intenzioni della sua amministrazione di valorizzare il nostro territorio e di rilanciare l’economia. Questa iniziativa congiuntamente ad altre come ad esempio la possibilità di visitare la torre ed il castello dovrebbero attirare persone contribuendo al rilancio turistico ed economico dello stesso.

Poco soddisfatto sembra essere Baitelli che, ribadendo le perplessità non tanto nel merito dell’iniziativa ma quanto sulla sproporzione dei costi, vista anche l’attuale situazione economica, precisa anche come questo finanziamento indiretto all’editoria possa sembrare anche un atto di piaggeria verso l’informazione e che questo non debba essere fatto con i soldi dei cittadini.

Rappresentatività delle minoranze

Nella successiva interpellanza di PD e Impegno per Palazzolo si dibatte in merito alla rappresentatività delle minoranze. La questione, dichiara Rubagotti, nasce dall’incontro tenuto dall’assessore Stucchi riguardante la gestione di spese e contributi a favore dell’ OP Asilo Infantile di San Pancrazio nel quale sembrerebbe che un consigliere (Grasso) sia stato presentato come rappresentativo delle minoranze senza averne mandato dalle stesse. Dichiara inoltre che gli orari delle commissioni dovrebbero essere meglio concordati visti gli impegni lavorativi dato che la commissione per il “Premio Civico” che, da regolamento, non è possibile delegare altri in caso di impossibilità a parteciparvi, è stata convocata alle ore 16.

Rispondono sia Stucchi che il sindaco. Stucchi nega che nell’incontro per l’asilo di San Pancrazio qualcuno sia stato presentato come rappresentante delle minoranze, essendo l’incontro una ricognizione atta a comprendere i meccanismi di gestione nel quale sono stati invitate persone competenti della questione come ex componenti del c.d.a. La Grasso infatti era presente in sostituzione al consigliere Belotti ex membro del c.d.a. dell’asilo. Il sindaco, da parte sua, ritiene che la convocazione di una commissione per le ore 16 non sia così assurda e comunque, richiede assunzione di responsabilità per l’impegno assunto quali consiglieri e dichiara al contempo che presterà in futuro  più attenzione sulla questione degli orari.

Non soddisfatto delle Risposte Rubagotti, il quale non è sicuro che sia stata detta tutta la verità.

Naturalmente, visti gli equilibri politici del momento, questa interpellanza suscita l’intervento di coloro che si sentono chiamati in causa e sebbene essa non preveda dibattito, invocando il fatto personale, più d’uno chiede la parola.

Malgrado un’iniziale titubanza, il presidente Chiodini accetta di concedere gli interventi. Per prima si difende la Grasso che spiega come, vista l’impossibilita di Belotti, lei abbia chiesto di partecipare come esperta dei meccanismi scolastici e non come rappresentante delle minoranze. Interviene anche Piovanelli sulla questione orario della Commissione Riconoscimento Civico dicendo in parole povere che se uno, lavoratore o meno accetta di fare il consigliere, dovrebbe assumersi la responsabilità di partecipare a riunioni anche in orario lavorativo. Di altro tono invece l’intervento di Beghetti che fa notare come lui in qualità di presidente della commissione territorio abbia sempre prestato molta attenzione alla più ampia condivisione possibile sugli orari delle convocazioni.

Il difensore civico

E’ la volta della relazione del difensore civico, figura abolita da nuove normative e quindi a fine mandato: l’avvocato Bertarelli relaziona in merito al lavoro svolto nell’anno 2009. Specifica che il suo ruolo di figura tecnica di secondo livello – cioè senza potere di intervento diretto nella limitatezza del orario di un’ora a settimana – è quello di fare da collegamento nelle possibili difficoltà di relazione tra il cittadino e l’amministrazione basandosi sui principi fondamentali di trasparenza, imparzialità e buon andamento. Nell’ultimo anno l’avvocato Bertarelli si è trovata principalmente ad assistere i cittadini  per problematiche riguardanti il sostegno sociale dovute alla difficoltà diffusa della “quarta settimana” assistendo i richiedenti previo contatto con i Servizi Sociali nell’ istruzione e monitoraggio dell’iter burocratico. Unanime l’apprezzamento di tutto il consiglio comunale per il lavoro svolto. In questa occasione dopo i ringraziamenti al difensore civico, il consigliere Beghetti chiede al sindaco che anche i due consiglieri di minoranza a cui sono stati affidati i nuovi incarichi relazionino in consiglio comunale sulla programmazione e sulle intenzioni riguardanti il proprio lavoro.

La convenzione con SO.GE.IM

Bisogna ora decidere in merito alla convenzione in scadenza della distribuzione del servizio del gas metano affidata alla SO.GE.IM . Il sindaco, viste le nuove normative sull’argomento in via di definizione, propone di prorogare tale servizio alla suddetta società. Si dichiara subito contrario il PD per voce del consigliere Zanni per tutti i motivi più volte enunciati in consiglio comunale dichiarandosi comunque pronti a ricredersi qualora l’amministrazione uscita dal solito immobilismo sulle problematiche riguardanti i servizi pubblici enunciasse chiaramente i nuovi contenuti e le prospettive di rilancio di Sogeim. E’ questa per il PD l’occasione di far presente come la lettera del sindaco ai cittadini per caldeggiare il passaggio di contratti con altre aziende sia stata perlomeno anomala ed inopportuna in un regime di libero mercato violando così il principio di imparzialità. Palazzolo Cambia per voce della capogruppo si dichiara favorevole alla proroga a Sogeim richiedendo però una doverosa riflessione sul ruolo della partecipata che, se non riempita di servizi, dovrebbe essere dismessa. Sulla stessa linea anche Rubagotti che in questo momento non vede altre soluzioni alla proroga e rimarca come seppur avendo operato in modo egregio, Sogeim così svuotata di servizi, rischi di rimanere solo una società che offre poltrone.

Incarichi esterni

All’ordine del giorno c’è ora una modifica al programma di affidamento di incarichi esterni. Nella spiegazione dell’assessore al bilancio Turra si dichiara che nel documento precedentemente votato, per errore non sono stati inserite due figure per incarichi di consulenze.Questa correzione non comporta un aumento di spesa, che rimane invariata. Favorevole Belotti per Palazzolo Cambia che auspica un uso appropriato delle consulenze per non sprecare risorse. Contrario Rubagotti, in coerenza con il voto espresso sul documento generale, che sottolinea come lui fece già a suo tempo presente la mancanza, ma a causa di preconcetti nei suoi confronti ciò che egli dice non viene considerato. Astenuto per lo stesso motivo di coerenza il PD che, per voce di Cossandi, rimarca come le consulenze esterne debbano essere usate per effettive urgenze e che l’inserimento di ulteriori due incarichi senza innalzamento di spesa dimostrino che il piano degli incarichi sia stato approntato in maniera frettolosa. Anche il consigliere di maggioranza Beghetti vuole dire la sua e dopo aver rimarcato che l’affidamento di incarichi esterni dovrà essere di assoluta utilità, ribadisce ancora l’opportunità che i due consiglieri di minoranza relazionino in consiglio in merito ai loro incarichi visto che il consigliere Belotti incaricato all’ agricoltura dovrà occuparsi anche degli edifici rurali che rientrano nelle competenze della commissione territorio della quale lui ne è il presidente.

Risponde in merito a questo il sindaco che spiega come gli incarichi – che non sono deleghe – siano dati dal sindaco e pertanto è al sindaco che i due consiglieri devono rispondere. Anzi è questa l’occasione per dichiarare la propria disponibilità all’ascolto di chiunque abbia buona volontà dentro e fuori il consiglio comunale, perché altri incarichi potrebbero essere affidati.

Nomine c.d.a. Asilo Infantile S. Pancrazio

Nell’ultimo punto è in votazione la nomina di tre membri in seno al consiglio d’amministrazione  dell’O.P. Asilo Infantile San Pancrazio. I due nomi proposti dalla maggioranza e quello proposto dalle minoranze vengono votati all’unanimità

Annunci

3 Risposte

  1. 12.000 euro per un convegno non sono male! chi erano gli ospiti? costano cari…
    devono essere nomi moooooolto importanti….

  2. Più che per gli ospiti, il costo è per la pubblicità su televisioni e Giornale di Brescia

  3. Che questa Giunta fosse “Amica” del Giornale di Brescia si era capito! Che la visibilità dei nostri amministratori sia la loro priorità, anche questa si era capita. Ma questi soldi SONO NOSTRI!
    Non si vergognano?? Mi piacerebbe sapere quanta gente andrà a questo convegno così interessante da mettere a disposizione tale cifra.
    Baitelli ha pienamente ragione, non si usano soldi pubblici così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: