• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,343 accessi
  • Categorie

GAMBARA. LIBERI I TRE RAGAZZI ARRESTATI PER VIOLENZA

Sono tornati a casa i tre ragazzi mantovani di Casalmoro arrestati dai carabinieri di Verolanuova con l’accusa di violenza sessuale di gruppo in un locale pubblico di Gambara. I tre ragazzi sono stati scarcerati dal tribunale del riesame: i giudici hanno accolto la richiesta presentata dai difensori, gli avvocati Gianfranco Abate e Federica Turano.

Non ci sono ancora le motivazioni del tribunale, ma solo il dispositivo. A casa era già tornato anche il quarto ragazzo coinvolto nella vicenda, il minorenne portato dai carabinieri al Beccaria di Milano e scarcerato dal tribunale dei minori nei giorni immediatamente successivi all’arresto. Davanti ai giudici del riesame presieduto da Michele Mocciola, il terzetto è comparso venerdì mattina con l’assistenza dei due legali. L’udienza non è stata breve, i giudici hanno visionato insieme ai difensori le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza nell’antibagno, dove erano i quattro ragazzi prima che le due ragazze, stando alla denuncia raccolta dai carabinieri, entrassero nel bagno delle signore. Le immagini, secondo i difensori, mostravano chiaramente il comportamento dei quattro ragazzi.

«Nessuno ha usato cacciaviti per entrare nel bagno dove si trovavano le ragazze, questo emerge chiaramente dal filmato – ha detto Gianfranco Abate -. La vicenda, da quanto emerge, è quella di un fugace palpamento su una giacca a vento e penso si debba tenere conto delle condizioni in cui si trovavano sia i ragazzi che le ragazze. Ritengo che quanto accaduto a Gambara – è la conclusione del legale -, anche in considerazione della serietà delle famiglie, non meritasse l’enfasi che ne è scaturita»
L’episodio denunciato dalle due ragazzine, di 16 e 17 anni, risale alla sera del 7 marzo, ma i ragazzi sono stati fermati dai carabinieri nella notte tra domenica e lunedì, in concomitanza con la giornata della Festa della donna. I militari li avevano individuati grazie alle immagini e alla testimonianza di una persona presente nel locale che li aveva notati e aveva notato l’auto su cui viaggiavano, la Fiat Punto di proprietà di uno dei genitori dei ragazzi.

In cella Canton Mombello con l’accusa di violenza sessuale di gruppo erano finiti T.M.K., 21enne, originario della Thailandia, Y.J. di vent’anni, originario del Burkina Faso e M.T. di 19 anni, tutti residenti a Casalmoro, come il 17enne che era stato portato nel carcere minorile milanese.
La violenza di gruppo, secondo l’accusa, era stata consumata nel bagno del «Cafè Noir» di Gambara. Le due ragazzine avevano denunciato ai carabinieri di essere state aggredite nel bagno.

(fonte: bresciaoggi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: