• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,940 accessi
  • Categorie

PALAZZOLO: UNA STORIA CHE NON E’ UNA FIABA

Riportiamo una toccante lettera che ci scrive Daniela in merito alla vicenda reale di un ragazzo ghanese che vive (ancora per poco) a Palazzolo. A voi le riflessioni…

Vi racconto una storia. Vera.

Jack West (nome di fantasia) è un ragazzo ghanese di tredici anni che vive in Italia da cinque. Ha molti amici, è un tipo allegro, intelligente, dotato di un particolare senso dell’umorismo. Ama il calcio, gioca nella squadra della cittadina bresciana dove vive, Palazzolo sull’Oglio. Frequenta la prima media, litiga un po’ con l’Italiano, ma la sua pagella ha diversi 7 e i complimenti di più di un insegnante.

La famiglia di Jack è felice: da pochi mesi è nato il terzo bimbo, il papà ha un buona occupazione in fabbrica e la mamma si divide tra i figli e qualche lavoretto per arrotondare.

Tutto bene? Non proprio. La nascita del terzo figlio ha complicato l’esistenza di Jack. Non per le notti insonni popolate dal pianto del piccolo Arthur, non per il nervosismo della madre che scarica su di lui le tensioni accumulate per le disobbedienze dei due terribili fratellini; no, il motivo è un altro, ed ha un nome freddo e laconico: “idoneità abitativa”.

Le recenti normative in materia di immigrazione hanno infatti ulteriormente irrigidito le condizioni abitative richieste per la concessione o il rinnovo del permesso di soggiorno. Facciamo degli esempi, non lontani dalla realtà legislativa: se la famiglia è composta da due persone, servono almeno 50 mq, se ha un figlio ne servono 60 di mq, se ne ha due, 75, e così via.

L’arrivo di Arthur nella famiglia di Jack ha significato l’automatica non idoneità abitativa della famiglia West che, occupando un alloggio di 70 mq non ha i parametri abitativi per una famiglia di 5 persone adeguati alle disposizioni di legge.

Il papà di Jack si è messo alla ricerca di una nuova casa ma… niente da fare, a Palazzolo gli affitti sono troppo alti, soprattutto per metrature così elevate e per le tasche, non pingui, di un operaio.

Così Jack dovrà lasciare tutto, scuola, amici e punti di riferimento, e trasferirsi in un altro paese, dove papà ha trovato un alloggio a prezzo sostenibile. Lì, nel mese di maggio del 2010, comincerà la sua nuova vita. La terza, dopo quelle vissute ad Accra ed a Palazzolo.

Credo che fosse una storia che valesse la pena di essere raccontata, benché scritta da chi scrittrice non è.

A voi le valutazioni, io le mie le ho già fatte e, per ora, le tengo per me.

a cura di Daniela

ps. In rispetto della privacy i nomi dei protagonisti sono volutamente di fantasia.

Annunci

29 Risposte

  1. non me la sento di fare commenti, ma una domanda si.
    “idoneità abitativa”: io non me ne intendo, ma vorrei sapere se questa idoneità è richiesta anche per le famiglie nostrane, o se viene chiesta per le famiglie italiane ma immigrate (non da bergamo, magari, ma dalla “terronia”, nota zona in cui simpatizzano per la Lega).

    insomma, non potrebbe in qualche modo essere vista come norma palesemente discriminatoria e quindi anticostituzionale ? vedi art 3 della costituzione, giusto per stare sul più terra-terra degli articoli riguardanti “la-legge-è-uguale-per-tutti”…

  2. Jfk mi hai praticamente rubato le parole. Concordo in pieno.

  3. classico di un paese dove per le malefatte di pochi paga la maggioranza degli onesti….

  4. Un articolo interessante a riguardo:

    http://www.meltingpot.org/articolo8093.html

  5. Sarebbe interessante sapere quali sono i parametri richiesti dal ns comune per il rilascio dell’idoneità abitativa; come si legge infatti nell’articolo che ho segnalato, pare che in Italia ogni amministrazione faccia da sé, un appartamento che sarebbe idoneo a Roma non lo sarebbe a Venezia o a Milano e così via…

  6. L’assessorato di riferimento dovrebbe essere

    Urbanistica ed Edilizia Privata – Viabilità

    o sbaglio?

    Se è così, possiamo inoltrare il tutto all’assessore competente e chiedere a lui delle delucidazioni in merito.

    Cosa ne dite?

    FDB

  7. giusto rivolgersi all’assessorato… e sentire che dice… cmq visto che la situazione precaria della famiglia continuerà se è possibile fare qualcosa uniamoci e facciamoci sentire… anche dalla famiglia stessa

  8. Questa storia mette in risalto dei limiti (umani/civili) abbastanza imbarazzanti…
    Vi consiglio di inoltrare il tutto anche all’Ass. servizi sociali.
    (in base alla lettera letta pocanzi, proverò a muovermi sperando di poter essere utile a qst causa).
    Buona serata

  9. brao aleminga
    domande anche me al me amis chè ma porta i ciacolatì cosa sà pol fa è chè legge chè lè chèsta che.
    ciao scècc

  10. 35 mq. 120.000 € ci viviamo in 2 persone + bimbo

  11. Stamattina ho dedicato del tempo a qst storia. questi sono i risultati:

    – Informatevi e leggetevi il decreto ministeriale del 5 Luglio 1975 (G.U. 18-7-1975, n 190) del Ministro Gullotti, li troverete le informazione che cercate.

    – Decreto Min. 5.07.1975
    alloggio con utenti in base alla superficie (Mq)
    1persona -> 14 Mq, 2->28Mq, 3->42 Mq, 4->56Mq, 5->66 Mq

    – In caso non avessero la metratura idonea a 5 persone, un bambino <15anni, per legge non viene conteggiato in qst calcoli.

    Questa lettera è PURA DISINFORMAZIONE.
    Informatevi prima di scrivere cose FALSE.

    Grazie

  12. Mingardi mi scusi ma qui nessuno dà false informazioni: noi pubblichiamo le testimonianze e le segnalazioni di tutti i cittadini che ci arrivano via mail.

    E non essendo, come lei in prima battuta, informati sulle normative intendevamo chiedere spiegazioni all’assessore di riferimento. Proprio perchè volevamo capire.

    Prima di accusare, andiamoci piano.

    FABIO DI BENEDETTO

  13. ma par dè capì chè la catìa informasiù la mitida la scèta chè la ga scriit l’articol, mia èl blog.
    comunque chèl chè ma porta i ciacolatì el ma dit chè chèl chè scriff èl aleminga l’è giost, è podopo chè i scècc sota i quindèss agnn i conta mia per èl calcol dèi meter quader è la famia dei ghanèss la pol sta tranquila chè nusù i pol mandala vià.
    buna pasqua a tocc
    ciao scècc

  14. Grazie per il tuo intervento e le tue informazioni, AleMinga.

    Non era mia intenzione fare disinformazione (a che scopo?) o altro; oggi o domani vedrò di contattare nuovamente la famiglia e cercherò chiarimenti ulteriori.

    Vi terrò aggiornati.

  15. Grazie Daniela per l’intervento. E tienici informati…

    ps. se è il caso mettiamo a disposizione la telecamera per eventuale intervista…

    FDB

  16. per daniela: mi sto informando sulle info che il consigliere mingardi ha dato sul blog, mi auguro per lui che siano esatti visto che con molta eleganza ha dato del FALSO e DISINFORMATO ad una cittadina che come lui non sapeva nulla in merito.

  17. In attesa di conferme da parte dell’assessore competente ecco cosa ho trovato in rete in merito alla regione Lombardia….

    […]3.4.4. Superfici minime

    L’alloggio può essere a pianta fissa o a pianta libera a secondo che il richiedente intenda o meno separare in modo fisso gli spazi.

    Ogni alloggio a pianta libera deve avere una superficie minima netta di abitazione di mq 25 per la prima persona e mq 10 per ogni successiva persona.

    La superficie minima di cui al precedente comma deve possedere le caratteristiche degli spazi di abitazione di cui al punto a) del precedente 3.4.3. ad eccezione del locale bagno la cui superficie va tuttavia conteggiata per il raggiungimento del minimo previsto e le cui caratteristiche saranno quelle descritte agli artt. 3.4.70 e 3.4.71. […]

    Leggi tutto qui:

    http://www.enti.it/servizi/forumbb/viewtopic.php?t=64785&view=previous&sid=f71b49ccc599dbed7992cfed8d42df13

    FDB

  18. Aggiornamento:

    richiesta d’informazioni inviata all’assessore per la viabilita’-urbanistica ed edilizia privata a nome del blog palazzolo5stelle.it.

    Attendiamo delucidazioni.

    FDB

  19. Disinformazione o informazione errate era riferito alle metrature citate nella lettera.
    Io non ero a conoscenza sino a stamattina ne del decreto ministeriale ne della metratura, dico solo che i n° essendo precisi vanno dati solo quando si è sicuri (senza polemica).
    Benvengano persone che segnalano situazioni di disagi.
    Detto questo io ho messo a disposizione le informazioni che ho raccimolato in comune stamane dagli uffici tecnici, che rimangono a disposizione di tutti.
    La legge è regionale, ma il decreto è ministeriale.
    Buonaserata

    Per F: in altre situazione ho espresso il mio pensiero su di lei, non intendo aggiungere altro.

  20. Questa lettera è PURA DISINFORMAZIONE.
    Informatevi prima di scrivere cose FALSE.

    è proprio vero che eleganza e gentilezza non vengono messe in vendita, nè al mercato, nè nelle boutique

    buona pasqua a tutti !!!

  21. Mi è stato ribadito telefonicamente che il cambio di alloggio è necessario per rinnovare il permesso di soggiorno in scadenza tra pochi mesi.

    Mi assenterò per qualche giorno di vacanza, ma nel prossimo fine settimana, quando incontrerò direttamente la famiglia, saprò darvi altre informazioni più precise e dettagliate.

    Non è finita qui, insomma.

  22. Ribadisco:

    nessuno deve cambiare alloggio, questa è pura disinformazione, una falsità!!!

    Il Geom. Di Matteo in comune vi ribadirà qnt le ho già detto.
    Invito Daniela ad accompagnare la famiglia protagonista di qst storia!

    Eleganza, gentilezza, bon ton ecc dovrebbero essere usati più spesso, ma qua c’è talmente tanta demagogia .. da far perdere la poesia .. mio caro JFK

    Buonaserata

  23. @mingardi: sono in contatto diretto con daniela e sto aspettando da lei conferme o eventuali rettifiche sulle informazioni che ci ha girato. Nel frattempo il blog ha chiesto conferma ufficiale all’assessore di riferimento sulla normativa che riguarda l’idoneità d’alloggio, tanto per andare sul sicuro.

    La ringrazio comunque per le informazioni e l’interesse dimostrato.

    FDB

  24. se la normativa è questa
    è ingiusta e deplorevole, ma fino che c’è bisogna rispettarla.
    bisogna fare di tutto per aiutarli.
    sempre nella legalità e nel rispetto delle norme di legge.
    ma non ho capito se l’appartamento è il loro di proprietà o sono in affitto.
    bisogna secondo me capire BENE la situazione in quanto è la disinformazione(non accuso nessuno, parlo in generale) che crea sempre problemi, in tutti i campi ed in tutte la situazioni.
    io ci sono e anche la mia e-mail

  25. Confermo quello che ha scritto aleminga in quanto con lui c’ero anch’io a parlare con di matteo agli uffici del comune e fateci parlare di persona con queste persone.
    sempre che vogliano parlarci con due consiglieri di maggioranza che si vogliono interessare di loro.
    sapendo al contempo che bisogna dire la vera situazione del loro stato.
    ciao

  26. Ringraziando l’assessore Raccagni per la celerità della risposta alla nostra mail, pubblichiamo la sua risposta:

    “Le cose non stanno proprio come indicato nella lettera; in particolare:

    non è vero che per due persone servono 50 mq, ecc, ma le superfici necessarie sono le seguenti:

    persone mq

    1 14

    2 28

    3 42

    4 56

    5 66

    6 76

    7 86

    8 96

    9 106

    10 116

    per monolocali: 1 utente: 28 mq; 2 utenti: 38 mq

    inoltre è sempre ammesso in aggiunta un minore di età inferiore ad anni 14.

    considerandone 4, in quanto presenti minori di anni 14, necessiterebbero 56 mq;

    cordiali saluti.

    Stefano Raccagni”

    ps. per Daniela, ci faccia sapere qualcosa: adesso le informazioni ufficiali ci sono.

    FDB

  27. Come promesso vi aggiorno sulla vicenda che ho esposto su questo blog una ventina di giorni fa.
    Premetto che la mia lettera di allora venne scritta sull’onda dell’emotività e con una certa fretta che mi indusse a non verificare sino in fondo alcuni dati di cui ero venuta in possesso; in particolare, il riferimento ai metri quadrati necessari per l’ idoneità abitativa erano frutto di una mia incauta ricerca su internet, che mi aveva portato a prendere per buoni dei numeri modificati poi delle attuali norme legislative (si veda il commento dell’assessore Raccagni).
    Debbo inoltre ringraziare alcune persone (privati, associazioni e scuola) che si sono mosse per dare un esito felice alla storia che ho raccontato, pur non sortendo, per ora, alcun risultato positivo.
    La famiglia West vive in un bilocale di 54 metri quadrati che si affaccia su un cortile adiacente la piazza di Palazzolo sull’Oglio; paga un regolare affitto di circa 300 euro. Le legge prevede che i metri quadrati per concedere l’idoneità alloggiativa ad una famiglia di 5 persone (papà, mamma, Jack, un bambino piccolo ed uno piccolissimo) siano 56; l’idoneità alloggiativa è necessaria al papà di Jack per rinnovare il permesso di soggiorno in scadenza tra poco tempo.
    L’obiettivo della famiglia West è quello di trovare in tempi molto brevi – ad un prezzo sostanzialmente analogo o di poco superiore – un alloggio di almeno 56 metri quadrati; a Palazzolo non è facile, anzi.
    Questa è la situazione.
    Chi volesse o potesse darci una mano…

  28. Goodnews.
    Questa storia non è diventata una fiaba, ma qualcosa di simile. Grazie al blog, a Fabio, ai non pochi che si sono molto interessati e… ecco i fatti.
    La famiglia West ha trovato un’abitazione in un bel complesso residenziale di recente realizzazione. Dopo aver conosciuto il padre di Jack, i proprietari hanno parzialmente ridotto le loro pretese d’affitto; i West d’altro canto, per potersi permettere il nuovo alloggio, ospiteranno un amico di famiglia che contribuirà al canone mensile.
    Caso risolto.

  29. Felici di essere stati utili Daniela. Un abbraccio a Jack e a tutta la famiglia ”’West”. 😉

    FDB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: