• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,923 accessi
  • Categorie

VITTORIA PER I RAGAZZI DI GRILLO

Alla fine chi li maledirà di più sarà probabilmente il centro-sinistra. Se la Lega conquisterà il Piemonte sarà in buona parte a causa loro. Ma l’ottimo risultato che si profila all’orizzonte per il “Movimento a 5 stelle” fondato da Beppe Grillo e dai suoi meet-up è una novità che ha il sapore del giro di boa. Qualcosa si muove nell’asfittica politica italiana. In Emilia Romagna i grillini – che si sforzano di non farsi etichettare negli schemi novecenteschi della destra e della sinistra, ma vogliono occuparsi dei problemi del territorio – sembrano destinati a superare il 6 per cento dei consensi, mentre in Lombardia, Piemonte e Veneto si attestano attorno al 3. Solo in Campania il movimento resta su percentuali più basse. Per questo c’è chi si chiede: ma se l’Udc aveva l’ambizione di diventare l’ago della bilancia della partitocrazia italiana, quale sarà l’obiettivo del “movimento”?

Si, perché da oggi diventa molto più complicato per i partiti tradizionali sostenere che Grillo è l’anti-politica. Il comico in questa campagna elettorale ci ha messo la faccia. E, seppur ignorato dalla stampa e dalle tv, non l’ha persa. Anzi. Ha riempito le piazze e ha (cominciato) a riempire le urne. Tanto che in molte zone i ragazzi dei Meet up hanno raccolto consensi superiori alle liste di realtà con ben altra tradizione, come l’Udc o i Radicali, Rifondazione comunista, Comunisti Italiani, Sinistra, Ecologia e Libertà e Verdi. Segno che in molti vogliono ancora occuparsi della cosa pubblica, ma non riescono a trovare chi li sa (o vuole) rappresentare. Il fenomeno è destinato a durare? Difficile dirlo ora. Certo però che Grillo e suoi già adesso, nonostante il digital divide, dimostrano che la rete, le persone e soprattutto le idee, anche in Italia possono contare qualcosa.

(fonte: IL FATTO QUOTIDIANO)

Annunci

12 Risposte

  1. vittoria per i ragazzi di grillo?
    c’è poco da gioire.
    Qui, con queste e(r)ezioni ha perso l’acqua pubblica, la democrazia che si fonda su regole e diritti condivisi, qui ha perso la laicità, ha perso il valore dell’accoglienza dell’altro.
    Ha perso la cultura.
    Ha perso l’idea di scuola pubblica.
    Ha perso l’idea di uno stato che comprenda nord-centro-sud….e altro altro altro ancora.
    Vittoria? di Chi?? De che?
    No, non gioisco di certo.
    E appena incontrerò un-una 5 stelle mi avvicinerò a lui-lei non certo per gioire, ma per, come alle veglie funebri, dare il mio abbraccio e sussurrare ‘dài, nonostante tutto si deve continuare…così è la vita’

  2. Non condivido l’analisi da funerale. Non è il sito del PD, occhio. 😉

    E lo ritengo eccessivamente cupo/duro nei contronti di tutti i ragazzi del movimento che senza soldi e nel silenzio dei media hanno ottenuto MEZZO MILIONE di voti in 5 regioni, piazzando consiglieri in Piemonte ed Emilia e raggiungendo il 3% in veneto e Lombardia (ci davano all’1%).

    Questo significa che la cultura, la scuola e la democrazia hanno perso? Non credo proprio. E’ un dato da analizzare diversamente.

    Altro che voto di protesta, il voto al movimento è un voto di speranza per una politica A COSTO ZERO, CONCRETA E FATTA ASSIEME AI CITTADINI PER I CITTADINI.

    Il dramma è che Bersani invece di analizzare gli errori del Pd ha dato la colpa a Grillo della sconfitta. Questo sai cosa vuole dire? NASCONDERE LA TESTA SOTTO LA SABBIA.

    Questo è da veglia funebre.

    Per il resto io gioisco come tutti i ragazzi di Palazzolo (ce lo meritiamo) perchè il nostro impegno è stato ripagato anche a Palazzolo nonostante l’IDV, RIFONDAZIONE, I VERDI, I PENSIONATI E FORZA NUOVA.

    Oltre alle continue discussioni e autocitiche che spesso ci facciamo è giusto, quando i dati lo confermano, esultare per l’ottimo inizio del neonato MOVIMENTO 5 STELLE.

    A Palazzolo siamo una realtà. E ovviamente continueremo con ancora piu’ idee ed energia di prima.

    Non mi sembra poco.

    FABIO DI BENEDETTO

  3. La vittoria della destra è la cronaca di un successo annunciato. Quel che non era scontato, semmai, era il boom dei neonati 5 stelle.
    Noi non correvamo per vincere ma per cominciare ad esistere. E che inizio!
    Nella totale assenza mediatica, nella scarsità economica (10-15.000 euro di campagna per ogni regione completamente autofinziata), nella assoluta inesperienza politica, abbiamo raggiungo dei punteggi miracolosi.
    E’ possibile prendere circa 500.000 voti in 5 regioni solo con il web e con le piazze?
    Sì, abbiamo dimostrato che è possibile.
    E pensare che ancora molta, moltissima gente non ci conosce o ci conosce male, solo per sentito dire dalla tv (quei rompicoglioni dei grillini…). C’è di che ben sperare per il futuro dei 5 stelle e, come ha detto Favia, “Grillo è stato il detonatore, ma adesso siamo noi la dinamite”.

  4. Penso che di meglio non si potesse fare, il movimento è ancora sconosciuto ai più per colpa dei media (e poi dicono libertà di informazione, par condicio e altre caz…te). Ora sarà difficile anche per loro ignorarlo.
    Penso che aver ragginto certi risultati sia di buon auspicio per il futuro.
    Il VIRUS è ormai iniettato nel sistema ed è immune a ricatti e inciuci.
    Con la speranza di non dovermi ricredere auguro a tutti voi un buon lavoro.
    Loro non molleranno mai, (ma gli conviene?) noi neppure.

  5. Fabio, non capisco il tuo ‘non è il sito del pd questo….’
    Ma fa niente
    Quel che voglio dire è che sì ,é importante tutto, continuare, continuare e sempre di più a fare quel che già si fa, e resistere.
    Assolutamente sì. Figuratevi.
    Ma Il mio tono da funerale è il mio sentimento. Giuro, pur apprezzando e molto, ciò che state facendo e che soprattutto farete, non mi viene voglia di brindare a niente per adesso. ma questo non significa essere pessimisti. Sento (sento) che è un brutto periodo e che la destra si è conquistata la campania e la calabria.
    Verifico che la maggioranza degli italiani appoggia e sostiene e caldeggia per questo tipo di governo.
    Bravi ragazzi! Bravi tutti! Bravi voi, bravo il pd che non è morto, bravo Vendola in Puglia, bravo anch’io ma giuro, non riesco a essere felice. Neanche un pò. Ripeto, non parlo di idee e di valori o altro, parlo dei miei sentimenti.

  6. Occhio ti comprendo benissimo, è lo stesso sentimento che provo anch’io .
    E’ da ieri che ho le palle girate (consentitemi il termine) e non conta nulla il risultato del MoVimento.
    E’ il clima generale che mi piace sempre meno e mi fa male che gli italiani apprezzino questo modo di fare.
    Valori come rispetto, comprensione, cultura ,condivisione sono sempre più soppiantati da egoismo, prepotenza e arroganza e si fa molta fatica a crescere un adolescente con sani principi.
    Spesso ci chiediamo come possano succedere certe cose che la cronaca ci racconta a riguardo dei nostri ragazzi, ma la risposta la abbiamo sotto il naso.
    Non mi rattristo più di tanto però per la perdita della cosidetta sinistra di alcune regioni, perchè spesso non sono diversi dai propri avversari, la crisi di valori riguarda entrambe le parti e solo uno scatto che parta dal basso o come si diceva una volta “dalla base” potrà dare un senso a questa misera classe politica italiana.

  7. Per chi volesse farsi un’idea di quel che si dice di noi su quell’illustre giornale che si fregia della direzione del nostro concittadino, incollo l’articolo del senzavergogna filippo facci:
    “La situazione in Lombardia
    Manca la Lombardia: così così Di Pietro (6,1%) e maluccio invece le Cinque stelle (2,9). Bene, ma in definitiva come è andato Di Pietro? Dipende. L’unica comparazione seria pare quella con le Europee dell’anno scorso, quando l’Italia dei valori prese il 7,98 per cento, il doppio o quasi rispetto alle politiche del 2008. Calcolando i dati mancanti (8,53 in Liguria, 9.93 nel Lazio, 9,18 nelle Marche, 9, 39 in Toscana, 7, 98 in Umbria, 4, 94 in Calabria, 9,95 in Basilicata, 6,50 in Puglia) la media approssimativa dell’Italia dei valori in queste elezioni, secondo un calcolo nostro, pare questa: circa il 7. Rispetto alle Europee, un peggioramento pur lieve.
    Il segnale peggiore viene sicuramente da Montenero di Bisaccia, patria natia di Tonino e roccaforte dell’Italia dei valori. Una beffa: la candidata sostenuta da Di Pietro, Margherita Rosati, non solo ha perso (col 39%) ma deve assistere alla vittoria di un candidato di centrodestra che si chiama Travaglini (Nicola) e che ha preso il 46%.
    Infine una moraletta dedicata alla sopresa Beppe Grillo: i giornalisti si sono ultra-dedicati a lui quand’era un fenomeno perlopiù antipolitico (2007-2008) e l’hanno beatamente snobbato mentre invece costruiva un un soggetto politico vero e proprio. Ad aver ingannato, forse, è anche il fatto che alle politiche del 2008 Grillo invitò all’astensione quando invece ci fu una delle affluenze più alte degli ultimi anni, mentre i suoi referendum, per imperizia o ingenuità, si perdevano uno dopo l’altro. Da allora, il movimento Cinque stelle ha partecipato solo a qualche elezione amministrativa (incamerando 36 eletti) e ha contribuito all’elezione di personaggetti come Sonia Alfano e Luigi De Magistris a Bruxelles.
    Per il resto le nasciture liste delle Cinque stelle (Energia, Connettività, Acqua, Rifiuti, Servizi sociali) non facevano notizia anche perché gran voti non ne prendevano: nel 2008 in Sicilia Sonia Alfano prendeva il 2,44 % e gli Amici di Beppe Grillo l’1,72, mentre a Roma beccavano il 2,64 e a Treviso il 3,64: nessun eletto, poca roba. Ma nel 2009 le cose cominciano lentamente a cambiare: le Cinque Stelle entravano in almeno 30 Comuni con punte incredibili a Monte San Pietro (Bologna) dove racimolavano quasi il 16% mentre in molti grossi Comuni superavano il 3%. Sino, infine, a queste regionali con propri candidati governatori presentati solo in 5 regioni su 13, liste rigorosamente non alleate a nessun’altra forza politica, neppure a Di Pietro com’era accaduto in passato: e infatti si è visto.”
    A voi ogni commento…

  8. scusate, ma io sono dell’idea che certa gente vada picchiata. facci è uno di questi: zoccola di regime.
    racconta cattiverie e balle alla gente SAPENDO di farlo e magari ha il coraggio di tornare a casa la sera senza sentirsi una totale cacca. E TANTI COME LUI.

    tornando a cose più importanti di quelle mezze calzette di libero… anche io sono triste.
    Anche un pò arrabbiata perchè c’è gente che ci ha dato fiducia e solo per poco non siamo entrati in regione. Se fossimo entrati questo avrebbe dato una speranza concreta alla gente comune che ha votato per fiducia. la mia paura è che avendo avuto questo medio successo insperato- ma comunque numericamente non DETERMINANTE per l’opinione pubblica- la prossima volta o in generale ci metteranno MOOOLTI più bastoni fra le ruote. Spero che il mio sia solo un presentimento. Ora dobbiamo tirarci su le maniche, forse anche più di prima. C’è molta piu gente che ci segue e molta più gente che ci odia. dobbiamo lavorare duro per non farci colpire da quelli che ora ci si scaglieranno addosso. magari brutalmente, magari solo tentando di farci cadere nell’oblio. Mi sentirei di festeggecchiare per tirarci su di morale e ignorarci noi con i nostri pessimismi (io in testa). Facciamoci passare il nervoso, la tristezza e l’arrabbiatura. Sfoghiamoci tra di noi, e poi ridiamoci un po’ su. Poi però umore alto e si ritorna a lavorare. Di schifo in giro ora ce n’è ancora di più, quindi forza e coraggio ragazzi mettiamocela tutta, come sempre 🙂

    vi voglio davvero bene 🙂
    e sono sicura che prima o poi insieme ce la faremo a combinare qualcosa di veramente bello e importante per il nostro paese, per i nostri amici, per le nostre famiglie e per i nostri attuali e futuri figli 🙂

  9. “Non cambi le cose combattendo la realta’ esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un nuovo modello che renda l’attuale modello obsoleto”.
    (Richard Buckminster Fuller )

    Dai che c’è da fare. Io non ho mai visto tanto entusiasmo fra i 5 stelle italiani come all’indomani delle elezioni…Si cercano, si contano…Gente che vuole aprire un movimento nel proprio paese…Ora più che mai c’è bisogno dello sforzo di tutti. Occorre scendere dalla piazza del Web per andare in quelle reali e a questo proposito invito tutti i sostenitori e lettori di questo blog a unire le loro forze con le nostre, a venire alle riunioni, a farsi vedere, a metterci non solo la tastiera ma anche facce, mani e piedi.

    Quando un progetto di cambiamento avviene lontano da noi, possiamo ancora credere che non ci riguardi, ma quando qualcuno lo fa nel nostro paese, la scusa non regge oltre.

    Io vi aspetto. Tutti vi aspettano.
    Contiamo quando facciamo numero.

    Giorgia

    PS: noi ci ritroviamo tutti i giovedì sera, ore 20.30, al bar dell’Oratorio di S. Giuseppe (poi da lì ci spostiamo nella nostra stanza sul retro).

  10. NAAA

    La violenza no. Facci dica quel che gli pare. Cosa ti aspettavi applausi?

    Chomsky dice che i risultati ottenuti dai movimenti popolari non li incensera’ mai nessun media, se non loro stessi. Abituati. 😉

    Per la rabbia del quasi consigliere è la stessa che provammo quando per un soffio non entrammo al primo colpo in comune a palazzolo. E dunque la mia domanda è: cosa c’è da arrabbiarsi? E’ un dato IMPORTANTE. Da sottolineare e che personalmente mi dà ancora più carica di quella che avevo quando ho conosciuto Claudio.

    Avanti tutta ragazzi, giovedi RIUNIONE fitta di argomenti anche per le vicende che Sala & company si apprestano a riservarci.

    FDB

    DAIIII 😉

  11. si si… sorprese sorprese… sembra che i nostri consiglieri comunali una ne fanno e cento ne pensano… pare che le novità si sprechino, tra nuove entrate e vechie uscite. tempo qualche giorno (o qualche ora addirittura) e ci saranno nuove notizie… ma se qualcuno pensa di stappare qualche bottiglia per festeggiare un clamoroso abbandono, meglio le ritappi… cambierà sì qualcosa, ma solo perchè non cambi nulla…

  12. A Capriolo si organizza un corso di autodifesa per le donne:
    Il corso è organizzato dai 5stelle:
    http://caprioloa5stelle.hostei.com/info/corso-di-autodifesa/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: