• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,338 accessi
  • Categorie

PATTO CIVICO O NUOVA MAGGIORANZA?

Pubblichiamo l’articolo (in formato pdf) delle dichiarazioni del Sindaco Sala al Giornale di brescia in merito alla situazione che si è venuta a creare nella maggioranza. Situazione che lo innervosisce e che lo ha portato ad abbandonare l’aula nel penultimo consiglio comunale e non lo ha visto presente nell’ultimo consiglio del 24 marzo.

Il sindaco chiede chiaramente a Palazzolo Cambia collaborazione (parla di “opposizione costruttiva”) vista la presenza di tre consiglieri ”fastidiosi” all’interno del PDL stesso che mettono a rischio la tenuta della maggioranza.

Ma è davvero un patto civico quello che si prospetta ai palazzolesi o il cosiddetto patto è un tentativo di chiamare diversamente una nuova maggioranza??

Annunci

19 Risposte

  1. Tutto si sta avverando: la maggioranza si prepara ad allargarsi.

    Tempo fa mi fu detto che sbagliavo quando affermavo che Selina Grasso stava passando uffcialmente a destra e che criticavo a prescindere. Adesso come la mettiamo?

    Volete che mi beva la storiella del patto civico? AH AH AH

    Ci avevo visto giusto.

    E mi chiedo cosa esclamera’ Rubagotti ad allargamento avvenuto se nell’ultimo consiglio ha urlato VERGOGNATEVI!

  2. Primo. Io questa cosa del “patto civico” non la capisco, così come non vedo la differenza fra “minoranza costruttiva” e “opposizione”.
    Ma scusate, non dovrebbe essere già il ruolo delle minoranze (che stanno, appunto, all’opposizione) quello di essere costruttivi quando occorre e in disaccordo quando non si ritiene che le scelte siano quelle giuste per il comune?
    La funzione dell’opposizione già comprende quello di lavorare per il bene dei cittadini e di essere costruttiva quando occorre, ma anche vigile, assumendo una posizione di controllo e talvolta di doveroso contrappeso nei confronti della maggioranza. Il tutto, ripeto, fatto in coscienza per il bene del comune, non già dell’amministrazione. Perché purtroppo non è sempre detto che le due cose debbano per forza e permanentemente coincidere.
    Alla luce di questo, allora, secondo me diviene legittimo il dubbio di leggere il patto civico come una richiesta di appoggio alla maggioranza.

    Secondo. Incredibile il comportamento della maggioranza. Io non concordo con nessuno, né con il sindaco Sala che abbandona il consiglio e non si presenta alla seconda convocazione, né con i “dissidenti interni” qualora il loro dissenso risalisse a prima delle elezioni o comunque fosse antecedente all’insediamento dell’attuale maggioranza e non basato su comportamenti attuali. Perché se così fosse, a mio avviso significherebbe che non sono stati completamente onesti con i loro elettori.

  3. braa giorgia
    le ultime quater righe i ma piass tant fess.
    sa èt chè ta ragiunèt bè.
    per meche tre le i gà na quat cambiai dè scot è alura i rogna per scodile.
    me lèse intat chè mange i ciacolatì.
    ciao scècc

  4. @el prim: se vuole parlare con me, lo faccia in italiano. non capisco, grazie.

  5. pècat
    el dialèt lè iseè bèl dè scriff.
    ciao scèta

  6. Più che un patto civico mi pare una malcelata ammissione di impotenza del Sindaco, seguita da una peggio celata minaccia nei confronti delle correnti avverse della maggioranza.
    Non ci fa una bella figura il Sindaco, non ci fa una bella figura il pdl, ma la figura peggiore la fa sicuramente Selina Grasso, che mi par di ricordare, un tempo non troppo lontano fu del Pd, mentre ora si riduce a fare da ruota di scorta al Sindaco.
    Le consiglio di stare attenta, mi auguro per lei che non pensi di essere più furba di un politico navigato ed esperto come Sala…

  7. Palasol è le sò rate è scalète.
    ghè semper bisogn a Palasol dè fèrmass en strada per tirà el fiat re a le rate è le scalète.
    sa fa finta dè ardass en giro per vètt ergota. ènvece l’è sulche per tirà el fiat è mia fà ett chè sa ga el fiatù.
    Forse èrgù en cumù i fa l’istèss!!!
    i sa arda en giro co la scusa dè tirà èl fiat.
    ciao scècc

  8. la tor dè Palasol

    A idila dè luntà
    la somèa na mama
    so l’us èn pè dreta
    a spètà i homm a disnà

    A idila dè isi’
    la somèa en dit gross
    con dù rèloi
    è la ‘n’sima en Sant
    chèl varda sura tot l’Oi.

    varda zò san Fedel
    varda zò
    pèrchè a Palasol
    ghè piu fel chè mel.

    TRADUSIU’— TRADUZIONE IN ITALIANO

    la torre di Palazzolo

    Vista da lontano
    sembra una mamma
    dritta sull’uscio
    che aspetta i figli a pranzo,

    Vista da vicino
    sembra un ditone
    con due orologi
    e sulla cima un santo
    che guarda sopra il fiume Oglio.

    Guarda sul paese san Fedele
    guarda giù
    perchè a Palazzolo
    c’è più fiele che miele.

    bacioni a tutti i Palazzolesi

  9. ma quanto vi brucia …… che la lista civica stia portando a casa fatti e risultati d’altronde voi siete i soliti tagliati fuori, e non vi rimane altro che la rabbia e l’acredine…..pensate all’acqua che intanto noi beviamo il vino!

  10. Non hai capito proprio nulla caro Marco, ragioni come la politica che noi vogliamo superare.
    A me personalmente non brucia proprio nulla.
    Comunque buon brindisi e buona Pasqua.

    Saluti
    Giovanni Barbò

  11. Marco
    sè sa bif trop vì
    brusa el c.. ,è ta ve le moroidi.
    a biff l’aiva brusa nègot è sa tè nèt i rugnù.
    a Gioan a biff l’aiva el fa la pipì bela ciara e poel sta bè.
    ciao scècc

  12. Gentile Marco, il suo commento mi pare abbastanza gratuito in risposta ad un’analisi piuttosto precisa, almeno per quanto mi riguarda, del perché non convidivo la modalità del patto civico.

    All’acqua sarebbe stato meglio ci pensaste voi. E il fatto che lei accenni alla questione solo ora, dopo un nostro invito pubblico a schierarvi in difesa dell’acqua come diritto e con una battuta da bar di dubbio gusto per una questione tanto importante, è abbastanza deludente.

    Buona Pasqua,
    Giorgia

  13. Spett. Marco, mi permetta una considerazione personale: lei mi sembra alquanto irascibile nei confronti di chi pone delle questioni che, a me cittadino, paiono legittime.

    Piuttosto, visto l’impossibilità di comunicare con Palazzolocambia vorrei sapere da lei una cosa semplice-semplice:
    Palazzolocambia è a favore della privatizzazione dell’acqua?

    si o no?

    Attendo gentile e, spero, pacata risposta da parte sua e dalla lista che mi pare lei sostenga.
    Mi basterebbe un sì oppure un no.
    In attesa la ringrazio e mi scuso fin da ora se le ho rotto le scatole.

  14. spett. Giorgia
    pensi al suo amministratore che mi vuol censurare le parole in dialetto che scrivo su un posto che si chiama Palazzolo a 5 stelle e si fa paladino delle liberta!!!
    le sue però… non quelle degli altri.
    staremmo freschi con voi al potere, siete come gli integtralisti.
    scusi lo sfogo,ma quando “ce vò, ce vò” (mi censurate il romanesco?)

  15. caro marco,
    scusa se faccio un copia incolla ma non avevo voglia di riscrivere tutto…

    visto che stanno arrivando due interessanti deleghe in qualità di consiglieri della ex lista di minoranza palazzolo cambia, è bene chiarire due cose:
    1-a selina il voto l’avevano dato tanti proprio perchè non volevano darlo a sala. grazie, grazie, grazie. poteva anche dirlo prima che era pronta a schierarsi con lui anzichè mandarlo a casa. e qui sorge la prima domanda: con i suoi elettori no, ma con i colleghi di lista, questa situazione è stata in qualche modo condivisa?
    2-pietose battute come quella del “vi rode, noi brindiamo col vino, voi trastullatevi con l’acqua, ecc” mi sembrano più da astioso bambino colto con le mani nella marmellata che cerca di dare la colpa a qualcun altro. per favore, se si vuol fare una discussione aperta e di un certo livello proviamo almeno a rispondere con argomenti seri. quanto poi a selina sempre al centro della discussione, non è colpa mia se è lei la candidata sindaco, se è lei la fondatrice di palazzolo cambia, se è lei la presidente della commissione pari opportunità, se è lei la rinnegata del pd, se è lei del comitato donne e costituzione, se è lei con la fondazione marzoli, se è lei sempre in prima fila in qualunque occasione, se è lei (e questo non è colpa sua) una bella donna.
    di belotti ha già detto chiodini in consiglio comunale: “assessore belotti, cioè no, scusi, volevo dire consigliere… “

    altra considerazione: forse ricordo male, ma con rubagotti solo due volte avevte votato insieme, le altre o astensione o con la maggioranza. e idem sul bilancio, astensione. se questo è fare opposizione… comprendo le ragioni della grasso che la semplice opposizione senza costruire niente è solo dannosa, ma almeno capite che non tutti apprezzano questa love story con sala!

  16. @ el prim
    se giù al capes mia el dialet ghe mia de faga na culpa. pò a me fadighe a lisit dele olte. e so prope mia bù de scriil. i gà mia oia de censùrat, rabiet mia, sul, i capes mia. auguri

    @fdb
    se uno non capisce il dialetto non c’è da fargli una colpa. anche io fatico a leggerti a volte. e non sono proprio capace a scriverlo. non hanno voglia di censurarti, non arrabbiarti, dai, non capiscono. auguri.

    dopo questo pietoso tentativo (sicuramente “uno” non si scrive “giù”) spero che la questione dialetto trovi una soluzione. censura no, ma se il povero fdb deve avere sempre al fianco qualcuno che gli traduce el prim cerchiamo di capirlo!!!
    ola

  17. grazie per la solidarietà jfk
    non sapevo che fdb fosse meridionale.
    allora è un’altra cosa.
    farò la bilingue.
    e controllate bene che io non ho mai offeso ne insultato nessuno.
    per jfk
    “al capéss” è forma bergamasca.
    “èl capéss” è forma bresciana.
    uno in dialetto è ” u ” come in francese
    (non eu, che si pronuncia come 9 in dialetto.)
    ma solo “u ” con le labbra chiuse.
    ciao ragazzi( ciao scècc)

  18. @ jfk: grazie per aver compreso il senso del mio intervento.

    Un contenitore del genere ha senso e diventa utile quando si possono condividere le proprie opinioni e discutere su ogni argomento cercando poi di concretizzare le discussioni per il bene della cittadinanza.

    E per condividere e discutere è necessario comprendere. Se scrivessi nel dialetto della mia terra d’origine non capireste nulla, credetemi, e potrei anch’io nascondermi dietro un “censurate chi parla nella propria lingua”. Non è così, non è questo il punto. E chi ha imparato a conoscerci sa bene che facciamo della differenza delle opinioni un punto di forza.

    Apprezziamo iniziative fatte a destra e le mettiamo in homepage (vedi SPESA KM ZERO) e fatte a sinistra (vedi MOZIONE ACQUA PUBBLICA). Se volessimo censurare certe notizie che politicamente potrebbero non ”farci gioco” lo avremmo fatto. Ma non è nel nostro stile e non siamo nati per questo. Non siamo politici e non lo saremo mai.

    Ho semplicemente invitato piovanelli ad usare una sola identita’ (scelga lui quale) e a farsi comprendere. Non credo sia difficile.

    FDB

  19. Attendo con ansia i risvolti di questo “Patto civico”, di questa brutta telenovela che ormai i nostri amministratori ci rifilano quotidianamente.
    Mi unisco ai consiglieri Baitelli e Rubagotti: vergogna, VERGOGNA!
    Per quanto riguarda l’intervento di Marco, beh, piacerebbe anche a me rivolgere qualche domandina alla signora Grasso. Facile “raggiungere risultati” in questo modo,vero? Vorrei proprio sapere se i vostri elettori sono altrettanto contenti dei “risultati raggiunti”: a quanto ne so, parecchi sono infuriati (e sto usando un eufemismo!) per le scelte di Selina.
    Questo non significa ingannare chi ha riposto fiducia in lei?
    Mah, ai posteri l’ardua sentenza… Intanto, nel mio piccolo, cercherò di diffondere il più possibile la notizia, visto che i palazzolesi troppo spesso non s’informano quanto dovrebbero…
    Saluti a tutti.
    V

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: