• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,808 accessi
  • Categorie

COME VOTARE PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

I soldi trasformano la politica in una montagna di merda. Il MoVimento 5 Stelle RIFIUTA ogni contributo elettorale in caso di elezioni. I soldi devono rimanere alla comunità. La nostra campagna elettorale è stata finanziata da contributi spontanei. La spesa sostenuta in ogni Regione è stata di circa 15.000 euro più il lavoro immenso e non retribuito di tante persone. Se venisse eletto in Regione un candidato, lo Stato dovrebbe versare al MoVimento 2/300 mila euro. Questi soldi non li vogliamo. Non li vogliono i nostri candidati:

Vito Crimi
candidato presidente per la Lombardia

Giovanni Barbò
candidato consigliere per la provincia di Brescia

Se verranno eletti, riceveranno uno stipendio per la loro attività, se il MoVimento avrà bisogno di finanziare delle iniziative nelle singole Regioni li chiederà ai cittadini attraverso la Rete.
Il costo della politica è un’invenzione linguistica dei politicanti per diventare ricchi, o almeno benestanti, con le risorse dello Stato. Io non conosco un solo politico povero. Le elezioni sono diventate un “Gratta e vinci“, una lotteria di Stato, un’assicurazione per la vita dei partiti. Il tesoriere di un partito è spesso più importante dello stesso segretario. Lo Statuto del MoVimento non prevede un tesoriere. Il MoVimento è “altro“, non vogliamo i soldi delle tasse degli operai, degli impiegati, dei pensionati, delle piccole imprese per finanziare i costi della politica.
Il MoVimento è “altro” anche per i telegiornali, per quella fogna della televisione pubblica che assorbe i soldi del canone, della pubblicità e fa debiti di decine di milioni di euro ogni anno. Il MoVimento 5 Stelle non è mai stato citato (tempo di antenna *) nei telegiornali TG1, TG2, TG3 e RAInews24 (dati al 20 marzo 2010, fonte Agcom) . Non esistiamo, siamo dei “non” cittadini per l’informazione controllata da Pdl e Pdmenoelle, la cancrena del Paese.
Il costo della politica ha generato mostri come Craxi, Berlusconi, D’Alema, Casini. I soldi sono uno strumento per regnare all’interno del partito, per premiare i più fedeli. La sete di soldi è senza limiti. Per i partiti sono l’equivalente dell’odore del sangue per gli squali. Il MoVimento è “altro“, noi siamo cacciatori di squali. Un solo consigliere in Regione permetterà di dare ai cittadini trasparenza su ogni atto, su ogni porcata, su ogni inciucio attraverso la Rete.
Domenica e lunedì si vota. Ricordate di fare una doppia croce, una sul simbolo del MoVimento 5 Stelle con il nome del candidato e una sul simbolo del MoVimento 5 Stelle con la preferenza.
E’ IMPORTANTE FARE UNA DOPPIA CROCE PER ELEGGERE ALMENO UN CONSIGLIERE, ditelo anche ai vostri amici.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene’). Noi neppure.

>>> Scarica e diffondi il Programma del MoVimento 5 Stelle

(*) Tempo di antenna: indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico istituzionale ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del
soggetto

Beppe Grillo

NO AL CENTRO COMMERCIALE QUINTANO: PURTROPPO CATTIVE NOTIZIE.

Inoltriamo oggi una lettera che ci è giunta dal Comitato contro il centro commerciale di Quintano in merito al ricorso del Comune di Palazzolo sull’Oglio. Buona lettura…

Cattive notizie, purtroppo.

Con la sentenza che trasmetto in allegato il TAR di Brescia ha respinto il ricorso del Comune di Palazzolo sull’Oglio contro il Megacentrocommerciale di Quintano, che a questo punto sembrerebbe sempre più vicino.
Essendo uno dei rappresentanti del Comitato contro il Megacentrocommerciale di Quintano esprime un forte rammarico per questo fatto ma invito comunque tutti a non arrendersi. Non so se il comune di Palazzolo intenda impugnare la sentenza ricorrendo al Consiglio di Stato o in altre forme oppure accetti il fatto senza reagire.

E’ anche il caso di ricordare che l’autorizzazione contro la quale il comune di Palazzolo ha fatto ricorso, è stata concessa a ZERBIMARK dall’amministrazione di Castelli Calepio in data 05 Giugno 2009 (il giorno prima delle elezioni comunali) dalla precedente amministrazione poi uscita sconfitta dalle elezioni. La nuova amministrazione, da quando è in carica ed in attesa dei ricorsi, non si è mai pronunciata, almeno ufficialmente, sulla questione MEGACENTROCOMMERCIALE.

Però ricordo che l’attuale sindaco ed altri esponenti della nuova amministrazione sottoscrissero molte delle osservazioni presentate contro il megacentrocommerciale in sede di conferenza dei servizi. L’attuale sindaco partecipò anche all’ultima riunione del Comitato, a Quintano, ed intervenne dicendo che vi era una sola strada per bloccare il Megacentrocommerciale: cambiare l’amministrazione. Ora che l’amministrazione è cambiata vorremmo capire, ufficialmente, qual è la posizione del sindaco e della giunta.

Da parte nostra credo non ci si debba arredere, anzi si debba riproporre una forte mobilitazione popolare contro l’operazione, devastante per il territorio e le comunità. Avrei paicere di ricevere commenti e valutazioni in risposta per eventualmente organizzare un incontro pubblico.

Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti a tutti.
Per il Comitato contro il MEGACENTROCOMMERCIALE DI QUINTANO,
Claudio Sala

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: