• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,101 accessi
  • Categorie

EX FILATURA FERRARI: DISCARICA A CIELO APERTO

Pubblichiamo la segnalazione e le foto riguardanti lo stato di degrado dell’ex filatura Ferrari scattate da una nostra lettrice. A voi i commenti…

“A proposito di parchi un paio di settimane fa sono andata con il mio moroso e il mio cane a fare una passeggiata nel parco dell’Oglio partendo dalla ex filatura Ferrari: non potete immaginare cosa abbiamo trovato…
Cestini forse due su un tratto di 5 km, ma sottolineo forse due, e immondizia, ma tanta di quella immondizia che non appartiene di sicuro ai ragazzi che fanno i rave party e inoltre le palizzate lungo il canalino sono tutte o quasi smontate in quanto usate per bruciare suppongo, ho fatto anche delle foto….” LELLA




Annunci

17 Risposte

  1. go scriit ier
    chè so pasat po o me dè lè
    alura l’e era chè so prope ècc è i ma sculta piu nusù.
    el post l’è prope tignit mal fess, ma l’è mia en del parco del Prat Lungù( me le Rubinie le ciame ise col so nom storic)
    ma lè isì al vecc mulì del pilù.
    con chesto vol mia di chè bisogna lasal isè chel post le.ma lè mia le Rubinie.
    è chei del cumu i garà de intervegni can dè l’oa
    ciao sècc

  2. Indecente.

    FDB

  3. Chi ogni tanto va a camminare-correre-bici, per le campagne di palazzolo e provincia è abituato a vedere discariche del genere, da scati edili a semplici sacchetti dello sporco, e la situazione è ben generalizzata su tutto il territorio, campagna e zona urbana compresa, dal vanzeghetto, alla valena passando per la costa, per finire in via prato, i bordi delle strade anche ad alta percorrenza sono più sporchi dei cessi dell’eineken jamin festival.
    Forse prima di parlare tanto di attaccamento alle nostre origini e territorio dovremmo imparare a raccoglere il nostro schifo

  4. post scrittum…
    allego il link di bresiaoggi dove un servizio parla propio di questa situazione di degrado del nostro territorio comunale
    http://www.bresciaoggi.it/dossiers/Comunit%C3%A0/214/760/130417/

  5. Credo che il Comune e le sue forze di Polizia – già largamente sotto organico per il controllo delle zone urbane (ricordo l’articolo sul blog intitolato più o meno: “Far West? No, Palazzolo…”) -. possano ben poco per la sorveglianza delle rive dell’Oglio e del suo Parco. Nella zona del Mulino Pilù trovano alloggio molti senzatetto ed un luogo tranquillo dove bucarsi alcuni tossicodipendenti; per completare il quadro della zona, fino a poco tempo fa – raccontano i residenti – oltre a periodici rave party, si svolgevano anche gare automobilistiche clandestine. Come dire, le foto di “Lella” sono solo la punta dell’iceberg…

  6. Grazie Lella,
    questo si che è un esempio di vero cittadino reporter (o di citizen journalism :)!

  7. Bhe….so che è solo la punta dell’iceberg,ma se non cominciamo nemmeno da quello addio.
    E da quando sono iscritta al movimento cinque stelle,sento di dover far molto di piu per la nostra cittadina anche in quanto madre di un’adolescente. E se ciò vuol dire fare delle foto per testimoniare il degrado che c’è nella nostra città ben venga,macchina fotografica alla mano,e posso assicurarvi che non sarà ne la prima ne l’ultima volta che scatterò delle foto,promesso.
    Grazie Giorgia,ma per me non è stato un piacere vedere ciò che ho fotografato è perciò che non mi fermerò qui e sono contenta e fiera di far parte di un gruppo cosi compatto e unito come il nostro,forza ragazzi dobbiamo farcela

  8. grande lella-reporter!!!

    FDB

  9. Vi riferisco quel che ho saputo, credo sia utile alla discussione.
    Nel 2007 il CCR (Consiglio Comunale Ragazzi) avanzò una valida proposta per il recupero della località nota come Mulino Pilù: farne una sede permanente di un’area naturalistica attrezzata a scopo didattico e di uno spazio per il campeggio finalizzato ad ospitare classi scolastiche, palazzolesi in primis.
    Il progetto venne effettivamente realizzato e sperimentato da una classe con successo (credo una classe della media King), grazie anche alla collaborazione di alcune associazioni cittadine: dalla protezione Civile all’Ekoclub passando per il gruppo della canoa (scusate ma non ricordo il nome); non meno indispensabile fu il contributo delle forze dell’ordine, a tutti i livelli.
    Si trattò di un modo per recuperare la zona, renderla aperta e conosciuta ai ragazzi, proporre un turismo scolastico meno dispendioso e più aggregante, formativo e consapevole.
    Quell’idea potrebbe essere recuperata, promossa dal Comune e riproposta nelle scuole palazzolesi e non.
    Sarebbe forse un modo per rilanciare Palazzolo come meta di turismo scolastico, visto che la nostra cittadina non manca di nessun elemento storico o naturalistico per essere apprezzata da chi palazzolese non è o ri-scoperta dai suoi abitanti, partendo dai più giovani.
    Mi è parsa un’ottima proposta per ripartire dallo scempio immortalato nelle foto.

  10. La inserisco tra le proposte. Davvero interessante subbuteo, grazie…

    FDB

  11. è una vergogna che una cittadina come la vostra abbia una discarica di questo genere……..adoperatevi attraverso associazioni volontarie ecologiche….prendete esempio del circolo di Legambiente di Pontoglio, da quando ci sono quelli sono anche molto meglio della protezione civile che oltre a fare feste a suon di fanfare….fanno un c……

    ciao a tutti e svegliatevi !!!!!!!!!

  12. dopo qualche anno che non vi passavo domenica mi son fatto un giro in bici lungo la seriola fino alla diga dell’ex cotonificio ferrari. passeggiata bellissima e suggestiva, peccato che si costeggi il “cantiere italcementi” che toglie qualsiasi vista sul parco oglio circostante (non so cosa ne verrà fuori, ma se rispetteranno le strutture preesistenti ancora in piedi potrebbe diventare un recupero molto bello, al di là di ogni considerazione sull’opera), peccato, ancor più, che poi si costeggi la “discarica ferrari”, dove vi si può introdurre facilmente dalle varie sbrecciature presenti (alla faccia del muro costruito lo scorso anno…).

    peccato davvero assistere a uno spettacolo così miserevole circondato da un ambiente stupendo… sindaco e associazioni varie, quanto aspetteranno ad accorgersi che alla palazzolo turistica tanto decantata potrebbe bastare un contesto di tale genere per esistere ed attirare gente? (altro che parco “metelli”, bello si, ma che sa tanto di “artificiale”…)

    un’ultima considerazione: vent’anni fa le rive della seriola erano piene di gente che faceva il bagno (e la piscina a palazzolo esisteva già). ieri, forse era un po tardi, ma in giro non c’era anima viva…

  13. avete ragione la zona della ciclabile dall’Italcementi ai Ferrari è indecente, come del resto quella della ciclabile da via S.S. Trinità verso Pontoglio o di via Sondrio fin sotto l’autostrada peccato però che ogni volta si organizza la giornata del verde pulito a parte i soliti della Protezione Civile, dell’ Ekoclub e degli Alpini e qualche politico proforma di palazzolesi volenterosi non se ne vede l’ombra, quindi è giustissimo segnalare e indignarsi, bisogna però poi rimboccarsi le maniche e raccoglierla quella merda e non aspettare che lo faccia qualcun’altro.

  14. x spinanelfianco:

    vero, non ho mai partecipato alle giornate di pulizie ecc, ma i sentieri fatti non erano sporchi, anzi… mi riferivo però in particolare al ferrari, nel quale non potremmo proprio entrare in quanto proprietà privata. credo debba partire da lì un’imponente opera di recupero urbanistico e soprattutto ambientale (non voglio assolutamente fare ipotesi, ma un’area di tali dimensioni e contesto sappiamo bene che potrebbe fare troppa gola a qualcuno, al di là delle crisi edilizie di cui si parla tanto oggi). da lì, poi, sono passato dopo diversi anni, anzi, per essere sincero, anche se sembrerà strano, la diga l’avevo vista solo in foto, quel sentiero che costeggia il ferrari e arriva alla diga era la prima volta che lo facevo. invece ho un dubbio: ma fa parte della proprietà privata e una volta il passaggio era chiuso o sono io che ho sempre fatto il sentiero sopra lungo la roggia o la pista ciclabile? qualcuno sa rispondermi?

  15. Poi danno colpa alla gente dei rave.. ma guardatevi in casa vostra prima di accusare gente che usa spazi abbandonati per divertirsi

  16. E’ ovvio che all’interno del cotonificio non si può accedere anche se l’amministrazione può imporre ai pripietari più rigore nel mantenimento in sicurezza o nei controlli invece di far costruire muri e trincee contro chiunque. Mi sembra però che le foto riportate si riferiscano anche alla parte esterna dove c’è il sentiero che va al fiume e lì il lavoro di pulizia nelle giornate del verde pulito è stato faticosamente fatto da volontari di Protezione e Alpini non più giovani ma che alle parole sostituiscono i fatti. Tengo a precisare che la maggior parte dei rifiuti raccolti sono scarti edili e quindi vuol dire che qui arriva qualche impresario della zona che vuol risparmiare sullo smaltimento (e non i ragazzotti dei rave) e per bloccare questi furboni ci vuole più sorveglianza da parte dei nostri vigili. Qui sì che con una sola telecamera che riprende le targhe blocchi l’ 80% del problema.

  17. peggio di napoli !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: