• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,672 accessi
  • Categorie

LA LEGA NON RISPETTA LE REGOLE: LA LETTERA APERTA DEL PD AL SINDACO SALA.

Riportiamo integralmente la lettera aperta del PD di Palazzolo sull’Oglio, che PALAZZOLO A 5 STELLE condivide in toto, in merito alla intitolazione di strade e piazze di Palazzolo.

LE REGOLE VANNO RISPETTATE O SOLO QUALCUNO DEVE FARLO?

(Lettera aperta al Sindaco di Palazzolo)

Caro Sindaco, a pochi giorni dalle festività di fine anno l’Assessore Raccagni Stefano mi ha fatto convocare, insieme agli altri capigruppo consiliari, per condividere scelte urgenti in merito all’intitolazione di una nuova via. Ho richiesto telefonicamente qualche anticipazione ma l’Assessore mi ha detto che preferiva spiegare il tutto durante l’incontro, tanto era “una cosa che si sarebbe risolta in una ventina di minuti”.

All’incontro l’Assessore Raccagni ci ha spiegato che in quanto capigruppo delle forze politiche che siedono in Consiglio Comunale potevamo a buona ragione considerarci rappresentanti dell’intera cittadinanza e, quindi, era sua intenzione non perdere ulteriore tempo nella predisposizione di regolamenti o altro, ma stava facendo predisporre l’elenco delle vie, dei piazzali, dei parcheggi e dei larghi esistenti in Palazzolo e non ancora intitolati e l’elenco di tutte le intitolazioni toponomastiche già esistenti, nonché alcune proposte di intitolazione già presentate, il tutto per procedere, partendo dal febbraio 2010, alla attribuzione dei nomi.

 L’Assessore, magnanimamente, ci ha fornito una esemplificazione di una diecina di luoghi palazzolesi ancora privi di nome tra cui spiccano il quinto ponte, le scalette dei morti del Rùss (che quindi un nome l’hanno già avuto dalla consuetudine dei nostri avi), il parcheggio del mercato di via Kennedy, la bretella di accesso alla tangenziale est e il nuovo parcheggio di piazza indipendenza a San Pancrazio. Basta, secondo lui, che i capigruppo concordino con l’Assessorato un “modus operandi” in cui a turno ogni gruppo esprima un nome da attribuire ad un luogo cittadino che ne abbisogna perché ogni regola scritta a livello locale o superiore possa essere scavalcata. In quel preciso momento, comunque, ci informa che l’Amministrazione aveva urgenza di dare un nome alla nuova via dove era stato realizzata la nuova isola ecologica perché non era bello presentare la domanda di autorizzazione in Provincia senza avere ancora fornito un nome a quella via.

Per questo, su proposta del suo partito, la Lega Nord”, l’Assessore ci comunicava che aveva attivato la procedura di attribuzione di un nome alla via dove si trova la nuova isola ecologica, con la promessa che da febbraio ogni partito avrebbe avuto la sua via da “nominare”. Ho dovuto chiedere esplicitamente quale fosse il nome dato alla nuova via per scoprire che si chiamerà via “Pontida”.

 Ma ….. e le regole ? …… e la tanto proclamata impossibilità a procedere con l’intitolazione di nuove vie per mancanza di regolamenti specifici? Consentitemi un breve elenco delle cose dette ufficialmente in questi sei mesi in Consiglio Comunale.

Seduta Consiliare del 20 Luglio 2009: il PD presenta una mozione per intitolare una strada a Neda Soltani giovane donna che in quei giorni era stata vittima in Iran della repressione governativa alle richieste di libertà avanzate con pubbliche manifestazioni pacifiste.

Il Presidente del Consiglio (nel dare la parola alla relatrice della mozione consigliera Valli Nadia anticipa): …. Guardando negli archivi del Comune, abbiamo verificato che al momento non c’è un regolamento che disciplini l’intitolazione a una strada…. al momento, in assenza di tale regolamento, non è possibile provvedere all’intitolazione di una strada.

Il Sindaco (nel rispondere alla relatrice della mozione del PD): …. sono Sindaco da venti giorni o venticinque, mi sono reso conto che non esiste questo regolamento, come non esistono tanti altri…. in breve tempo, se c’è la volontà politica da parte di tutti …. credo che in una settimana, quindici giorni si possa fare un regolamento. Nel momento in cui è fatto un regolamento, credo che tutti, donne e uomini che hanno valore possono essere oggetto di considerazione per quanto riguarda l’intitolazione. In questo momento non esiste questo regolamento e quindi io prevedo e ho chiesto che non venga intitolata nessuna strada… nel prossimo Consiglio parleremo di queste cose. Sono convinto che sia scaduto il tempo delle parole e diventi il tempo dei fatti……

Il Capogruppo della Lega Nord (nel rispondere alla relatrice della mozione del PD): Sicuramente, almeno questo è il mio punto di vista, questa la metteremo assieme all’elenco di tutte quelle altre vie che ci sono, perché solitamente, che mi ricordi, feci anche io ai tempi, prendevo una lettera di richiesta, la mandavo alla Giunta con delle motivazioni su cui si voleva intitolare questa via e la Giunta prendeva atto e poi decideva. Si può benissimo inserire questa richiesta in quel famoso elenco di vie che ci sono già depositate. Quando ci sarà il regolamento, prenderemo in mano anche questa sicuramente e poi valuteremo. La mozione, presentata dai consiglieri PD, aveva una valenza simbolica, richiamava la coincidenza dell’insediamento del Consiglio Comunale con i fatti accaduti in Iran, dove il dissenso è stato pagato da molte persone con la vita, ed inoltre rimarcava i valori della democrazia della nostra società, basata sul rispetto e sulla libertà, quasi come inizio di buon augurio della legislatura municipale.

Seduta Consiliare del 30 Luglio 2009: si dibatte riguardo alla approvazione definitiva del Nuovo Regolamento Edilizio Comunale adottato dal Consiglio Comunale il 6 aprile 2009 con deliberazione n. 33, il PD interviene con il suo capogruppo che dopo aver nuovamente lamentato come nella stesura di questo regolamento le minoranze non siano state minimamente coinvolte e neppure sentite, rileva come nel Regolamento Edilizio approvato ad aprile del 2009 esista un capitolo che spiega proprio come si deve procedere per attribuire i nomi alle vie.

Non è vero che non era possibile dare il nome ad una nuova via per mancanza del Regolamento, perché il Regolamento c’è e c’era anche a luglio e diceva chiaramente che i nomi alle nuove vie vengono dati dagli Uffici Tecnici Comunali, sentito il parere della Giunta. Ma com’è questa storia? Quando si devono ricordare figure o valori universali di democrazia basata sul rispetto di ognuno e sulla libertà che è tradizione e fondamento del nostro vivere civile, quelli che dicono di essere liberali con miopia ed oscurantismo si appellano alla presunta (e falsa) mancanza di regole specifiche, e quando, invece, fa comodo al proprio oscurantismo violare le normali libertà regolamentate gli stessi ritengono che è meglio muoversi più in fretta in barba ad ogni regola mettendosi semplicemente e riservatamente d’accordo alla meno peggio con le altre forze politiche? E si pensa alla fine che un “allora siamo tutti d’accordo anche se questa non è una riunione ufficiale dei capigruppo” rispetti le istanze di libertà della nostra società?

 No signori, il gioco del “qui adesso faccio quello che dico io” non rispetta le regole del nostro vivere civile che da tempo ormai ha rifiutato ogni monocrazia che non sia controbilanciata da “poteri ufficiali” di verifica e controllo e nessuno può pensare di fare come vuole anche se si chiama Lega Nord e ritiene che in Lombardia si debba fare solo come vogliono i suoi politici ed i suoi amministratori. Chiunque poi si faccia appoggiare da questi presunti potentati locali, ed a questi rimane asservito, compie una grave colpa nei confronti della nostra società ed ingiustamente vende per un piatto di fave la propria presunta primogenitura. Rinnovo gli auguri per un anno nuovo molto migliore di quello appena trascorso.

Mino Baitelli.

Annunci

10 Risposte

  1. Italia e Palazzolo perdono tempo per la Lega e Berlusconi!

  2. Chichino, leggi qui… (notizia di oggi)
    ‘A dieci anni dalla morte di Bettino Craxi, il sindaco di Milano, Letizia Moratti, avrebbe deciso di intitolargli una via o più probabilmente un giardino all’interno di un parco nella sua città natale…’
    Tanto per dire, Craxi beatificato! E Diaco (il vj) vorrebbe celebrare il Bettino in una serata speciale di Sanremo.
    Noi però adesso abbiamo via Pontida e siamo stati premiati da Legambiente per la cura per il nostro fiume (notizia data dal TG3 Regionale con debita intervista al nostro sindaco… ed assessore alla cultura..che puntualmente sbaglia 5 congiuntivi su 2…).
    E poi adesso ‘ciabbiamo’ anche il partito dell’amore (ci aveva già provato Ilona Staller negli anni 80….Chichino, sai chi è Ilona Staller?)
    Sento un odore strano Chichino…è odore…mmm…certo, è odore di… di Svizzera.
    Tutti fieri, puliti (fuori), belli, ordinati, ben pettinati, con la frangia ovviamente rivolta a destra. Strade pulite e sicure, case col filippino e SUV.
    Chichino…non mi piace la Svizzera!

  3. Bravo al dott. Baitelli!
    Vigiliamo per la prossima intitolazione (via Arcore?).
    Speriamo un giorno di attraversare VIA Berlusconi… VIA!

  4. beh, via pontida porta all’isola ecologica? almeno non l’hanno usata per qualche via più… “rappresentativa” !
    caso strano la via che a san pancrazio gira attorno al nuovo complesso e che praticamente dà (o darà) l’indirizzo alle scuole elementari e all’asilo è “via XXV aprile”. uno sbaglio forse? comunque di tale via targhe non ne ho viste…

  5. non ti piace la svizzera ma quelli là invece di star a guardare, propongono-scelgono-fanno….
    e vanno bene nei secoli dei secoli…..

  6. chichino non ti conosco ma non ti ci vedo nei panni dello ‘svizzero’.

  7. da cosa lo riconosci uno svizzero?
    dal cappello alla tirolese, dall’iollalaiù o dalla tavolette di cioccolato e emmental in mano?
    e poi mica ci sono sono gli svizzeri che vanno bene….si fà per dire…perchè sono qua vicini…..io mica sono un amante in totto della svizzera…guarda occhio se non ti confronti su temi concreti non ti rispondo più!!!!!!!!!!

  8. Via Pontida è sempre meglio di via Padania…..ma secondo me le vie dovrebbero avere o richiamare momenti e personaggi della nostra storia cittadina, italiana, mondiale , fatti o persone che richiamano la storia dell’umanità intera e in ambiti diversi: arte, musica , storia, sport, impegno sociale, ecc….. A mio parere in questo contesto potrebbe starci anche via Pontida (giuramento di..), ma è il modo nel quale ci si pone che fa la differenza!
    Bravo Baitelli!
    Mi dispiace solo una cosa , visto i precedenti e la stoltezza di sindaco e giunta, questa lettera andrà nel cestino….speriamo almeno della carta da riciclare.

  9. bene baitelli eil pd palazzolese.

    raccagni che dire?!

    se questi sono i volti nuovi, andiamo bene…

  10. Bravo F.
    Aggiungerei : Se questi sono i metodi/modi usati per intitolare le vie, strade, ponti……. Pensate!
    Copione già visto con questa amministrazione. Ciò che loro decidono va bene. Le regole ?ci sono, ma, non si sa, forse, facciamo prima a non rispettarle, (qualora esistesserò già)! Il fine ultimo è mantenerae la SEDDIA (e lo stipendio) non certo il bene del Paese. Se poi si discute in Consiglio Comunale di un argomento che “Scotta” si fa prima a ritirare tutto e ……. come per magia ….. il problema non c’è più.
    Poveri Noi! Poveri Noi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: