• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,120 accessi
  • Categorie

IL VICE-PRESIDENTE DI PALAZZOLO A 5 STELLE SU ”WWW.ILCORPODELLEDONNE.NET”

“Ogni tanto questo Blog sarà a disposizione di chi ci legge e che, nelle cose che fa, ci mette la faccia.

Oggi ospitiamo Giorgia Vezzoli, le sue poesie e il suo volto.

C’è bisogno di facce, facce vere, facce che raccontano di una vita che non si ferma all’apparenza.

Volti alternativi ai “non volti” televisivi e pubblicitari.

Che raccontino di noi a chi ci incontra.

Mettiamoci la faccia.”
(Lorella Zanardo – http://www.ilcorpodelledonne.net)

Questo scrive oggi Lorella Zanardo nella homepage del famossismo blog ILCORPODELLEDONNE.NET, ospitando un testo con foto del vicepresidente di PALAZZOLO A 5 STELLE, Giorgia Vezzoli, da sempre interessata alle tematiche femminili e da un anno curatrice del seguito blog VITADASTREGHE.BLOGSPOT.COM.

Questa pubblicazione testimonia ancora una volta l’apprezzamento dell’impegno profuso in ambito sociale da parte di questo gruppo. Per chi non lo sapesse IL CORPO DELLE DONNE è un documentario sull’uso del corpo femminile nella tv italiana, diventato un vero e proprio cult anche all’estero, che testimonia con impietosa evidenza il degradato ruolo della donna nei nostri media.

Ecco il documentario: http://www.ilcorpodelledonne.net/?page_id=89

Ecco il testo pubblicato in homepage dalla Zanardo:

Non al potere, ma a chi lo nutreA capo

Il potere è tale solo se al suo cospetto
si radunano le nostre intelligenze.
Non inchinate i vostri talenti a quanti
li consumeranno per il proprio gozzoviglio. Non mercificate di padrone in padrone
ciò che non può essere passato di mano in mano.
Non permettete che i compromessi
smarriscano il confine fra la necessità di sopravvivere
e la cupidigia di accumulare a discapito dell’altro.
Se di rado è possibile decidere del proprio talento,
sempre si può scegliere il limite entro il quale sottometterlo.
In un mondo dove ciascuna eccellenza si offrisse
non al servizio dell’uno ma dell’umanità tutta,
il potere perderebbe la radice del proprio sostentamento
in favore di una diffusa possibilità di esistere,
che voi negate,
sovente a voi medesimi.
(Giorgia Vezzoli)

 

 

Annunci

9 Risposte

  1. tu che hai a cuore queste tematiche: perchè i maledetti media tradizionali non rispettano il codice di auto regolamentazione per i minori?
    che essendo auto, loro stessi si sono dati….
    avete esempi a iosa, accendete il televisore, con mediaset andate sul sicuro, se volete il top provate da papi (non berlusconi…di cognome) su italia 1, guardate cosa fa la fico…
    (è a contenuto erotico, quindi chi non vuole/può vedere non schiacci play)

    la colpa è ancora di berlusconi, è risaputo che nel mercimonio lui vede una miniera d’oro, non per niente faceva avanguardia con colpo grosso!
    è lui che ha portato la tv degli americani, e la rai cogliona dietro a lui….bell’esempio di patriottismo.

    fatto sta che (lo so sia per esperienza diretta che indiretta) che a un giovane maschio di 6,7,8,9 anni gli va in tiro con la tv di berlusconi! provare per credere!

  2. quelli di quell’età li…quelli più grandi stanno in piedi ad aspettare le commedie sexy….e poi….e poi….grazie papi (berlusconi) diventeremo come te! ps tu trans no….?

  3. Che dire chichino Berlusconi docet…… ☻☻

  4. ciò che ho detto è per quanto riguarda i maschi…ma anche le femmine hanno la loro bella strada…
    guardate il video dal minuto 2.30, alla fine mi aspettavo che la bambina rispondesse: come fa la fico!

  5. C’è una rubrica sul blog di giorgia (vitadastreghe.blogspot.com) che si chiama OCCHIO ALLO SPOT in cui ce ne sono a iosa di quelle pubblicità lì, purtroppo.

    non dovrebbero essere trasmessi certi programmi a certi orari in cui i bambini/ragazzi sono svegli. esiste un regolamento. ma in questo paese si preferisce censurare luttazzi o biagi piuttosto che evitare di mettere in piedi certi spettacoli GRATUITI ED INUTILI.

    qual è il senso in un quiz di una donna col sedere di fuori?
    qual è il senso in un programma sportivo di una donna seminuda che di calcio non ne capisce un accidenti?

    mi si dirà: lo fanno per l’ascolto. E’ UNA BALLA.

    i programmi in questione (cito PAPI visto che hai linkato il video) fa un ascolto medio di 2 milioni scarsi al giorno. Un ascolto per cui mille programmi verrebbero chiusi seduta stante o nemmeno finanziati. Fanno di più i SIMPSON, in qualsiasi fascia oraria li si collochi.

    Tempo fa ci fu un’altra robaccia a CONTROCAMPO. Gratuita e inutile. Gli ascolti? Persero la sfida con la diretta concorrente Domenica sportiva di raidue, che di modelle seminude non ne ha manco una. Ha Teocoli e fior di professionisti che cercano di realizzare un programma sportivo fatto bene.

    cosa voglio dire?

    Che è chiaramente una scelta, ripeto per me GRATUITA E PRIVA DI UTILITA’, che distrae buona parte della massa televisiva (coltivando i minorenni) da riflessioni e da altri pensieri. Una scelta meditata e come dicevi tu chichino partita anni addietro per RIMBAMBIRE i rimbambibili.

    Chi ha voluto tutto questo i risultati li ha ottenuti e sono sotto gli occhi d tutti.

    Degrado sociale, ignoranza e figura femminile ridotta a mera mobilia non solo televisiva.

    F.D.B.

  6. ogni tanto esce un seno…famo er botto d’ascolto…boni state boni.

  7. L’uso del corpo femminile nella nostra tv è sotto gli occhi di tutti e lo avete giustamente segnalato anche voi.
    Il documentario “Il corpo delle donne”, che invito tutti a guardare al link pubblicato nell’articolo ha aperto il muro di gomma. Attorno ad esso sta nascendo una comunità di persone (doNNe e uomini) che cominciano a interrogarsi sul problema, sul perché, sul come uscirne.

    Sono tante le iniziative che stanno nascendo, di cui OCCHIO ALLO SPOT! è una di quelle, segnalata già dal nostro admin.

    Speriamo nel tempo di costruire un forte movimento di opinione che possa influenzare positivamente le aziende committenti delle pubblicità e di conseguenza i programmi sui quali pianificano le loro campagne.

    Sul perché di questo uso morboso del corpo delle donne, il discorso sarebbe molto lungo. Dal mio punto di vista personale, inserisco la svalutazione della donna come persona (e non come oggetto sessuale o grechina di contorno) all’interno dI un più ampio sistema di volgarizzazione culturale di massa volta ad una progressiva erosione dei diritti.

    Le donne sono tante. Mantenere più della metà della popolazione in un’immagine di inferiorità (e l’immagine è sostanza nella nostra società), significa in un certo senso controllare meglio le persone. Sulle donne il controllo è facile perché in atto da secoli e così impregnato nella cultura che è difficile liberarsene. In Italia poi il cattolicesimo non ha aiutato e ha forse anzi contribuito a creare un’immagine di donna santa (e di conseguenza putt***a) che ha ostacolato l’ermegere di figure femminili piene, alternative, forti, controverse come tutti gli esseri umani. Tanto che le donne stesse faticano ad avere modelli sociali.

    Il tentativo del “metterci la faccia” significa il far conoscere dei nuovi tipi di donne sganciate dai suddetti sterotipi, nella loro naturalezza. Invito in questo senso a guardavi il blog http://unaltradonna.wordpress.com, dove una fotografa cerca di diffondere volti di donne vere perché siamo così bombardati da donne modelle (che seguono i canoni di bellezza imposti dai media) da credere che sia davvero quella la bellezza femminile.

    Di un uomo arriviamo a notare la bellezza dei suoi anni e riusciamo persino a dire che un maschio addirittura diventa interessante col passare del tempo.
    Con le donne questa percezione non riusciamo ancora ad averla, ma non è un problema di gusti estetici, è un problema CULTURALE, perché i gusti stessi mutano con i cambiamenti di mentalità e cultura. Ciò rende la donna schiava di una giovinezza e di una bellezza che sono un vestito troppo stretto per un’anima che cresce e matura, come quella di un essere umano.

    Certo, come ogni essere umano, la donna è pure libera di scegliere se sottostare a questo condizionamento oppure no. Ma spesso chi non si adegua viene penalizzata con un vita molto più difficoltosa. Pensateci bene. Succede in fondo anche agli uomini, quando non si adeguano al ruolo che la società si aspetta da loro. Ecco perché il condizionamento femminile è metafora evidente e palese di qualcosa che sta succedendo a tutti, per aspetti diversi.

    Vi ringrazio per questa discussione.

  8. CAUSESKU anticipatore del premier: non c’è il pane? prostituitevi!
    certo la versione da soap opera italiana non poteva essere così esplicita: non arrivi a fine mese? sposa un riccone.

    questa la segno:

    Mantenere più della metà della popolazione in un’immagine di inferiorità (e l’immagine è sostanza nella nostra società), significa in un certo senso controllare meglio le persone.

  9. incazzattevi donne! vi veniamo dietro con la cavalleria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: