• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,940 accessi
  • Categorie

RITRATTO DI DONNA ITALIANA

Salve, sono una donna italiana.

Sono cresciuta circondata dall’ossessione verso il mio corpo, ascoltando commenti, incrociando sguardi, guardando le pubblicità ed i programmi televisivi che mi ricordavano costantemente la mia distanza fisica dai modelli convenzionali di bellezza.

Una volta superato l’ostacolo di accettazione con me stessa, ho dovuto affrontarlo con il resto del mondo, che mi voleva bella e piacente sul lavoro, fra gli amici, in coppia.

Quando esco per strada devo stare attenta e, se il sole ha lasciato posto alle prime luci della sera, è preferibile che io non rimanga da sola. Se sorrido a qualcuno, è meglio che prima mi sinceri del fatto che poi non mi ritrovi ad essere molestata fisicamente o a distanza.

Quando rientro in casa, a volte non va tanto meglio perché in molte famiglie, spesso mi attende comunque violenza. Certe sere sono pugni, calci e fare l’amore controvoglia, certe altre solo offese e parolacce. Non succede sempre e quando accade probabilmente è perché me lo merito.

Votare è un diritto che ho ottenuto relativamente da poco e lo esprimo con frequenza mentre è più raro che io riesca ad emergere come candidata poiché il mio Paese è governato quasi esclusivamente da uomini.

E’ più facile che io riesca a fare carriera con le mie curve e con l’uso che ne faccio piuttosto che con il mio curriculum. Quando mi assumono, spesso mi chiedono di non restare incinta e, se ci resto, a volte mi costringono a lasciare il lavoro. Se invece sono già mamma, piuttosto che concedermi di organizzare da sola parte del mio tempo o di svolgere qualche attività da casa, si sincerano che io abbia ormai rinunciato a crescere i miei figli.

Il mio stipendio è quasi sempre inferiore a quello di un uomo che, al pari delle mie stesse capacità e mansioni, viene retribuito maggiormente.

Molti mi dicono che sono fortunata perché ci sono Paesi in cui non ho diritto di possedere nulla, neppure me stessa. Ci sono luoghi in cui non posso decidere come vestirmi, cosa dire, come comportarmi, chi frequentare. Però, se vivo in terra di mafia e sono imparentata o semplicemente ho frequentato l’uomo sbagliato, rischio la vita anche solo per scegliere chi poter amare e, se non ho un marito a cui appartenere, non ho neppure una mia identità.

Quando invecchio, quasi nessuno fa caso alla mia espressione di saggezza o alle mie rughe interessanti, quanto piuttosto alla distanza che c’è fra la mia immagine e quella di quando ero bella.

Se sono in coppia, significa che forse potrò realizzarmi ma poiché sono fatta per fare figli, se non li avrò, non sarò mai una vera donna.

Se sono single, non è per mia scelta ma per costrizione o perché non sono statace capace di tenermi un uomo e, se la cosa durerà nel tempo, molto probabilmente resterò una zitella.

a cura di Giorgia Vezzoli

Annunci

30 Risposte

  1. Mettiti in testa una cosa Giorgia, di queste parole sono pieni tutti i giornali e le televisioni e non stai dicendo niente di nuovo, alla fine stancano queste cose e non sortiscono nessun effetto positivo. Perchè non parli di quanto e di quando una donna si sente veramente amata. Sai molti uomini vedono le donne sotto tutta un’altra luce e ringraziano Dio di averle accanto anche se le rughe e le malattie sconvolgono il loro corpo. Parla una volta tanto della luce e della speranza che una donna porta nella vita di ogni giorno, non seminare continuamente questo inutile pessimismo, la tua sembra una guerra agli uomini,mentre spesso sono le donne che fanno soffrire di più altre donne, non credi.
    Hai mai avuto per capoufficio una donna? Informati presso qualche amico che ne fa l’esperienza.E la violenza sugli uomini da parte delle donne?
    Sei convinta che la violenza sia solo una questione di sesso?
    Mi fermo qui forse è meglio, ma ti prego usa la tua poesia una volta tanto anche per dare fiducia, diversamente sei una voce del mucchio ,non dici niente di nuovo, solo lamentele niente di costruttivo, la sola polemica che lascia il tempo che trova.
    Ciao il Falconiere.

  2. ma come????
    non solo nel nostro paese non sembra si faccia nulla per migliorare la situazione, ma ci si lamenta pure che si continui e denunciare lo schifo in cui molte donne si trovano? queste sarebbero solo “lamentele, niente di costruttivo, la solita polemica”??????? già questo è un atto di violenza, è orribile!
    tutte le donne lo sanno che ci può essere e che c’è di meglio e che le relazioni uomo-donna possono essere incentrare sull’amore, il rispetto, la fiducia aldilà delle mistificazioni e delle ossessioni della nostra società (come appunto la mera bellezza etc) e molte donne e uomni vivono ogni giorno questa meravigliosa e possibile realtà. non credo proprio che l’autrice di questo articolo ignori questo fatto. ma non viviamo in un mondo ideale e continuare a premere questo tasto è importante e lo sarà fino a quando ci sarà questo problema. e se trovate questo pezzo noioso perchè denuncia le solite cose che sappiamo tutti, bè, vi toccherà annoiarvi ancora per un bel pò. purtroppo.

  3. io sono d’accordo con giorgia, ma manca una faccia della medaglia, le donne che sfruttano la loro avvenenza per ottenere ciò che gli serve.
    le due faccie vengono create da un fenomeno molto diffuso nella nostra società: la massimizzazione.
    tutto deve essere spinto al massimo (, gli sportivi si dopano, le industrie sfruttano e distruggono, le persone sono piene di bisogni fittizzi (cellulare alla moda, vestiti di un certo tipo ecc. ecc.)…e le donne devono essere statuarie.
    e in più per avere braccia disponibili da ogni essere umano c’è la retorica della parità cieca!
    parità di cosa? nel parto, nello sforzo fisico, nell’aggressività?
    siamo diversi, nelle competizioni sportive siamo separati, gli ermafroditi gareggiano in base al livello di testosterone altrimenti non ci sarebbe partita!
    abbiamo gli stessi diritti ma non siamo uguali, neanche le cose stampate sono uguali!
    le donne hanno fatto loro la mentalità dell’uguaglianza spietata, in un mondo fatto e creato dell’uomo, ne sono complici, e ora si trovano in una classifica in cui devono essere all’altezza di fare ciò che fa un uomo nelle cose da uomini e con degli standard altissimi per quanto riguarda il lato estetico, non mi stupisce che siate in fondo alla classifica. parità…parità però mi sembra che l’uomo degli standard estetici così alti non li abbiano addosso.
    le donne volevano liberarsi e si sono trovate più in gabbia di prima.
    crescevate i figli, gestivate la casa e venivate mantenute…bastava una rimodernata a tutto ciò…e non una rioganizzazione da lager del 3° riech

  4. x ars. condivido tutto

    x antonio: giusto il discorso della massimizzazione, ma non credo che le donne volessero gli standard che oggi ci sono. a me pare che chiedessero più rispetto e più libertà per essere ciò che loro volevano e non ciò che la società voleva che loro fossero.

    x falconiere: non so quali giornali leggi ma mi pare che l’articolo rispecchi molto la realtà. nessuno ha in mano la verità ma ciò che l’articolo denuncia mi pare inconfutabile.
    il pessimismo è un’altra cosa. il pessimista non vuole cambiare le cose, il pessimista non denuncia, il pessimista si accontenta. in questo articolo c’è tutt’altro.

    se c’è la malaria non si può parlare di quelli che la malaria non ce l’hanno.
    😉

  5. beh, forse seguirò il tuo consiglio e per non annoiarmi non vi leggerò più. E dal ’68 che sento le stesse lamentele e chi continua a farle non ha cambiato assolutamente niente. Conosco e preferisco ben altro tipo di donne che sanno come cambiare il mondo e ne hanno cambiato tanti aspetti senza fare queste inutili e continue battaglie che portano solo all’esasperazione .
    Giorgia te lo ripeto ancora un’altra volta perchè tanto lo so che non mi ascolti, smettila di lamentarti smettila di denunciare lo fanno già in troppi sei una delle tante voci che ripete le solite cose. Porta qualcosa di fresco, qualcosa di costruttivo, non distruggere sempre tutto.

  6. Non capisco questo attacco “personale” ad un tema che di personale non ha nulla, ma che è invece sociale e su tale registro vorrei imanere.
    Non capisco perché criticare chi denuncia e non ciò che viene denunciato.
    Pessimista non è chi denuncia ma piuttosto chi, pur vedendo, tace e non fa nulla perché “tanto non cambia niente”.
    E’ come dire a Saviano di smettere di parlar male del suo paese perché è noioso, pessimista e non è costruttivo. Ma intanto la mafia c’è anche e soprattutto perché non se ne parla abbastanza.

    Per quanto riguarda il noioso, beh, io sui media vedo molte tette e culi più che riflessioni sulla condizione femminile in Italia rispetto al resto dell’Occidente. Magari ci fosse più spazio per queste tematiche. Ma il documentario “Il corpo delle donne”, che parla proprio della nostra tv, purtroppo me lo devo andare a vedere solo su Internet oppure leggere qualcosa sui media stranieri, come sta succedendo in questi giorni in cui il dibattito internazionale sul degrado della nostra televisione sembra caldissimo.

    Non capisco infine perché denunciare una situazione di disagio – per altro largamente condivisa da tante donne – sia non fare nulla di costruttivo. Parlare, informare, sensibilizzare e poi incontrarsi, fare eventi ed educare ti sembra poco?

    Neppure come autore, e concludo, mi sento pessimista. Forte, sociale, impetuoso, ma mai pessimista. Questa stessa rubrica si apre con una mia poesia-manifesto che è un inno gioioso alla bellezza (in tutti i sensi) della donna. Che di triste non ha proprio nulla.

  7. La differenza sta nel fatto che io cerco di parlare il meno possibile e cercare di migliorare le condizioni di tutti gli esseri umani indistintamente. Per me la donna non sono tette e f… e qualcosa di molto di più ma soprattutto è un essere umano. Mi fa male la violenza sulle donne alla stessa maniera che mi fa quella sui bambini e sugli uomini, e quando mi è toccato di dare due ceffoni a d una donna, non ho fatto violenza al genere femminile, ho fatto un gesto violento ad un essere umano che in quel momento aveva bisogno di qualcosa di più.. che le solite parole che alla fine fanno molto più male (e comunque il soggetto che ha preso le due sberle ancora mi ringrazia per quel gesto, con questo non voglio giustificare la violenza penso sia chiara la faccenda)
    Mi sono espresso così per criticare le persone che su tutto sprecano fiumi di parole, ieri lo fatto su quelli che non hanno fatto altro di parlare dei morti in Afg. oggo l’ho fatto con te. Continuerò a battermi su questo meno parole e più fatti, Comprendi le mie parole o non riesco a farmi capire.

  8. Parlate sulla violenza alle donne, spero di sbagliare ma nelle ultime elezioni comunali ho letto una cosa vergognosa non sò se sul vostro blog o dove,C’ era un vergognoso attacco ad una candidata donna, si mostravano fotografie su come era prima e attualmente( si era rifatta o meno erano fatti suoi non credi) . Se non eri tra quelli che l’hanno pubblicata avresti dovuto batterti per contestare questa trovata vergognosa, spero che molte donne palazzolesi si siano offese con lei e non abbiano fatto i soliti risolini e commentini piccanti .
    Un’altra cosa l’hai interpretatato un pò troppo a modo tuo questo mio commento, perchè o non mi conosci proprio per niente o ti sei fatta una strana idea di come sono fatto, e di quante donne sia amico e considerato tale con tanto rispetto.
    MENO PAROLE E PIU’ FATTI CONCRETI.
    Dovreste parlare da un piedistallo invece ripetendo sempre le medesime cose date l’impressione di essere legate ad un trespolo.

  9. intendevo che le donne subiscono massimizzazione che porta a picchi molto alti di soddisfazione o di depressione, ma mediamente non fa star bene nessuna donna.
    credo che le donne che conosce il falconiere siano tipo carfagna, brambilla ecc.
    a lui non interessa se un politico si rifà e trucca le fotografie? a me sì e molto, a mio parere una persona che si rifà o trucca le foto ha bisogno di un sostegno del lato estetico perchè il lato sostanziale non ha molto appeal. le sue soluzioni non sono così accattivanti da mettere in secondo piano giovane, vecchio, uomo, donna bello brutto.
    romano prodi era brutto ma dalla morte di berlinguer l’unico politico buono, e le sue soluzioni hanno avuto appeal in tutta europa e oltre, certo non in patria perchè aveva 6 tv e 15 giornali contro.
    berlusconi è bello ma vale una ciofeca come politico.

    solidarizzo con giorgia, ma vorrei solo farle presente che se chiede alla carfagna se il mondo così comè non va, le risponderebbe sicuramente di no: “sei bella, tutti gli uomini ti vogliono, hai l’imbarazzo della scelta, con un pompino puoi diventare ministro e vivere da signora tutta la vita, cosè che non va in questo mondo? tu che alternative hai, cosa proponi? una specie di comunismo intra-genere?se se siete brutte e sfigate non è colpa di nessuno!”

  10. “quando mi è toccato di dare due ceffoni a d una donna, non ho fatto violenza al genere femminile, ho fatto un gesto violento ad un essere umano che in quel momento aveva bisogno di qualcosa di più.. che le solite parole che alla fine fanno molto più male” (cito testuali parole)

    sai cos’è vergognoso falconiere? vergognoso è chi ritiene che due sberle siano meglio di un dialogo.

  11. per Antonio, anche tu come tutti quanti ti fai idee strane su chi non conosci, non conosco donne come la carfagna e la brambilla e non ho neanche perso tempo a seguire le loro vicende che invece hanno riempito le pagine che a quanto pare leggete voi. Berlusconi e chi è? siete voi che lo fate diventare grande io spengo le sue televisioni e non mi interesso ale sue stronzate private anche se so che è il premier e non mi rappresenta affatto.Non l’ho mai votato se ti interessa. Prodi mi piaceva ma se ti interessa non ho mai votato neanche per lui. Visto che pensi di sapere tutto di me scommetto che mi hai anche collocato politicamente , ma leggi bene prima di parlare non hai capito niente e come te anche quello che ha scritto sotto al tuo commento e non spreco una parola a commentarlo.
    A me sembra che siate voi i primi a fare violenza, ma mi avete stufato. Scendete dal trespolo .

  12. caro il mio falconiere tu non ti interessi delle vicende della carfagna ecc. come se fosse gossip, ma gossip non è. sono solo le vicessitudini che portano alla selezione della classe ministeriale del nostro paese. e se la selezione avviene in questo modo la qualità dei ministri scema inevitabilmente…e a rimetterci siamo noi perchè abbiamo un paese bloccato!
    berlusconi non ti rappresenterà ma quando agisce, agisce in nome nostro. e sono 15 anni che agisce in modo subdolo e dannoso per l’intera collettività!
    tutti hanno il dovere di sostenerlo o di combatterlo!
    tu chiudi solo gli occhi o guardi dall’altra parta, non votavi nemmeno prodi? bè sappi che dall’80 prodi è l’unico politico che ha portato risultati tangibili nell’interesse di tutta la comunità!
    continua a vivere nell’alternativa del potremmo, del c’è un modo migliore e tanto son tutti uguali. A romarcore fanno quello che vogliono grazie a quelli come te!
    in un mucchio di merde, se devo proprio sceglierne una, scelgo quella che puzza di meno e mi accontento!

  13. siccome credo che la politica sia fatta di scelte concrete a problemi concreti, falconiere:

    unioni civili, cosa faresti?
    testamento biologico, cosa faresti?
    guerre, cosa faresti?
    energia, come prevedi di farla avere al tuo popolo?
    rifiuti, come li smaltiresti?
    evasione fiscale, cosa faresti?
    droghe leggere, cosa faresti?
    prostituzione, cosa faresti?
    mafia, cosa faresti?
    acqua, cosa faresti?
    automobile, cosa faresti?
    aborto e pillola abortiva, cosa faresti?
    deficit pubblico o nuove tasse?
    costruisce nuove carceri, ammistia/indulto, riempierle fino all’orlo?
    condannati in parlamento, dentro o fuori?
    internet o digitale terrestre?
    canone rai e servizio pubblico, cosa faresti?
    sanità pubblica o privata?
    immigrazione, stai nei vecchi accordi che l’italia aveva siglato o no?
    riscriveresti la politica (mandato massimo, monocarica, riduzione stipendi ecc.) o no?

    illuminaci d’immenso!

  14. Caro il mio Antonio esperto nello sputare sentenze e nel essere convinto anche di quello che pensano gli altri che la tua immensa intelligenza ha deciso non possano essere altro e oltre a quello che pensi tu. Se ti interessa saperlo io non chiudo gli occhi e dormo assai poco, solitamente Parlo anche assai poco e se no l’hai capito ancora la mia polemica su questo blog era sul parlare troppo senza risolvere niente di concreto.
    Per quel che riguarda tutte le domande che mi poni, mi interrogo ogni giorno, ho le mie posizioni e cerco di fare la mia piccola ed umile parte, non intendo darti la mia posizione perchè sarebbe una perdita di tempo per entrambi, oltretutto siccome non sono uno che tace quello che vive per correttezza ti informo che sono un credente e se sai cosa significa questa parola credo che basti per mettere fine ai nostri inutili sprechi di parole. Non ti voglio illuminare
    non ho luce neanche per me se proprio lo vuoi sapere, ma non voglio scontrarmi su posizioni che certamente non sono sulla stessa linea.
    Adesso hai tutto in mano per l’ultima sentenza spara e butta via la pistola.

  15. falconiere sei il niente, il nulla, il vuoto…sei uno s-fascistello deluso dai risultati dei suoi stessi politici e ora non sai più dove andare e con chi stare!
    sei uno di quelli che nel 96 e nel 2001 ci hanno fatto due palle così sul fatto che berlusconi non avrebbe abusato dei conflitti d’interesse, che solo su di lui si poteva puntare, dove volevamo andare noi di sinistra brutti e poveri, lasciamolo lavorare poi si vedrà.
    invece sta andando come quelli antipaticoni di sinistra avevano sempre profetizzato: uno sfracelo dello stato per suo interesse personale!

    sono costretto a dirti questo perchè criticare e poi non voler ricevere domande equivale all’ipocrisia che aleggia nella politica italiana. mica dovevi scrivere un poema? ti do l’esempio che maagri per tè è più congeniale:

    unioni civili: a favore, in un primo momento niente adozioni.
    testamento biologico: a favore
    guerre: a favore purchè sotto onu
    energia: autonomia energetica con fonti rinnovabili di ogni abitazione e oni industria
    rifiuti: negozi del riciclo, riprogettazione delle confezioni, inceneritori
    evasione fiscale: digitalizzazione della moneta
    droghe leggere: progetto pilota di legalizzazione con monopolio di stato
    prostituzione: progetto pilota di legalizzazione con monopolio dello stato
    mafia: omicidi mirati e pieni poteri e mezzi ai magistrati
    acqua: pubblica, con taratura obbligatoria dei rubinetti
    automobile: ibrido metano elettrico made in fiat
    aborto e pillola abortiva: si prosegue con la 184
    deficit pubblico o nuove tasse: nuove tasse, da 30 euro all’operaio in su
    costruisce nuove carceri, ammistia/indulto, riempierle fino all’orlo: costruisco nuove carceri
    condannati in parlamento, dentro o fuori: fuori
    internet o digitale terrestre: internet
    canone rai e servizio pubblico, cosa faresti: abolizione canone rai, una sola rete di servizio pubblico alimentata dagli spot
    sanità pubblica o privata: pubblica
    immigrazione, stai nei vecchi accordi che l’italia aveva siglato o no: rimango nei vecchi accordi, creò un muro di rimbalzo navale nel canale di sicilia (per chi viene sorpreso in acque internazionali)
    riscriveresti la politica (mandato massimo, monocarica, riduzione stipendi ecc.) o no? d’accordo con tutte e tre le proposte.

    forza palazzolo a 5 stelle scrivi un articolo in difesa degli uomini altrimenti il falconiere ci rimane male e non vi legge più!

  16. mi stai diventando simpatico Bell’Antonio ero sicuro che mi avresti chiamato fascistello Toppato hai canato un’altra volta, so dove andare e con chi stare, certamente non con quelli che parlano troppo.Insisti ancora su Berlusconi se ti piace tanto parlare di lui, io non lo vedo è troppo basso per il mio 1,70 guardo sempre molto più in alto.Gli antipaticoni di sinistra chi sono? Franceschini mi sta sulle palle non mi è mai piaciuto Parla troppo, molti altri no!Non ho voglia di farti nomi non c’è bisognoche mi dai l’esempio posso farlo da solo ma non ho voglia di farlo in questo modo sembra un test da 10 minuti max e dovremmo parlare per giorni. Se ti interessa su qualcosa sono d’accordo energia, rifiuti ,evasione,mafia acqua , automobie, carceri, per quanto riguarda tutti i politici sarei per dar loro uno stipendio da muratore non meritano di più e non si spaccano la schiena come loro, non si alzano alle 4 per andare a Milano e cominciare alle 8 e arrivare la sera alle 20 dopo ore e ore di traffico.Sugli altri argomenti dovremmo parlarne ma francamente non ci tengo visto il tuo modo “democratico”di affrontare le cose .
    Ti sei fatto una pessima opinione su di me e questo mi dispiace.
    La Giorgia mi conosce forse non troppo bene, ma dovrebbe sapere di che pasta sono fatto, è in grado di leggere tra le mie righe , ma non lo ha fatto e questo mi dispiace.
    Sono il nient. il nulla, il vuoto OK, riempilo tu con le tue parole, io cerco di buttarci dentro un pò di opere e credimi faccio molta fatica. Un caro saluto.

  17. Ancora una cosa prova a rileggerlo bene il mio primo commento . Senza pregiudizi. E cerca di capire cosa chiedo a Giorgia nelle prime righe. Riflettici un momento non sparare subito o sei anche tu uno di quelli che hanno aperto la stagione contro la selvaggina, selvaggina? quale? Ce n’è ancora?

  18. Ancora Antonio il Bell’antonio, vist che mi ritieni uno struzzo che affonda la testa sottoterra,una piccola informazione a proposito di quello che ho scritto nel primo commento. proprio stamattina parlavo con un’amica e mi diceva del suo rapporto con gli uomini sul lavoro. Che strano mi ha detto che in 30 anni i maschi del suo ufficio compresi i capi si sono sempre comportati bene con lei sempre rispetto con le donne , colleghe e capiufficio è andata invece un pò maluccio. Non ti sembra strano è un caso o forse le donne devono rifletterci un pochino sulla violenza alle loro simili?E poi il tuo commento sulla candidata sindaco di Palazzolo lo trovo squallido (per me questa è violenza subdola e ipocrita) Sempre ciao

  19. prima di tutto sfascitello, perchè voi sfasciate.
    caro il mio credente che non risponde sui temi etici, c’era anche l’udc fino al 2006 con l’allegra brigata berlusconi, ha partecipato anche lui alle nuove magnate, porcate e repressioni che ci sono state.
    adesso casini fa la voce grossa che loro sono la via nuova, il grande centro ecc.. cari miei udccini ve ne pagate le conseguenze, fate una cosa andate a vivere a città del vaticano e voi e i vostri clerici andate a parlare alla tv vaticana invece di falsare la gara politica dell’intero paese coi vostri ricatti..su questioni che ci piacerebbe che fosse come dite voi (i divorzi non san da fare, gli aborti non son la soluzione, amarsi fra uomini non si può ecc. ecc.) ma purtroppo la realtà è molto più cruda di così…e ne abbiamo le palle piene dei crocifissi nei luoghi pubblici (non perchè io abbia qualcosa contro gesù che è la più grande figura morale) quando c’è una legge che lo vieta!

    per quanto riguarda selina grasso, magari se legge e se lo segna, volevo dire che è lei che mi fa violenza quando si ritocca e ritocca le foto (bravi i 5 stelle a pubblicare sul loro sito il prima e dopo) tentando di avere un vantaggio elettorale puntando sull’alterazione della propria immagine. metti il caso che io voti in base all’avvenenza della candidata e questa invece che gnocca è cozza, il mio voto sarebbe falsato da questo effetto dopante del candidato.
    e poi anche in america un presidente bugiardo è un presidente passibile di impeachment, non basta un ritocco delle foto, ma insomma la sostanza è quella. io mi presento come onesto ma onesto non sono, io mi presento bello ma bello non sono.
    va bè adesso mi dirai che tu non sei dell’udc, ma sai ho una mentalità un pò ristretta: non vedo che sfasciti-clericali (questi due sono un pò cugini) di sinistra (parte molle pd-parte dura di pietro-grillo e centrisociali). altrimenti nessuno a mai colpa, berlusconi è su ma nessuno ha colpa, tutto va male ma nessuno a colpa…e se domandi tu di cosa sei? a no io non sono di sinistra, no no no, ma anche quelli di destra non mi piacciono, ho votato berlusconi, ma d’altronde avrei dovuto se no votare quelli di sinistra.
    certo anche io sono per l’equilibrio superiore delle cose, o questi nuovi movimenti post capitalistici che stanno nascendo…ma per il parlamento non ci sono e il meglio che son riuscito ad avere e romano prodi…che tu hai disdegnato per immagino quale mente eccelsa!
    adesso dimmi che tu non voti, ne destra ne sinistra, sulla lista nessun nome…così mi confermi che sei il nulla!

    p.s. la pistola te lo riportata…puntatela alla tempi e spara.. i proiettili li ho messi tutti…sicuro.

  20. Antò, sei stato morso dalla tarantola, non sai più dove andare a sbattermi, ascolta un consiglio : lasciamo perdere. Hai interpretato male come qualcun altro/a il mio primo commento ed allora vi dedico questa poesia di Titos Patrikios.
    Rose perenni
    La bellezza delle donne che ci hanno cambiato la vita
    più profondamente di cento rivoluzioni non si perde,
    non dilegua con gli anni per quanto svaniscano i tratti
    per quanto si deformino i corpi.
    Resta nei desideri suscitati un tempo
    nelle parole giunte anche in ritardo
    nell’esplorazione incerta della carne
    nei drammi mai venuti alla luce
    nel riflettersi delle separazioni,
    nelle identificazioni totali.
    La bellezza dellle donne che cambiano la vita
    resta nelle poesie scritte per loro
    rose perenni che effondono sempre lo stesso profumo,
    rose perenni, come da secoli dicono i poeti.

    Non hai capito di che pasta sono fatto, hai perso un occasione, forse ci sarà un’altra volta , forse!

  21. IL FALCONIERE PENSIERO (da leggere in stile gialappas con trapattoni)

    PRIMA DELLA RAMANZA ANTI-QUALUNQUISTI, SFASCITI DELL’ITALIA:

    “La differenza sta nel fatto che io cerco di parlare il meno possibile” (è un uomo duro questo falconiere)

    “Mi sono espresso così per criticare le persone che su tutto sprecano fiumi di parole” (parla poco e ha una critica pungente)

    “meno parole più fatti concreti!” (è più deciso dell’assessore di ronco fritto)

    “so dove andare e con chi stare, certamente non con quelli che parlano troppo” (di quelli che parlano troppo propio non ne vuol sapere)

    DOPO LA RAMANZA ANTI-QUALUNQUISTI, SFASCITI DELL’ITALIA

    “in questo modo sembra un test da 10 minuti max e dovremmo parlare per giorni” (non può dirci la sua posizione politica in 10 min ma ci vorrebbero giorni)

    ” è in grado di leggere tra le mie righe , ma non lo ha fatto e questo mi dispiace.” (ora si esprime in maniera ampia, lancia tentacolari input fra le righe che solo alcuni sanno captare)

    Hai interpretato male come qualcun altro/a il mio primo commento ed allora vi dedico questa poesia di Titos Patrikios. (e alla fine da uomo di poche parole che era ci conclude con una meravigliosa poesia)

    Sei un grande, falconiere, sei davvero cambiato!

    Naturalmente le tue frasi sono state estrapolate dal contesto e assemblate in modo comico.

    ti chiedo scusa nel caso io mi sia sbagliato sul tuo conto, ma non credo proprio, ti dico la verità.
    comunque dando i benefit del dubbio ed estromettendoti da ciò che sto per dire.

    vorrei lanciare un appello a tutti quelli che leggono, stanate i qualunquisti e inducetili a fare i conti con le loro responsabilità.
    ne destra, ne sinistra l’importante è sciegliere il meglio.

  22. credo che dopo tutte le stronzate che hai scritto, dovresti provare a chiedere scusa, ma probabilmente sei talmente pieno di te che non ne sei capace. Sei uno di quelli che pensano di avere sempre ragione su tutto e di saper interpretare il pensiero degli altri. Beh, ti sbagli , sei nella nebbia completamente, stai arrancando e non sai come uscirne.
    Prova a rileggere tutto quello che hai scritto su di me, a quanti partiti mi hai accostato e quanti appellativi mi hai affibiato , non ti sembra violenza questa?.
    Avevo chiuso con una poesia dedicata alle donne ma probabilmente hai capito poco, poco. Non c’è problema, devi ancora crescere aspetterò che maturi ancora un poco, intanto prova ancora magari me la trovi tu la posizione dove devo mettermi, ti farebbe comodo eh!
    Che ne dici di smetterla, passo ogni tanto di qua per vedere se ti sei calmato, se hai messo la testa a posto perchè così credimi mi sembri un tantino fuori.
    Possiamo incontrarci faccia a faccia se vuoi così la smettiamo di far ridere chi legge questa stupida polemica sull’incomprensione tra due esseri umani e per farti stare tranquillo ti assicuro che non ti prenderò a ceffoni, o sei anche tu una figurina che fa i capricci per andare a mettersi nei pasticci.

  23. io ho concluso da un pezzo: 6 il nulla. non hai contenuti, fai solo critiche sterili su tutto e tutti, stile sgarbi, se domani scriveranno dei bambini in africa, tu sarai qui a ricordarci che ne muoiono anche in italia, se scriveranno sulla negatività della prostiituzione, tu sarai qui a ricordare che alcune donne vogliono fare le prostitute. senza schierarti obbligatoriamente di qua o di la! è una visione con i paraocchi, ma purtroppo a volte bisogna sciegliere alla meno peggio.
    spero che alle prossime elezione tu abbia capito che devi andare a votare e da che parte stare: prendi un pò di coglioni nella tua vita smettila di fare l’eunuco!!

  24. certo che di imbecilli ne ho incontrati tanti ma come te mai!
    E per quello che riguarda i bambini in Africa il mio impegni parte dal 1982, per tutto il resto pazienza io faccio la mia parte e penso che potrei farti scuola . Informati su chi mi conosce e tace.! Au revoir siccome non la smetti tu la smetto io , così ti potrai gloriare con qualche amichetto come te, speriamo non siano tutti così. I due che conosco io non lo sono e se fossi in loro ti butterei fuori a calci inculo dal gruppo perchè sei la vergogna.

  25. per togliere i 5 stelle dall’orda della vergogna che, come è solito degli sfascisti, tendi a stendere generalizzando su un gruppo.
    io sono solo un lettore del blog e cittadino palazzolese, e basta!
    vista la rabbia con cui insisti nel volere conoscere e farti conoscere di persona e le tue intezioni di buttar fuori a calci in culo chi non sta bene a te, deduco che sicuramente, di persona, passeresti a volermi mettere le mani addosso!
    leggi le contraddizioni che hai scritto, renditi conto che sei tu a girar intorno agli argomenti, passi da un punto speculare a un altro punto speculare, senza mai esporti pienamente!
    eunuco!

  26. mi hai chiamato eunuco, sfascistello, violento Sgarbi, di destra di sinistra di centro qualunquistaio un niente un nulla …. ti ho dato dell’imbecille (basta e avanza e per questo mi scuso, non sono abituato a dare titoli alle persone).
    Io ho insistito sul fatto di parlare un pò meno e agire un pò di più tu insisti sul parlare , denunciare, stanare.Sono due modi diversi di vedere le stesse cose, se sei per il dialogo devi sforzarti di ascoltare, comprendere gli altri a capire meglio,permettere la crescita delle relazioni tra chi la pensa in modo differente, scambi fecondi e arricchenti per tutti. Ciascuno di noi è portatore di un piano che si affaccia alla ribalta della vita momento per momento. Della nostra vita conosciamo soltanto un settore minimo, una fascia minuscola che si esaurisce nella brevità del nostro tempo, attimo per attimo ed ogni attimo che ci si presenta è una chiamata, un inizio una proposta.
    Se sei una persona serena dona serenità, gioiso dona gioia, pieno d’amore donalo,pieno di speranza donala a piene mani, non seminare sempre paure e , segnala di tanto in tanto il buono che c’è attorno a noi anche se ne vedi poco (ma ti assicuro ce n’è ).
    Tu con le tue parole ed io con il mio silenzio dobbiamo essere diffusori di speranza, e dobbiamo esserlo semplicemente con la nostra presenza, con il nostro modo di agire e non è quello che abbiamo fatto in questo blog.
    Ti tendo la mano, un sorriso non costa nulla, il tuo volto appartiene a chi ti guarda, mostralo sempre gioioso ed accogliente.
    Magari se te la senti prova a rileggere la quarta, quinta , sesta, settima riga del mio primo messaggio, rileggila con la mente ed il cuore pensando a quello che ti ho scritto forse comprenderai meglio ciò che volevo dire a Giorgia.
    Un saluto!

  27. bravo falconiere!

    si, smollandomi un attimo, hai ragione sono una testa dura.

    adesso scherzo, non ho più voglia di litigare, riprendendo il tuo discorso “se sei una persona serena dona serenità, se sei gioioso dona gioia”, mi hanno rotto le palle! faccio bene a donar rottura di palle?

    un saluto.

  28. ognuno è un rompipalle alla sua maniera, sarebbe bello farlo divertendo e divertendosi, perchè no!L’importante è che dopo non rimanga più niente in sospeso. Intendo dire basta chiarirsi e rispettare le opinioni altrui qualunque esse siano. Molte volte interpretiamo gesti o parole degli altri a seconda delle nostre idee o del nostro stato d’animo in quel particolare momento o periodo e rischiamo di non percepire cosa gli altri intendono dire . Ti faccio un esempio banale ricordi il simpaticissimo gesto del presidente Pertini alla finale dei campionati mondiali dell’ 82 (il gesto dell’ombrello lo chiamano così, io lo chiamerei del vaff.) tutti hanno riso e si sono divertiti (gli italiani) cosa avranno pensato i tedeschi? Prova ad immaginare quello stesso gesto fatto dall’attuale presidente del C. come l’avrebbero commentato tutti i giornali ? Eppure è lo stesso gesto, fatto da una persona diversa (un partigiano e un palancaio).
    Ora prova a rileggerti le due bellissime poesie, quella di Giorgia(non ne perdo una ) e quella che ho postato io, prova a capire cosa intendevo dire col mio commento. OK! Ancora un saluto.

  29. Stante la censura operata nei confronti di un mio commento , in un blog di tale Giorgia Vezzoli
    ( censura che a prescindere dalle motivazioni, sempre tale rimane ) e che è al contempo uno dei dirigenti di questo blog che ha delle connotazioni politiche, per quanto in senso lato, avevo preso in considerazione l’inutilità di intervenire oltre su alcune questioni, in quanto la scelta censoria del blog
    rendeva a binario unico il flusso delle informazioni. (giusto per stare in tema di libertà di informazione e di libertà in internet )
    Quando poi ho visto che un articolo, sempre a firma della medesima responsabile e attivista politica faceva bella mostra di se sul vostro giornale,che in forma cartacea è disponibile anche in alcuni esercizi commerciali , allora ho considerato che tale scritto non fosse solo frutto di velleità cultural-letterarie,ma che avesse anche una valenza politica , reiterando tematiche che evidentemente stanno a cuore all’autrice, e presumo ai vari responsabili del blog-lista civica.-
    Solo a questo punto mi sono deciso a por mano alla tasteria per una disamina del modo in qui è trattato il tema in questione, tema che riguarda le tanto neglette donne, in questo caso italiane, e anche il sottoscritto essendo io, in quanto uomo, l’altra metà del problema.
    Cercherò di usare una esposizione sintetica per non rendere eccessivamente lungo il mio commento.
    Purtroppo, scritti di tal fatta , e mi riferisco a quello titolato ” ritratto di donna italiana ” fanno più male che bene alla causa che tanto sta a cuore all’autrice, dato l’eccesso di enfasi ( spesso unico rifugio per chi ha scarsi mezzi dialettici ) unita ad un’esposizione banale,quindi politicamente inefficace. Disegna un quadro della situazione che pesca un po’ qua e un po’ là , spaziando nei decenni se non nei secoli ( ma l’autrice evidentemente non se ne rende conto ) senza riuscire a mettere a fuoco la realtà effettuale( altro handicap politico ). Il tono lamentoso, poi, fa da deprimente colonna sonora ad una incapacità di cogliere e distinguere fatti e atteggiamenti dettati, e da una cultura che nel tempo cambia, e da individuali comportamenti imputabili ai diversi caratteri umani. C’è poi un totale disconoscimento dei progressi fatti dalle donne, e nel contempo anche dagli uomini, nel mondo del lavoro e nella società in generale. Si evidenzia, poi, una proiezione delle proprie paranoie sulla società intera, svelando quindi una scarsa o nulla capacità analitico-critica delle dinamiche sociali che sono alla base della situazione , malamente descritta, e il tutto viene rimandato ad un problema confusamente socio-politico, disconoscendo in toto la dimensione, anche, psicologica che sottiene all’agire umano .
    In poche parole, nonostante le intenzioni, siamo ancora su un piano di vacua e veemente accusa, dimenticando, o non sapendo che , a parte i toni usati ,imbarazzanti per la loro carica adolescenziale , sono cose trite e ritrite , proprio mentre nella nostra cultura occidentale si stanno immettendo dosi massicce di culture estranee, quando non nemiche, prorpio nei confronti delle donne,e che indurrebbero ad un nuovo approccio, con nuove e più centrate analisi , che svecchino e trovino nuovi modi e interferenze , che sappiano affrontare quella che col tempo può diventare una situazione ,stavolta sì, micidiale , per le donne in genere, e per la società intera –
    Forse, una decisa separazione tra le istanze letterarie e le analisi politiche, gioverebbe alquanto
    alla volenterosa, ma inefficace e dialetticamente maldestra, autrice.

  30. http://www.affaritaliani.it/cronache/la_donna_piu_rifatta_mondo_ha_54_anni51109.html

    fashion victim?

    speramo che ie cada tutto alla svelta! l’altra faccia della medaglia…donna brutta donna inutile,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: