• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 316.397 accessi
  • Categorie

E RUBAGOTTI SI ALZO’

E RUBAGOTTI SI ALZO’

La “sedicente segretaria”, il taglia e cuci e il mistero delle lettere anonime.

Resoconto del consiglio comunale del 30 luglio 2009 (a telecamere accese)

Al quarto consiglio comunale ci attende una piccola sorpresa: una manifestazione da parte del Tennis Club Palazzolo all’ingresso dal Comune, che intende dimostrare il proprio diniego nei confronti, pare, di un bando appena perso attraverso un folkloristico sfogo dimostrativo. Ciascuno dei dimostranti reca in mano una lettera, la quale a sua volta va a comporre una scritta che si staglia ai nostri sguardi già da lontano:” Addio Tennis Palazzolo”. Palazzolo a 5 Stelle pubblicherà a breve un’intervista con il presidente del club come approfondimento della notizia.

Ad inizio seduta i consiglieri Baitelli (PD) e Grasso (Palazzolocambia) avanzano richiesta di spiegazioni al Sindaco, il quale chiede tempo dal momento che anch’egli è venuto a sapere della questione in quel momento, lasciando comunque intendere che se un bando è stato perso, bisognerà prenderne atto.

Prima interrogazione: il consigliere Grasso chiede spiegazioni in merito alla richiesta da parte dell’Enel della costruzione di un tratto di elettrodotto che collegherà Chiari e Cortefranca e che
dovrebbe passare per Palazzolo, ribadendo i rischi che la cosa comporterebbe per i cittadini del nostro comune. Le risponde l’Assessore all’Urbanistica Raccagni che sottolinea la volontà da parte dell’amministrazione di contestare tale costruzione a favore invece di un collegamento interrato, meno invasivo e pericoloso richiedendo inoltre altri 9000 m di interramento per compensazione ambientale.

Seconda interrogazione: il consigliere Zanni (PD) chiede spiegazioni al Sindaco in merito al “mistero” della scorsa seduta consigliare, nella quale il presidente del consiglio aveva invitato i partecipanti a non riprendere e trasmettere la seduta previa autorizzazione, ed in merito al motivo per cui alcuni cittadini palazzolesi (ndr: noi) erano stati chiamati dai carabinieri ed invitati a non portare le telecamere. Il consigliere Zanni ribadisce gli articoli di legge che prevedono il diritto all’informazione sottolineando inoltre come anche il diritto alla privacy sia subordinato a quello di cronaca in tali contesti, poiché i consiglieri ripresi sono funzionari pubblici nell’esercizio delle proprie funzioni (all’interno di una seduta pubblica). La risposta del sindaco ci appare a questo punto quanto mai sibillina, ma tenteremo comunque di riportarne i contenuti, non senza un notevole sforzo interpretativo, scusandoci sin da ora qualora non fossimo riusciti a cogliere il senso delle parole (a tal proposito ci verrà in soccorso la successiva pubblicazione dei verbali). In buona sostanza, il sindaco intende attuare tutti gli strumenti utili a promuovere la trasparenza dei consigli comunali ma tutelando i consiglieri e avvalendosi anche, se necessario, delle forze dell’ordine. Il sindaco sottolinea inoltre la differenza fra un’informazione esaustiva e trasparente ed il “taglia e cuci” dei filmati trasmessi.

Il consigliere Zanni ribadisce la sua perplessità nella scelta di inibire tutte le videoriprese per un simile motivo ed il principio secondo cui, in mancanza di una normativa specifica di riferimento, bisognerebbe fare capo alla normativa attualmente vigente e, a proposito di regolamenti, ricorda al sindaco la mancanza di quello relativo all’uso della bacheca informativa, di necessità ben più imminente.

Interpellanza: il consiglie Rubagotti riprende il tema della “sedicente segretaria” del sindaco (di cui avevamo già parlato nel precedente resoconto) ribadendo le proprie perplessità in merito al carattere di uso prettamente personale della stessa da parte del sindaco, a cui Sala risponde rimarcando il dovere della maggioranza di avere a sua disposizione tutti gli strumenti utili per amministrare ed informandoci di aver ricevuto persino delle lettere anonime a tal proposito.

A questo punto il consigliere Rubagotti, promotore dell’interrogazione insieme a PalazzoloCambia e UDC, si alza in piedi sottolineando l’atteggiamento vergognoso da parte del sindaco e la gravità ed i risvolti penali della presenza di una persona non dipendente nel Comune. Si dice preoccupato di un sindaco che blinda la maggioranza e che fa uso di toni perentori, sibillini e personali, che fa e nel contempo revoca le proprie delibere a piacimento (che, come in questo caso, interessano spese di 350mila euro). Nel contempo, esprime il proprio compiacimento per il fatto che la delibera in questione sia stata revocata: significa che un fondo di verità nelle perplessità della minoranza esisteva. Ma…Colpo di scena: il sindaco non sapeva nulla della revoca!

Seguono un paio di mozioni presentate da Palazzolo Cambia-Impegno per Palazzolo-UDC: una per istituire forme di microcredito in aiuto ai cittadini colpiti dalla crisi e l’altra per la creazione di un tavolo interistituzionale a sostegno delle imprese. Tutte le mozioni vengono bocciate. In particolare, per quanto riguarda il microcredito, secondo l’assessore Piva, sono già stati stanziati 100mila euro per le famiglie e si sta già prendendo accordi in tal senso, dunque l’opposizione “è arrivata in ritardo”. A questo punto è Selina Grasso che non ci sta, insieme al consigliere Valli (PD) e Baitelli (Pd), adducendo motivazioni ridicole alla bocciatura e rimarcando la necessità di non bocciare argomenti concreti per la cittadinanza e, a detta di Valli, bipartisan. Si innesca un vivace dibattito fra maggioranza ed opposizione sul numero di mozioni che, secondo Marini, consigliere PDL, forse sono un po’ troppe mentre l’opposizione ritiene che queste siano fondamentali in democrazia per garantire il dibattito e l’approfondimento.

La seduta si conclude con l’elezione dei membri delle commissioni permanenti a cui l’opposizione non intende candidare alcun presidente astenendosi dalla votazione come protesta nei confronti dell’atteggiamento del sindaco che, durante un incontro con le minoranze, sembrerebbe aver affermato di non concedere alcuna presidenza se non a fronte di un atteggiamento collaborativo. A tale richiesta l’opposizione compatta dice no rimarcando la funzione del proprio ruolo che è proprio quella di controllare l’operato della maggioranza e non già di essere controllata dalla stessa.

I presidenti delle commissioni eletti sono: Beghetti Francesco (PDL) per il Territorio, Cattaneo Dino (Lega) per i Servizi alla Persona e Marini Armando (PDL) per Servizi istituzionali e risorse per le attività economiche e produttive.

Le domande che a questo punto ci poniamo sono:

>>chi avrà mandato e cosa sarà scritto nelle lettere anonime al sindaco?
>>La delibera di giunta per la “segretaria personale” è veramente stata revocata?
>>E soprattutto: come andrà a finire la faccenda del taglia e cuci?

I misteri di Palazzolo si infittiscono…

>>>>A breve on line il video del quarto consiglio comunale: da non perdere!<<<<

A cura di PALAZZOLO A 5 STELLE

17 Risposte

  1. Wow quanta carne al fuoco!

  2. Sì, stavamo pensando di farci un romanzo… 😉

  3. Un romanzo rosa o……un giallo :o)

  4. Ma guarda secondo me con la storia delle lettere anonime potremmo anche lanciarci nel “noir”…In alternativa, c’è sempre il genere comico 🙂

  5. Dalla politica dei piccoli comuni a quella dello Stato è sempre un comico che tira i fili…….basta vedere i risultati. :o(

  6. ok, bene bravi (o brava…). art sicuramente esaustivo soprattutto nella prima parte; direi buono anche quello del gior di bs (un po’ troppo superficiale nella parte della segretaria, ma solo quello avrebbe meritato un pezzo a sè; ah, l’interrogazione in cons com firmata da tanti ma letta da rubagotti, se l’avesse letta selina non avrebbe potuto replicare rubagotti). bsoggi parla invece solo della vicenda tennis club

  7. direi che è inaudito. ma chi è questo signore che vieta ai cittadini di riprendere atti pubblici… manco alla camera dei deputati fanno sti numeri. chi è questo signore??
    la morale è che c’è da rendere più pubblici questi fatti e di conseguenza penso che farò proprio qualche azione.
    ciao a tutti e continuate così, non siete soli…

  8. WE CAN!!!

  9. Venerdì ho chiamato i carabinieri di Palazzolo, per fargli un’intervista riguardo il divieto fatto a voi di riprendere con le telecamere.

    Il comandante mi ha risposto che loro (…i carabinieri) non volevano entrare in questioni politiche e quindi non mi avrebbero rilasciato alcuna intervista.

    Ho messo giù la cornetta e mi sono chiesto: Ma se loro non vogliono entrare in questioni politiche… perchè vi hanno impedito di filmare? Perchè loro sono intervenuti e non la polizia municipale?

  10. Mitico Simone, anche alzare la cornetta è un gesto di coraggio e di vera democrazia. Effettivamente non abbiamo ancora avuto risposta sull’origine della chiamata da parte dei carabinieri.

    Grazie.

  11. è effettivamente un bel quiz questo sui carabinieri. forse non lo ricordate (o non lo sapete) ma un paio d’anni fa, quando si erano organizzate le ronde delle “sentinelle palazzolesi” dell’ora assessore raccagni, alla seduta del consiglio comunale durante il quale se ne doveva parlare presenziavano in uniforme due carabinieri. il presidente del consiglio attilio bertoli li ha gentilmente invitati ad “allontanarsi e andare a controllare che nel parcheggio non rompessero le auto per rubare”. successivamente spiegava che lì in divisa potevano presenziare solo se invitati esplicitamente perchè solo la polizia municipale aveva compiti di ordine pubblico all’interno del consiglio comunale (vedi allontanamento del consigliere bonetti di forza palazzolo, l’unico francamente che ricordi).
    quindi torno effettivamente alla domanda iniziale: perchè i carabinieri e non i vigili????

  12. grazie ragazzi, continuate così, se non ci foste voi tantissime cose che accadono nel nostro comune non le sapremmo mai!
    è vero, non (ci/vi) possono impedire di filmare le sedute, non si infrange niente di niente, meno che mai la privacy: c’è persino “telecamere” (quel programma su rai 2) che riprende il parlamento, figuriamoci se non si può riprendere il consiglio di palazzolo sul’oglio!!!!
    ancora un immenso grazie, siamo con voi!

  13. Bravi. Non mollate.

  14. Grazie,continuate a starci vicini.
    Solo una cittadinanza informata può far tornare la politica nel ruolo che la costituzione gli ha assegnato !!

  15. per simone: ottima iniziativa e ottima domanda.

    il diritto d’informare i cittadini dovrebbe essere garantito e non precluso da un’amministrazione che dovrebbe avere a cuore Palazzolo.

    Dovrebbero essercene di più di telecamere, più occhi che vigiliano e informano da punti di vista diversi. Qui si fa l’opposto: si cerca di azzerare l’unico occhio che, al momento, riprende. (cosa, tra l’altro mai accaduta in questo comune)

    e concludo con due domande che sono le mie risposte alla questione “taglia e cuci/cos’è l’informazione” di cui si è parlato in consiglio:

    >>quanto dura un tg?
    >>chi decide cosa è informazione e cosa non lo è?

    >>>Il vocabolario dice quanto segue:<<<

    Etimologicamente il termine 'informazione' indica l’atto, effetto dell'informare o dell'informarsi, deriva dal latino informāre, che significa ‘dare forma’, anche se oggi il significato più comune è ‘dare notizie’.

    L'informazione nasce dall'organizzazione, dall'elaborazione, dalla raccolta di dati in una forma tale da influenzare la percezione e la conoscenza del ricevente…

    L'informazione ha sue caratteristiche a seconda del contesto in cui i dati sono raccolti, a seconda della loro codifica in una forma riconoscibile dall’intelletto ed in definitiva il significato attribuito a tali dati.

    L’informazione può essere creata dall’uomo ed essere anche solo di tipo indicale quando, attraverso un gesto di indicazione o pronunciando parole, ci permette di riferirci alla cosa indicata. Attraverso l’impiego di entità di informazione linguistiche o materiali, si compie un passaggio successivo, di maggiore vantaggio rispetto all’indicazione gestuale, potendoci riferire alle cose senza che esse siano fisicamente presenti.

    Il concetto di informazione è vasto e differenziato. […][…]

    Le informazioni, per loro caratteristica intrinseca, prima di essere da noi assimilate devono essere prodotte, emesse e debbono aver tutte le caratteristiche per raggiungerci.

    Pertanto, maggiore è la copertura e più è frequente la ripetizione, maggiore sarà la probabilità che i destinatari di queste informazioni vengano raggiunti, le ritengano ‘vere’ e probabili. A differenza della macchina (di un calcolatore) per noi la verifica di un'informazione può essere un compito difficile, poichè l'uomo è portato (o costretto) a re-agire all'informazione attraverso automatici processi di identificazione con la risposta e di associazione fra le informazioni e le risposte pre-esistenti nella nostra esperienza, nel nostro personale archivio di dati, la nostra Mente.

  16. Secondo me si aggirerebbe il problema del taglia e cuci e dei sospetti manipolatori mettendo on line e in diretta i consigli comunali. Basterebbe questo per chiudere la bocca a tutti, la verità pura e semplice trasmessa tale e quale.

    Certo, voglio vedere chi ha la costanza di seguire quattro ore di fila di interventi noiosissimi, ma d’altraparte la politica ha i suoi tempi.

    A parte le battute, so di altri comuni del territorio nazionale dove è stata vietata la ripresa perchè il regolamento del consiglio comunale lo vieta espressamente (e ovviamente la maggioranza se ne guarda bene dal voler porre una modifica a favore della videoripresa).
    Non ho letto da nessuna parte se anche a Palazzolo ci sono limitazioni in tal senso oppure no.
    Qualcuno ha in mano il regolamento comunale?

    ciao.

  17. ecco il regolamento:

    Fai clic per accedere a consiglio%20comunale_163_27.pdf

    se vuoi evitare di leggere tutto il regolamento (noi lo abiamo già fatto e non c’è nulla che vieti le riprese) clicca sul link seguente per una sintesi della QUESTIONE TELECAMERE:

    https://listacivicacinquestelle.wordpress.com/2009/07/24/telecamere-in-consiglio-ufficiale-linterrogazione-del-pd/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: