• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 303,338 accessi
  • Categorie

CRISI MONDIALE E SOLUZIONI

CRISI DELL’ECONOMIA MONDIALE E SOLUZIONI POSSIBILI

a cura di Angelo Borgogni

Quello che già da tempo molti analisti di fama mondiale andavano sostenendo, si concretizza nell’agosto 2008. Ad innescare la catastrofe fu quella famosa bolla speculativa del mattone (la punta dell’iceberg di altre bolle) che negli Stati Uniti sorreggeva con falsi valori l’economia del paese. In seguito, con effetto domino, caddero oltre ai colossi bancari americani anche quelli inglesi ed europei in generale e le stesse banche d’affari che investirono sui famosi subprimes.

Le più grandi banche del pianeta stavano per fallire l’una dopo l’altra e che le Borse affondavano perdendo 32.000 miliardi di dollari dall’inizio di gennaio 2008, l’equivalente di due anni della produzione totale degli Stati Uniti. La Borsa islandese è crollata del 94 % e quella di Mosca del 71%! Per completare l’opera dei conti, praticamente già nei primi 7-8 mesi di crisi, l’America, per il salvataggio dei gruppi finanziari con interventi pubblici aveva speso più soldi che in tutta la seconda guerra mondiale. Sono da registrare interventi simili in tutto il mondo, compreso il “vecchio continente” ed in particolare in Inghilterra, interventi pubblici stanziati dai vari governi a sostegno delle banche.

(soldi pubblici, quindi a carico della collettività).

Ecco alcune dichiarazioni di personaggi  “addetti ai lavori” hanno rilasciato alle maggiori testate mondiali:

  • Dal quotidiano Le Monde del 22.08.08. il presidente della Banca Federale Americana (FED) il 22 agosto “Siamo di fronte ad uno dei climi economici e di politica monetaria più difficili mai visti

  • Paul Krugman (ultimo premio Nobel per l’economia) “Sull’orlo del baratro
  • Warren Buffet (investitore americano, soprannominato “l’oracolo di Omaha” tanto l’opinione del miliardario della piccola cittadina americana del Nebraska è rispettata dal mondo finanziario) “Una Pearl Harbor economica
  • Jaques Attali (economista e consigliere dei presidenti francesi Mitterrand e Sarkozy) e Laurence Parisot (presidentessa dell’associazione imprenditori francesi)“Un 11 Settembre della finanza

Ma il problema principale è l’assoluta incapacità da parte di tutti, economisti compresi, a formulare soluzioni. Come possono pensare questi guru dell’economia, (super stipendiati ed incapaci di stimare un’ analisi dell’ eveolversi della situazione) di fronteggiare una crisi economica basata interamente sul P.I.L.? Il P.I.L. è un sistema peraltro oramai obsoleto e imploso su se stesso con le conseguenze che stiamo vedendo e vedremo ancor più in futuro. Probabilmente entro il medio periodo ci sarà una timida ripresa dovuta ad un leggero aumento dei consumi, ma si tratterà, metaforicamente parlando: ”di un cane che si morde la coda”, si ripiomberà inevitabilmente in una nuova crisi finché non si riformerà un nuovo modello di sviluppo economico.

Su cosa dovrà basarsi il nuovo modello di sviluppo?

Secondo alcuni studiosi del settore  si può avere un’ inversione di tendenza se ci si indirizza verso il risparmio (contrariamente a quanto prevedono le logiche di crescita del P.I.L.). Ciò significa perseguire delle pratiche virtuose a partire dalla commercializzazione di prodotti a chilometri zero, incentivando il consumo critico orientato verso realtà come quella dei mercatini rionali e dei coltivatori diretti, si tratta di rilocalizzare produzione e consumi. C’è tutto un mercato verde da esplorare, dalla conversione energetica (costruzione e ristrutturazione di edifici sul modello Casaclima cioè case passive e quindi installazione di pannelli fotovoltaici, isolanti termici ecologici, geotermia ecc…) al trattamento dei rifiuti mirato al riciclo totale delle materie prime, partendo dai privati con la raccolta differenziata porta a porta a spinta. Temi questi che l’associazione Palazzolo a 5 stelle e i comuni a 5 stelle trattano da tempo.

Per realizzare quanto sopra riportato bisogna liberare risorse e quindi investire nella ricerca, creare nuove maestranze, nuove figure professionali, il tutto contornato da un indotto che non potrà che far bene al problema disoccupazione. Risultato? Un immediato miglioramento della qualità della vita di tutti, meno trasporti, meno rifiuti, risparmio energetico = meno inquinamento e malattie ad esso associate, minor costi per tutti etc…

Potrei continuare all’infinito ad illustrare gli effetti positivi di un vivere responsabile: questa è l’unica strada sostenibile da seguire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: