• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i venerdi verso le 20.45 ci troviamo al "Sampa Bar", a S.Pancrazio (fraz. di Palazzolo) in via Firenze n.141. Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 301,389 accessi
  • Categorie

UNA CAMPAGNA ELETTORALE FINANZIATA DALLA GENTE E’ POSSIBILE!

La lista civica PALAZZOLO S/O A 5 STELLE è una lista di candidati indipendenti e senza nessuna influenza lobbystica. Per questo motivo non ha sponsor alle spalle, né strutture partitiche, banche e/o aziende che possano finanziare le sue attività e la campagna elettorale.

Questa autonomia ci rende inattaccabili e puliti agli occhi della cittadinanza: l’unico progetto realmente diverso di Palazzolo. Facce nuove, slegate da interessi (economici o di potere) se non quelli che mirano ad un miglioramento effettivo della qualità della vita del nostro comune.

In questo momento tutti gli aderenti stanno autonomamente finanziando il progetto che sta elaborando video, inchieste, informazione sul web, locandine, volantini, manifesti. A breve comunicheremo la data in cui presenteremo alla cittadinanza il candidato sindaco, i consiglieri e il programma.

Chiunque volesse dare il proprio contributo, anche minimo, per finanziare il progetto PALAZZOLO A 5 STELLE può farlo in tre modi:

1.Incontrando tutto il gruppo in uno dei suoi 2 incontri settimanali

    OGNI GIOVEDI SERA ALLE 20, 30 PRESSO IL BAR DELL’ORATORIO DI SAN GIUSEPPE IN VIA VERDI
    OGNI SABATO POMERIGGIO DALLE 14,00 ALLE 17,00 PRESSO IL CIRCOLO ARCI DI GRUMELLO DEL MONTE

2.Tramite donazione su PayPal cliccando sull’immagine seguente:

> il destinatario della donazione è palazzoloa5stelle@gmail.com <

    3.Ricaricando la PostePay Card della lista civica numero*

    4023 6005 5562 5047

    INTESTATA A:

    FABIO DI BENEDETTO (ovvero il tesoriere della lista)

    > *Ricaricare la Postepay è semplice, si può fare anche dal tabaccaio!!!  Clicca qui per capire come <

    $ $ $

    Una campagna elettorale finanziata dalla gente è possibile.

    E’ già successo.

Vedi Brescia e poi muori

Brescia è il luogo santo dei piazzisti degli inceneritori. Vi si recano in pellegrinaggio per respirare l’aria salubre direttamente dal camino. Bevono il latte locale e fanno un giro in bicicletta nei dintorni. E’ la vittoria della scienza contro le tenebre.
Per saperne di più su questo miracolo dell’innovazione ho deciso di aprire una piccola inchiesta. Oggi pubblico la prima parte del viaggio nell’inceneritore:

“A Brescia vi sono inquietanti analogie con la Campania: nel latte di aziende dei dintorni della città si è recentemente scoperta una presenza di diossine fuori norma; si nota inoltre un’elevatissima incidenza di tumori al fegato.

Ma il Registro tumori dell’Asl, rassicurante, sostiene, senza dati verificabili, che ciò è imputabile all’eccesso di epatiti e di consumi di alcol (Giornale di Brescia, 10 novembre 2007). Va segnalato che l’ing. Renzo Capra, presidente di Asm, fa parte del Comitato scientifico del Registro tumori dell’Asl, di cui è anche finanziatore.

Si sostiene che vengono risparmiate 470 mila tonnellate l’anno di emissioni di CO2. ma non si dice che il confronto viene fatto con la discarica e non con il riciclaggio, che consente risparmi di emissioni di CO2 tre volte superiori (AEA Technology. Waste management options and climate change, European Commission, 2001).
A Brescia si finge di fare la raccolta differenziata. Ma questa viene annullata dal continuo aumento dell produzione dei rifiuti, assimilando gli speciali.

In 10 anni, da quando funziona l’inceneritore, il rifiuto indifferenziato da smaltire è sempre rimasto pari a 1,1 Kg/giorno/pro capite, esattamente come la Campania, 5-6 volte superiore a quello indifferenziato dove si fa la RD “porta a porta” con tariffa puntuale (es. Consorzio Priula Treviso)
.

L’inceneritore del resto ha bisogno di rifiuti ed Asm è riuscita a compiere il “miracolo” di mantenere le stesse quantità in 10 anni!
Per gonfiare i risultati Asm dà i numeri in chilowattora ( 570 milioni ), facendo finta di non sapere che l’unità di misura, fuori dal domicilio privato, è il gigawattora (milioni di KWh) o il terawattora (miliardi di KWh). In verità il megaimpianto di Brescia ( 800.000 tonnellate/anno ) ha una potenza pari ad un decimo di una normale centrale turbogas; il costo impiantistico per MW installato è 5-6 volte quello di una centrale turbogas; la resa è di circa 20% del potere calorifico presente nei rifiuti contro un 55% di una centrale turbogas; la poca energia ricavata è annullata dallo spreco di altri materiali preziosi ( 5-6 mila tonnellate di ferro; 6 mila tonnellate di alluminio; centinaia di tonnellate di rame, ogni anno nelle ceneri, nel caso di Brescia ). Insomma nell’inceneritorista Lombardia, con 13 impianti, il contributo di questi alla produzione di energia elettrica è pari al 2%!

E’ una macchina dello spreco e antieconomica che si regge solo sugli scandalosi contributi Cip6per l’inceneritore di Brescia, oltre 60 milioni di euro l’anno, per 8 anni, il doppio dell’investimento impiantistico!.

Nel 2006 l’inceneritore Asm è proclamato “campione del mondo”, avendo vinto il “Wtert 2006 Industry Award”. Sennonché l’Ente premiatore, Wtert, della Columbia University ha tra gli sponsor la Martin GmbH, Germany, produttrice dello stesso impianto Asm!.” Marino Ruzzenenti, http://www.ambientebrescia.it

Fonte: http://www.beppegrillo.it/2008/01/vedi_brescia_e/index.html#comments
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: