• Iniziative

    INCONTRI 5 STELLE Tutti i giovedì verso le 20.45 ci troviamo al "bar 501", in piazza Indipendenza a S.Pancrazio! Passate parola! ---------------------------------------
  • Network

  • M5S: Camera e Senato

  • La palazzolo virtuosa

    consumo critico, volontariato, arte... Leggi gli articoli
  • BATTAGLIE

  • Proposte

    FOTOVOLTAICO 5 STELLE
    - fotovoltaico per tutti, le proposte...



    EMERGENZA CONTROCORRENTE
    - Bozza di progetto alternativo al bar galleggiante


    RIFIUTI
    - Documento RIFIUTI ZERO consegnato all'assessore all'ecologia Lancini


    ENERGIA
    - Sportello per il risparmio energetico


    TRASPORTI
    - Bus navetta comunale


    OBIETTIVI RAGGIUNTI
    - Autorizzazione permanente ripresa consigli comunali

    - E-mail pubbliche di consiglieri e giunta

    - Data di convocazione commissioni on line e sui pannelli elettronici in p.zza Giovanni XXXIII

    - Mobilitazione cittadini per mozione acqua pubblica bocciata da tutto il consiglio comunale

    - Risolte alcune segnalazioni cittadine (problema luminarie san pancrazio accese per oltre un mese 24h/24h, rimozione manifesti abusivi M. Peroni, questione parcheggi san pancrazio, vicenda ''famiglia West'' etc...)

    (Leggi tutto)

    (Leggi tutte le proposte discusse sul blog)

    >>Invia la tua proposta/segnalazione per migliorare il comune di PALAZZOLO SULL'OGLIO a palazzoloa5stelle@
    gmail.com
    , la inseriremo in homepage.
  • Statistiche

    • 279,208 accessi
  • Categorie

Iseo #VinciamonoiTour

Di seguito Silvana Carcano, Giampietro Maccabiani, Claudio Cominardi, Giorgio Sorial, DanielePesco, Grazia Mennella, Bruno Misculin e Andrea Fiasconaro, questi i nomi dei portavoce eletti in Parlamento e Consiglio regionale della Lombardia con due candidati Portavoce alle elezioni Europee della nostra circoscrizione Grazia Mennella e Bruno Misculin che hanno presieduto il comizio svoltosi a Iseo il 19 aprile..
#VinciamoNoi tour…

SE BRERA E’ OTTIMISTA C’E’ DA AVERE I BRIVIDI

Di Michela Apostoli

Nella conclusione del passaparola del 14 4 14

http://www.beppegrillo.it/2014/04/passaparola_-_i_diavoli_della_finanza_-guido_maria_brera.html

breraGuido Maria Brera si dichiara ottimista per il futuro italiano: Italiani iniziate a tremare!
Il tale si dichiara infatti – orgogliosamente – addetto al risparmio investito da 20 anni. Parliamo quindi di finanza, fondi privati di pensione, speculazioni, prodotti tossici, derivati e compagnia bella che hanno causato la crisi mondiale del 2007 scaricata poi sulle spalle dell’economia reale.
Afferma in pompa magna che la Tatcher è la madre del neoliberismo, quando invece la stessa fu fatta “scomparire” dal panorama politico inglese proprio perché si oppose all’adozione dell’Euro, a difesa della sovranità nazionale ed economica del popolo.
Elogia con magnificenza gli assets italiani, come l’arte ed il turismo: peccato che l’Euro stia smantellandoli e demolendoli.
Ammonisce gli economisti maledetti, quelli che dimostrano con dati economici e non con punti di vista, che non ci rimane che recuperare la nostra sovranità monetaria, di non “storicizzare”. Peccato che qui non si tratta di storia ma di osservazione dei fatti e di quanto è accaduto dall’adozione dell’Euro ad oggi: decimazione dei Paesi mediterranei, in ordine cronologico, da quelli con moneta più debole – Grecia – fino all’Italia ed alla Francia. Possibile che non abbia mai buttato un occhio all’inversione della bilancia commerciale tra Italia e Germania? Sarà un caso che la Germania abbia assorbito le nostre esportazioni?
Accusa con tono inquisitorio lo stampare moneta come il solito peccato morale a cui i mass media ci hanno abituato a braccetto con il mantra del debito – colpa nostra. Peccato che stampare moneta con propria banca nazionale sia diverso da prendere moneta a prestito da banche private estere, per coincidenza per la maggiore tedesche e francesi, che fino ad oggi si sono arricchite alle spalle dei paesi mediterranei.
Reputa indispensabile, in presenza di immissione di moneta, il controllo dell’inflazione per garantire l’acquisto di titoli di stato sul mercato. Peccato che una banca nazionale statale potrebbe acquistarseli da sé, senza rischio di ricatto da banche private sul mercato con il solito giochetto dello spread (termine che ormai anche mia nonna conosce). Il ripristino della separazione tra banche private – atte alla speculazione – e banca nazionale statale, con la Steagall Glass Act è indispensabile.
Secondo l’acuta osservazionedel Sig. Brera stampare moneta obbliga ad abbassare i salari sempre per lo stesso requisito di controllare l’inflazione. La sua storicizzazione manca ancora di osservazione della realtà visto che i salari si sono abbassati in potere d’acquisto proprio con l’Euro. A livello europeo i paesi mediterranei stanno diventando la manodopera a basso costo della Germania.
A suo avviso la classe media viene smantellata ancora una volta dallo stampare moneta. Guardiamoci attorno e vediamo che la classe media invece è stata distrutta dall’Euro.
E’ contrario alla politica della Fed che puo’ stampare moneta. Peccato che con la stessa l’America abbia scaricato sull’Europa la crisi dei derivati del 2007, che stiamo pagando noi-e-solo-noi grazie alla perfetta morale della Bce che si oppone ai Quantitative Easing. Si vive di pane non di morale.
Fantastica la definizione da manuale scolastico di :
- “inflazione da domanda”: chiaro, importiamo magliette e cellulari da paesi come la Cina che non hanno costi di manodopera o dalla Germania che cavalca i vantaggi dell’Euro sottodimensionato rispetto alla sua struttura-Paese: non stupiamoci poi pero’ se nel frattempo le nostre aziende chiudono;
- “inflazione da assets”: come la casa, prodotto per forza del made in Italy, risente dei costi alti di produzione locali, mentre i salari si abbassano determinando l’impossibilità di accesso al bene. Salari bassi a causa dell’Euro, per ribadire quanto sopra, non di alcuna immissione di moneta.
Educazione: senza vincolo di pareggio di bilancio le Pubbliche Amministrazioni potrebbero investire per la scuola pubblica e gratuita.
Brera elogia la delocalizzazione: viva quindi la chiusura delle PMI italiane, a Suo buon auspicio…
Brera elogia l’attrazione di imprese dall’estero, che per inciso saranno multinazioneli possedute dalle stesse banche per cui lui lavora: viva ancora una volta la chiusura delle PMI italiane, a Suo buon auspicio…
Dati, numeri, fatti, realtà.
Basta con la morale, l’ottimismo per il futuro e le luci in fondo al tunnel.

#VinciamonoiTOUR

La carovana passa da Iseo per il comizio elettorale, ci saranno Parlamentari, Senatori e Consiglieri regionali ad accompagnare le tappe lombarde del #VinciamonoiTour, il gruppo di Palazzolo in collaborazione coi gruppi locali di Cologne, Chiari, Erbusco presentano la tappa dell’ovest bresciano.

Vi aspettiamo in tanti, io ci sarò e tu?

5Giorni a 5stelle

Abbiamo parlato di elefanti, non di mosche!

7 PUNTI PER L’EUROPA
CON PROF. PAOLO BECCHI E PORTAVOCE CLAUDIO COMINARDIcomm. lavoro bruxelles
PALAZZOLO 30/3/2014
becchiPaolo Becchi, professore di Filosofia del Diritto all’Università di Genova, Claudio Cominardi, portavoce alla Camera dei Deputati si sono incontrati domenica 30 Marzo, nella sala civica di Palazzolo, con un centinaio di persone per parlare delle vere cause della crisi economica: i trattati internazionali che mettono le manette agli Stati ed alle loro economie, nell’indifferenza dei mass media e della classe politica che distraggono l’attenzione dei cittadini omettendo la verità o creando conflitti su tematiche irrilevanti.
La conferenza è stata introdotta dai ragazzi di Palazzolo5stelle, Claudio Salogni e Michela Apostoli con l’analisi dei 7 punti per l’Europa: il programma del Movimento 5 stelle che punta a risolvere i problemi dell’Italia aggiustandone le cause che risiedono nei trattati inernazionali europei: VINCIAMO NOI!;
è stata accompagnata dal portavoce Claudio Cominardi, con aneddoti del duro lavoro in Parlamento ed una straordinaria anteprima dei suoi studi per un’economia in cui tutti possano lavorare di meno mantenendo un alto livello di benessere attraverso la redistribuzione della ricchezza dal vertice della piramide sociale alla sua base;
è stata approfondita dal Prof. Paolo Becchi con un’analisi storico-politico-sociale dell’Europa, dalle sue origini ai giorni nostri, con rivelazioni-scoop sui veri interessi e le manovre che hanno dettato la sua ideazione, con i nomi ed i cognomi dei loro artefici;
La conferenza si è tramutata poi in una tavola rotonda, scambio tra cittadini che si confrontano per trovare insieme, nel rispetto di visioni diverse, la strada per uscire dai vincoli di sistema che partiti ed Europa della finanza hanno imposto.
Le domande del pubblico hanno dimostrato che lo stereotipo dell’italiano “ignorante” deve smettere di essere sbandierato.

Non sono mancate le risate nel comprendere i grotteschi errori commessi dalla vecchia classe politica, a scapito degli italiani che ora ne devono letteralmente PAGARE le conseguenze, trovandosi sul groppone Fiscal Compact, MES, e meccanismi economici distorti dalla moneta unica.
Il video è la registrazione completa del pomeriggio: in ordine, introduzione di Claudio Cominardi, di Claudio Salogni, di Michela Apostoli, intervento di Paolo Becchi, domande del pubblico.

di Michela Apostoli per Palazzolo5stelle

Di seguito i filmati degli interventi:

 

Partecipazione e trasparenza: FATTI NON PAROLE!

Di Omar Legrenzi (Chiari 5 stelle)

Martedì 25 marzo:
cons. regionale m5sGiornata piena quella di martedì, in piedi di buon ora per sostenere a Milano alla sede della regione Lombardia, la richiesta di dimissioni avanzata dal gruppo consiliare 5 stelle, nei confronti del presidente di regione Maroni e del presidente di consiglio regionale Cattaneo.
Una presa di posizione scaturita dopo la serie di eclatanti arresti di importanti dirigenti della partecipata regionale: ” infrastrutture lombarde”, tra i quali spiccano i nomi del manager Antonio Rognoni e del capo ufficio gare, Pierpaolo Perez.
Ore 9,30 insieme ad una ventina di altre persone riesco ad avere accesso tra il pubblico (20 e’ il numero massimo dei posti disponibili),per seguire i lavori in aula ed attendere che il presidente Maroni relazioni al consiglio sulla vicenda. Passano ore ma Bobo non si vede.
Cattaneo incalzato da alcuni consiglieri arrabatta scuse: fine consiglio mattutino, si va a pranzo.
“Peccato” penso, dovrò tornare a casa senza aver sentito quello che più mi interessava, ignaro che da li la mia giornata mi avrebbe riservato numerose sorprese.

Si avvicinano al balcone riservato al pubblico alcuni consiglieri del movimento 5s, (alcuni per la verità li avevo già incontrati) e ci invitano a raggiungerli al 13′ piano dell’edificio dove ha sede il gruppo consiliare, li raggiungo insieme ad alcuni amici, 5/6 persone: chiacchieriamo, visitiamo, mi viene spontaneo viverla come una sorta di visita guidata e mi basterebbe pure; entro nella sala riunioni dove la porta e’ spalancata e ci trovo presenti alcune persone che non conosco e che danno l’impressione di non conoscersi fra loro, i toni sono molto cordiali e informali, tanto da farmi sentire a mio completo agio, qualche istante mi e’ bastato per riconoscere tra i presenti: Andrea Cioffi, senatore, 8′ commissione lavori pubblici e comunicazione e membro del comitato parlamentare per i procedimenti d’accusa, Luigi Gaetti, senatore fra l’altro vicepresidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e di altre associazioni criminali, anche estere.
Riccardo Nuti, deputato facente parte oltre alla commissione che vede Gaetti vicepresidente, alla commissione affari costituzionali.
Uno ad uno entrano tutti i consiglieri regionali compresa Silvana Carcano che e’ capogruppo e si presenta con una sbracciata di faldoni, ” ci sono i senatori, approfittiamone” dice.
In men che non si dica non mi sento più molto tranquillo e mi trovo ad assistere ad un tavolo di lavoro sulle mafie e su come e quanto siano radicate anche in Lombardia, si incrociano dati, idee, si approfondiscono temi, il tutto con la porta spalancata e con una manciata di cittadini qualunque come me che può assistere e partecipare ai lavori.
Immediatamente mi ritornano in mente i 20 posti previsti dal consiglio regionale per i cittadini, un limite probabilmente previsto dal regolamento per “favorire” la partecipazione che mi fece pensare di non essere molto gradito.
Partecipazione e trasparenza d’improvviso non sono solo belle parole.

… continua.

Europa a 5 Stelle… Vinciamo noi!!!

Domenica 30 marzo dalle ore 14:30 in sala Civica a Palazzolo sull’Oglio si terrà la conferenza pubblica “7 punti per l’Europa”

Interverranno per l’introduzione Michela Apostoli e Claudio Cominardi nostro concittadino portavoce alla Camera dei Deputati, relatore della conferenza il Professore Paolo Becchi  ( Professore di Filosofia del diritto Università di Genova) sui 7 punti di programma del movimento 5 stelle per le elezioni europee.

Seguiranno le domande del pubblico.

La conferenza verrà trasmesa in streaming sul canale del metup franciacorta: http://www.ustream.tv/channel/meetup-franciacorta

poster Becchi 30-03-2014

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 725 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: